Jazzitalia - Artisti: Carlo Maver
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novitļæ½

Carlo Maver
bandoneon, flauto traverso

CARLO MAVER, flautista, bandoneonista, compositore e viaggiatore solitario.
Da solo ha attraversato terre esotiche e lontane... viaggi che inevitabilmente hanno condizionato la vita e ovviamente anche la musica. Carlo Maver č un musicista che parte sempre dalla melodia per poi sviluppare attorno ad essa il suo discorso musicale sempre lirico ed impregnato di Tango e sonoritą mediterranee. Maver č uno dei pochi allievi del grande bandoneonista argentino Dino Saluzzi.

Si accosta non giovanissimo al flauto traverso, lo suona per due anni da autodidatta iscrivendosi successivamente al Conservatorio "G.B. Martini" di Bologna sotto la guida del musicista di fama internazionale GIORGIO ZAGNONI con il quale si diploma nel 2002.
Nel corso degli anni si appassiona all'improvvisazione e al Jazz. Grazie al maestro ed amico Teo Ciavarella, ha la possibilitą di svolgere un'attivitą concertistica che lo porta a vivere esperienze musicali con artisti del calibro di Henghel Gualdi, Nicola Stilo, Javier Girotto, Cheryl Porter, Kay Foster Jackson, Felice Del Gaudio, Antonio Marangolo, Simone Zanchini, Stefano De Bonis, Francesca Sortino.
Contemporaneamente coltiva la passione per i viaggi solitari in Paesi esotici e remoti, visita il Kurdistan, il Mali, il deserto del Sahara, l'Uzbekistan e il Turkmenistan, ricavandone esperienze di vita che sono autentiche fonti di ispirazione creativa per la sua musica.

Attratto da nuove timbriche e sonoritą si avvicina al BANDONEON attraverso il quale trova una valida vena compositiva.

Nel '98 in collaborazione con Giampiero Burza, Davide Garattoni e Filippo Mignatti forma un proprio quartetto con il quale propone un repertorio di brani originali, che spaziano dal Tango al Jazz, con contaminazioni mediterranee....

Nel 2000, subentra a G. Burza il chitarrista Joe Pisto, consolidando la formazione. Il Quartetto diventa "Maver Quartet". Partecipa come solista e in quartetto a varie manifestazioni riscuotendo gratificanti consensi di critica e pubblico. Nel 2002 pubblica "Spaesaggi", lavoro interamente composto da brani originali e pił volte ristampato, realizzato con l'intento di trasmettere la carica comunicativa e l'immediatezza espressa sul palco dalla formazione.

Dal settembre del 2002 al 2005 partirą per l'Argentina diverse volte, perfezionando lo studio del Bandoneon sotto la guida del grande Maestro argentino Dino Saluzzi.
Nell'Agosto del 2003 partecipa, con l'attrice ANGELA MALFITANO, al Concorso poetico-musicale "ERMO COLLE" con testo e musiche originali e vince il Premio del pubblico.
Nel Luglio 2003 compie una tournče in Albania ("Estate Jazz" organizzata dall'Istituto Italiano di Cultura).
Nel 2004 č invitato ad esibirsi come solista alla rassegna Film Festival di Ischia,
viene invitato alla 1° Rassegna Italiana di Fisarmonica e Bandončon che si tiene a Bologna nei mesi di Aprile e Maggio: ospiti della Rassegna musicisti come Richard Galliano e Antonello Salis. E sempre nel 2004 viene invitato a suonare al Buskers Bern Festival.
Nel 2005 viene ivitato a suonare alla Casa de la Cooperacion di Buenos Aires dal M° Tommassini.

Nel 2006 si esibisce con il proprio gruppo per Emilia-Romagna Festival e viene invitato dall'ambasciata italiana in Afghanistan per una serie di concerti.


Discografia
Come leader
2001 "Spaesaggi" – Maver Quartet (Maver records)
2007 "12 Nodi" - Maver Quartet feat. Stefano De Bonis

Come sideman
1998 Teo Ciavarella & Friends- "Live in Santa Lucia" (Java Records)
2002 Mirco Menna - "Nebbia di idee" (Crisler Records)
2006 Unto Ke - "Cocoa and Dust" (Wastasi/Relief Records)
2007 Del Barrio - "Il viaggio continua"

Piccola storia del Bandoneņn
Il Bandoneņn č uno strumento aerofono ad ance libere che nasce in Germania alla fine del 1800.
La leggenda vuole che sia nato come strumento per la musica sacra, sostituendo l'organo nelle chiese che non potevano permetterselo.
In seguito con le grandi migrazioni verso il "Nuovo Mondo" raggiunse i porti del Rio de la Plata, fiume che lambisce sia Buenos Aires che Montivedeo.Qui ebbe una seconda nascita diventando lo strumento principe del Tango.
Sono svariati i nomi dei grandi Maestri di questo strumento, fra tutti Astor Piazzola, Leopoldo Federico, Roberto Di Filippo, Annibal Troilo e Dino Saluzzi.

Maver Quartet
Il Maver Quartet č un laboratorio musicale, fondato da Carlo Maver, che propone un repertorio di composizioni originali influenzate dal tango, dalla musica mediterranea e dal jazz.
Il bandoneņn assieme a chitarre, basso, flauto traverso, percussioni, batteria e la fantasia dei componenti conferisce al gruppo una timbrica alquanto insolita.

La "Musica del Porto"
Il Maver Quartet č un "Porto di approdo" dove condividere esperienze di vita e linguaggi musicali.

Attualmente il Maver Quartet č composto da:

Carlo Maver Bandoneņn / Flauto traverso / Composizione
Giancarlo Bianchetti Chitarre
Davide Garattoni Basso elettrico/Contrabbasso
Roberto Rossi Batteria e Percussioni

Ospiti frequenti:
Stefano De Bonis Pianoforte

CONCERTI RAPPRESENTATIVI
Presentazione CD "SPAESAGGI" Teatro Antoniano di Bologna.
Maver Quartet featuring Stefano De Bonis - Aula Absidale di S. Lucia a Bologna
Concerto presentazione sede Emergency a Bologna
1° Festival "ACCORDEONS" Teatro Comunale di Casalecchio di Reno
Tour delle principali cittą dell'Albania (Durazzo, Saranda, Valona, Tirana)
Yacht Club "Marina di Porto Cervo" (Sardegna)
Anfiteatro di Portorotondo (Sardegna)
Concerto in Afghanistan per l'Ambasciata Italiana ed Emergency
2° e 3° Festival " ACCORDEONS "
Emilia-Romagna Festival
1° Jazz Festival di Maceira (Portogallo)

PASSAGGI RADIOTELEVISIVI
Le musiche di Carlo Maver fanno parte degli archivi RAI e Mediaset.
Citando alcune trasmissioni sono state usate per le esterne di tutte le puntate di "Amore" con Raffaella Carrą e "Liberi Tutti" con Irene Pivetti.
Colonna sonora di Cavedagne (Mammut film).
Nel settembre 2007 suona come solista per la trasmissione "Tutti a scuola" in diretta su RAI Uno dal Quirinale.
Nel Maggio 2007 viene invitato con il suo gruppo ad esibirsi dal vivo per il"TERZO ANELLO MUSICA" Radio RAI 3 durante la trasmissione Farhenheit.

Scheda Tecnica
2 microfoni per bandoneņn a clip o con aste nane
1 microfono per flauto traverso
1 ampli per chitarra classica
1 ampli basso
2 microfoni panoramici a condensatore,1 SMS 57 per rullante,1 microfono per cassa.
1 microfono voce
5 monitor

Giancarlo Bianchetti
Diplomato nel 1994 a pieni voti in chitarra classica presso il conservatorio"G. Frescobaldi"di Ferrara con il M°Leonardo De Angelis, studia parallelamente chitarra jazz e armonia funzionale col M°Antonio Cavicchi. Dai primi anni novanta svolge una intensa attivitą concertistica che lo porta a incontrare e suonare con
musicisti come Jack Walrath e Tony Castellano (Ivrea jazz '91), Steve Grossman,Tony
Scott, Carlo Atti (jazz al Capolinea), Eliot Zigmund, Bibi Rovere, James Moody, Marco Tamburini (Umbria Jazz '93 in trio con Paolo Ghetti al Contrabbasso), Ares Tavolazzi, Sandro Gibellini, Riccardo Zegna,Andrea Pozza, Piero Odorici, Jimmy Villotti, Pietro e Marcello Tonolo (con la big band Keptorchestra nel cd" Miss Etna" per la Caligola Record con ospite Joe Lovano), Luciano Milanese, Tullio De Piscopo, Alberto Borsari (cd "Alfonsina y el mar" per la Soleluna records 1998). Dal '95 al 2004 ha fatto parte del gruppo che accompagna il cantautore Vinicio Capossela,con cui partecipa alla registrazione di tre CD (Il Ballo di S.Vito, LiveinVolvo, Canzoni a manovella). Con Capossela conosce il polistrumentistacompositore Luciano Titi che lo coinvolge in diversi progetti musico-teatrali ("Works on !ajkovskij", "I Miti"). Nell'ambito della musica brasiliana collabora con il cantautore brasiliano Rogerio Tavares (CD "Galope"), con Roberto Taufic, Nelson Machado e Zeduardo Martins (cd "Ogum" Phylology 1997). Dal 2003 fa parte del quartetto di Pietro Tonolo che comprende Paolo Birro e Marco Micheli.

Davide Garattoni
Nato a Rimini nel 1974 studia al Conservatorio G.B. Martini di Bologna con il maestro Versari. Ha modo di collaborare in ambito jazzistico con A. Altarocca, F. Mignatti, G. Burza, A. Adamo, mentre approfondisce la conoscenza dello stile Afro-brasiliano con Zeduardo Martins. Studia musica indiana con, Hariprasad Chaurasia e Lorenzo Squillari (bansuri). Collabora inoltre con il sassofonista cileno Jaime Vasques, il batterista argentino Pepo Bianucci e il bandoneonista Carlo Maver nell'ambito del tango. Ha fatto parte del gruppo di Federico Poggipollini (chitarrista di Ligabue). Con Giancarlo Bianchetti alla chitarra e Massimiliano Canneto al violino e percussioni, ha dato vita
al Progetto Ramu basato su composizioni originali.

Roberto Rossi
Nato a Castel San Pietro (BO) nel 1963. Batterista e compositore, ha studiato le congas con il percussionista portoricano Daniel Barrajanos approfondendo poi lo studio delle percussioni in Brasile. Da questo approfondimento nasce il suo set formato da elementi
della batteria ed elementi delle percussioni tradizionali afro-brasiliane.
Nel 1996 con il gruppo Zabumba Company, trascorre un periodo di un mese lavorando nello stato di Minas Gerais in Brasile. Nel 99 insieme al chitarrista brasiliano Roberto Taufic tiene un seminario sui ritmi brasiliani a Natal (Brasile). Il passaggio per molte esperienze attraverso i vari stili musicali quali il jazz, il funky, il rock ed il blues gli ha permesso di sviluppare una grande versatilitą ed espressivitą sul suo personalissimo strumento. Ha lavorato con: Ray Mantilla, Jack Walrath, Pasta Boys, Parto delle Nuvole
Pesanti, Oz, Banda favela, Rogerio Tavares, Louis Lima, Ney Portilho, Neffa.
Ha partecipato ai seguenti festivals e manifestazioni:
JVC Festival di Roma; IV Festival internazionale del blues e del jazz degli Alburni (Salerno); Estate Campese (Reggio Calabria); Catania Jazz; Colle Jazz (Livorno); Festival Latino Americano Modena,Torino e Milano); Asti in Concerto; III Festival delle Rocche (Montą d'Alba); Musica & Dintorni (Piozzo); Note di Colore (Brescia); Fermo Posta (Sarzana); Projeto Seis e Meia (Teatro Alberto Maranhćo - Natal, Brasile); Veneto Jazz; Pavone Open Jazz Festival; Marostica in Jazz; Spiritus Mundi (Costiera Amalfitana).

Per contatti e informazioni:
Carlo Maver
via Mazzini 82/6 – 40138 Bologna
Mob +39 – 347-2108153
web: www.carlomaver.it
email: info(at)carlomaver.it



Per conoscere i prossimi appuntamenti Live di Carlo Maver

Questa pagina č stata visitata 2.741 volte
Data ultima modifica: 23/04/2010





Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti