Jazzitalia - Artisti: Alice Claire Ranieri Quartet
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Alice Claire Ranieri Quartet
gruppo

Genesi del quartetto
Il gruppo nasce nei primi mesi del 2005 dall'incontro di Alice Claire, giovane cantante anglo-italiana di estrazione soul/pop, con una sezione ritmica jazz di provata esperienza, composta da Andrea Frascaroli, Stefano Cesare e Gianni Di Renzo, che vanta un'intesa musicale e un bagaglio di esperienze comuni decennale. L'intenzione è quella di eseguire un repertorio tradizionale (standards e classici moderni, principalmente) in un' ottica ‘modern mainstream' rivitalizzandolo con l'introduzione di un solista che possieda non soltanto il controllo sugli stili moderni di canto jazz, ma anche il colore di un' esposizione vocale soul e R&B. La volontà di coniugare con gusto il rispetto dell'estetica di una tradizione tanto vasta e importante come quella del jazz con uno stile di canto facilmente riconducibile alla black music ha, ovviamente, richiesto un'attenzione ed una cura particolari agli arrangiamenti ed all' equilibrio tra le parti cantate e quelle strumentali, affinché le due cose potessero integrarsi senza frizioni e un serio studio della classica formula jazz trio+voce. La sfida costituita da un repertorio di standards consiste per noi, oltre che nell' applicare un lavoro creativo di scrittura a materiale preesistente (pensiamo ad esempio ai verse, le introduzioni degli standards, che sono da soli piccole gemme compositive quasi mai proposte fuori da broadway), nel tentativo di restituirli pur in una veste moderna al loro straordinario carattere originario di musica popolare e classica insieme.

L'attività live
Ultimato il lavoro sulla costruzione e limatura del repertorio, l'Alice Claire Ranieri quartet ha cominciato ad esibirsi nei club della capitale (il Biliardo Jazz Club ci ospita con regolarità sin dalla nascita della band) e in seguito in note rassegne jazz come "Jammin'" all' Auditorium Parco della Musica di Roma (09/07/2006), "Rumori nell'isola" a Ventotene (05/09/2006) e il notissimo festival jazz di "Villa Celimontana" Roma (28/08/2006), notando con piacere che l'idea estetica del quartetto è ampiamente condivisa dal pubblico e ricevendo, fra gli altri, il plauso di spettatori e ascoltatori "eccellenti" come Marcello Rosa, Fabrizio Sferra e Nino De Rose (titolare della cattedra di jazz al conservatorio G. Verdi di Milano e autore di testi didattici ormai divenuti dei classici nelle scuole di musica).

Change The World, il disco (Philology Jazz Records, W353.2):
Soltanto dopo aver rodato dal vivo il repertorio e l'interplay il gruppo è entrato in studio per registrare 12 brani:
- 6 standards: Lil' Darlin' (Neal Hefti); Blue Moon (Rodgers/Hart); My One And Only Love (Wood/Mellin); What is this thing called love (Cole Porter); Softly as in a morning sunrise (Romberg/Hammerstein); Tell him I said hello (Hagner/Canning)
- 4 classici moderni: Stolen moments (Oliver Nelson/Mark Murphy); Effendi (McCoy Tyner/Kurt Elling); Moody's mood for love (James Moody); Nature Boy (Eden Ahbez)
- 1 composizione di jazz contemporaneo: Esperanto (Vince Mendoza/Kurt Elling)
- 1 standard pop: Change the world (Eric Clapton)

I
l lavoro è stato realizzato in tre giorni con due o tre takes per brano ad eccezione di Stolen Moments, Softly as in a morning sunrise e Nature Boy che sono tutti primi takes.
L' entusiasmo e la professionalità di Paolo Piangiarelli, padre della Philology Jazz Records, hanno fatto il resto.

Tutto respira qui, dal canto alle parti strumentali…tutto ha relax in questo superbo disco di "introducing" di una sorprendente vocalist anglo-italiana di estrazione soul / pop che dimostra di avere tutti i numeri per entrare nel più bello e difficile dei generi: il jazz…
Voi conoscete la fortuna che ho (meritata, credo) nello scoprire nuovi grandi talenti…beh, questa cantante è una di essi…è giovane, vocalmente dotata, tenera e grintosa, elastica e scattante, sa essere scura e solare, morbida e d'acciaio, swinga forte, è tecnica e naturale. Le piace cantare quando le "lights are down" ma anche passare dal buio alla luce, è lei stessa sovente luce per la song, ha le giuste inflessioni "bluesy", una timbrica calda anche nel registro acuto, dove tante squittiscono. Ha un grande senso del tempo nelle ballads nei medium e nei fast, usa lo scat con consapevole parsimonia ed efficacia. Ha un'ineccepibile – gioca in casa – dizione inglese, appare motivata e sfrutta al meglio la meravigliosa sottile compattezza della sezione ritmica, davvero "tre in uno", sempre…
In effetti, a pensarci bene, il secondo grande talento di questo bellissimo disco è proprio lui, il rhythmic team, tre jazzmen che sanno accompagnare, e suonare, come uno…una scoperta anch'essi.
Parola di Philology!
Paolo Piangiarelli

Quello che colpisce in questo lavoro del quartetto di Alice Claire Ranieri, diretto dal pianista Andrea Frascaroli, è la vastità dei loro interessi musicali e come hanno lavorato duro, insieme ai loro eleganti compagni Stefano Cesare e Gianni Di Renzo, per inglobare tutto questo materiale in un progetto unico.
C'è swing, bebop, modale, R&B di alto livello e tanto altro ancora, ma ogni fonte viene assimilata e personalizzata in un tutto convincente, reso con la padronanza tecnica necessaria. In altre parole, il quartetto non rinnega nessuna espressione amata, ma indugia felicemente a trovare il proprio denominatore comune anche grazie a un' accurata scelta del repertorio.
Nel panorama del jazz italiano, questa incisione meriterebbe di essere notata, perché dimostra che si può fare jazz a livello internazionale senza fare mera imitazione e, infine, che quello che conta non è mostrare un'abilità (che è solo un mezzo…), ma avere delle idee che abbiano un fine espressivo, un fine poetico.
Questa incisione è un prodotto frutto dell'amore per un'espressione musicale e questo amore
trasmette a chiunque lo voglia ricevere.
Nino De Rose
Docente di jazz al conservatorio di Milano

File Audio:
Tell him I said hello
Effendi



Alice Claire Ranieri
(Londra, 1979) – voce

Studi
2002 2003 2004 2005 corso e conseguente borsa di studio presso la scuola di musica Saint Louis College of Music di Roma
Studio di solfeggio, piano, canto lirico e jazz con vari insegnanti tra cui Maria Pia De Vito e Susanna Stivali
Seminari con Mark Murphy, Tollak, P'tah Brown e Nnenna Freelon

Collaborazioni

Herbie Goins, Karl Potter, Arnaldo Vacca, Gianfranco Gullotto, Roberto Piana, Nicola Casale, Alberto Clemente, Billy Akeem, Tiziano Ferro, Carlotta, Lee Ryan

Esperienze

Innumerevoli concerti come cantante rock, blues, jazz, pop in locali in Italia ed Inghilterra
Performance lirica solista presso Abbazia di Sermoneta, Parco Nazionale di Sabaudia, Sede AVIS di Latina
In qualità di corista di Carlotta (tour italiano 2001)
- Tim Tour 2000, 2001
 
In qualità di corista di Tiziano Ferro (tour italiano ed europeo 2002/2003)
- Paleo Festival 2002 (Svizzera) - apertura del concerto di James Brown
- Festivalbar 2002 - vincitore
- Nizza Jazz Festival 2002 (Francia) - apertura del concerto dei St. German
- Baden & Baden New Pop Festival 2002 (Germania)

Voce solista del Coro Gospel del Saint Louis presso
- Campidoglio
- Campus di Cinecittà (in esibizione con gli Achtung Babies)
- Centralino del tennis di Roma (in esibizione con gli Achtung Babies)

2003 2004 2005 concerti e esibizioni presso svariati locali romani (la Palma, Alexander Platz, Hard Rock Cafè, Classico, Biliardo Jazz Club etc.)
Performance al DISMA, Fiera degli strumenti musicali, Rimini 2005
Performance in qualità di corista del cantante pop Lee Ryan (aprile 2006, auditorium della conciliazione, Roma)
2006 "jammin' festival" Auditorium parco della musica di Roma con l' Alice Claire Ranieri quartet
2006 "Villa Celimontana jazz festival", due diverse performances con il gruppo di G. Gullotto e l' Alice Claire Ranieri quartet



Andrea Frascaroli

(Senigallia, 1972) – pianoforte e arrangiamenti

Studi

Pianoforte con Fabrizio Pieroni ed Andrea Beneventano
Jazz con Roberto Ferrara e Nicola Stilo
Etnomusicologia alla Sapienza di Roma, Prof. Francesco Giannattasio
Seminari con Enrico Pieranunzi, John Taylor, Barry Harris

Collaborazioni

Big Band di Nando Martella
Unidade (Roberto Ferrara, Alessandro Girotto, Stefano Cesare, Mauro Maceratesi)
Catarifranjazz
Tribais do samba

Ensemble in Bilico di Alessandro Girotto (CD "Quasi Memorie", ed. Equipe 1999)
Giovanni Imparato, Ralf Rothkegel, Gianni Di Renzo, Josè Augusto Alves, Davide Grottelli, Alessandro D'aloia, Paolo Cozzolino, Iramar Amaral, Chico Miceli, Flavinho Vargas, Piero Masciarelli, Davide Pettirossi, Andrea De Carlo etc…

Collaborazioni occasionali:
Javier Girotto (il 07/10/1998), Eddie Palermo (il 25/07/2000), Marco Ariano (il 16/11/1996)

Esperienze

Finalista gruppi jazz emergenti "Summertime in Jazz", Prato 1993, con gli Unidade
Stagione concertistica del Teatro Colosseo 1994 (compositore ed esecutore)
Tre edizioni de "I Teatri del Parco" Villa Fogliano (1994, 1995, 1998)
"Il Castello Armonico", Fondi 1995
"Festa dei Popoli", Mestre 1998 "Jammin' festival" Auditorium parco della musica, Roma 2006 "Villa Celimontana jazz festival", Roma 2006
Centinaia di concerti in club specializzati in Italia, Germania, Svizzera (A-Trane/Berlino, Schlot/Berlino, Atelier Volant/Losanna, Folkstudio/Roma etc…)



Stefano Cesare

(Roma, 1960) – contrabbasso

Studi

Scuola Popolare di Musica di Testaccio col M° Bruno Tommaso Roma
Conservatorio G. Rossini di Pesaro.
Seminari con Barry Harris

Collaborazioni

Massimo Urbani, Paolo Fresu, Eddy Palermo, Irio De Paula, Tiziana Ghiglioni, Ada Montellanico, Lutte Berg, Joy Garrison, Cristal White, Phillis Blanford, Karen Jones, Vince Benedetti, Tony Germani, "Yampapaya" di David Hoffman, "Electric Dream", Nini Rosso, Gigliola Cinquetti.
- Unidade
- Karl Potter (Potterpercussion Group)
- Sinenomine (folk mediterraneo)
- quartetto di Paolo Cerrone (jazz)

Esperienze

- Brass group festival, Palermo 1985
- Aix En Provence Jazz festival, 1986
- Teatro Sistina di Roma, orchestra di "riso in Italy", 1989
- Atina jazz festival 1989
- Jazz contest, Milano 1990
- Gigliola Cinguetti, tour italiano 1990
- Nini Rosso, tour giapponese 1991/1992
- "Ulisse", balletto di Spoleto, 1996
- Concerti di musica popolare italiana a La Habana, Cuba, 2006
– "Jammin' festival" Auditorium parco della musica di Roma, 2006
– "Villa Celimontana jazz festival", Roma 2006



Gianni Di Renzo

(Roma, 1956) – batteria

Studi

1981/1983 corsi del "Centro Jazz S. Louis" di Roma con Roberto Gatto, Ettore Fioravanti e Roberto Spizzichino
1983/1985 corsi di batteria alla "Scuola Popolare di Musica di Testaccio" col M° Michele Iannaccone
- Seminari di Siena Jazz con Bruno Biriaco ed Enrico Rava

Collaborazioni

Ray Bryant, Massimo Urbani, Ada Montellanico, Steve Grossman, Enrico Pieranunzi, Bobby Watson, Sal Nistico, Tony Scott, Giovanni Tommaso, Norma Winstone, Stefano D'Anna, Paolo Damiani, Marcello Rosa, Bill Smith, Sylvia Howard, Maurizio Giammarco, Enrico Rava, Gary Bartz, Gianluca Lìttera etc…

Esperienze

1983/ 85 Umbria jazz festival, finalista de "La coppa del Jazz"
1985/ 86 Su navi da crociera negli Usa
1987 Atina jazz festival
1990/1991 Trasmissioni Radiofoniche "Rai Tre jazz", condotte da Adriano Mazzoletti
1994/1995 Trasmissioni radiofoniche di Radio Vaticana
1996/2000 San Marino jazz festival, tre edizioni consecutive di "Jazz and Image" (villa celimontana, Roma), trasmissione televisiva "Uno mattina" con l'orchestra della Rai 2006 "Villa Celimontana jazz festival

Numerosi Cd tra cui: 1992 "Azul" di C. Nofri pubblicato in Brasile,
1994 "Night of dream" del contrabbassista Pino Sallusti in cui accompagna i solisti americani Gary Bartz e Jimmy Owens,
1996
"Pairs" di B. Smith
1997 "Colours" di Pino Sallusti in cui collabora accanto a Javier Girotto e G. Amato (presentato a villa celimontana nello stesso anno)
2000 "Going Wes" del chitarrista Enrico Bracco dedicato a Wes Montgomery, inciso per la Philology


Alice Claire Ranieri Quartet
Change the World




Per contatti e informazioni:
Andrea Frascaroli

cell. 338/9410892
email: andreafrascaroli72@yahoo.it
web: www.acrjazzquartet.it



Per conoscere i prossimi appuntamenti Live di Alice Claire Ranieri Quartet

Questa pagina è stata visitata 11.300 volte
Data ultima modifica: 02/11/2007





Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti