Jazzitalia - Live: Giulio Stermieri Stopping Sextet
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�


Albinea Jazz 2017

30. a Edizione
Giulio Stermieri Stopping Sextet
18 luglio 2017
di Aldo Gianolio

Il festival jazz di Albinea (un paese sulle colline - care a Ludovico Ariosto - sopra Reggio Emilia) ha raggiunto quest'anno la trentesima edizione, sempre presentando cartelloni con nomi altisonanti (da citare perlomeno Sonny Rollins, J.J. Johnson e Wynton Marsalis). Questa volta in programma erano il trio del pianista Johnny O'Neal (12 luglio), il quartetto del sassofonista Branford Marsalis con Kurt Elling al canto (13 luglio) e, come vincitore del Premio Roberto Zelioli (che da tre anni viene conferito ai giovani jazzisti emiliani che più si sono distinti), il pianista Giulio Stermieri (18 luglio).

Per la performance, Stermieri ha organizzato un inedito gruppo chiamato Stopping Sextet, perché costruito sulle basi del suo trio che ha appunto da poco pubblicato il cd "Stopping" per la Auand (con la quale etichetta il pianista aveva anche pubblicato nel 2016 "Smut! Clock! Spot!", con i Foursome). Così al contrabbassista Giacomo Marzi e al batterista Andrea Burani si sono aggiunti i bravissimi Cristiano Arcelli al sax contralto, Massimiliano Milesi al sax tenore e Andrea Baronchelli al trombone, una formazione allargata che ha consentito a Stermieri di sviluppare le sue fervide idee di scrittura, costruendo attorno alle proprie composizioni ("Death For Breakfast", "Convallaria", "Unapologetic") e a quelle di altri ("Ictus" di Carla Bley e "Embraceable You" di George Gershwin – mentre di "Spirits Rejoice", di Albert Ayler, l'arrangiamento è stato di Marzi) le più diverse situazioni sonore, con intrecci, infittimenti, diradamenti e sovrapposizioni degli strumenti, mantenendo un abile equilibrio fra scrittura e improvvisazione, con riferimento a quegli stilemi del jazz contemporaneo che, pur non negando la lezione del bop, lo intendono in maniera più libera e aperta (con influenze del free e del funky). Pulsante ed elastica la sezione ritmica; di grande livello qualitativo i solisti della front line (fra i migliori del nuovo jazz italiano), che spesso si sono trovati a improvvisare infervorati contrappunti; un pianismo preciso e rigoroso, quello di Stermieri, che rifugge da meccanicità e ostentazione di abilità: è un musicista che si sta già confermando, nonostante la giovane età, un navigato capitano di vascello.






Articoli correlati:
01/11/2017

To Lindsay: omaggio a Lindsay Cooper (Ferdinando Faraò & Artchipel Orchestra)- Alceste Ayroldi

26/04/2017

Ugly Beauty (Collettivo T. Monk)- Gianni Montano

30/01/2016

Il Jazz incontra il mondo dei cartoni: "...una proposta raffinata e accattivante insieme, un modo intelligente per avvicinare i bambini alla musica, un invito di grande valore per la qualità con cui è stato formulato." (Barbara Bianchi)

23/03/2014

Kurt Elling Quintet in Concert: "...tra i cantanti più popolari e importanti nel panorama jazzistico mondiale, un autentico pensiero musicale e una vera e propria "Star" oltre i confini del jazz." (Viviana Falcioni)

07/10/2012

Kurt Elling & Charlie Hunter Trio : "scat" e "vocalese" come solo lui può fare, fraseggi e dinamiche virtuosistiche si alternano a piccole danze che apportano maggior stimolo alla performance. (Viviana Falcioni)

16/01/2010

Umbria Jazz Winter 2009: "Dedicata essenzialmente alla chitarra, la diciassettesima edizione di Umbria Jazz Winter ha consegnato agli archivi numeri da record e una sentita dedica a Gianni Basso...atmosfera come sempre unica nella deliziosa cittadina etrusca...una eccellente qualità artistica, che ha avuto nei concerti del quartetto guidato da Jim Hall e Bill Frisell, nel duo fra John Scofield e Larry Goldings e, quindi, nel quintetto accreditato a Kurt Elling, alcuni momenti di pura estasi." (Vittorio Pio)

20/09/2009

I poeti del vocalese (Giuppi Paone)- Franco Bergoglio

19/07/2009

Metamorphosen (Branford Marsalis Quartet)- Florindo Grillo

23/09/2005

Albinea jazz 2005 ha saputo ancora una volta conquistare l'interesse e l'entusiasmo del pubblico attraverso due proposte musicali di altissimo livello... (Simona Boni)

10/04/2005

Intervista e recensione del concerto del grande Kurt Elling al Blue Note "...Kurt Elling riesce ad incarnare alla perfezione il "Genio della Lampada": è l'uomo dai mille volti e dalle innumerevoli dimensioni e sfaccettature; sa eseguire una ballad facendo tornare alla mente i grandi miti del passato..." (Eva Simontacchi)

23/08/2003

Kurt Elling al Blue Note: "...si resta affascinati dalla padronanza ritmica, melodica, dalla semplicità e facilità con le quali Kurt si esprime, facendo delle cose che per un comune mortale sono quasi impensabili..." (Eva Simontacchi)

26/05/2003

Intervista ad Kurt Elling: "...Jazz è la libertà e la gioia e il rischio di una nuova musica che fa il suo ingresso nel mondo attraverso l'improvvisazione, accompagnata da una disciplina ferrea e una visione profetica.". (M. Losavio & C. Eramo)





Video:
Kurt Elling solo live in Camerino at MUSICAMDO Jazz Festival 2012
Kurt Elling performing solo at the end of his highly acclaimed live performance in Camerino (Italy) with Charlie Hunter and Derrek Phillips at MUSICAM...
inserito il 02/08/2012  da SECRETSOUNDSERVICEHD - visualizzazioni: 2369
BETTY CARTER TIGHT with Branford Marsalis.mpg
BETTY CARTER TIGHT SCAT with Branford Marsalis on The Tonight Show...
inserito il 13/03/2010  da SECRETSOUNDSERVICEHD - visualizzazioni: 1847
Branford Marsalis Quartet - Live 2003
http://nuralema.splinder.com...
inserito il 21/12/2008  da sahishin - visualizzazioni: 1927
Herbie Hancock Quartet - Oleo (live)
Herbie Hancock Quartet Is:, Herbie Hancock - Piano, Branford Marsalis - Tenor Sax, Ron Carter - Bass, Tony Williams - Drums...
inserito il 25/01/2008  da LightningTrident - visualizzazioni: 3131
Kenny Kirkland Trio - 02 - Steepian Faith
Kenny Kirkland Trio - 02 - Steepian Faith...
inserito il 05/11/2007  da chamesrichalds - visualizzazioni: 1806
Branford Marsalis Trio - Cherokee
Jazzfestival, Bern, Switzerland, 2nd May 1991., Branford Marsalis: Soprano-sax, Robert Hurst: Bass, Jeff "Tain" Watts: Drums...
inserito il 04/11/2007  da ken2ygar2et2 - visualizzazioni: 2044


Inserisci un commento


© 2000 - 2017 Tutto il materiale pubblicato su Jazzitalia è di esclusiva proprietà dell'autore ed è coperto da Copyright internazionale, pertanto non è consentito alcun utilizzo che non sia preventivamente concordato con chi ne detiene i diritti.


Questa pagina è stata visitata 499 volte
Data pubblicazione: 29/07/2017

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti