Jazzitalia: la musica jazz a portata di mouse...
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Gretchen Parlato
voce

photo by Nic VergueiroIstruzione presso la contea di Los Angeles all'High School per le arti. Inoltre:
- premiata con il 1° posto al concorso per vocalist jazz e scat solo dalla IAJE al Fullerton jazz festival
- solista nella produzione dell'opera "A place to call home"
- solista al memorial per John Cage tenutosi al Museum of Contemporary Art
- African Percussion con Leon Mobley
- ha cantato lavori di Stravinsky, Britten e Bartok
- solista in Carmina Burana di Carl Orff
- ha ottenuto un Bachelor of Arts in etnomusicologia con una specializzazione negli studi jazz
- workshop con visite di artisti come Herbie Hancock
- esibizione in concerto con Quincy Jones
- ha studiato e si è esibita con Kenny Burrell & Gerald Wilson
- musica e danza del Ghana con Kobla Ladzekpo

Tierney Sutton ha giocato un ruolo predominante nella mia crescita come cantante jazz. Mi ha preso sotto la sua ala alla tenera età di 18 anni e mi ha aiutata a volare in alto (in altre parole, è una bomba...)

Performances, registrazioni e altri progetti:
- Nel
2001 all'OJAI Music Festival si è esibita in un tributo a Jobim con Oscar Castro-Neves, Don Grusin, Brian Bromberg, Karen Briggs, Walfredo Reyes
- "Amazon Moon" la musica di Mike Stoller, arrangiata dal pianista e compositore brasiliano Guilherme Vergueiro
- cantante in "Musica brasileira" con Tony Dumas, Larry Koonse, Tamir Hendelman, e Enzo Todesco
- "The unquenchable flame" by Russ Garcia
- The sugarplastic, "Bang, the earth is round" (Geffen records)
- voce nel cartone animato "Sabrina the teenage witch & tv show, jag"

photo by Nicolau Vergueiro

Thelonious Monk Institute of Jazz Performance:
qui ha eseguito intensi studi ed esibizioni con straordinari artisti jazz come Wayne Shorter, Dave Holland, Kenny Barron, e Terence Blanchard

Nell'edizione
2002 di Umbria Jazz si è esibita ogni giorno come voce solista del Thelonious Monk Septet: click qui per il video

Nel 2004, Gretchen ha vinto il prestigioso Thelonious Monk International Jazz Vocals Competition presso il Kennedy Center Concert Hall di Washington DC. E' stata ricevuta da Herbie Hancock, Billy Dee Williams - con ospite speciale Quincy Jones.

Il Nuovo album di Gretchen Parlato:


Gretchen Parlato - voice /percussion
 Lionel Loueke - guitar / voice
 Aaron Parks - piano
 Massimo Biolcati - bass
 Café -
percussion

"The first thing you notice about Gretchen Parlato is that she's a singer with a deep, almost magical connection to the music," says jazz legend Herbie Hancock. "She takes a lot of chances with her understated style, and it works. Every note is expressive, powerful, and pretty. And most important, her heart is in the right place." Gretchen's petite bearing and vocal enchantments evoked another famed spell-casting pixie for one reviewer, who called Gretchen's 2003 performance with Herbie in Paris "a fairy-tale like show... in the universe of Bjork."
 
Gretchen moved from Los Angeles in
2003 and quickly created a buzz around New York, after completing the Thelonious Monk Institute of Jazz Performance, where she was the first vocalist ever to be selected by Herbie Hancock, Wayne Shorter, and Terence Blanchard. In 2004, she charmed and awed judges by taking first prize in the Thelonious Monk Jazz Vocals Competition.
 
Gretchen performed as part of "A Celebration of Jobim" at the Hollywood Bowl with Oscar Castro-Neves, Gal Costa, Ivan Lins, and
Dianne Reeves, and at the John F. Kennedy Center for the Performing Arts in Washington D.C. 
 
She has provided vocals for
Terence Blanchard's 2005 Blue Note album, "Flow", vocals with hip hop DJ Cut Chemist and vocals on Self Scientific's 2005 release "Change.", the soundtrack to the 2004 film "Seeing Other People" starring Jay Mohr and Walt Disneys "A World of Happiness", which also featured such artists as Lou Rawls, Gary Oldman, Deborah Harry, and Isaac Hayes
 
She has performed with greats such as Herbie Hancock, Wayne Shorter, Oscar Castro-Neves, and Roy Hargrove's Big Band, and has studied with Terence Blanchard, Dave Holland, and Tierney Sutton. Her sound mixes Jazz, Brazilian, and African elements, creating a unique style all her own.
 
In August 2006, she made the 54th annual downbeat critics poll as a Rising Star Female Vocalist. 
 
"I think in an inconspicuous way, Gretchen Parlato knows how to play the same instrument that Frank Sinatra played." comments jazz legend, Wayne Shorter. "Theres no one out there like Gretchen."
 
"Parlato's sense of subtle rhythmic interplay and understated theatrical nuance takes the ache of Frank and implicates it throughout an improvisational-based esthetic that rests, most often, on Brazilian master-class moments... As simple and restive as she sounds in print, her voice-scatting, cooing, leaning back then soaring-can leap through complex tempo and rhythmic shifts as if riding rapids."
- A.D. Amorosi, New York Press
 
"She enters the music, becoming part of the band, improvising in melody and rhythm, prying open sweet spots in the songs... it's evident that she's an extraordinary singer."
 -Ben Ratliff, New York Times
 

File Audio:
Tratti dall'ultimo CD:
Flor de lis, by D'Javan
Non Vignon, by Lionel Loueke
Juju/Footprints by Wayne Shorter, lyrics by Gretchen Parlato
Skylark, by Hoagy Carmichael

Izaura (live con Marcel Camargo - guitar)

Tratti dal CD di Morrie Louden, Timepiece.
Insensatez (Nanny Assis, Morrie Louden)
A Rosa (Chico Barque de Hollanda)

Per vedere alcuni clips di Gretchen Parlato: http://myspace.com/gretchenparlato

Articolo pubblicato su Downbeat Magazine (agosto 2006):
www.gretchenparlato.com/press/reviews/downbeat0806.html

Recensioni:
La sofisticatezza e i ritmi brasiliani di Gretchen Parlato
Jazz Review by DON HECKMAN
Los Angeles Times: August 29, 2000.

Se vi piace Astrud Gilberto, amerete Gretchen Parlato. Anche se è nata più di una decade dopo che Gilberto ha registrato i suoi album classici di bossa nova con Stan Getz, Parlato ha una simile pura, dolce voce e un'istintiva confidenza per i ritmi brasiliani.
Sentita dal vivo, Parlato ha rivelato un livello di sofisticatezza musicale non sempre presente nel modo di cantare della Gilberto. Trasmettendo i suoi articolati passaggi lirici, ha anche improvvisato con lo stile di uno strumento a fiato, arricchendo le sue linee con una consapevolezza di fluidi movimenti dell'armonia.
La scelta del materiale per uno show che ha chiamato "Musica Brasileira" è stato eccellente, essendo costituito da classici di Jobim come "Chega De Saudade" a altri più vecchi pezzi come "A Premeira Vez" di Bide e Marcal e "Falsa Bahiana" di Geraldo Pereira. In ogni caso, la musicalità della Parlato  è stato un elemento chiave nelle interpretazioni che spesso hanno illuminato il cuore delle canzoni.
Gretchen Parlato è stata enormemente aiutata dalla presenza di un superbo gruppo che l'ha accompagnata: Larry Koonse, chitarra, Tamir Hendelman, piano, Tony Dumas, basso, Enzo Todesco, batteria. Avendo avuto ampia possibilità per dei soli, hanno usato lo spazio in modo eccellente, con il solo pensieroso di Hendelman su "Chega De Saudade" come uno dei momenti più alti della serata.

photo by Belfiore
Thelonious Monk Septet - Umbria Jazz 2002

con Wayne Shorter

Thelonious Monk Septet con Kenny Barron

La giovane vocalist mostra charisma, talento e maturità
Review by DAVID STEINBERG
Albuquerque Journal, August 1996.

Gretchen Parlato, una giovane vocalist con molto swing ascoltata lunedì sera con il suo trio. La Parlato ha creato un'intimità con il pubblico attraverso il suo canto e il suo scat, e sembrava raggiungere quell'intimitò in un modo che fosse sia rilassato che diretto. Gli ascoltatori avranno avvertito queste qualità sia se seduti di fronte che nei punti più lontani dove la Parlato rivolgeva occasionali sguardi.
Durante la serata la Parlato ha suonato di 10 brani, maggiormente standards. Ha aperto con il ritmato "Pick Yourself Up", "Night and Day" e un ossessionante, estesa versione di "Round Midnight" di Thelonious Monk. Su quel terzo brano, il sicuro fraseggio e muto, quasi nasale, tono della Parlato ha prodotto un'interpretazione divina di questo strasuonato brano. Da qui, si è spostata su un arrangiamento con tempo veloce di "Honeysuckle Rose" che Ella Fitzgerald ha reso popolare, poi sono seguiti un brano di Antonio Carlos Jobim, "If You Never Come to Me", e una raffinata versione tutta scat di "Confirmation" di Charlie Parker.  La parte finale della serata ha previsto la ballad I Should Care" in una versione funky, "Invitation" di Bronislaw Kaper,  "My One and Only Love" e nel finale "Bye Bye Blackbird" sul quale ha dimostrato un sorprendente ma efficace uso del falsetto.
La Parlato ha una voce piuttosto matura e modi sofisticati considerando che ha solo 20 anni. A sostenerla c'erano il pianista Bob Fox, il batterista John Trentacosta e il padre-bassista David Parlato. Non sarebbe stato possibile trovare un gruppo più complementare di questo alla cantante. Se e quando vi capita di ascoltarla, non perdete l'opporutnità di ascoltarla.
A LOT OF NIGHT MUSIC
Piercing the Gloom
Ojai Music Festival Review by ALAN RICH,
LA Weekly, June 15, 2001 and San Francisco Classical Voice, June 2, 2001

...Innanzitutto pensavo di non andare a questo "Tribute to Antonio Carlos Jobim". Poi ho pensato che non volevo che finisse. Il grande chitarrista Oscar Castro-Neves era la star, circondato da un piccolo combo che includeva un affascinante ciuffo di cantante, Gretchen Parlato, e una meravigliosa violista, Karen Briggs. La musica è rotolata, era allegra e esultante. Questo tempo ha generato un evento sociale molto gioviale, tale era la potenza di questa musica.
A Tribute to Antonio Carlos Jobim
Ojai Music Festival
Review by RICHARD S. GINELL
Variety, Jun. 3, 2001
Performers: Oscar Castro-Neves, Karen Briggs, Don Grusin, Brian Bromberg, Walfredo Reyes Jr., Gretchen Parlato.

...Con la chitarra ritmica di Castro-Neves, solida come una roccia, che spingeva e ritmava il groove della bossa nova sotto la voce controllata e cool di Gretchen Parlato, il violino modellato classicamente di Karen Briggs, i concisi soli di piano di Don Grusin e il complesso, potente basso di Brian Bromberg, il gradevole ambiente di saudade gradualmente veniva trattenuta nelle ombre degli alberi fuori dal parco.
Gli standard sono stati presentati in abbondanza -- "Waters of March" (cantata da Castro-in un modo conversazionale alla maniera di Jobim), un brano intelligentemente arrangiato sugli accordi di "Wave", la magica bossa waltz "Double Rainbow" e l'inevitabile "One Note Samba". Ci sono state anche alcune poco note gemme come l'ossessionante "She's a Carioca",  un brano leggermente riarmonizzato su "Aria sulla corda di Sol" di Bach --la risposta di Jobim alle serie  "Bachianas Brasileiras" di Villa-Lobos -- e "Portrait in Black and White".
Jazz Spot's New Orchestra Shows Talent
Jazz Review by DON HECKMAN
LA Times, March 13, 2001

"...C'è stato un senso di alta, giovanile ebergia e allegria pura nell'arte della musica della big band che era presente in ogni numero...Il pensieroso musicale modo di improvvisare di Gretchen Parlato è stato un distino plus."
Brassy Vitality at Big-Band Salute to Jones and Wilson
Jazz Review by DON HECKMAN, L.A. Times
Tuesday, November 13, 2001

La musica di Quincy Jones e Gerald Wilson era nell'aria del "Sunday at USC's Bovard Auditorium". Ed era un suono molto bello -- classica big band jazz, colmata con vitalità degli ottoni, melodie tradizionali e ritmi propulsivi.
.....Il programma si è aperto con un breve set di un settetto residente del Thelonious Monk Institute of Jazz Performance. Interamente incentrato sul jazz in senso globale, il gruppo -- costituito da musicisti americani (la cantante Gretchen Parlato, il trombonista Nick Vagenas e il tenore Dayna Stephens), della Corea del Sud (il pianista Yoon-Seung Cho), dell'Africa Ovest (il chitarrista Lionel Loueke), della Svezia (il bassista Massimo Biolcati) e dell'Ungheria (Ferenc Nemeth) -- si è mosso facilmente da pensierosi originali a veloci brani passando attraverso "Well, You Needn't" di Monk.

Per contatti e informazioni:
Grectchen Parlato
email:
meow@gretchenparlato.com
web:
www.gretchenparlato.com

© Dario Davalli


Per conoscere i prossimi appuntamenti Live di Gretchen Parlato

Questa pagina è stata visitata 9.168 volte
Data pubblicazione: 22/09/2002





Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti