Jazzitalia: la musica jazz a portata di mouse...
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�


Bacco… Tabacco Jazz 'n Blues Festival

Floridia (SR) 15.09.2006
di Michele Lotta

Floridia è una cittadina a pochi chilometri da Siracusa. Le origini greco romane, suggerite dalla posizione geografica, sono purtroppo scomparse a causa delle numerose dominazioni susseguitesi nel corso dei secoli. Xiridia (il nome antico della città) fu, in realtà uno tra i più importanti insediamenti dei siculi primitivi e la sua storia può farsi risalire al XIV secolo a.C.
Oggi Floridia vive una realtà non certo florida (scusate il gioco di parole), comune – ahimè - a tutto il Sud. Nonostante ciò, il "terreno" è particolarmente ricco di humus culturale e voglia di fare.

Da qualche anno, un manipolo di appassionati ha deciso di smuovere l'interesse verso il Jazz ed il Blues, e pare che ci stia riuscendo a giudicare dal successo ottenuto dalla prima rassegna che ha avuto per nome Bacco.. Tabacco blues festival.

Valeriano Adorno, chitarrista ed anima della Big Mama blues band, ha allestito una serata di Blues ben pensata nella coerenza delle proposte e decisamente riuscita in termini organizzativi.

A salire sulle tavole del palco, allestito nella centrale Piazza del Popolo, sono stati per primi The Hollers. Il gruppo messinese composto da Angelo Morabito (chitarra e voce) e dal sottoscritto (chitarra ed armonica) ha proposto un repertorio acustico ben supportato dal basso e dalla chitarra di Peppe "Smokin' Joe" Imbroscì. Tralasciando i commenti per chiari motivi di "antitrust", faccio un breve accenno alla scaletta, interamente dedicata al blues delle origini. Robert Johnson, Sonny Boy, Muddy Waters del periodo rurale, Big Bill Broonzy, ecc., sono stati evocati attraverso motivi leggendari tra i quali: They're Red Hot, Shake Your Boogie, I Can't Be Satisfied, Tomorrow.

Agli Hollers ha fatto seguito l'esibizione del chitarrista agrigentino Francesco Buzzurro, un autentico virtuoso dello strumento. Di formazione classica (diplomato al conservatorio Vincenzo Bellini di Palermo) Buzzurro ha offerto un repertorio fatto di brani di Django Reinhardt, Duke Ellington, Astor Piazzolla, manifestando una tecnica invidiabile in riletture personali sostenute dalla ritmica formata da Riccardo Lo Bue al basso elettrico e Enzo Augello alla batteria.

Gran finale con la formazione di casa, Big Mama blues band. Nonostante l'ora tarda, Valeriano & C. hanno acceso la piazza con un pugno di cover tratte dal grande repertorio elettrico. Il sound dei BM strizza sovente l'occhio al r'n'b ed al funky per le caratteristiche specifiche dell'eccellente vocalist Max Correnti (italo americano che ha nel palcoscenico il suo habitat naturale) e dallo stile chitarristico di Valeriano Adorno, anch'egli proveniente da studi classici (suona infatti senza plettro e riesce ad essere molto originale). Bravi, ma soprattutto protagonisti del solido sound d'insieme, Davide Avola alla batteria e Antonio Ortisi al basso.

Mentre l'orologio del campanile che domina la piazza scandiva l'una segnalando una notte ormai matura, non poteva mancare la tradizionale jam session di chiusura per la soddisfazione di tutti, musicisti e pubblico.


I video clip del Festival:
Big Mama Blues Band 1
Big Mama Blues Band 2
Hollers
Francesco Buzzurro












Invia un commento


© 2000 - 2017 Tutto il materiale pubblicato su Jazzitalia è di esclusiva proprietà dell'autore ed è coperto da Copyright internazionale, pertanto non è consentito alcun utilizzo che non sia preventivamente concordato con chi ne detiene i diritti.


Questa pagina è stata visitata 3.686 volte
Data pubblicazione: 15/10/2006

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti