Jazzitalia - Artisti: Maurizio Bignone
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Maurizio Bignone
viola, oud, basso elettrico, percussioni etniche
 

photo by Antonio FerranteNato a Palermo nel 1968, si è diplomato in viola al Conservatorio di Musica "V. Bellini" di Palermo nel 1992 sotto la guida del M° Carini. In seguito si è perfezionato con il M° Mihai Spinei e con il M° Augusto Vismara. Già dal quinto anno fa parte di alcune tra le più importanti orchestre da camera siciliane ricoprendo, qualche anno dopo, la carica di primo strumento. Ha fatto parte di diversi gruppi da camera (trii, quartetti, quintetti) con i quali ha sviluppato una notevole esperienza nel campo cameristico (dalla musica barocca passando per Mozart fino ad arrivare alla musica d'avanguardia).

Nel 1993 costituisce, insieme a Nino Macaluso, l'ensemble UT COMMA con i quali inizierà la carriera di compositore svolgendo contemporaneamente intensa attività concertistica occupandosi di World music, Etnojazz, Ethnic music, ed in particolar modo della musica dell'area mediterranea (Magreb, Medio Oriente). Attualmente negli UT COMMA si esibisce oltre che con la viola anche con l'oud (liuto arabo).

Le sue composizioni uniscono la scrittura classica al linguaggio etnico e al jazz. Le sue musiche vengono programmate nei cartelloni dell'Ente Autonomo Teatro Massimo di Palermo, Amici della Musica Siciliana, Orchestra da camera Kandiski, Amici della musica di Alcamo, etc. Il famoso quartetto d'archi Kronos Quartet ha chiesto di potere inserire un suo brano "CHADOR" nel loro repertorio.

Polistrumentista, per diversi anni ha suonato il basso elettrico in diverse formazioni jazz sviluppando una grande esperienza nel campo jazzistico che ne ha ampliato le sue capacità compositive. Tiene un breve tour per conto del Teatro Massimo di Palermo con il suo primo quartetto jazz "Amnesia" riscuotendo un apprezzabile consenso di pubblico e di critica.

Nel 1992 è invitato come finalista con il T.B.Q. (Tonino Bignone Quartet) al concorso per nuovi talenti jazz "Summertime in Jazz" tenutosi a Prato. Ha approfondito lo studio del basso elettrico con Palle Danielson.

Nel 1996 la T.B.Q. si allarga alle percussioni creando un quintetto "Passaggio" che sposa un progetto di musica sperimentale unendo il linguaggio jazz alla musica etnica. In questa formazione si esibisce oltre che con il basso elettrico e le percussioni etniche anche con la viola.

Nel 1993 incontra il giovane regista Giuseppe Lo Cascio che gli propone di scrivere le musiche originali per i suoi lavori (Dissolvenza: atto II, Riflessi, Hurt Dogs, Ultima fermata, Il buio dentro, Clown) ed insieme hanno vinto numerosi premi nazionali ed internazionali dedicati ai cortometraggi. In occasione del corto "Clown" ha scritto un brano per pianoforte ed orchestra dal titolo omonimo edito dalla casa editrice Mnemes. Ha una buona conoscenza di programmi musicali per computer (cubase, notator, finale) ed ha partecipato nel 2000 ad un corso di musica informatica organizzato dal Centro Ricerche Musicali di Roma.

Nel 1994 è stato prima viola dell'O.R.I. Orchestra Romana Internazionale con la quale ha svolto tourné in Europa. Ha inoltre partecipato come viola solista a numerosi lavori teatrali tra cui "La cantata del fiore e del buffo" musicata e diretta dal premio oscar Nicola Piovani.

Nel 1997 ha composto le musiche (nello stile etnico mediterraneo) per il Salomé di Oscar Wilde andata in scena presso il Teatro Flaiano in Roma. Ha vinto nel 2000 l'audizione per viola presso la KZN Philarmonic Orchestra di Durban (South Africa) collaborando con la stessa per la stagione 2000. E' stato prima viola presso l'Orchestra del Conservatorio di Musica "V. Bellini" di Palermo ed è stato scritturato come violista dall'Ente Autonomo Teatro Massimo per la stagione 1999/2000. Ha collaborato con l'orchestra jazz del Brass Group di Palermo. Ha occupato per 5 anni il posto di prima viola presso l'Orchestra Filarmonica Siciliana "Franco Ferrara", collabora con l'O.M.C. Orchestra di Musica Contemporanea di Palermo e l'orchestra da camera "Salvatore Cicero".

Nel luglio 2002 esce il CD degli UT COMMA "Il punto massimo del silenzio"  nel quale sono inseriti diversi brani di sua composizione ed inizia contemporaneamente un ricerca storica sulla musica tradizionale siciliana ed i suoi sviluppi nell'epoca moderna passando per le innumerevoli influenze subite, dalla musica araba fino a quella celtica di cui si trovano tracce nel centro-sicilia.

Nel 2003 scrive la colonna sonora per il cortometraggio girato in 16 mm "Centoventimetri" di Giuseppe Gigliorosso. Contemporaneamente scrive la colonna sonora per il documentario "Dinastie: Antichi feudi Colonna" prodotto da Bernadette Carranza per Intesa S.r.l. con la regia di Giuseppe Lo Cascio. Tiene seminari sulla musica Mediterranea presso le Scuole Medie Superiori insieme a Nino Macaluso e la danzatrice algerina Sabah Benziadi.

Dal 2000 collabora attivamente con l'associazione ONLUS Amref (la più importante organizzazione sanitaria privata che si occupa di portare aiuti nell'Africa orientale), molte delle sue musiche sono state utilizzate come colonna sonora di documentari sull'Africa andati in onda su National Geographic Channel.

Nel dicembre 2002 firma, insieme a Nino Macaluso, la colonna sonora dei nuovi spot progresso di Amref che andranno in onda per tutto il 2003 su tutte le televisioni Rai e Mediaset.

Ancora nel 2002 è direttore artistico e compositore (insieme a Nino Macaluso) oltre che musicista del progetto/concerto Sponde Sonore, un viaggio tra Sicilia e Sardegna, in cui incontra musicisti e attori del calibro dei Tenores Di Bitti, Mimmo Cuticchio, Enzo Favata, Daniele Di Bonaventura, Alfredo Laviano e Marcello Peghin.

Importanti sono le collaborazioni con Rita Marcotulli, Ralph Alessi, Enzo Rao e Hooman Kiarass Shiratzi.

Nel 2004 esce la colonna sonora Epic Adventure per la Primrose Music di Londra, per orchestra e soli, scritta e diretta da Maurizio Bignone, con la collaborazione dell'Orchestra Musica Contemporanea di Palermo.

Nel 2005 esce il primo cd degli Aquasanta dal titolo Mille Universi per la Heristal srl, ensemble di cui Maurizio Bignone è leader.

Scrive anche la colonna sonora "Ciechi Tutti" per l'omonimo cortometraggio scritto e diretto da Giuseppe Gigliorosso.

Dal 2003 insegna percussioni etniche presso l'Associazione Onlus Acunamatata oltre numerosi corsi tenuti presso le scuole.

Ha suonato come sideman nei cd:
Porta Felice (Francesco Giunta) Teatro del Sole
Franci (Nino Mezzapelle) Splash
Vinum de Cupa (Urso – Schiavone) Caligola
'a testa mi rici… (i Musicanti di Gregorio Caimi)

Come leader
Il punto massimo del silenzio (Ut Comma) Suoni mediterranei
Epic Adventure (colonna sonora per grande orchestra scritta e diretta da Maurizio Bignone) Primrose Music di Londra
Mille Universi (Aquasanta) Heristal


Bignone/Nasta
Conquest



Per contatti e informazioni:
Maurizio Bignone
e-mail mail@mauriziobignone.com
web: www.mauriziobignone.com



Per conoscere i prossimi appuntamenti Live di Maurizio Bignone

Questa pagina è stata visitata 6.759 volte
Data pubblicazione: 02/02/2003





Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti