Jazzitalia - Live: The Bad Plus - XXX Edizione Time Zones
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

The Bad Plus
XXX Edizione Time Zones

Teatro Palazzo di Bari, 14 novembre 2015
di Giuseppe Battista

Bad Plus Bari Time ZonesBad Plus Bari Time ZonesBad Plus Bari Time ZonesBad Plus Bari Time Zones
click sulle foto per ingrandire

Preceduti da un breve ed ipnotico set dei romani Luz, i Bad Plus sono saliti sul palco del teatro Palazzo di Bari davanti ad un pubblico non numerosissimo e visibilmente ancora scosso dai tragici fatti parigini della sera precedente.

Il trio di Minneapolis – Ethan Iverson al piano, Reid Anderson al contrabbasso e Dave King alla batteria – era sicuramente fra i nomi di maggior spicco della XXX edizione della rassegna Time Zones, luogo ideale per coltivare contaminazioni tra il jazz e "le altre musiche possibili". E tuttavia, forse anche a causa dell'atmosfera vagamente dimessa della serata, il gruppo ha rinunciato alle tumultuose decostruzioni di brani rock come Karma Police o Smells Like Teen Spirit per rifugiarsi nel suono tutto sommato più rassicurante del proprio repertorio originale. Il risultato è stato, comunque, più che apprezzabile.

L'incipit del concerto è affidato a Gold Prisms Incorporated, composizione di King tratta dall'album Inevitable Western del 2014. E', in effetti, l'ideale biglietto da visita dell'intera performance, con i fraseggi insistiti di Iverson ad introdurre il tema, le linee di contrabbasso mai banali di Anderson a seguire i rapidi cambi di tempo e la puntuale poliritmia di King che cementa il suono dell'ensamble.
 
Tra gli altri brani eseguiti, The Empire Strikes Backwards e la title-track del già citato Inevitable Western, introdotta da un sontuoso assolo di basso, il cui suono profondo penetra nel silenzio della sala, dando poi spazio alle struggenti armonie di Iverson.

L'intesa fra i tre musicisti è perfetta, il loro rapporto assolutamente paritario, basato su scambi veloci, frequenti unisoni e un mood sospeso tra classicità e sperimentazione.

Ottimo è, in particolare, l'interplay di Re-Elect That, ultimo brano prima del bis, contrassegnato da multiformi obbligati ritmici e dall'incessante lavoro di spazzole da parte di King, che si produce in un assolo di pregevole fattura e scevro da ogni traccia di autocompiacimento.

In attesa di rivederli con un piglio maggiormente anticonformista, si esce comunque soddisfatti dal concerto dei Bad Plus, che con le loro storie in musica ci hanno confortato in una notte ancora carica di dolore e cattivi pensieri.






Articoli correlati:
13/02/2012

Blunt Object, Live In Tokyo (The Bad Plus)- Giovanni Greto

23/01/2010

I Bad Plus aprono a Palermo la rassegna Metropolitan Jazz Vanguard: "Una buona combinazione fra compostezza di stampo classico, quella del pianista Ethan Iverson, e scossoni jazz provocati dalle incessanti batterie di David King e dalle affidabili linearità del contrabbasso di Reid Anderson." (Antonio Terzo)

28/01/2006

Ryuichi Sakamoto e Alva Noto in Insen per Time Zones a Bari: "Esasperato impressionismo toccato con un'intensa spettacolarità teatrale, repechage di sentiti e veritieri atteggiamenti di un ventennio orsono, mai dimenticati..." (Alceste Ayroldi)

12/10/2005

I Bad Plus a La Palma di Roma: La forza di questi musicisti, oltre a sostanziarsi ovviamente in una tecnica strumentale solida e raffinata, trova un'adeguata colorazione nell'entusiasmo da cui sembrano in ogni momento di essere pervasi...(Marco De Masi)

22/03/2003

Intervista ai Bad Plus: "...tutti noi sentiamo di star sviluppando quasi un nostro personale linguaggio. Il modo in cui comunichiamo tra di noi, il modo in cui qualunque motivo proponiamo viene trasformato dal nostro gruppo." (Antonio Terzo)





Video:
THE BAD PLUS
incrivel!!...
inserito il 30/11/2006  da muktidub - visualizzazioni: 1759


Inserisci un commento


© 2000 - 2017 Tutto il materiale pubblicato su Jazzitalia è di esclusiva proprietà dell'autore ed è coperto da Copyright internazionale, pertanto non è consentito alcun utilizzo che non sia preventivamente concordato con chi ne detiene i diritti.


Questa pagina è stata visitata 576 volte
Data pubblicazione: 13/12/2015

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti