Jazzitalia - Io C'ero: Antonella Vitale - Walkin' on the Jazz...all'insegna del relax
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Antonella Vitale
Walkin' on the Jazz… all'insegna del relax
Alexanderplatz - Roma - 22 ottobre 2009
di Laura Mancini

Domenica 11 Ottobre 2009 all'Alexander Platz, Antonella Vitale ha presentato in un concerto intitolato "Walkin' on the jazz" parte dei brani del suo ultimo cd "Raindrops" inciso col suo maestro Andrea Beneventano al pianoforte, Francesco Puglisi al contrabbasso ed Alessandro Marzi alla batteria, quest'ultimo attualmente in tournée in Giappone e sostituito per la serata in questione da Roberto Pistolesi.

Beneventano apre la performance con un inizio soft, creando belle armonie al piano e seguire con lo sguardo le sue dita dinamiche e veloci sulla tastiera è un piacere: muove tutto il corpo come se fosse anch'esso partecipe nell'interpretazione. Si inserisce gradualmente, sempre più incisivo, il suono della batteria, mentre Puglisi pizzica le corde del contrabbasso con rapidità ed eleganza in un assolo intrigante. Concluso il brano strumentale d'apertura, subentra Antonella Vitale. La sua è una voce modulata abilmente: più graffiante e ruvida quando la sentiamo parlare, acquisisce invece morbidezza e delicatezza quando canta, tanto negli acuti – nei quali, talvolta, ricorda stranamente un misto tra Alanis Morissette e Amy Lee degli Evanescence, talaltre invece si rifa esplicitamente allo stile delle interpreti originali dei brani jazz/blues rivisitati – quanto nei registri più bassi che troviamo le si addicano maggiormente.
L'esecuzione tocca momenti di drammaticità e lirismo; quello che purtroppo manca stasera alla cantante è un po' di personalità, un'identità che la contraddistingua e quella punta di sensualità che potrebbe coinvolgerci di più.

Il brano di sua composizione "Io e il vento" in lingua portoghese è al limite tra il jazz e la bossa nova e si apre con dei "versi" giocosi della Vitale. Puglisi abbraccia completamente il suo strumento e fa vibrare magnificamente le corde nel suo assolo, mentre la batteria incalza dando grande sostegno alle parti cantate. Inaspettato ed accattivante il loro arrangiamento di "The look of love" di Dusty Springfield, con il tempo scandito incessantemente dalle bacchette di Pistolesi che battono sul bordo del rullante. Passano per un classico di Cole Porter, "What is this thing called love" per tornare ad una composizione della cantante (sono sue le musiche e di un'amica brasiliana i testi) dal titolo "Morir de amar" che consente alla Vitale di lasciarsi andare e cantare con più enfasi ed ai musicisti che la accompagnano di farci gustare ancora momenti di coesione ed estro artistico.

Una serata soft, piacevole e di qualità, quella proposta dal quartetto, che prende all'unisono l'acceleratore nel bis, in realtà non richiesto dal pubblico e proposto dalla stessa Antonella, ma comunque gradito.






Articoli correlati:
14/10/2013

Nice Scribbles (Marcello Sirignano 4et)- Alceste Ayroldi

08/04/2012

Untold (Giancarlo Maurino) - Alceste Ayroldi

10/09/2011

IX Edizione del Multiculturita Summer Jazz Festival: Apertura con Angiuli-Di Turi-Angiuli, Attolini J.E.P. Quartet e la Municipale Balcanica, poi Stefano Di Battista "Woman's Land", Pino Mazzarano - Gianni Lenoci, la giovane Orchestra del Saint Louis e Stefano Bollani con i suoi Visionari: "...un festival dove la qualità della musica, unita ad una oramai altissima e collaudata cura organizzativa, lo portano ad essere una delle rassegne maggiormente rappresentative della regione Puglia." (Marco Losavio)

18/08/2011

Challange (Eugenia Munari)- Alessandro Carabelli

20/02/2011

The Driver (Andrea Beneventano Trio)- Enzo Fugaldi

06/02/2011

Profumo di Jazz (Elga Paoli)- Mario Melillo

18/09/2010

The First One (Nicola Angelucci)- Vincenzo Fugaldi

24/04/2010

One Day I'll Fly Away (Roberto Tarenzi Trio)- Alessandro Carabelli

01/11/2009

Piu' Nove (Angelo Schiavi)- Roberto Biasco

03/08/2009

Amigos (Gio' Marinuzzi)- Cinzia Guidetti

28/11/2004

Intervista a Andrea Beneventano: "...Suonare con i maestri del jazz è bellissimo, ti insegnano ad essere un bravo musicista, senza parlarti, senza spiegarti niente, ma semplicemente suonandoci assieme..." (Fabio Pibiri)







Inserisci un commento


© 2000 - 2017 Tutto il materiale pubblicato su Jazzitalia è di esclusiva proprietà dell'autore ed è coperto da Copyright internazionale, pertanto non è consentito alcun utilizzo che non sia preventivamente concordato con chi ne detiene i diritti.


Questa pagina è stata visitata 2.513 volte
Data pubblicazione: 15/11/2009

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti