Jazzitalia: la musica jazz a portata di mouse...
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Tocando por Dios
Seminario di Alex Acuña e Alex Battini

Milano, 13 luglio 2005
di Gabriele Civiero


Il seminario intitolato "Tocando por Dios", svolto il 13 Luglio di quest'anno da Alex Battini ed Alex Acuna, non è stato soltanto un appuntamento fra musicisti, ma un incontro tra due uomini che hanno fatto della musica, la loro fonte di vita, chi dedicandosi all'insegnamento didattico, chi intraprendendo la carriera facendo parte di uno dei più rivoluzionari gruppi degli anni '70-'80 e divenendo uno dei musicisti più ricercati del panorama musicale mondiale.

Scopo comune: suonare con l'anima.

Il sound inconfondibile di questi due batteristi-percussionisti s'incontra e si miscela per arrivare ad unirsi in un connubio tra tecnica e sentimento, spiritualità e passione, rendendo tutto quello che fanno, unico. La clinic ha inizio con un filmato del chitarrista del Nicaragua Tony Melendez, un modo strano per incominciare un seminario di percussioni.

C'è un particolare però, l'uomo, privo degli arti superiori dalla nascita, suona lo strumento con i piedi. Il messaggio dei nostri due beniamini ora è chiaro.

Durante la proiezione in sala vi è un silenzio quasi irreale. Il mio occhio osserva il pubblico ammutolito per cadere poi sui volti dei due Alex. Combattendo con il mio stato d'animo inquadro con l'obbiettivo Alex Battini mentre avvicina una mano agli occhi.

Mi rivolgo poi verso Alex Acuna; il viso tirato, sofferente e completamente rapito da quelle immagini. Forse un fotoreporter incallito avrebbe di certo immortalato quegli attimi. No! Quel momento era loro e niente e nessuno avrebbe potuto violarlo.

Un lungo applauso corona l'ultima immagine di Melendez e la platea cerca di riprendersi.

Alex Battini: Credo non ci sia nulla da aggiungere.

Niente di più saggio.

Alex Acuna incomincia il monologo parlando di se, della sua provenienza, di come, grazie alla musica e credo anche alla sua costanza ed amore per questa, ma soprattutto alla fede in "Dio", egli abbia trovato la strada ed il successo.

Tutto questo con umiltà e devozione, senza però abbandonare il desiderio di divertirsi e divertire, usando quest'arte come veicolo di comunicazione e spiritualità.
 
Prosegue poi ad alcune nozioni tecniche passando dai "bongos" al "cajon", dalle "conga" ai "timbales", per terminare sul set della batteria sempre seguito da A. Battini che lo accompagnerà alla fine in una session accattivante e spettacolare, seguito a ruota da tre giovani e prorompenti percussionisti.

La stupenda e bravissima Patrice Rushen, (pianista di colore che nelle due serate a seguire al "Blue Note", accompagnerà insieme con Ernie Watts, Brian Bromberg e lo stesso Acuna, Lee Ritenour nel suo tour), che ha voluto partecipare alla clinic, sembra trovarsi a suo agio in quella situazione ed avendo avuto modo di conoscerla, comprendo anche il perché. Artista di grande spessore musicale, racchiude in se un carisma ed una personalità incredibili. La solarità e l'umiltà di questa musicista, la rende ancora più unica, scoprendone la sua vita professionale, a dir poco eccezionale.

Per dovere di cronaca ricordo che la clinic, promossa da Alex Battini, è stata organizzata dall'associazione "Progetti Ecar Mandabe Onlus' in collaborazione con "Percussion Villagel". Il ricavato è andato a favore della costruzione del canale d'irrigazione di "Fandroa" in Madagascar, e conoscendo Alex, potete contarci.
 
Un consiglio: se riuscite guardatevi il video di Melendez. Per chi si crede unico, è una buona occasione per ridimensionarsi. Per chi si preclude un traguardo nella vita, un'ottima medicina per ricredersi.
 
Concludo con un ringraziamento ad Alex Acuna, Patrice Rushen ed in particolare ad Alex Battini per avermi regalato come musicista, amico, ma soprattutto come uomo, dei momenti indimenticabili.

Personaggi come loro che usano la musica per comunicare ed esprimere "Loro stessi" avendo anche delle doti tecniche invidiabili, sono da seguire ed ascoltare con un orecchio in più; e vi assicuro che ne vale la pena.






Articoli correlati:
01/05/2012

Finally (Marco Pacassoni Quartet) - Alceste Ayroldi

25/04/2011

Rubio (Iguazu' Acoustic Trio with Alex Acuna) - Pietro Scaramuzzo

20/07/2008

The Antisocial Club (Alan Pasqua)

29/03/2007

Brown Street (Joe Zawinul & WRD Big Band)

06/09/2005

LEZIONI (percussioni): Online il video della prima lezione sulla preparazione al Tumbao (Alex Battini)

21/11/2004

LEZIONI (percussioni): Nuovo spazio didattico curato da Alex Battini. La prima lezione mostra alcuni esercizi preliminari di preparazione al Tumbao.







Invia un commento


© 2000 - 2017 Tutto il materiale pubblicato su Jazzitalia è di esclusiva proprietà dell'autore ed è coperto da Copyright internazionale, pertanto non è consentito alcun utilizzo che non sia preventivamente concordato con chi ne detiene i diritti.


Questa pagina è stata visitata 5.259 volte
Data pubblicazione: 04/12/2005

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti