Jazzitalia: la musica jazz a portata di mouse...
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Pater Mediterraneo
gruppo

"Pater Mediterraneo" si costituisce, da un'idea del chitarrista Mauro Mibelli, in maniera ufficiale nel 2000, dalle ceneri del gruppo Musikando e poi dal gruppo "Mediterraneo". La formazione attuale, costituita da sei elementi, proviene da importanti percorsi di studio maturati prevalentemente in ambito classico e jazzistico.

Solo nel
2002 diventa "Pater Mediterraneo" assumendo così la sua definitiva connotazione e ponendo senza dubbio al centro dell'ispirazione le sonorità e i ritmi propri di questo "TERRITORIO".

I
l progetto musicale nasce in Sardegna dove è cospicuo il patrimonio di spunti sonori da cui attingere e al quale rendere, in termini di rielaborazione, una saggia proposta alternativa . Parte da questo privilegiato osservatorio l'attuale ricerca, in sintonia con la filosofia "Pater Mediterraneo" ovvero "suoni, l'isola senza confini", che sposta l'attenzione su tutta la musica popolare di area mediterranea. Dopo un primo periodo caratterizzato da un repertorio di brani tradizionali sardi riletti in chiave soprattutto jazzistica, ora il repertorio e il personalissimo sound "Mediterraneo" è decisamente caratterizzato da una fusione di stili, che non dimentica le radici popolari ma le valorizza con venature rock, sapori latini.

Una musica a suo modo sofisticata e ricca di colori dove a turno spiccano tutti gli strumenti.

La scelta dei brani è dettata prevalentemente dalla loro valenza melodica..

Ma ciò che più ha connotato il cammino recente del gruppo è stata la scelta di utilizzare il sardo come lingua principe del progetto e la scelta di valorizzare le tradizioni dell'isola puntando soprattutto a far conoscere ricercatori, artigiani, studiosi del patrimonio degli strumenti musicali cosiddetti tradizionali. Già, nel corso del
2001, una prima puntata del progetto si è svolta a Portorotondo con l'intervento dell'artigiano ricercatore Raimondo Usai e il trio (chitarra, launeddas, strumenti a fiato) "Badderjos". La seconda tappa del progetto si svolgerà quest'anno con una tre giorni interamente dedicata agli studi sugli strumenti tradizionali con mostre e dibattiti curati da ospiti prestigiosi.

Nel disco, registrato nel
marzo 2002, non compaiono altre lingue diverse dal sardo se si eccettua un tradizionale in gallurese. Tutte le composizioni che si avvalgono di un cantato utilizzano testi, poesie, pensati e scritti in lingua sarda. D'altronde è già ben nota l'assoluta "duttilità" di questo idioma che ben si è sposato ad arrangiamenti che esulano dalle strutture della tradizione.


Lo spettacolo "Terre di nessuno – Viaggio di un Ulisse qualunque".
N
el
2001 Mediterraneo incontra la compagnia teatrale di Marina di Carrara "Teatro degli Auras". Ne scaturisce uno spettacolo all'insegna della contaminazione tra generi dove teatro e musica si fondono. Non sono solo musicisti, ma attori facenti parte di una storia i sei componenti del gruppo che si confrontano le loro composizioni con la storia narrata dall'attore principale Riccardo Naldini. Un testo tratto da "Il Mare color del vino" di Leonardo Sciascia che racconta storie di gente che parte, di altri che attendono nella propria terra. Un testo ricontestualizzato nell'attualità la quale registra ogni giorno sbarchi di popoli che emigrano, sordidi figuri che ne approfittano, arricchendosi delle miserie altrui, comunque entrambi vittime di un "sistema".

La prima di "Terre di Nessuno", andata in scena nell'ex Mercato Civico di Olbia il 18 maggio 2001, ha riscosso un notevole successo di pubblico e critica grazie ad un riuscito intreccio di musica e parole, perchè i suoni del Mediterraneo riescono nell'intento di non essere solo colonna sonora o mera sottolineatura. Inoltre la scelta di rappresentare lo spettacolo in un vecchio mercato, (pressochè in disuso,) ha suscitato la curiosità di molti e dato il via a numerose altre iniziative consistenti nella rivalorizzazione dello spazio.

Il disco "Pater Mediterraneo"
Il disco appena uscito, registrato e mixato nello studio Casagliana di Raffaele Musio, ha segnato una svolta nel percorso artistico del gruppo. Come si accennava poc'anzi la prima importante caratteristica dell'incisione è la presenza di testi in sardo, anche nei tre brani originali, con la sola eccezione del tradizionale
La Corsicana, in dialetto gallurese. Riadattamenti dei testi, musiche ed arrangiamenti sono stati curati dall' attuale formazione Pater Mediterraneo. In particolare Lettolos, (Mauro Mibelli Pina Muroni), Adios (Paolo Spanu), Tristos Ojos (Luca Sirigu). Gli altri brani, riarrangiati ed inseriti nel progetto, sono i tradizionali Duru Duru e Dilliriende e la bella poesia di Peppino Mereu, utilizzata anche dai nuoresi KENZE NEKE, "O Sardigna". Il disco é stato presentato venerdì 7 giugno 2002 al Museo MAN di Nuoro.


CURRICULUM ARTISTICO
L'attività concertistica dei Pater Mediterraneo si è svolta principalmente nelle piazze ma anche in diverse manifestazioni di certo rilievo:

2000
- "Musica e Parole in Basilica" – Olbia,(SS)
- "L'Orfeo cinto di mirto – Mostra di Picasso" – Trinità D'Agultu, (SS)
- "Festival Internazionale di Danza" – San Pantaleo, (SS)
- "La Biblioteca del Mediterraneo" – Orgosolo (NU)

2001
- Serata Illuminazione del Castello di Burgos (SS)
- Serata conclusiva Simposio di Pittura – Mostra di Aligi Sassu - Padru (SS)

2002
- Special guest del cantautore Gianmaria Testa – rassegna "Rive Gauche" – Olbia (SS)
- "Premio di poesia multiculturale Città di Olbia – San Simplicio" – Olbia (SS)
- a dicembre la stagione si è chiusa con due importanti concerti nel Teatro Saint- Michel di Bruxelles e al Festival Internazionale Emmas di Olbia

La formazione
Nel corso degli anni "Pater Mediterraneo" ha collaborato con diversi musicisti. Nato da un'idea del chitarrista Mauro MIBELLI inizia il percorso artistico nel
1999 con il nome "Musikando" . Componenti del gruppo di allora erano: Maria Giovanna Cherchi – Voce, Mauro Mibelli – Chitarre, Giovanni Sanna Passino – Tromba, Flicorno, Giantore Budroni – Tastiere, Beppe Albanese – Batteria, Percussioni, Alessandro Zolo – Contrabbasso, Basso elettrico.
Nel
2000 la formazione vede l'entrata in scena della cantante Pina Muroni che sostituisce la Cherchi, del bassista Paolo Spanu e del pianista Maurizio Pulina al posto di Budroni e Zolo.
Il sound si connota subito di una forte matrice jazzistica.
L'attuale formazione Pater Mediterraneo vede:

Pina MURONI - voce
Beppe ALBANESE batteria –
percussioni
Paolo SPANU contrabbasso -
basso elettrico
Luca SIRIGU piano –
tastiera
Giovanni SANNA PASSINO -
tromba
, flicorno
Mauro MIBELLI -
chitarre

Pina MuroniPina Muroni
Canta in cori polifonici dall'età di 15 anni. Studia pianoforte e violoncello presso la Scuola Civica di Nuoro. Si perfeziona in canto artistico al "Canepa" di Sassari. La sua attività spazia tra vari generi quali la polifonia antica, il jazz e la musica etnica.
Beppe AlbaneseBeppe Albanese
Studia batteria jazz in diversi seminari guidati da Ettore Fioravanti e Gianni Cazzola. Studia poliritmia e improvvisazione con Armando Bertozzi e Cicci Santucci, e batteria moderna con Fabrizio Sferra. Ha collaborato con numerose formazioni: G. Rosciglione Trio, C.Santucci Quintet, Karen Jones Quintet.
Con "Scrusciuscatalasciu" arriva in finale all'Eurojazz 94 e vince il Posada Jazz Project.

A
lbum: "
Eurojazz", "Burrumballad"
 
Giovanni Sanna PassinoGiovanni Sanna Passino
Dopo gli studi classici apprende tecnica e armonia ai seminari jazz di Nuoro con Paolo Fresu, composizione ed arrangiamento con Bruno Tommaso. Suona ai seminari di Siena nel '93. Master class con Enrico Rava. Appare nella formazioni Scrusciuscatalasciu, (in finale all'Eurojazz '94 e vincitore del Posada jazz Project '95), Ensemble Sardegna Oltre il mare, collabora con l'Orchestra jazz della Sardegna.
Suona con Paolo Fresu in diversi festivals jazz. Tromba ospite del gruppo Equality quartet a "Time in Jazz 2001".

Album: "EuroJazz", "Burrumballad", "Odras", "Scrivere in jazz".
Paolo SpanuPaolo Spanu
Diplomato in contrabbasso nel 1995-96 si diploma in jazz nel 99-2000 frequentando i seminari del "L. Canepa" di Sassari con Furio Di Castri.
F
requenta la ventinovesima edizione dei seminari di Siena Jazz (docenti Di Castri, Rava, Fresu, Tamburini, Zenni, Tonolo). Dal
1990 collabora con molte pop band (World Beat, Blues Channel, Senza Fiato). Dal 97 suona con l'Orchestra Havana Club, i Woodstore Jazz Quintet e la Hoochie Coochie Band. Vince la sezione composizioni originali con i Woodstore Jazz Quintet di "Barga Jazz 2001". Nel 2000 partecipa al progetto "Banda Sonora" con Battista Lena.

Album: "Demo", "Hoochie Coochie Band".
 
Mauro MibelliMauro Mibelli
Musicista autodidatta si perfeziona in seminari di Siena jazz con Joe Dorio e Bruno Tommaso. Nell'ottanta fonda il gruppo etnico "BOGHENOA". In seguito partecipa ai tour di Enzo Jannacci, Sammy Barbot ed altri. Nell'89 fonda i "Jazzline". La sua attività prosegue con collaborazioni sia in progetti pop che jazz (suona tra gli altri con Jimi Owens e Charles Tolliver). Ha all'attivo diverse apparizioni in produzioni discografiche.

Album: "Boomerang", "Jazzline", "Blues"
Luca SiriguLuca Sirigu
Studia pianoforte con il maestro Andrea Ivaldi presso il Conservatorio di Sassari diplomandosi nel 1997. In seguito, per un anno, si perfeziona presso l'Accademia Musicale Pescarese con il maestro Bruno Mezzena. Nel 1999 e nel 2000 frequenta i seminari estivi di Nuoro Jazz aggiudicandosi nel 2000 una borsa di studio come miglior allievo di pianoforte. Nel corso del 2000 consegue il diploma di musica jazz al Conservatorio di Sassari sotto la guida di Furio di Castri. Attualmente frequenta il nono anno di Composizione presso lo stesso sotto la guida del maestro Riccardo Dapelo. Svolge attività di compositore e strumentista in ambito colto ed extra colto.
Con il gruppo Equality Quartet è stato chiamato a partecipare alle manifestazioni collaterali della rassegna Time in jazz 2001. Collabora con varie formazioni strumentali. Ha pubblicato nel
1999 un cd con il gruppo "Senza Fiato".

SCHEDA TECNICA
N° 7 MONITOR DA PALCO

MICROFONO VOCE
" "              BATTERIA
" "              TROMBA
" "              PERCUSSIONI

N° 2 D.BOX CHITARRE ACUSTICHE

Formazione
Pina Muroni voce
Giovanni Sanna Passino tromba , flicorno
Luca Sirigu tastiere, piano
Paolo Spanu basso elettrico
Mauro Mibelli chitarre acustiche (n°2)
Beppe Albanese batteria, percussioni
Per contatti e informazioni:
Viviana Montaldo
Tel. 3473790693
email: vivianamontaldo@yahoo.it

Mauro Mibelli
Tel. 3472782714
email: mauromibelli@tiscali.it

sito: http://utenti.lycos.it/patermediterraneo
 



Per conoscere i prossimi appuntamenti Live di Pater Mediterraneo

Questa pagina è stata visitata 9.921 volte
Data pubblicazione: 01/09/2002





Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti