Jazzitalia - Artisti: Marco Santilli
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Marco Santilli
clarinetto, clarinetto basso, composizione

Click here to read the english version

Marco Santilli è nato a Locarno (Svizzera) il 24.09.1968.

Clarinettista e compositore, intende l'improvvisazione come composizione istantanea e sviluppo coerente della parte scritta. Tra i suoi recenti album troviamo „Godiva soleva", registrato con il pianista di fama internazionale Paolo Alderighi. Dalle registrazioni emergono differenti influenze musicali ben miscelate come pure „il suono ricco, fluido e scuro del clarinettista di formazione classica, unito alla flessibilità del musicista jazz." (The Clarinet). Marco è cresciuto in Ticino, nella Svizzera di lingua e cultura italiana, e ha studiato ai Conservatori di Zurigo (diploma di orchestra e didattica) e Losanna (diploma di solista e „Premier prix de virtuosité"). Ha suonato con le orchestre dell'Opera e della Tonhalle di Zurigo e in ensemble cameristici al Festival di Salisburgo. Oltre a combinare il jazz con la musica da camera è attivo quale solista/arrangiatore con gruppi più allargati (Big Band, orchestre d'archi e cori di clarinetti). Il suo interesse ad approfondire il jazz, la classica, la worldmusic e la musica popolare l'hanno spinto a dedicarsi principalmente alla composizione e all'esecuzione della propria musica.

CD pubblicati:

Santilli Alderighi „Godiva soleva"
MONS Records (2012)

„Belli in zona", G. Muto e M. Santilli
ALTRISUONI (2007)


„...Grande l'attenzione ai suoni, che dà luogo a frequenti cambiamenti dinamici sia per il piano che per i clarinetti (...) Il lavoro si avvale inoltre di un bell'equilibrio tra dialogo dei due protagonisti e composizione. Quest'ultima è sempre di ottima qualità, con momenti liricamente molto ispirati, passaggi sofisticati, spazi per virtuosismi (...) Album accurato, di foggia tradizionale ma dai dettagli personali, di piacevolissimo ascolto, vetrina per due eccellenti musicisti meritevoli di attenzione." (allaboutjazz)
„...Un album mainstream assai ben congegnato, tanto a livello strettamente musicale quanto attraverso un percorso tematico che sta a simboleggiare un'assimilazione jazzistica inventiva (...) quasi alla ricerca dei piccoli segreti che la grande musica dovrebbe rivelare." (Musica Jazz)
„...Il jazz cameristico di Santilli e Alderighi non è statico né austero, riserva invece una vena ironica, sottile e raffinata, che esala da ogni episodio (…) Musica descrittiva, sorretta magistralmente dalla ricchezza armonico-ritmica di Alderighi, permettendo a Santilli fluide narrazioni." (JAZZiT)

„...Il disco dei due è intimista, romantico, calibratissimo: un vero gioiello fatto, semplicemente, di canzoni e melodie. Un jazz per nulla autoreferenziale, con quel tocco di autoironia, anzi, che non guasta proprio. Musica, finalemente, viene da dire." (Azione)
„...Un cd die altissimo livello - ha ottenuteo cinque note nella recensione della rivista specializzata Jazz'n'More." (Rivista di Lugano)


„...Santilli e Muto sono anfibi. Polistrumentisti, passano con tecnica sopraffina dagli „effetti" della musica del secondo ‚900 alla musica popolare senza subire scadimenti tecnici e di gusto. Bravissimi."
(Gianluigi Trovesi, Nembro, ottobre 2006)

„...Amidst the constant barrage of sound, information, images, etc., in our 21st Century, it is unbelievably refreshing to come across something different, a "ray of light" through the murk. This CD by Giordano Muto and Marco Santilli is one of the most beautiful examples of pure music I‘ve heard in a long time - uncategorizable in the best sense! Listening to them, I hear melodies, mysteries, great improvisation, astounding interplay, and a soundtrack to a Fellini film that he forgot to make! In short, I loved it, and I can‘t wait for the follow-up (I hope they ask me to join them for a tune or two)! Enjoy!"
(Ken Peplowski, NYC, September 2006)

È sicuramente calzante definire di jazz cameristico l'album di esordio del duo Santilli Alderighi, ma è quasi riduttivo rispetto alla ricchezza del repertorio musicale che propone. Lo stile compositivo di Marco Santilli attinge consapevolmente alla forma espressiva della musica classica e del jazz. Con una proprietà di stile quasi istintiva, crea il quadro ideale per dare luce al variopinto ventaglio di suoni dei suoi strumenti, clarinetto e clarinetto basso, concedendo nel contempo ampio spazio al virtuosismo di Paolo Alderighi al piano.

Frasi come "Il tanghero va sciorinando lusinghe all'immusonita" vanno assaporate lentamente, per poi lasciarsi catturare dalla poesia della musica…

Godiva soleva contiene tredici brani interpretati con maestria da piano e clarinetto, tredici storie dense di atmosfera. Raccontano dell'arte della seduzione, dell'arte di spogliarsi del superfluo e di un ponte musicale tra gli emigrati nella Valle Leventina e quelli che hanno raggiunto il Rio de la Plata. Raccontano del fascino della malinconia e della gioia di scoprire la bellezza delle piccole cose.

Godiva soleva: tredici perle poetiche di jazz cameristico, composte e suonate da Marco Santilli e Paolo Alderighi, due maestri del loro genere!

Il duo ‘Belli in zona' rende omaggio alla Svizzera italiana rileggendone la musica popolare e interpretando composizioni originali ispirate dalla propria terra. Per distaccarsi da una visione stereotipata del Ticino allegro e soleggiato, di Merlot servito nei boccalini e di zoccolette danzanti; i due musicisti si sono impegnati a creare una serie di quadri musicali moderni, nel rispetto della tradizione. Il repertorio comprende brani dal carattere e strumentazione sempre differenti, che conferiscono alla musica del duo impasti sonori inediti. Musica colta contemporanea, bandistica, cameristica, operistica, jazz, pop, blues confluiscono nel nostro discorso influenzandosi tra loro. Di conseguenza i brani si possono ascoltare a più livelli e possono essere eseguiti ovunque: nei teatri, nei jazz-club, nelle sale da concerto, come pure nelle chiese e nelle piazze. È la visione del canton Ticino attraverso gli occhi di due suoi figli emigrati in differenti zone linguistiche, ma che conservano un legame con la terra d'origine.



Per contatti e informazioni:
Facebook https://www.facebook.com/marco.santilli.9883
Soundcloud https://soundcloud.com/marco-santilli-3
Email: info@marcosantilli.com
Website: www.marcosantilli.com













Per conoscere i prossimi appuntamenti Live di Marco Santilli

Questa pagina è stata visitata 2.615 volte
Data ultima modifica: 16/06/2013

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti