Jazzitalia - Artisti: Mauro Avanzini
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Mauro Avanzini
sax

Formazione e studi
C
ome tutti i bambini, anche Mauro suona nella banda del quartiere, ma è grazie al maestro sassofonista Rai Paolo Barbieri, che Mauro, diciottenne, apprende il modo 'americano' di suonare il sax; Barbieri è forte della sua personale esperienza con Ira Sullivan (trombettista e sassofonista già con Jaco Pastorius). E' il 'verbo' della buona musica che si diffonde. In conservatorio, Mauro studia flauto dal '78 all' '83; frequenta i seminari estivi di Siena Jazz con Trovesi e D'andrea ('85/'89), quelli invernali nel '92/'93 con P. Fresu, F. Di Castri ed E. Pieranunzi; vince una borsa studio per partecipare al 3°Annual Jazz Meeting; nell'estate del '93 studia a Siena con Liebman; frequenta seminari con Steve Lacy. Nel '94 frequenta corsi con Kenny Wheeler ed Enrico Rava (Bologna - Paese degli Specchi). Ha suonato nei principali clubs italiani ed in numerose rassegne nazionali ed europee; ha collaborato con importanti musicisti italiani (P. Silvestri, P. Leveratto, F. Puglisi, M. Grossi, L. Rossi, L.Flores, Naco, P. Fresu, B.Tommaso, G. Maier).

Attività di registrazione
H
a inciso il primo disco con il gruppo 'Italian Extravaganza' nel 1987; dell'anno successivo, invece è il disco Il sogno del tarlo a nome del gruppo Axmo di cui Mauro è leader e compositore; nel 1993 iniziano le incisioni del gruppo Strani Itineranti, attivo ancora oggi, un gruppo importante che ha visto avvicendarsi numerosi artisti dai primi anni '90 in poi; le composizioni sono principalmente di Mauro Avanzini; questo primo disco del '93 è prodotto dalla New Label per Amnesty International. Con Nicola Toscano incide Naufragi che vede ospite anche Paolo Fresu, nel 1995. La volta del suono (2000) è un'importante esperienza musicale che riesce con efficacia a coniugare sia la riscoperta di luoghi adatti a produrre esperimenti di risonanza sia la capacità della musica stessa di creare, attraverso giochi di opposizione tra diversi strumenti, una dimensione spaziale. Azione sonora voluta dal maestro e sassofonista genovese Claudio Capurro, il progetto de La volta del suono è stato realizzato in presa diretta nelle storiche sale del Sottoporticato del Palazzo Ducale di Genova, un enorme vuoto d'aria che ben presto si è rivelato essere non soltanto un contenitore da riempire di suoni ma soprattutto uno spazio vivo con cui dialogare. Il lavoro è contenuto nel cd omonimo, per il gruppo Alioto-Avanzini-Capurro-Lugo.

Dall'87 ad oggi ha inciso diversi dischi, sia come collaboratore sia a guida dei gruppi: Axmo, Strani Itineranti, Viramundo, ma anche partecipando, in qualche caso con l'apporto decisivo delle proprie composizioni, a gruppi di altri leader (Four Step Choir, Claudia Tellini Quintet, Les Anarchistes, Luca Cosi)

Attività Concertistica
N
el 2000, ha eseguito dal vivo, in trio con Stefano Tedesco (vibrafono) e Leo Izzo (chitarra), le proprie musiche per il film muto "La Passione di Giovanna d'Arco" di Theodor Dreyer e nel 2001 ha eseguito in quartetto sempre con Stefano Tedesco, Fabrizio Puglisi (pianoforte), Nicola Vernuccio (contrabbasso), le musiche per il film muto di Charlie Chaplin "Il Circo", commissionato dal Secondo Festival del Circo Contemporaneo di Brescia. Dal 2002 fa parte dell'acclamato ensemble 'Les Anarchistes' che ripropone brani tradizionali della storia degli anarchici di Carrara e composizioni del francese Leo Ferrer, con arrangiamenti di Nicola Toscano; nella nutrita formazione spicca la presenza di Antonello Salis; il gruppo vanta un'intensissima attività concertistica in Italia, Francia e Spagna. Nei locali del Pinocchio Jazz di Firenze, il quartetto Strani Itineranti (Avanzini-Puglisi-Vernuccio-Rotella) si esibisce il 13 marzo 2003 in un concerto memorabile con il suono unico ed il temperamento carismatico del sassofonista tedesco Mattihas Schubert.
(vedi su: www.livornojazz.it/modules.php?name=News&file=article&sid=231)

altre esibizioni:
Festival Jazz di La Spezia '88 - Axmo 4tet
Strani ItinerantiFestival Universita di Bielefeld - 1990
Festival Jazz Genova '90 e '99 Axmo + Marco Tindiglia
Festival Jazz dell'Aquila '91 con Axmo
Festival Cordes in Folio - Parigi '94 in duo con Nicola Toscano
Festival di Lucca '96 - Naufragi
ah hum jazz festival milano
concerto in diretta per radio 3 suite con il gruppo Viramundo ('99)
2002
- Premio Ciampi per Les Anarchites
Festival Summer Jazz di Arezzo con Claudia Tellini 2002
Mediterrando Jazz Festival Lerici 2003
2003
- Tizzana Estate Festival (PT) con Claudia Tellini Jazzartsextet
2004
-dalla collaborazione con Bassesfere nasce una performance con Tristan Honsinger a Bologna
2004
- con Giampiero Cane - Conferenze - Museo della Musica - Bologna
2005
- Lucca jazz Donna - con Claudia Tellini

Tra le recensioni dell'ah-hum festival di Milano si legge "Segnalazione particolare per gli Strani Itineranti del sassofonista Mauro Avanzini (Lauro Rossi al trombone, Alberto Tacchini al pianoforte, Nicola Vernuccio al contrabbasso, Daviano Rotella alla batteria, Cristina Alioto alla voce), un gruppo davvero poco presente sulla scena milanese e che ha offerto quella che a nostro avviso è stata la proposta più interessante del festival: un jazz ricco di contaminazioni - dal contemporaneo all'oriente - con un solido impianto architettonico e che lascia ampio spazio all'improvvisazione, libera di "respirare" anche su tempi dilatati."

Attività Didattica
insegna corso di musica d'insieme e tecniche dell'improvvisazione al centro culturale Dialma Ruggiero di La Spezia dal 2002.

DISCOGRAFIA
1987
- Italian Extravaganza - 'Carta' - Cobra Records
1988
- Axmo Quartet - Il sogno del Tarlo - Cobra Records
1993
- Strani Itineranti -'Zoom' - New Label per Amnesty International
1995
- Nicola Toscano - 'Naufragi' - Sem Records
2000
- Avanzini-Capurro-Lugo-Alioto - 'La volta del suono' - Felmay
2000
- Four Step Choir - 'Four Step Choir'
2001
- Four Step Choir - 'Natale 2001'
2001
- Strani Itineranti - 'Strani Itineranti' - Bassesfere
2001
- Viramundo - 'Viramundo'
2002
- Claudia Tellini Quintet - 'Valzer in Bianco e Nero'- Habanera
2002
- Les Anarchistes - 'Figli di origine oscura'
2005
- in uscita un lavoro con LUCA COSI

Mauro Avanzini è presente nelle sezioni fiati dei gruppi:
- Big Fat Mama
- Zora Young
- Nuts
- Hot Bibins

Articolo su Jazzconvention

Strani Itineranti Trio, Quartetto, Quintetto




Per conoscere i prossimi appuntamenti Live di Mauro Avanzini

Questa pagina è stata visitata 8.533 volte
Data ultima modifica: 20/11/2008





Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti