Jazzitalia: la musica jazz a portata di mouse...
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Aaron Goldberg Quintet
30 luglio 2003 - Minori (SA)
di Olga Chieffi
foto di Francesco Truono

 Aaron Goldberg e Joshua Redman: la poesia dell'energia.
 L'intero "jet-set" jazzistico salernitano schierato in prima fila per la performance dei due prestigiosi sax tenori.
Previsto successo del secondo appuntamento con la rassegna Jazz On The Coast, promossa dal pianista Gaspare Di Lieto.

Pubblico eterogeneo, giovedì 30 luglio all'Arena del Mare di Minori, in rispettosa attesa dello stellare trio del pianista Aaron Goldberg, protagonista del secondo appuntamento di questa nona edizione di Jazz On The Coast, promossa da Gaspare Di Lieto, composto da Reuben Rogers al basso ed Eric Harland alla batteria, con guest stars i due sax tenori Mark Turner, Aaron Goldberg, Joshua Redman, Reuben Rogers, Eric HarlandMark Turner e Joshua Redman: in prima fila l'intero "jet-set" jazzistico salernitano, capeggiato dai saxofonisti Alfonso Deidda, Gerry Popolo, Carla Marciano, Giuseppe Plaitano, ai quali si sono aggiunti anche i pianisti Julian Oliver Mazzariello e Alessandro La Corte, segno dell'enorme interesse per la serata.

Il concerto è vissuto interamente su temi firmati da Aaron Goldberg e Joshua Redman, principiato con un omaggio al pianista Omer Avital, amico di Goldberg. Poi, il sestetto con i due sax tenori a farla da padroni, creatori di un magico connubio, giocato su lunghi e articolati temi, con non pochi riferimenti stilistici, sviluppati con lodevole originalità: torrenziale il fraseggio dalla profonda e controllata sonorità di Turner e la sensibilità ritmica sviluppatissima, posta in luce dalle tipiche tecniche di ritardo, anticipo, dilatazione e contrazione delle frasi creanti sovrapposizione di armonia, con sostituzioni di scale che caratterizza il sax certamente più graffiante ed esuberante che è quello di Joshua Redman. Joshua Redman ha lasciato sempre intravedere le "fondamenta" dell'accordo, restando sedotto non tanto dalle sue estreme estensioni (che pure ha usato), quanto dalle infinite possibilità combinatorie dei suoi elementi primari, aspetto in cui il trio gli si è rivelato particolarmente congeniale.

Insieme a Mark Turner, col quale non ha ingaggiato il tanto atteso "duel", escluso in qualche sparring four, Redman ha creato soprattutto linee forti e intelligibili, con un fraseggio formato da un succedersi di unità significanti, ovvero frasi che al di là della loro collocazione nel contesto, posseggono un disegno chiaro, un esempio tipico dell'approccio neroamericano al duetto, sia per la natura dell'interplay, sia per la pronuncia strumentale. Aaron Goldberg, giovane promessa del pianoforte, ha spaziato dal free più libero al blues più scandito, con cui ha chiuso il concerto, dalla tradizionale ballad al ritmato latin, eccellentemente schizzato dal brano che maggiormente ha coinvolto il pubblico, "
La Lambada del serpente", sino alle pentatoniche sonorità orientaleggianti ed ebraiche, con cui ha aperto la serata. Una tastiera certamente in bella evidenza, nel mantenere la pregnanza melodica di ogni composizione, in cui la sua creatività improvvisativi è risultata trovarsi nell'angolo di osservazione, ovvero, nella proposta di prospettive sonore differenti, nel far emergere la melodia da contesti cangianti, operando una vivisezione che ha unito un feeling sottile a una logica ferrea, prettamente intellettuale.

Eric Harland ha espresso una svariata complessità ritmica e la potenza del suo drumming, un'esuberante energia che lo ha reso protagonista unitamente al contrabbassista Reuben Rogers che ha svolto con agilità e precisione il suo compito, facendosi notare nelle sue incisive sortite.

L'abbraccio calorosissimo del numeroso pubblico presente ha strappato un blues, forma da cui tutto è partito, a questi giovani talentuosi leoni.





Articoli correlati:
19/09/2017

Intervista con Yesim Pekiner e Francesca De Palo: "BAU Jazz Academy è il dipartimento che a Istanbul si occupa di jazz e che, dal 2017-2018 lancia un programma internazionale nelle sedi BAU di Roma, Berlino e Washington DC." (Alceste Ayroldi)

26/11/2016

Brad Mehldau & Joshua Redman: "Apertura di grande richiamo per il Roma Jazz Festival, arrivato al record della quarantesima edizione con i due protagnisti che hanno offerto creatività allo stato puro..." (Roberto Biasco)

29/11/2015

James Farm Quartet (J. Redman, A. Parks, M. Penman, E. Harland): "...un collettivo che esprime una forma di hard bop contemporaneo, che alla raffinatezza formale unisce interessanti considerazioni di stampo sociologico." (Niccolò Lucarelli)

24/05/2015

Joshua Redman Trio: "Magnifico concerto con l'impressione che il 'giovane di talento' sia definitivamente trasformato in un artista maturo ed in costante evoluzione..." (Roberto Biasco)

02/11/2013

Joshua Redman Quartet: Apertura del Roma Jazz Festival 2013: "...alla fine del concerto non si è paghi, non si ha voglia di allontanarsi da questo spaccato di bellezza." (Valeria Loprieno)Joshua Redman Quartet

04/06/2012

"Un suono caldo ed espressivo, oltre che una tecnica improvvisativa imprevedibile e articolata, segno di un pensiero musicale agile e estremamente maturo." (Gabriele Prevato)

18/03/2012

LEZIONI (Trascrizioni): "Blues for Pat", solo di Joshua Redman nel "Live in San Francisco" (Gaetano Cristofaro)

16/07/2011

XV Edizione del New Conversations Vicenza Jazz: Uri Caine Ensemble rivisita Mahler, Hiromi Uehara omaggia Gershwin e la James Farm di Joshua Redman & C. trasmette groove ed energia (Gabriele Prevato)

30/01/2011

Una gallery di oltre 60 scatti al New York Winter Jazz Fest 2011: Chico Hamilton, Don Byron, Geri Allen, JD Allen, Butch Morris, Steve Coleman Vernon Reid, Anat Cohen, Aaron Goldberg, Nasheet Waits, Abraham Burton, Eric McPherson...(Petra Cvelbar)

26/09/2010

The Bright Mississipi (Allen Toussaint)- Roberto Biasco

01/08/2010

Brad Mehldau e Joshua Redman all'Auditorium di Roma: "Ci sono concerti che, pur avendo per protagonisti professionisti affermati e rodati, fanno storia a sè: è il caso del concerto di Brad Mehldau e Joshua Redman che all'Auditorium di Roma hanno dato vita a una performance eccezionale e unica..." (Dario Gentili)

04/07/2009

Introducing (Joris Roelofs) - Luca Labrini

19/09/2006

Le ombre luminose della voce di Nnenna Freelon a Jazz on the Coast 2006: "Alta performance quella di Nnenna Freelon, nella notte incantata di Minori si è levato il canto intenso della vocalist, dedicato a Lady Day, che ha inaugurato la nuova location del festival..." (Olga Chieffi)

31/07/2006

Nnenna Freelon, a Jazz on The Coast 2006, fotografata in tutta la sua bellezza...(Francesco Truono)

04/02/2006

Aaron Goldberg, Ali Jackson e Omer Avital dal Roundmidnight di Fisciano (Francesco Truono)

10/10/2005

LEZIONI (Trascrizioni): Una grande interpretazione di Joshua Redman sul noto "Tears in Heaven" di Eric Clapton. (Orazio Maugeri)

21/09/2004

Dee Dee Bridgewater, nell'ambito di Jazz on the Coast, propone il suo progetto Latin Landscapes. Accompagnata da musicisti latinoamericani di gran levatura, la Bridgewater esalta il pubblico di Minori pennellando Paesaggi Latini in uno scenario naturale di primordine. (Silvana Mercone)

05/09/2003

Suoni, colori ed emozioni di una notte gitana. Omaggio del Jazz, musica di minoranza, al popolo zingaro, il più bistrattato del mondo. Bagno di folla per i Taraf de Haidouks a Jazz on the Coast. (Olga Chieffi)

05/09/2003

Omar Sosa: un innovatore con la memoria del passato. Il pianista cubano e il suo ensemble vince, ma non convince a Jazz on the Coast. (Olga Chieffi)

30/08/2003

Gaspare Di Lieto: una biografia in musica. Pubblico incantato dall'incontro del pianista con il sax di Billy Harper. Atmosfere pregnanti per il terzo appuntamento della rassegna Jazz On The Coast. (Olga Chieffi)

29/08/2003

Il talento raro di Vanessa Rubin: gioco armonico e intonazione ritmica. Grande successo per la vocalist che ha aperto la nona edizione di Jazz On The Coast. (Olga Chieffi)





Video:
JAZZ ON THE COAST 2009 MAIORI SA ITALY 15' EDIZIONE ROY HARGROVE AND RH FACTOR 21 LUGLIO 2009
Il programma della XVa edizione, - 21 LuglioROY HARGROVE - RH FACTOR, - 26 Luglio, DAVID SANCHEZ & ED SIMON quartet, Featuring Scott Colley and An...
inserito il 22/07/2009  da AULIAULA - visualizzazioni: 2492
Joshua Redman - My One and Only Love 2 of 2 (Montreux Jazz Festival 1997)
Joshua Redman live in Montreux Jazz Festival 1997, Pesonal, Joshua Redman(Tenor Saxophone), Peter Bernstein(Eelectric Guitar), Brian Blade(Drums), Ch...
inserito il 27/07/2008  da kamiyasax - visualizzazioni: 2564
Joshua Redman Trio
The Joshua Redman Trio live at the 2008 Iowa City Jazz Festival., , Joshua Redman-saxophones, Matt Penman-bass, Bill Stewart-drums, , 7-6-08...
inserito il 07/07/2008  da SlickJitsu - visualizzazioni: 2541
joshua redman 4 tet brian blade eric reed c. mc bride
french tv...
inserito il 01/10/2007  da dliberg - visualizzazioni: 2941
brian blade with joshua redman
brad mehldau chris mc bride joshua redman...
inserito il 27/05/2007  da dliberg - visualizzazioni: 2282


Invia un commento


© 2000 - 2017 Tutto il materiale pubblicato su Jazzitalia è di esclusiva proprietà dell'autore ed è coperto da Copyright internazionale, pertanto non è consentito alcun utilizzo che non sia preventivamente concordato con chi ne detiene i diritti.

Questa pagina è stata visitata 7.746 volte
Data pubblicazione: 29/08/2003

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti