Jazzitalia: la musica jazz a portata di mouse...
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Markus Stockhausen
tromba

Il trombettista e compositore Markus Pirol Stockhausen nasce Colonia (Germania) il 2 maggio del 1957 ed figlio del compositore ed autore Karlheinz Stockhausen. All'età di quattro anni appare per la prima volta in scena nell'opera teatrale scritta dal padre ed intitolata "Originals". A soli sei anni riceve le prime lezioni di piano e, a dodici, incomincia a suonare la tromba. Inoltre, in questo periodo, frequenta anche la scuola media ad indirizzo musicale di Colonia.

Dal 1974 studia, presso la "Cologne Musikhochschule", prima il pianoforte con Klaus Oldemeyer e, successivamente, tromba classica con R. Platt e tromba jazz con M. Schoof conseguendo il diploma nel 1982.

Dal 1978 al 1983 compie degli studi avanzati con P. Thibaud, C. Caruso, T. Stevens and C. Groth.

Il suo debutto nel mondo della musica jazz avviene nel 1974 con la formazione "Key" al "Newcomer Jazz Festival" di Francoforte. Quello nel mondo della classica, invece, avviene nel 1976: l'opera, composta dal padre, s'intitola "Sirius" e va in scena in occasione del "Washington Bicentennial".

Nel 1981 Markus Stockhausen è il vincitore del "German Music Competition".

Sin dal 1974, Markus Stockhausen incomincia a collaborare intensamente con il padre. Le partiture di tromba dei seguenti lavori sono state scritte per lui e da lui eseguite per la prima volta: Sirius 1975-76 (con Aries 1977); Thursday Tratto da Light 1978-81 (specialmente Le Parti Principali di Examination, Michael´s Journey Around The Earth, Dragon-fight, Vision); Saturday Tratto da Light (upper-lip-dance 1984); Tuesday Tratto da Light (invasion, Pietà 1990-92); in Freundschaft (1998).

Oltre alla sua attività di solista, dirige e suona in numerose formazioni jazz: il quintetto "Key" (1974-79); "Rainer Brüninghaus Group" (1980-84); "Kairos" (1985-90); "Aparis" (1989-96); Alcune formazioni con il bassista cileno Enrique Diaz (1989); "Possible Worlds" con suo fratello Simon (1995).

Attualmente, collabora con Enrique Diaz (basso), Arild Andersen (basso), Patrice Héral (batteria e percussioni), il virtuoso delle sei corde ungherese Ferenc Snétberger, Antoine Hervé (piano), Angelo Comisso (piano), Christian Thomé (batteria), Mark Nausseef (percussioni) e il pianista Fabrizio Ottaviucci. E', inoltre, co-fondatore del duo "Moving Sounds" in cui suona con la clarinettista Tara Bouman, anche compagna nella vita dal 2000.

I concerti - anche per il "Goethe Institut" - e le partecipazioni ai Festival gli permettono di girare il mondo e, oggi, i suoi interessi principali, come trombettista, riguardano la musica intuitiva, l'improvvisazione e la musica contemporanea.

Nel febbraio del 2003, presenta "Jetstream" per tromba e orchestra. L'opera è scritta per lui da Peter Eötvös, che dirige anche la BBC Symphony Orchestra in occasione della prima Londinese.

Attualmente, Markus Stockhausen esegue il repertorio classico solo su richiesta mentre è sempre maggiore il numero delle esibizioni in cui porta in scena la sua musica. Tra questi, i suoi concerti solistici di musica intuitiva che, spesso, si tengono nelle chiese. Dal 2000, infatti, si esibisce ogni mese nella chiesa di San Maternus a Colonia: la maggior parte delle volte si tratta di musica intuitiva eseguita da solo o con vari duo.

In qualità di compositore, ha scritto, in stretta collaborazione con suo fratello Simon, numerose colonne sonore di film e opere teatrali. Ha, inoltre, realizzato due spettacoli all'aperto per il quinto ed il decimo anniversario della Philharmonic Hall di Colonia. Il pubblico è stato, rispettivamente, di 70.000 e 100.000 persone. Recentemente ha composto "Choral" e "Sehnsucht" per trio jazz ed orchestra. Nuovi lavori sono stati commissionati e messi in scena dalla "London Sinfonietta" ("Portrait for Tara") e dal Musikkollegium Winterthur ("Sonnenaufgang").

A testimoniare il suo impegno, c'è anche un'intensa attività discografica per etichette quali, ECM, AKTIVRAUM, CMP, ACT, ENJA, Stockhausen-Verlag. Dal 1992 al 1998 è stato sotto contratto per la EMI Classics, che ha prodotto "New Colours of Piccolo Trumpet" (1993), "Clown" "Jubilee" (1996) and "Stockhausen plays Stockhausen". I suoi ultimi dischi sono "Solo I", "Close to you", "Thinking About" (Aktivraum), "Karta" (ECM) e "Joyosa" (Enja).

Prossimamente saranno pubblicati: "Duality" (con Simon Stockhausen) e le registrazioni con il trio che lo vede protagonista al fianco di A. Comisso and C. Thomé.

Per maggiori informazioni visita il sito ufficiale di Markus Stockhausen www.markusstockhausen.de (in inglese e tedesco)

Management e booking per l'Italia: www.sheherazade.it
(traduzione di Massimiliano Cerreto)



Moving Sounds
Thinking About





Per conoscere i prossimi appuntamenti Live di Markus Stockhausen

Questa pagina è stata visitata 7.736 volte
Data ultima modifica: 03/12/2004





Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti