Jazzitalia: la musica jazz a portata di mouse...
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Pietro Condorelli
On My Browser
SOS (Sound On Sound)  1998

1.  Upi/The notes are yellow
2.  On My Browser
3. Lost Generation
4. Talkin' Stars
5. Sly Game
6. October Ballade
7. Peace
8. Silent Moon
9. Bridge Club
10. Careful inquiry
11. Lotus Blossom

Pietro Condorelli: chitarra
Francesco Nastro: piano
Pietro Iodice: batteria
Vittorio Pepe: basso
Roberto Schiano: trombone
Franco Coppola: flauto
Daniele Scannapieco: sax tenore e soprano

"il voler essere graditi, magari protetti da icone di successo, confonde, la nostra identità. Pur pagando l'alto prezzo della "libertà", tali abitudini dovrebbero essere interrotte senza la paura di essere differenti."


Strumento simbolo, insieme alle tastiere, degli incontri tra generi musicali di cui nel bene e nel male si popola la scena contemporanea, la chitarra rappresenta una voce fondamentale, e tra le più diffuse, del nostro paesaggio sonoro. Nel jazz o nelle musiche da esso derivate ha assunto un ruolo di sempre maggior rilievo, interpretando da un numero crescente di strumentisti di valore dei quali anche l'Italia non è priva. Tra questi c'è Pietro Condorelli, vincitore nella categoria "nuovi talenti italiani" del Top Jazz 1997, il referendum della critica nazionale indetto annualmente dalla storica e prestigiosa rivista Musica Jazz. Prima di questa consacrazione nazionale era conosciuto soprattutto nell'ambito dei cultori dello strumento, dai quali veniva considerato un musicista di area "fusion" (mentre il suo cuore batteva altrove e si sentiva sempre più affine al linguaggio squisitamente jazzistico), e un chitarrista di superba preparazione tecnico-strumentale, eccellente plettrista, diplomato in chitarra classica e abile nell'utilizzare l'elettronica. In sostanza, un superprofessionista, che però non amava suonare per "professione", prediligendo l'aspetto artistico del fare musica, ovvero la comunicazione spirituale attraverso i suoni del jazz. Guitar Style Journey, il suo precedente album, metteva in luce questo suo amore attraverso una serie di "omaggio in stile" ad alcuni dei grandi personaggi storici della chitarra jazz. Questo CD, rappresenta invece compiutamente la poetica poggiando le fondamenta nel terreno della tradizione, e in particolare in quell'esemplare di sintesi del chitarrismo moderno che è il linguaggio di Joe Pass, per poi sviluppare un progetto attuale sul piano fraseologico, timbrico e compositivo. Condorelli vi sintetizza in maniera organica le sue conoscenze, la sua esperienza di musicista e ascoltatore, presentandosi sia sul piano solistico sia in veste di compositore maturo, che dietro l'accattivante comunicativa dei brani nasconde strutture complesse, poliritmi e molteplici influenze che spaziano dal tango alla musica classica. Brani costruiti su pregnanti melodie, armonizzati in maniera contemporanea grazie al sapiente uso di stilemi tonali-modali e orchestrati privilegiando contrappunti e controcanti. Composizioni non cervellotiche e fini a se stesse ma funzionali al discorso improvvisativo, a quella creazione istantanea capace di cogliere l'attimo, l'atmosfera del momento, per sfuggire ai tanti manierismo dei prodotti confezionati in serie.
Maurizio Franco

La recensione di Jazzitalia

Il Pietro Condorelli Quartet


Pietro Condorelli

Francesco Nastro

Pietro Iodice

Vittorio Pepe

 

[Pietro Condorelli Page]






Articoli correlati:
16/02/2019

Concorso il Jazz ed i Colori della Musica: Concorso di composizione e arrangiamento riservato a giovani musicisti residenti nella Regione Campania, scadenza 31 marzo 2019

16/03/2018

Songs Ideas & Jazz - Vol. One (Pietro Condorelli)- Gianni Montano

21/07/2014

Storie d'amore non troppo riuscite (Claudia Cantisani)- Francesco Favano

08/04/2012

East Side (Vito Di Modugno Organ Combo)- Gianni Montano

02/05/2010

What's New (Sergio Di Natale & a.s.s.o) - Fabrizio Ciccarelli e Andrea Valiante

27/12/2009

Pietro Condorelli Quintet featuring Maurizio Giammarco in "Jazz Lag/Tassa di Residenza Napoli": "...una serata all'insegna della buona musica, senza colpi ad effetto, particolari debordanze ritmiche, in cui la sobrietà di Puccio Corona e la linearità del Pietro Condorelli Quintet featuring Maurizio Giammarco hanno dato forma ad un evento dalle sfumature pastello, dalle ambientazioni rilassate, dalle misurate tensioni ritmiche, molto gradite dagli appassionati intervenuti." (Francesco Peluso)

09/04/2008

Organ Trio Plus Guests (Vito Di Modugno)

25/01/2008

Divino Jazz 2007, Musica, danza, vino ed altro per palati raffinati: "...il Jazz ha ricoperto il ruolo primario con una trasversalità di contenuti ed atmosfere, che hanno sempre mantenuto alta l'attenzione ed il gradimento dell'uditorio. Il programma, infatti, ha presentato un alternarsi di accezioni espressive che sono apparsi più nelle loro significative peculiarità, che negli evidenti contrasti stilistici." (Francesco Peluso)

04/02/2007

Catanzaro Jazz fest 2006: "Si inizia con Adam Kolker accanto al celebre John Abercrombie, Dick Oatts assieme al nostrano Pietro Condorelli. L'ultima serata è invece dedicata proprio al pianoforte, ed è proprio una bella dedica: ad esibirsi è il trio di Jean Michel Pilc..." (Andrea Caliò)

29/06/2006

Pietro Condorelli Quintet e il trio formato da Roberto Gatto, Daniele Scannapieco e Julian Oliver Mazzariello allo Ueffilo Jazz Club: "Due grandi eventi in meno di una settimana: in totale, 8 tra i migliori musicisti attualmente presenti nel circuito nazionale..." (Alberto Francavilla)

19/02/2006

Pietro Condorelli presenta il suo nuovo album, Easy, alla Feltrinelli di Napoli

14/12/2005

Easy (Pietro Condorelli)

12/08/2005

Four Brothers (Contemporary Jazz Guitars)

12/08/2005

Intervista a Pietro Condorelli: "...Mi considero troppo cerebrale... che è il difetto di chi studia troppo! Vorrei diventare più melodico...continuare sulla strada della cantabilità..." (Claudio Lombardi)

15/01/2005

Presentazione del libro "Il Jazz a Napoli" e conceerto de L'Orchestra Jazz del Conservatorio San Pietro a Majella diretta da Pietro Condorelli. (Massimiliano Cerreto)

20/09/2003

Contemporary Jazz Guitar con Aldo Farias, Pietro Condorelli, Antonio Onorato: "...si è notato come tutti e tre siano giunti ad un momento importante della maturazione artistica, infatti la loro musica esplora sonorità nuove, non tralasciando mai le radici propriamente jazz..." (Salvatore Esposito)

31/08/2003

"Nella suggestiva cornice del Trullo Sovrano, grazie all'impegno dell'assessorato alla cultura e del direttore artistico Michele Stallo, il comune di Alberobello ha ospitato dei concerti di rilievo tra cui quello del trio di chitarre composto da Pietro Condorelli, Aldo Farias e Antonio Onorato." (Marco Losavio)

30/06/2003

Pietro Condorelli al Jazz Juice Festival di Bitritto: "...accompagnato da Fabrizio Bosso, Francesco Nastro, Pietro Iodice e Gianluigi Goglia, ha eseguito un jazz vorticoso, denso di musica che ha galvanizzato il pubblico." (Marco Losavio)

22/06/2002

Hand down jazz in Naples. I 3 chitarristi partenopei Pietro Condorelli, Antonio Onorato e Aldo Farias propongono un eccellente ensemble

02/12/2000

Quasimodo l'attesissimo nuovo CD di Pietro Condorelli

08/10/2000

Pietro Condorelli (chitarra)

12/07/2000

Recensioni: On My Browser - Pietro Condorelli









Per conoscere i prossimi appuntamenti Live di Pietro Condorelli

Questa pagina è stata visitata 11.679 volte
Data ultima modifica: 19/12/2005

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti