Jazzitalia - Artisti: Nicola Jocola
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�
<

Nicola Jocola
batteria, percussioni

Nicola Jocola nasce a Foggia nel 1951,dal 2005 si trasferisce a Roma dove tuttora vive e svolge l'attività di musicista freelance e session-man.
BIOGRAFIA
A 15 anni (1966) si accosta alla musica facendo parte di alcuni complessini della sua città,coltivando sin dall'inizio un grosso interesse per la musica afro-americana Rhythm&Blues, Jazz,Blues e tutto ciò che ruotava attorno ad essa.
Nel 1968 a soli due anni dal suo esordio diventa professionista facendo parte di alcune orchestre abbastanza conosciute nell'ambito dei night clubs italiani dell'epoca, tra le quali Mimmo D'Amore, Peppino Negri, Vero Nori, Massimo Pilotti, prendendo parte a numerose tournè in Italia, Medio Oriente, Nord Africa, Europa.
Essenzialmente autodidatta,ha studiato in seguito mettendo scrupolosamente in pratica,tutti i consigli di grandi amici-colleghi che hanno formato il suo carattere musicale. Tra questi, con particolare affetto, stima e riconoscenza,si ringraziano Clemente Santangelo, Tullio De Piscopo, il compianto Giampiero Prina, Gianni Cazzola.
Nel 1976, dopo un'alternanza tra partenze e rientri, torna definitivamente in Italia intraprendendo l'attività di freelance, facendo tournè con cantanti di spicco della musica leggera italiana alternandosi con concerti di musica Jazz.
BATTERISTA di chiara matrice Jazzistica e grande comunicazione,le sue sonorità ci riportano alla tradizione,all'intensità e all'atmosfera dell'epoca Be Bop e Hard Bop,la sua formazione jazzistica è maturata prevalentemente attraverso l'ascolto dei dischi di grandi capiscuola della batteria come: Kenny Clarke;Max Roach;Buddy Rich;Elvin Jones; Art Blakey;Philly Joe Jones;Bobby Dhuram;Roy Hines; Steve Gadd.
La sua evoluzione musicale e la capacità tecnica lo hanno portato negli anni ad alternarsi felicemente anche con altri stili come il Funky,Blues,R&B,Latin,e la cosiddetta musica leggera...che poi oggi...tanto leggera non è.
ATTIVITA' CONCERTISTICA JAZZ
Si afferma nel panorama jazzistico agli inizi degli anni 70 dopo essere stato scoperto da Carletto Loffredo e dal grande Tony Scott con i quali dal 1970 al 1974 ha preso parte a numerosi concerti in tutta Italia.
Dal 1976 ad oggi,ha suonato con numerosi musicisti di spicco del panorama jazzistico italiano e non,tra i più importanti sono:
PIANISTI
Sante Palumbo, Mario Rusca, Nando De Luca,Ettore Righello,Luigi Bonafede,Romano Mussolini,Teo Ciavarella, Davide Santorsola,Gino Palmisano,Carlo Gargioni,Marco Contardi,Angelo Palazzo,Gianni Micciola.
CONTRABBASSISTI
Sergio Picucci, Carletto Loffredo,Gigi Bagnoli,Lucio Terzano, Rino Zurzolo, Danilo Gallo, Maurizio Quintavalle,Vito di Modugno,Michele Zonno,Roberto Maddalena,Torindo Colangione,Franco de Matteis,Steve Mariani,Walter Sannoner.
CHITARRISTI
Gianni Cataleta, Angelo di Gioia,Bruno de Filippi,Francesco Palmitessa,Antonio Tosques,Nino Palmieri,Franco Vinci,Franco Lauriola,Pino Cotrufo,Gino Ferrandino.
SAX/CLARINETTO
Gino Sannoner,Tony Scott,Sal Genovese,Castrocucchi,Larry Nocella,Paolo Tomelleri, Michele Carrabba,Nicola Perrone, Giovanni Cafaro.
TROMBETTISTI
Franco Tolomei, Sergio Fanni,Paolo Petruzziello,Olivier Barney,Potito Porrari.
TROMBONISTI
Fabio Forte, Aurelio Santoro, Luciano Capobianco, Luciano La Neve.
FLAUTO
Filomena de Pasquale.
SINGER
Shirley Bunnie Foy,Show Robinson,Gegè Telesforo,Ninni Maina, Lino Marcantonio.
PERCUSSIONISTI
Karl Potter,Alfredo Ricciardi,Panthaleon Perez Prado.
Ha preso parte a numerosi Jazz Festival tra i quali Dixyrama Roma, Lugano, Clusone, Foggia, Vieste, Orsara, Bari.
Dal 1978 al 1981 trasferitosi a Milano, ha suonato con musicisti del calibro di:Sante Palumbo (p), Luigi Bonafede(p), Larry Nocella (sax), Bruno de Filippi (guitar, armonica), Sergio Fanni (tr) Romano Mussolini(p) e tanti altri, al mitico Jazz-Club "Capolinea" di Giorgio Vanni.
Dal 1979 al 1980 è' stato batterista ufficiale del gruppo "Milan Brera Jazz Band" al mitico "Club 2"diMilano esibendosi tutte le sere per circa due anni con Paolo Tomelleri, Mario Rusca,Nando de Luca,Franco Tolomei, Luciano La Neve, Gigi Bagnoli, Nino Cittadino, Ettore Righello,Shirley Bunnie Foy.
In varie Jam-Session ha suonato con noti musicisti americani e non, tra i più importanti: J.Griffin, Kenny Clarke, Jimmy Woode, Franco Cerri, Cameron Brown, Art Blakey, Dusko Goigovic e molti altri ancora.
Nel 1995 in un memorabile concerto ha suonato le percussioni (tamburo e aggeggi vari) con l' orchestra sinfonica Italiana (120 elementi) composta dai migliori allievi dei conservatori d'Italia del centro sud diretta dal M° Pedretti su arrangiamenti e rivisitazioni in chiave sinfonica del M° Angelo Palazzo,dei brani più celebri di Lucio Dalla con la sua stessa partecipazione.
Dal 1988 al 2000 ha collaborato insieme ai suoi alunni, ai laboratori di musica d' insieme alla "Guitar School" di Foggia diretta del maestro Gianni Cataleta.
E'stato batterista ufficiale della prima Big Band "Nuova Orchestra Taverna del Gufo" di Foggia negli anni 1986/87 tenuta a battesimo da Renzo Arbore suo illustre concittadino.
Nel 2005 si trasferisce definitivamente a Roma dove attualmente risiede svolgendo l'attività di musicista freelance e session-man facendo jam-session nei vari jazz club della capitale con musicisti dell'area romana tra cui:
Steve Mariani,Notker Eberle,Claudio Colasazza,Mario Donatone,Stefano "Ciccio" Arduini,Giulio Scarpato,Mauro Verrone,Tony Formichella,Fabio Zampa,Giorgio Cuscito,Guido Giacomini,Marco Di Gennaro,Francesco Saguto,Olivier Berney,Saro Sorba,Karim Blal,Fernando Redavid,Giancarlo Evangelisti,ed altri ancora.
Collabora saltuariamente con l'amico contrabbassista Steve Mariani nei suoi vari gruppi con Francesco Mazzeo,Cesare Saldicco,Davide Grottelli,Luciano Tellico,Riccardo La Barbera,e altri ancora..
NELLA MUSICA LEGGERA:
E' stato il batterista nei tour di: Billy Boy, Rocky Robert's, Patrick Samson, Anna Oxa, Fausto Leali, Christian, Francesca Alotta, Jo Squillo, Shel Shapiro, Ivan Cattaneo, Giampiero Artegiani, Mino Vergnaghi, i Bora-Bora-Group, Stefania La Fauci, P.Perez Prado, "Giromike" con Mike Bongiorno,prendendo parte a numerose trasmissioni televisive Rai e Mediaset con i suddetti artisti.
LE SUE INFLUENZE STILISTICHE
Charlie Parker;Dizzy Gillespie;Fats Navarro;Miles Davis (primo periodo);Jay Jay Johnson;Bud Powell;Thelonious Monk;Bill Evans;Ray Brown;Red Garland; Paul Chambers; Wes Montgomery;Joe Pass;John Coltrane;Sonny Rollins;Sonny Stitt;Johnny Griffin;
I SUOI BATTERISTI PREFERITI:
Kenny Clarke;Max Roach;Buddy Rich;Elvin Jones;Art Blakey;Philly Joe Jones;Bobby Dhuram;Roy Hines;Steve Gadd;Tullio de Piscopo;ed altri.
Un sentito ringraziamento a coloro i quali hanno avuto la costanza e pazienza di leggere tutta questa pagina.
Un ringraziamento va anche a tutti coloro i quali solo per dimenticanza non sono stati menzionati.
Nicola Jocola.
RECENSIONI GIORNALISTICHE


N. Sbisa' (La Gazzetta del Mezzogiorno 1972) "il batterista Nicola Jocola (un foggiano "scoperto" da Loffredo e' indubbiamente una delle scoperte più felici del genere.


Luigi Guicciardi (Ritmo1978) "musicista non tradizionale nelle nostre jazz-band, ma normale in loco cioè in " America", che non si limita solo a scandire il tempo, ma da slancio, risalto, e chiude come si deve.


U. Sbisa' (La Gazzetta del Mezzogiorno 1984) "Nelle esecuzioni tutte quante di ottima qualità, Ninni Maina e' stato accompagnato da ottimi musicisti tra cui il preciso Nicola Jocola, un batterista che vorremmo ascoltare di più nella nostra Bari.


Mensile i Protagonisti 1987: "Nicola Jocola, caposcuola dei batteristi foggiani, maestro nell'uso delle figurazioni ritmiche e delle variazioni timbriche, perfetto stimolo dell'accadere musicale. Sulla scia di Jocola, la scena musicale foggiana si e' popolata di una folta schiera di batteristi.


Quotidiano "Qui Foggia" da un'intervista a Fausto Leali 1987 : "un Nicola Jocola, struttura portante della ritmica corposa, e nello stesso tempo" indicativa" non capita tutti i giorni averlo al proprio seguito.


U. Sbisa' (La Gazzetta del Mezzogiorno 1989) "...o del batterista Nicola Jocola, fra i tanti, i cui progressi lasciano ben soddisfatto anche chi, come il cronista, non ha motivo di fare campanilismo.


Per conoscere i prossimi appuntamenti Live di Nicola Jocola

Questa pagina è stata visitata 8.258 volte
Data ultima modifica: 28/02/2007





Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti