Jazzitalia: la musica jazz a portata di mouse...
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�


Il jazz ragusano in scena al Majazzè Club
ufficio stampa Majazzè Club
foto di Sergio Buonomo
email: majazzeclub@yahoo.it
Majazzè Club
Via dei Lillà, 76
97018 Scicli (RG)

Sabato 29 gennaio è ripartito, sotto avverse condizioni metereologiche ma col sostegno di un affezionato pubblico, il viaggio del Majazzè Club all'insegna del jazz. Stavolta con un appuntamento votato al rilancio dei nostri "tesori" musicali, puntualmente (ed inevitabilmente) svalutati dalle prestigiose partecipazioni internazionali delle altre rassegne jazzistiche. E' infatti toccato ad Alberto Fidone, contrabbassista sciclitano di grande talento, prendere in mano le redini della formazione che ha dovuto affrontare l'improvvisa assenza del pianista Alibrandi per motivi di salute. Il quartetto, completato egregiamente da Maurizio Diara con la sua chitarra elettrica, ha proposto una performance molto equilibrata e piacevole fin dalle prime battute; l'introduzione è caratterizzata da precisi e taglienti stacchi, basati sul drumming crescente di Arrabito alla batteria, sulle entrate aggressive della chitarra di Diara e sui bei fraseggi al sax di Raniolo, il quale ha dimostrato una grande capacità di spostarsi agevolmente dall'anticipo al delicatissimo ritardo, unita alla facoltà di passare sempre altrettanto elegantemente da un fraseggio più spigoloso e serrato, ad un "tocco" più morbido ed accattivante.

Molteplici varietà timbriche e di stili si sono alternate nel corso del concerto caratterizzato da pregevoli interpretazioni dei partners; il suono melodico di Raniolo al sax alto, Arrabito alla batteria, motore costante e vigoroso, capace, nel sottolineare le battute, di virtuose variazioni con il tamburello sul rullante e la grinta di Fidone al contrabbasso hanno prodotto sofisticate improvvisazioni ritmiche, creando una solida base su cui Diara si è destreggiato con disinvoltura.

Scenografie luminose dal forte impatto scenico create con l'ausilio di proiezioni alle pareti di immagini di arte contemporanea, alternate a volti noti del jazz internazionale, hanno contribuito a rendere l'atmosfera ancora più interessante. A completare la stimolazione dei sensi ci ha pensato il vino; un delicato e piacevole zibibbo servito in tazzine di cioccolato fondente, corredate da una scorza di buccia d'arancia candita, ha provato a riscaldare gli ospiti durante il break.

L'intensità del concerto è cresciuta subito dopo la pausa con una sequenza di brani famosi come In A Sentimental Mood; in questo armonioso e delicato brano viene esaltato il suono morbido e voluttuoso del sax di Raniolo accompagnato elegantemente dalla chitarra di Diara; ma si delineano anche, con altrettanta armonia, la precisione e bravura di Arrabito e la perfetta ritmica di Alberto Fidone al contrabbasso, autore tra l'altro di una superlativa esecuzione.

L'obiettivo lungimirante del Majazzè Club sta nel tentativo di mostrare a tutti che il jazz non è un quid estraneo ed inavvicinabile alla nostra musicalità, bensì un mezzo per allargare ed aprire la nostra cultura verso nuovi orizzonti.












Invia un commento


© 2000 - 2017 Tutto il materiale pubblicato su Jazzitalia è di esclusiva proprietà dell'autore ed è coperto da Copyright internazionale, pertanto non è consentito alcun utilizzo che non sia preventivamente concordato con chi ne detiene i diritti.

Questa pagina è stata visitata 3.722 volte
Data pubblicazione: 09/04/2005

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti