Jazzitalia - Artisti: Francesco Attolini
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novitīŋŊ

Francesco Attolini
violino

Francesco Attolini, nato a Bari nel 1957, violinista, chitarrista, ricercatore e compositore, opera nel settore della ricerca ed esecuzione di musica tradizionale sin dal 1974. E' infatti uno dei fondatori della Compagnia dei Musicanti, (primo gruppo di musica popolare, insieme alla Compagnia dell'Arco, formatosi a Bari) composto in origine da Mimmo Semisa, Davide Torrente, Mario, Mauro e Maria De Pasquale, con cui partecipa a rassegne di interesse nazionale (Rassegna di musica Popolare Italiana al Folkstudio di Roma, Coretto al Teatro Piccinni di Bari, Congresso di Musica Popolare presieduto da Diego Capitella e numerosi Festival della stampa Democratica).

Dal '86 al '92, quando la Compagnia dei Musicanti sospende l'attivitā, Attolini prosegue l'approfondimento della musica popolare con concerti da solo o con la collaborazione di Davide Torrente al tamburrello, con programmi basati su tarantelle per chitarra classica da lui elaborate su melodie tradizionali o composte in stile.

Dal '92 al '94 effettua interventi nelle scuole primarie e secondarie della Provincia di Bari, con il Gruppo-Associazione Ariantica di Carmine Damiani e Nino Blasi, effettuando concerti-spettacolo didattici e laboratori insegnando chitarra nelle scuole. Accanto all'eterna passione per la musica contadina, intensifica lo studio della musica jazz e dell'improvvisazione nelle varie accessioni etniche, maturando esperienze nel settore con diverse formazioni (Jazz Time Quintet, Strada Statale 100, Etno-Rock).

Nel 1993 con Davide Torrente assembla una formazione pių ampia e rimette in moto la Compagnia dei Musicanti. Diversi interventi su RAI 2, RAI 3 in trasmissioni televisive nazionali e in varie emittenti locali, e numerosi concerti in piazza lo portano nel 1998, in tournč pugliesi, a collaborare con E. Bennato ospitandolo in numerose occasioni; partecipa alla mostra-spettacolo nazionale con i Momix "la Luna, la Croce e la Stella" organizzata dalla Associazione Zelig a Bari e ad Istanbul ottenendo l'inserimento nel video-catalogo RAI con recensioni positive su stampa europea (Flash) in un ambito musicale etnico oltre i confini italiani.

Fino al 1996 affina la conoscenza e la "pratica" della pizzica e della musica salentina collaborando alle tournč estive per quattro anni, dapprima con I Tamburrelisti di Torrepaduli di P. De Giorgi e successivamente con il Canzoniere Grecanico Salentino di D. Durante. Ancora con la Compagnia dei Musicanti effettua tournč nel Sud Italia ospitando musicisti di prestigio come lo stesso Eugenio Bennato ed ancora, Ambrogio Sparagna, Mimmo Epifani, Sara Tramma, Marcello Vitale.

Nel 1998, anticipando l'ondata di interesse creatasi sulla musica popolare italiana negli anni a seguire, Francesco Attolini ha prodotto il primo CD del gruppo CDM, dal titolo "Latrodectus", con Davide Torrente, Gilda Rizzi, Pino Colonna, Enrico Caruso e Stefano Attolini al quale ha partecipato lo stesso Eugenio Bennato. Il CD, giā corredato da una interessante presentazione a firma dell'illustre scrittore Raffaele Nigro, ha avuto diffusione in Puglia, Basilicata e Campania riscuotendo un considerevole consenso di pubblico. Attolini inoltre ha offerto la sua partecipazione a livello discografico in CD realizzati da altri gruppi di ricerca musicale, in particolare ai Uaragniaun di Maria Moramarco, Luigi Bolognese e Silvio Teot, nel pregievole lavoro dal titolo "Skuarrajazz", in cui sono presenti importanti protagonisti della scena musicale Italiana (da Daniele Sepe a Piero Ricci e da Ambrogio Sparagna a Rocco De Rosa).

Partecipa nel 1998 all'edizione della "Notte della Taranta" diretta da Daniele Sepe, come violinista tradizionale. Nel 2002 collabora per alcuni concerti con Chorearum di Angelo Gaccione e approda al gruppo tradizionale salentino Ariacorte di Diso con cui ha rinnovato diverse collaborazioni preziose alla sua formazione come quelle con Antonio Infantino e ancora Sparagna, Epifani e Lou Dalfin.

Nel 2003 2004 e 2005 ha un'intensa attivitā concertistica con gli Ariacorte diretti da Francesco Corvaglia, con lo spettacolo "Mediterranima" proposto in molte cittā italiane e ed estere. Da ricordare infatti le partecipazioni italiane al Festival di Carpino, ai concerti a ragnatela della Notte della Taranta, al Diso Folk Festival, alla XIX Rassegna Internazionale di Teramo, al Festival Effetto Venezia di Livorno nonchč all'estero i prestigiosi concerti a LONDRA ad Earls Court 2 in occasione de "La Dolce Vita", a BELFORT (Francia) in occasione del F.I.M.U. (festival internazionale di musica universitaria), a ROVEREDO (Svizzera Italiana) e per ultimo in BRASILE in una tournče dal 19 al 30 agosto 2005 in occasione della "Mostra SESC deArtsMediterraneo" con concerti a San Paolo, Diadema, Mauā, Sao Caetano, Sao Bernardo e Osasco.

Nel 2006 prosegue il sodalizio trentennale con l'inseparabile Davide Torrente con concerti in Puglia, recensiti su RAI 3, collaborando con Michele Mangano, organizzatore del Congresso di Musica Popolare svoltosi Peschici Nel 2007 progetta e lavora al secondo CD della Compagnia dei Musicanti, riprendendo a macinare lavoro di raccolta, analisi e arrangiamento di musica popolare ma concedendo pių spazio alla vena compositiva con brani originali, impegnandosi alla costante ricerca di una formula in grado di combinare il rispetto della tradizione con le esigenze espressive dei musicisti che la compongono il CD non ancora pubblicato.

In contemporanea all'attivitā della Compagnia dei Musicanti, Francesco con il figlio Stefano (Sassofono Soprano e Contralto, Tamburello - al suo fianco giā dalla registrazione del CD "Latrodectus"), č impegnato nella realizzazione di un nuovo progetto di stampo jazzistico che miscela e sintetizza le esperienze improvvisative con le radici tradizionali del Sud Italia. Il nuovo progetto denominato ATTOLINI J.E.P. QUARTET (Jazz Etno Progect), basa il suo repertorio su brani e ritmi della tradizione riproposti con sonoritā moderne e miscelate con l'espressivitā musicale accumulata dai singoli elementi. L'ATTOLINI J.E.P QUARTETT esordisce al Bari in Jazz 2008 con due concerti, sotto la direzione artistica del Maestro Roberto Ottaviano, si esibisce anche al Bari HI-END 2008 ed č prossimo alla produzione in campo discografico.

Per contatti e informazioni:
Francesco Attolini
email: fattolini(at)libero.it













Per conoscere i prossimi appuntamenti Live di Francesco Attolini

Questa pagina č stata visitata 3.842 volte
Data ultima modifica: 29/10/2010

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti