Jazzitalia: la musica jazz a portata di mouse...
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Marco Testa
voce

Click here to read the english version

La forza espressiva, dinamica, quanto il suono ricco, fanno di Marco Testa una delle rare voci maschili del jazz in Italia: ha studiato canto e tecnica vocale, armonia, contrappunto, pianoforte complementare, musica d'insieme; vanta una lunga esperienza professionale concertistica in Italia e all'estero, quattro dischi pubblicati ed una proficua collaborazione con numerosi altri musicisti e big bands.

Ha formato (e sciolto) svariate formazioni di cui è stato arrangiatore oltreché cantante solista. Interpreta un repertorio molto vasto, dal jazz moderno allo swing, dalla bossa nova alla canzone d'autore e canta in inglese, francese, spagnolo, portoghese. Ha svolto inoltre un intensa
attività didattica
in numerose scuole di musica, contribuendo a formare alcuni eccellenti vocalist.

Recensioni:
«…Il jazzman che suona la voce…» «…Un elegante interprete degli standard jazzistici che da tempo ha saputo affermarsi con sicurezza…« E' il simbolo del vocals jazzistico come pochi altri…» «La splendida voce di Marco Testa…» La Repubblica


«…Il timbro tipico del crooner, la moderna vena espressiva, e la sensibilità del musicista…»
La Stampa

«…Un canto pieno, intenso, di forti contrasti e colori anche eccessivi, che mai però indugia in leziosi vezzi "sfocati" di tanto canto jazz, specie in Italia. Il jazz quindi che non si fa mai "sottofondo" o semplice "atmosfera", ma è protagonista, grazie ad una vocalità di notevole potenza ed ampio impatto emotivo. Il senso ritmico sempre magistrale, in un continuo gioco di sul tempo della frase musicale, ma sempre con grande attenzione all'espressività del testo ed alla resa del tema originale. Scelto sempre peraltro con gran gusto»
Blue jazz

«… Marco Testa preziosa voce maschile tra i rari cantanti di jazz in Europa, nota per il particolare timbro tra il calore baritonale e lo svettare tenorile, il suo modo elegante di "ritardare" su una ballad come il modo in cui mantiene un agile swing cantando jazz moderno o classico, ma soprattutto per la sua intensa musicalità ed interpretazione drammatica nei più diversi stili, dallo scat ala bossanova, e le doti di intrattenitore sul palco…»
Jazz Magazine

Altri articoli su: http://www.marcotesta.com/press.htm

 

 

DISCOGRAFIA


1990
Darn that dream
Jazz Duo

1997
Marco Testa sings live!
Jazz Quartet

 

2000
A bout de souffle
Chansonnier Trio
 

PROGETTI MUSICALI

CHANSONNIER

Valse musette, tango, bolero, fado, bossa nova, canzone d'autore italiana, spagnola, francese, portoghese, napoletana

Il progetto di una interpretazione e rilettura che desse nuova linfa alla forma canzone più autentica e struggente si è concretizzato recentemente per la voce di Marco Testa con la partecipazione al film "
Così Ridevano" Leone d'oro a Venezia '98 e successivamente nell'incontro con Gianni Micciola, un musicista di straordinaria esperienza, che ha accompagnato grandi solisti e voci nazionali ed internazionali (Mina, Vanoni, Mia Martini) e che, per l'occasione torna al suo primo strumento, la fisarmonica appunto.

La canzone nelle quattro principali lingue romanze (italiano, francese, spagnolo, portoghese) accompagnate dal calore degli abituali strumenti acustici, chitarra e fisarmonica, talvolta affiancati da passi da scrittori di riferimento, a sottolineare le reciproche influenze tra liriche e letteratura.

Spagnolo: tango, rumba, flamenco, bolero. Numerosissime sono le forme e, data la grande diffusione della lingua, i paesi che hanno utilizzato lo spagnolo nella canzone: una carrellata di brani inevitabilmente incompleta ma variegata.

Francese: gli slanci lirici ed emotivi di Edith Piaf, la tipica canzone che tanto ha influenzato tutti gli autori dagli anni cinquanta in poi (Jacques Brel, Brassens, Ferrè), le caratteristiche interpretazioni di Ives Montand, l'esistenzialismo di Juliette Greco, l'ironia di Charles Trenet, l'immediatezza di Gilbert Becaud...

Portoghese: due le grandi anime della canzone della "saudade", della malinconia: il fado portoghese (dalla classica Amalia Rodriguez alla attuale reinterpretazione di Dulce Pontes) e la Bossa Nova (gli storici Jobim e De Moraes ed il moderno Lins).

Italiano: dalla canzone più tipicamente cantautorale (Tenco, De Andrè, Fossati, Battisti, Conte...), dove l'espressività del testo ha una funzione preponderante, al respiro più melodico di quella di famosi interpreti (Mina, Vanoni, Modugno...) allo sconfinare nella forma canzone di compositori colti o di altra formazione (Bellini, Rota, Morricone...) ed una inevitabile incursione nella grande tradizione della canzone napoletana.

Il recital, poiché non si tratta di un semplice concerto, è particolarmente efficace dal vivo: tutto in versione acustica, intima, nel languore del suono della fisarmonica, ma anche con il brio e la scanzonata allegria della canzone napoletana, messicana, popolare in genere.

Tra i numerosi brani in repertorio:
Amarcord, 8 e mezzo, il Padrino (Nino Rota); Vuelvo al sur, Oblivion, Balada para un loco (Astor Piazzolla); Ultimo tango a Parigi (Gato Barbieri); Cançao do mar (Dulce Pontes); A cosa servono le nuvole (Pasolini/Modugno); Parlami d'amore Mariù (Bixio); Dans mon ile (Henri Salvador); Les feuilles mortes (Kosma/Jacques Prevert); Il vino (Piero Ciampi); Quizas quizas quizas (O.Farres); Ne me quitte pas (Jacques Brel); Canzone per te (S. Endrigo); La Paloma (Yradier); Sicily (Chick Corea/P.Daniele); Via del campo, La canzone di Marinella (Fabrizio De Andrè); Eternally (C.Chaplin); Che cosa c'è (Gino Paoli); Munastero e' Santachiara (Galdieri); Piensa en mi (Agustin Lara); Cielito lindo (Trini Lopez); Vedrai vedrai (Luigi Tenco); La foule (Piaf); Gracias a la vida (Violeta Parra); Anonimo veneziano (Pagani); Come è bella la città (Giorgio Gaber); Estranha forma de vida (Amalia Rodriguez); Moon river (Henry Mancini); Maria (Bernstein); Era de maggio (M. Costa); Que rest-t-il de nos amour (Charles Trenet); Non ti scordar di me (De Curtis); Coraçao vagabundo (Caetano Veloso); O' paese do sole, Passione (Tagliaferri)... e molti altri

Django - Tratto da "A bout de Souffle"

THE MARK MELONE'S

Una formazione molto originale probabilmente unica nel suo genere in Italia, ironico settetto di jazz "oriundo" altresì battezzato "Broccolino jazz" capitanato da Marco Testa, qui in veste di entertainer oltre che di cantante, che coniuga la valenza jazzistica dei suoi musicisti, ad uno spettacolo vivace ed accattivante, collaudato con ogni tipo di pubblico

Un piccolo elenco di alcuni brani del repertorio che ibrida l'accento americano "little Italy" con napoletano, siciliano, piemontese, passa disinvoltamente dallo
shuffle alla Louis Prima, allo swing alla Buscaglione, al calypso alla Harry Belafonte, e poi il sornione Dean Martin, fino al Carosone più frizzante, di quello che oltre ad essere un concerto è un vero e proprio spettacolo nel corso del quale il pubblico partecipa attivamente con cori, battiti di mani ed estemporanee tarantelle e danze swingeggianti: Just a gigolò, Minnie the Moocher, Stella d'argento, Angelina, Buonasera signorina, Torero, That's Amore, Mamma, Garibaldi blues, Sweet home Chicago, Hit the road jack, On Broadway, Caterina, Mambo Italiano, O' surdato ‘nammurato, Brazil, On the sunny side of the street, Matilda, Nighttrain, Volare, James Bond theme, Amore fermati, Mambo inn, Che Bambola…

Tutti i musicisti oltre che suonare cantano in un giocoso coro (talvolta di volutamente precaria intonazione) che risponde burlone al canto appassionato, agli stentorei vocalizzi ed allo scat del leader.

Marco Testa (Mark Melone) voce, arrangiamenti e direzione;
Dante Arnoldi (Sax tenore);
Andrea Vitali (Tromba);
Sergio Chiricosta (Trombone);
Stefano Maccagno (Piano);
Claudio Nicola (Contrabbasso)
Alessandro Ugolini (batteria)

The Mark Melone's Live in Milano

MARCOTESTA REAL ESTATE QUARTET

Già nel 1989 Marcotesta Real Estate quartet è stata probabilmente tra la primissime formazioni in Italia a fondere la complessità dell'improvvisazione jazz al secco pulsare del funk più urbano: nasceva parallelamente in Europa l'Acid Jazz... ma la formazione coniugava in quest'esperienza non solo la pulsante ritmica del groove soul, r'n'b, funky ma melodie raffinate ed armonie jazzistiche, tentando di avvicinare ad un genere considerato (a torto) talvolta freddo perché "colto" anche un pubblico più vasto, grazie ad un impatto emotivo, ma che non trascurasse tuttavia la qualità e la ricerca. Così classici del jazz vennero reinventati dal vocalist con arrangiamenti originali, insieme ad alcuni temi immortali della black music.

Il progetto
«Real Estate» nel corso del tempo muta intenti e partecipanti, fino a tornare attivo come duo, complice il successo (a suo tempo quindi già lambito e previsto) del fenomeno lounge music, da sempre parte della componente più ironica e di frizzante entertainment del cantante. Aperitivi, cene, convention, party di ogni tipo conditi da una cocktail music da perfetta colonna sonora per un Martini extra dry, per un party esclusivo.

Voce, tastiere, tromba e spumeggianti campionamenti che rivisitano un repertorio di
international standards con la classe della leggerezza. E con in aggiunta una divertente appendice di brani italiani in inusitate rivisitazioni

Marco Testa: voce tastiere e campionamenti
Andrea Vitali: tromba e flicorno

Naturalmente il duo dispone di strumentazione nonchè eventuale amplificazione propria

Alcuni dei numerosissimi brani in Repertorio (solo arrangiamenti originali) (only original arrangements):
...Sunny, Killing me soflty, Ain't no sunshine, Lean on me, On broadway, Un homme et une femme, Girl from Ipanema, Quando quando quando, Mas que nada, Estate, Aguas de março, Night and day, Raindrops keep falling on my head, Everybodys talkin', September morn, How deeep is your love, Take five, You are the sunshine of my life, O barquino, Summertime, Donna, Ebb tide, One note samba, Sittin on the dock of the bay, Moonriver, James Bond theme, Acquarius, Just the way you are, Non dimenticar

Real Estate - Sunny

Altri link di iniziative ed attività di Marco Testa:
La scuola di canto:
http://www.laboratoriodellavoce.too.it
Orso ed i suoi Solitari esercizi di canzonetta: http://www.mens.it/orsomarcotesta
Un grande progetto di Marco Testa sul web: http://www.serenate.net


Per contatti e informazioni:

Marco Testa
via Carlo Alberto 5,
10123 Torino, Italy
Tel. +39 11 883138 +39 328 8487186
email:
omtesta@tin.it
web:
www.marcotesta.com
 



Per conoscere i prossimi appuntamenti Live di Marco Testa

Questa pagina è stata visitata 14.056 volte
Data pubblicazione: 11/12/2001





Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti