Jazzitalia - Io C'ero: Bari in Jazz 2007
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�


Bari in Jazz 2007
27 - 30 giugno 2007 , Bari

di Alberto Francavilla

Dal 27 al 30 giugno si è tenuta la terza edizione di "Bari in jazz", che per il secondo anno consecutivo si inserisce nel più ampio contesto del consorzio "Mar del jazz", che coinvolge altri quattro comuni della provincia. La rassegna, che si è avvalsa della direzione artistica di Roberto Ottaviano, si è sviluppata per il secondo anno consecutivo lungo gli affascinanti vicoli del Borgo Antico, permettendo ad un pubblico allargato di godere delle esibizioni dei musicisti chiamati in quest'occasione. Tutti i concerti, tenutisi in diverse location di Barivecchia, sono stati infatti fruibili gratuitamente, grazie ai finanziamenti giunti dagli enti locali (Regione Puglia in primis).

Nella prima giornata l'ospite più atteso è senza ombra di dubbio Trilok Gurtu, accompagnato per l'occasione dall'Arkè String Quartet, quartetto d'archi che lo accompagna da tempo, dando vita ad una formazione ormai consolidata.

Certo, i rigidi schemi entro i quali l'orchestra d'archi è costretta a muoversi potrebbero costituire un limite per le evoluzioni ritmiche del batterista e percussionista indiano, ma Gurtu si avvale di questo particolare combo proprio per sovvertire i canoni convenzionalmente rispettati nel mondo della musica. Come per incanto, la batteria, strumento ritmico per eccellenza, si presenta in un'inusuale veste melodica, avvalendosi del tappeto ritmico steso da contrabbasso, viola e violini. Le funzioni dei diversi strumenti risultano perfettamente complementari tra loro, dal momento che l'ingresso degli archi implica quasi sempre una decelerazione del ritmo, a volte vertiginoso, imposto da Gurtu, e consente al virtuoso musicista di sfruttare le atmosfere più distese che si vengono a creare per dare respiro alle composizioni. Interessante, da questo punto di vista, anche altre soluzioni adottate dall'Arkè String Quartet (composto da Carlo Cantini, Valentino Corvino, Sandro Di Paolo e Stefano Dall'Ora), che in alcuni frangenti, ad esempio, perseguono un progressivo abbassamento tonale che si contrappone al crescendo ritmico tratteggiato invece dalle pirotecniche mani di Gurtu. L'esperto musicista indiano, da par suo, si conferma in gran vena, e dà saggi di bravura non solo ai piatti ma soprattutto con le tablas, strumento del quale è, senza ombra di dubbio, il maggior interprete sulla scena mondiale. I suoi assoli sono assolutamente straripanti e coinvolgenti, e mettono in luce una sconvolgente indipendenza di braccia, nel momento in cui Trilok riesce a suonare contemporaneamente, con tempi diversi ma assolutamente complementari, sia batteria che tablas. Il pubblico di Piazza Mercantile, scenario del concerto, è indubbiamente rapito da questi saggi di bravura, e rimane ammaliato non solo dal suono, ma anche dalla personalità di Gurtu, dotato di un umorismo molto schietto, che non lesina riferimenti alla cultura locale (la passione per i frutti di mare), ma anche notevole autoironia (ad esempio battute relative alla propria "diversità" religiosa). La prorompente vitalità di questo straordinario musicista si materializza nella simulazione che egli fa di alcuni riti sciamanici, che fanno da intro ad uno dei pezzi eseguiti nel corso della serata. I baresi presenti, aumentati di numero in corso d'opera, non possono far altro che dimostrare il proprio apprezzamento con fragorosi applausi.

Il 28 giugno si cambia scenario e anche registro. Nella cornice di Santa Scolastica, infatti, atterrano Michel Portal e Richard Galliano. Il duo è uno dei più consolidati sulla scena europea e il notevole affiatamento venutosi a creare costituisce da subito la cifra stilistica della serata.

Alla presenza di un pubblico trepidante, che vede presente, tra le altre autorità, il sindaco di Bari Michele Emiliano, i due musicisti francesi si divertono a scambiarsi ruolo di continuo: a volte il bandoneon di Galliano supporta le linee melodiche tracciate da Portal, altre volte è proprio il sassofonista e clarinettista a costruire una ritmica adeguata alle intemperanze della fisarmonica. Fatto sta che il risultato non cambia, e il prodotto rimane sempre di ottima fattura. Il repertorio riprende la tradizione del tango argentino, con Galliano che esprime grande intensità emotiva con alcuni passaggi decisamente appassionati, in cui la fisarmonica sembra quasi cantare e Portal, apparentemente in posizione più defilata, che spalleggia sornione il suo compagno. D'altronde i due hanno più volte, in questi anni, riletto la lezione piazzollana, ed anche in quest'occasione reinterpretano a più riprese il celeberrimo tema di "Libertango". Fattore non trascurabile, poiché un pubblico non necessariamente specializzato o allenato ad un certo tipo di ascolto, fruisce con maggiore piacere motivi a molti noti. Ciò non deve però trarre in inganno, perché la performance dei due artisti transalpini è comunque ineccepibile (anche se alcuni problemi di natura tecnica hanno innervosito non poco Galliano), frutto di un sapiente lavoro di amalgama da parte di due vecchie volpi dei palcoscenici di tutto il mondo. A testimonianza del gradimento da parte degli spettatori, il fragoroso applauso che la platea barese tributa al duo PortalGalliano, capaci negli ultimi anni di farsi apprezzare con questo piacevole progetto.

La terza data è invece quella che prevede l'atteso concerto del quartetto di Kenny Wheeler. Prima della prova dell'anziano trombettista, però, sarebbe stato veramente un peccato non assistere alla performance di Paolo Angeli.

Lo strumentista sardo si esibisce infatti in solo con la sua "chitarra sarda preparata", ormai diventata un marchio di fabbrica. Costruita presso la liuteria Stanzani, questo gioiellino è un vero prodigio di assemblaggio. Sullo scheletro della chitarra sarda tradizionale, infatti, sono stati applicati col passare degli anni elementi che ne hanno aumentato il carattere tipico: innanzitutto vi sono otto corde trasversali che, azionate da una simil-mano meccanica, consentono di sviluppare l'accompagnamento; su un ponte di contrabbasso (strumento dal quale è attinto anche il puntale) vi sono quattro corde di sitar, che vengono pizzicate da Angeli con le dita o con un archetto da violoncello; nella cassa sono applicate le eliche che consentono in alcuni casi il continuo arpeggio senza l'uso delle mani; vi sono quattordici linee output che, collegate ad un piccolo mixer, permettono l'ottenimento di svariate modulazioni sonore; ed infine la perla: dei martelletti come quelli in dotazione ai pianoforti che, attaccati tramite cavi a sei pedali, danno ad Angeli la facoltà di "suonare coi piedi", dal momento che sono utilizzabili in maniera percussiva, sia sulle corde che sullo strumento stesso. Date queste premesse, risulta ora facile, per chi non c'era, immaginare che tipo di concerto si è perso. Paolo Angeli deve giocoforza applicare un approccio orchestrale non solo in termini di esecuzione ma anche di composizione: come confermerà lui stesso alla fine dell' esibizione, è stato costretto a rivedere totalmente la concezione di un concerto in solo, anche dal punto di vista "fisico". Innanzitutto per la posizione della chitarra che, essendo poggiata in verticale, fa sì che sia prediletto anche l'utilizzo delle scale in verticale. Le mani poi, servono ora per percuotere lo strumento, ora per usare l'archetto e perdono quindi la propria funzione originaria. Infine l'utilizzo continuo dei piedi prevede anche un cambiamento nel moto coordinatorio tra i vari arti. Tutti questi elementi, combinati insieme, rendono questo concerto un evento unico, nel quale la tradizione sarda si fonde con sonorità africane, ma anche orientaleggianti, senza dimenticare l'ausilio dell'elettronica, e senza dimenticare che Angeli utilizza un ulteriore suono, ossia la voce, sia mediante vocalizzi, che attraverso alcuni passi cantati. L'improvvisazione è il sale di queste esibizioni, per cui Angeli, benché abbia in mente comunque una base sulla quale costruire le melodie, non sa mai in anticipo dove potrà andare a finire. Fortunatamente all'Auditorium della Vallisa tutto fila via liscio, con il pubblico letteralmente rapito da questo gioco sonoro e da questo inusuale spettacolo visivo.

Grazie a Paolo Angeli sarà possibile d'ora in poi sovvertire il significato dell'espressione "suonare coi piedi"!






Articoli correlati:
23/09/2017

Talos Festival 2017: "Un esempio virtuoso di politica culturale che trae la propria forza dalla competenza, dalla volontà e dalla passione del direttore artistico..." (Vincenzo Fugaldi)

03/09/2017

Monteverdi in the Spirit of Jazz (AA.VV.)- Alceste Ayroldi

20/08/2017

Minafric (Pino Minafra)- Gianni Montano

29/01/2017

Deghé (Paolo Angeli - Hamid Drake)- Gianni Montano

22/02/2016

L'astrolabio (Roberto Ottaviano)- Alceste Ayroldi

03/01/2016

Sarah Jane Morris Quintet: "La cantante e i suoi sodali hanno dato prova di quanto la professionalità, la grinta e la motivazione sociale possano andare d'accordo con tutta la musica: quella senza barriere..." (Alceste Ayroldi)

25/10/2015

Forgotten Matches. The Worlds of Steve Lacy (Roberto Ottaviano)- Gianni Montano

19/10/2015

Ai Confini tra Sardegna e Jazz - Conduction: ben tornato Butch: Un'edizione dedicata alla figura di Butch Morris, "Genio, visionario, profeta, musicista che fu di questa terra e che pare non tornerà più..." (Gianmichele Taormina)

31/05/2015

Vicenza Jazz New Conversations - XX Edizione: "Venti anni di passione e consapevolezza per un festival al servizio della città e dei tanti artisti che gravitano nel suo comprensorio, con una partecipazione mai registrata in precedenza." (Vittorio Pio)

29/03/2015

Intervista ad Antonio Tarantino - San Severo Jazz Winter: "Il palco viene inteso come un luogo di incontro, scambio, crescita e sviluppo. Una percezione che mira alla riscoperta della curiosità e della bellezza." (Alceste Ayroldi)

18/03/2015

Intervista con Fabio Morgera: "...quando uno come Frank Lacy ti dice 'You're Black' mentre stai suonando con lui, beh, allora puoi dire di esserci veramente dentro." (Achille Brunazzi)

05/10/2014

Il giro d'Italia a bordo di un disco. Gabriele Rampino, Dodicilune: "La vera difficoltà è la bastardizzazione del senso del jazz, sia nella sua deriva verso la mediocrità, sia nella creazione di cartelloni di festival e rassegne, sempre meno progettuali e troppo ruffiani, con troppi nomi che nulla c'entrano col jazz..." (Alceste Ayroldi)

28/09/2014

Talos Festival 2014, "La melodia, la ricerca, la follia": "...il Talos è ben più che un semplice festival: intorno a questo evento si raccoglie un intero territorio con le sue eccellenze paesaggistiche, monumentali ed enogastronomiche, e l'amministrazione comunale si impegna attivamente grazie anche al supporto di numerosi sponsor e di un gran numero di giovani volontari, costituendo un modello da seguire." (Vincenzo Fugaldi)

01/06/2014

Torino Jazz Festival 2014: "...terza edizione, la seconda con la direzione artistica di Stefano Zenni ed è premiato ancora una volta da un lusinghiero successo di pubblico." (Gianni Montano)

04/05/2014

Trilok Gurtu Band 'Spellbound': "...una musica aperta al mondo che abbraccia il mondo intero, un'abilità strabiliante senza mai indugiare nella spettacolarizzazione." (Viviana Falcioni)

29/12/2013

Six For Six (Kenny Wheeler)- Enzo Fugaldi

28/10/2013

Arcthetics - Soffio Primitivo (Roberto Ottaviano)- Alceste Ayroldi

13/10/2013

Roccella Jazz Festival 2013: Trentatreesima edizione per il festival calabrese che, con una nuova direzione artistica, e' stato dedicato quest'anno alla tema della pace. (Vincenzo Fugaldi)

14/08/2013

Umbria Jazz 2013 - 40th Anniversary: Umbria Jazz 2013 40th Anniversary: "Tra l'algida Krall, i capricci di Jarrett e gli affollati concerti border-line, spiccano i duo Garbarek-Gurtu, Fresu-Sosa e Mirabassi-Castaneda". (Daniela Floris)

08/06/2013

Quattro chiacchiere con...Gianna Montecalvo: "...voglio tornare a salire sul palco in maniera più incisiva per dire: "ci sono anche io"." (Alceste Ayroldi)

16/08/2012

"...una finestra aperta alle novità europee, senza preclusioni nei confronti di quanto di interessante si muove in Italia in campo jazzistico, ma anche con una doverosa attenzione al panorama statunitense." (Vincenzo Fugaldi)

16/08/2012

Musica ai Frari 2012: gli armeni The Gurdjieff Folk Instruments Ensemble e il solo di Richard Galliano, prestigiosi concerti nell’incantevole Basilica veneziana. (Giovanni Greto)

01/05/2012

Where The West Begins: Voicing Ornette Coleman (Lisa Manosperti)- Gianni Montano

21/08/2011

Bari in Jazz VII Edizione - Miles Lives: "...sono già passati sette anni da quando Bari ha cercato, mercè il pioniere Roberto Ottaviano, di istituzionalizzare una consistente parentesi jazzistica all'interno delle proprie attività culturali. Tra mille difficoltà e qualche punta di amarezza, le cinque giornate di Bari in Jazz hanno tratto la loro essenza nel tema "Miles Lives" tributando il "Dark Magus" a vent'anni dalla scomparsa. Tomasz Stanko, James Taylor Quartet, Michael Blake con Ben Allison e Hamid Drake i concerti di punta della rassegna." (Alceste Ayroldi)

18/08/2011

Gent Jazz Festival - X edizione: Dieci candeline per il Gent Jazz Festival, la rassegna jazzistica che si tiene nel ridente borgo medievale a meno di 60Km da Bruxelles, in Belgio, nella sede rinnovata del Bijloke Music Centre. Michel Portal, Sonny Rollins, Al Foster, Dave Holland, Al Di Meola, B.B. King, Terence Blanchard, Chick Corea...Questa decima edizione conferma il Gent Jazz come festival che, pur muovendosi nel contesto del jazz americano ed internazionale, riesce a coglierne le molteplici sfaccettature, proponendo i migliori nomi presenti sulla scena. (Antonio Terzo)

08/08/2011

Südtirol Jazz Festival: "Il festival altoatesino prosegue nella direzione intrapresa dal direttore artistico Klaus Widmann, confermando e ampliando il suo ruolo di varco di comunicazione tra Italia e Europa, senza trascurare il grande jazz e le novità provenienti dagli Stati Uniti. La moltitudine di eventi che si svolgono nella stessa giornata su palcoscenici dislocati in numerose località del'Altoadige ci ha consentito di seguire un proprio itinerario di ascolti, iniziato il 27 giugno, che ha potuto coprire solo una parte di concerti." (Vincenzo Fugaldi)

26/02/2011

Giornale Di Bordo (Salis - Murgia - Angeli - Drake) - Alceste Ayroldi

28/11/2010

Sardinian jazz: Viaggio tra i jazzisti sardi e dintorni (1a parte): "...un viaggio nell'Isola del jazz, o se volete nel jazz dell'Isola, esplorando tra i suoi protagonisti che, sfatando il detto "nemo propheta in patria", hanno contribuito con le loro originali ed eccezionali capacità a creare una vera e propria scuola sarda che si è affermata nel tempo attraverso collaborazioni con i più grandi nomi internazionali del genere e produttive contaminazioni tra diversi generi musicali." (Viviana Maxia - photo di Roberto Aymerich)

17/10/2010

Tempus Transit (Pierluigi Villani Group)- Vincenzo Fugaldi

22/08/2010

Omar Sosa, Paolo Fresu e Trilok Gurtu al Locus Festival 2010: "...un esperimento di word music ed ethnojazz molto ben riuscito...è sembrato che il paese si fosse fermato per qualche ora ad ascoltare il ritmo e i suoni del mondo. A Locorotondo è stata di scena la Musica senza confini." (Cristiano Ragone)

06/06/2010

Sardinia jazz (Claudio Loi)- Franco Bergoglio

24/04/2010

Current Views (Roberto Magris & The Europlane Orchestra)- Alessandro Carabelli

17/04/2010

Bergamo Jazz 2010: "Tocca sempre a Bergamo il compito di inaugurare la nuova stagione del jazz in Italia, dall'alto di una tradizione di scintillante fattura, impreziosita dalla seconda conduzione artistica di Paolo Fresu, il cui obiettivo quest'anno è stato quello di concentrarsi su alcune delle correnti che attribuiscono al genere nuova linfa." (Vittorio Pio)

22/03/2010

sings Cole Porter& the beat of yearning desire (Giuseppe Delre) - Cinzia Guidetti

09/01/2010

It's Time To Make A Change (Maurizio Quintavalle) - Luca Labrini

06/01/2010

L'Opera va/Carmen (Enrico Rava)- Marco Buttafuoco

06/01/2010

Nineteen Plus One (Colours Jazz Orchestra & Kenny Wheeler) - Alceste Ayroldi

28/11/2009

Venezia Jazz Festival 2009: Ben Allison Quartet, Fabrizio Sotti trio, Giovanni Guidi Quartet, Wynton Marsalis e Jazz at Lincoln Center Orchestra, Richard Galliano All Star Band, Charles Lloyd Quartet, GNU Quartet, Trio Madeira Brasil, Paolo Conte e l'Orchestra Sinfonica di Venezia, diretta da Bruno Fontaine, Musica senza solfiti del Sigurt�-Casagrande Duo...(Giovanni Greto)

14/11/2009

Richard Galliano Quartet con Gonzalo Rubalcaba, Richard Bona e Clarence Penn al Barletta Jazz Festival. "...una certa stanchezza espositiva ed un marcato accademismo, seppur dall'alto di una classe indiscutibile." (Alceste Ayroldi)

14/11/2009

Intervista a Richard Galliano: "...utilizzare vari linguaggi è stata una necessità più che una scelta. Un fisarmonicista non può tagliare le sue radici. La fisarmonica non è mai servita a tracciare nuove strade musicali. Noi siamo necessariamente immersi nel nostro passato. E il nostro passato è quello di tantissimi musicisti di strada, gente che suonava ai balli popolari e nelle ricorrenze di paese. La fisarmonica, un organo portatile, non può prescindere da questa sua storia umile." (Marco Buttafuoco)

25/10/2009

Remembering Weather Report (Miroslav Vitous Group w/Michel Portal) - Dario Gentili

19/09/2009

XXII Edizione del Festival Internazionale Time in Jazz dedicata all'Acqua: "Forse, mai come stavolta, si è percepito tra i cultori del jazz e delle sue variabili una simbiosi tra musica e luoghi intesi come mondo in cui vivere. Nei giorni del festival, ogni artista, ogni singola nota, ogni messaggio ha ribadito che anche attraverso la musica si può - anzi, si deve - offrire il proprio contributo per tenere in vita nel miglior modo possibile per noi e per coloro che arriveranno, un mondo che oggi appare offeso e trascurato nelle sue risorse essenziali: tra queste l'acqua, nelle sue forme e mutazioni in parallelo con le infinite combinazioni musicali." (Viviana Maxia)

05/09/2009

My Foolish Harp (Angelo Adamo) - Giuseppe Mavilla

04/08/2009

Da Umbria Jazz 2009: Guinga "Dialetto Carioca" con Gabriele Mirabassi & Lula Galvao; Gianluca Petrella Cosmic Band con Paolo Fresu: cronaca di una rivoluzione Jazz; Chick Corea & Stefano Bollani Duet; Richard Galliano Quartet Feat. Gonzalo Rubalcaba, Richard Bona, Clarence Penn (Enrico Bianchi)

26/07/2009

Jazz di tutte le misure, dal trio di Mehldau alla Brussels Jazz Orchestra, dagli storici Randy Weston e McCoy Tyner ai giovani Aka Moon, Yaron Herman e Christian Scott, dal tributo a Nina Simone fino alla miscela jazz-classica di Nathalie Loriers con la tromba di Bert Joris e gli archi dello String Quartet, e ancora George Benson e Richard Galliano: il belga Gent Jazz Festival convince dalla prima all'ultima nota, confermandosi una realt� attenta alla musica jazz propriamente intesa. (Antonio Terzo)

12/01/2009

Da qui passano i venti (Diego Morga)

05/01/2009

XXIIIa Edizione di "Ai Confini tra Sardegna e Jazz" a Sant'Anna Arresi: "Dedicata alla suggestiva figura ed all'indiscutibile genialità musicale di Don Cherry, la manifestazione sarda, giunta oramai alla sua ventitreesima edizione, ha offerto diversificate sfaccettature del caleidoscopico animo artistico impresso nel tempo dal grande trombettista di Oklahoma City." (Gianmichele Taormina)

01/01/2009

European Jazz Expo 2008, 26a edizione del Festival Internazionale Jazz in Sardegna: "La formula sperimentata da alcuni anni è quella della full immersion di tre giorni in una vetrina delle ultime tendenze che vedono il jazz legarsi ed intrecciarsi in un meltin' pot tra tutti i generi musicali, con il risultato della creazione di importanti "fusioni", spesso estemporanee: un laboratorio continuo di contaminazioni, collaborazioni e jam session tra le più diverse componenti del jazz e della world music." (Viviana Maxia)

01/01/2009

European Jazz Expo 2008, 26a edizione del Festival Internazionale Jazz in Sardegna: "Consiste in una splendida "pietra sonora" di Pinuccio Sciola il premio alla carriera conferito ad Antonello Salis nell'edizione 2008 dell'European Jazz Expo di Cagliari. Il cinquantottenne musicista sardo ha ricevuto così, con l'umiltà e la timidezza che lo contraddistinguono, un meritato riconoscimento del suo personalissimo e inconfondibile talento." (Enzo Fugaldi)

11/12/2008

Un Dio Clandestino (Roberto Ottaviano & Pinturas )

11/12/2008

Intervista a Roberto Ottaviano: "Io aspiro a fare in modo che nel mio suono, nella musica che produco, ci siano movimento, storie, evocazioni, e quindi mi sembra naturale trovarne un ideale luogo di proliferazione laddove registi, attori, danzatori, scultori, ecc. nutrono le mie stesse ambizioni. Il sax è un veicolo ed il jazz è oggi più che mai un mezzo per contattare altre realtà e comunicare delle cose." (Alceste Ayroldi)

15/11/2008

No Border, il trio di Franco D'Andrea con Fabrizio Bosso e Trilok Gurtu al 52° Festival Internazionale di Musica Contemporanea. A completare la serata, due gruppi provenienti dalla Sardegna: i "Cantadores a chitarra de Deris, de Oe e de Sempre" e i "Concordu di Castelsardo". (Giovanni Greto)

23/08/2008

Songs (Mastropirro Ermitage Ensemble)

20/08/2008

Südtirol Jazzfestival Alto Adige 2008: "Nove giorni di festival itinerante in Alto Adige, curati dall'infaticabile Klaus Widmann e da un gruppo di ottimi collaboratori. Musica, spesso ottima; paesaggi e località incantevoli; buona accoglienza, grandi vini e cibi locali. Un insieme delizioso, disturbato solo da alcune fastidiose bizze atmosferiche, che hanno costretto gli organizzatori a spostare alcuni concerti in spazi all'interno." (Enzo Fugaldi)

21/06/2008

Solo (Richard Galliano)

15/06/2008

Paolo Fresu - Richard Galliano - Jan Lundgren Trio: "Era l'appuntamento più atteso dell'intero festival "Forma e Poesia nel Jazz", come dimostrato dal numeroso pubblico accorso, per un quasi scontato sold out." (Enzo Saba)

13/04/2008

Jazzitalia all'IAJE Annual Convention 2008: "E' un vantaggio ed uno svantaggio al tempo stesso il fatto che all'Annual Convention dell'IAJE vi sono così tanti concerti, clinics, masterclasses a cui partecipare, persone da incontrare, strumenti da provare, stand da vedere e chiacchiere da fare..." (Jamie Baum)

02/04/2008

La Foule - Voyage dans les lieux d'Edith Piaf (Lisa Manosperti)

24/03/2008

Uotha (Hamid Drake - Paolo Angeli)

15/11/2007

Hoarded Dreams (Graham Collier)

18/08/2007

Jan Garbarek Quartet a Venezia: "Deludente, e lo diciamo dispiaciuti, l'esibizione del sassofonista norvegese nel celebre teatro veneziano, per la seconda edizione di Jazz at Fenice..." (Giovanni Greto)

24/04/2007

Still Waters (Kenny Wheeler - Brian Dickinson)

11/01/2007

Gallery dal London Jazz Festival di Thomas Van Der Aa e Nadia Guida.

05/01/2007

JAZZin': a photografic story by Luca Buti

05/11/2006

A Torino, per Settembre Musica 2006, hanno suonato Richard Galliano, Ralph Towner e, soprattutto, Stefano Bollani che si è esibito per 5 ore di fila insieme a suoi fedelissimi partner oltre ad aver presentato il suo libro "La Sindrome di Brontolo" e il nuovo disco "Piano SOlo" per la ECM... (Alessandro Armando)

03/09/2006

Dedicato alle big band, l'edizione 2006 del Multiculturita Summer Jazz Festival ha offerto tre serate durante le quali il pubblico ha potuto applaudire l'Orchestra Zero...e lode del Conservatorio di Bari, il Mimmo Campanale Quartet, i Good Fellas e la Montecarlo Night Orchestra con Nick the Nightfly e Sarah Jane Morris. (A. Augenti, A. Francavilla)

30/08/2006

Bari Jazz con i Pink Freud e il progetto "Echu Mingua" guidato dal percussionista cubano Miguel Anga Diaz: "...gli astanti dimostrano di partecipare attivamente all'atmosfera gioiosa della serata, e al termine non si trova quasi nessuno che riesca a rimanere seduto, per una lunga interminabile danza, che trasforma, per una sera, il centro di Bari in una dorata spiaggia caraibica." (Alberto Francavilla)

03/07/2006

LEZIONI (Fisarmonica): Richard Galliano, cenni biografici (Renzo Ruggieri, Mirko Fazzi)

01/05/2006

Richard Galliano New York Trio con Gary Burton all'Accademia di Santa Cecilia: "Nessuno è in grado come Galliano di tirar fuori dalla fisarmonica una tale varietà di colori...Burton conferma la sua capacità di conciliare uno straordinario virtuosismo con la massima immediatezza comunicativa..." (Dario Gentili)

21/04/2006

Michel Portal e Bojan-Z duo per Musicus Concentus: "...un duo che coniuga mirabilmente avanguardia e tradizione, impegno e grande comunicatività, palpabile gioia di suonare insieme e grande amore e rispetto per chi ascolta." (Enzo Fugaldi)

01/04/2006

Steve's Mirror (Gianna Montecalvo)

26/03/2006

Kenny Wheeler Quartet al Padova Porsche Jazz Festival: "Un concerto eccezionale in un teatro con un'acustica incredibile...Applausi sentitissimi e la sensazione di essersi immersi in un morbido sogno, incredibilmente più bello della realtà." (Giovanni Greto)

26/03/2006

Michel Portal Quartet feat. Louis Sclavis allo IUC di Roma: "...da un lato l'ascoltatore viene catturato dall'estasi di una poliritmia che rimanda all'Africa e dall'altro è invitato a seguire il corso di melodie suadenti cullanti..." (Daniele Mastrangelo)

13/08/2005

Concerts (Michel Portal – Richard Galliano)

07/06/2005

Ruby, My Dear (Richard Galliano New York Trio)

27/12/2004

More Than Ever (Rosario Giuliani)

13/04/2004

Michel Portal Trio per Jazz all'Ambra: "Dalla musica classica al jazz più ortodosso all'avanguardia più radicale: la capacità live più sorprendente di Portal è di mescolare tali stili e generi anche in uno stesso brano..." (Dario Gentili)





Video:
Richard Galliano "Tango pour Claude" (special mix soundcheck-concert) - World Music Project 2011
Richard Galliano French Touch Quartet live in Isernia (Italy) @ World Music Project IV Edition - August 12, 2011Richard Galliano (accordeon, accordina...
inserito il 17/08/2011  da HandEyeFamilyMusic - visualizzazioni: 3465
Paolo Angeli plays "Desired Constellation" song by BJORK
Paolo Angeli (Prepared Sardinian Guitar - live, no over dub, no loop) plays "Desired Constellation" song by BJORK.Check it on Paolo Angeli-N...
inserito il 11/08/2010  da AngeliProductions - visualizzazioni: 3042
Paolo Angeli - Ritagli di Tempo
Paolo Angeli (Prepared Sardinian Guitar - live, no over dub, no loops) plays "Ritagli di Tempo" Order Paolo Angeli-Nanni Angeli "TIBI&q...
inserito il 11/08/2010  da AngeliProductions - visualizzazioni: 3027
Paolo Angeli
Paolo Angeli "Tessuti"Risonanze 2004-2005Teatro Fondamenta Nuove - Venezia14 dicembre 2004Paolo Angeli - chitarra sarda preparatariprese vid...
inserito il 17/06/2010  da TFNchannel - visualizzazioni: 2328
TIBI (Trailer)
Lines, wooden bodies, miniatures on the wheel, artisans. Tibi isthe soundtrack (played live without over-dub by Paolo Angeli andsurrounded in 5.1) of ...
inserito il 24/03/2010  da AngeliProductions - visualizzazioni: 2692
Paolo Angeli 1
Intervista a Paolo Angeli, realizzata a Barcellona il 20 aprile 2009 nell'ambito della ricerca "Migrazioni-In viaggio verso i migranti di...
inserito il 07/11/2009  da MrAntoniomannu - visualizzazioni: 2435
Paolo Angeli 2
Intervista a Paolo Angeli, realizzata a Barcellona il 20 aprile 2009 nell'ambito della ricerca "Migrazioni-In viaggio verso i migranti di...
inserito il 07/11/2009  da MrAntoniomannu - visualizzazioni: 2118
Paolo Angeli costruisce il suo brano al Festival delle Passioni
La performance di Paolo Angeli con la sua speciale chitarra modificata...
inserito il 07/07/2009  da blogewine - visualizzazioni: 2072
FUSION// Mauro Uliassi e Paolo Angeli Trailer
FUSION// Un cuoco e un musicista si incontrano per immaginare un percorso di ricerca sperimentale tra suoni e sapori. L'appuntamento per veder...
inserito il 18/06/2009  da FestivaldellePassion - visualizzazioni: 2317
Paolo Angeli a UN PAESE A SEI CORDE
"TIBI", parte solistica del "Miserere di Aggius", un canto intonato durante la deposizione di Cristo (S'ISCRAVAMENTU) nel ...
inserito il 08/06/2009  da marionuvola - visualizzazioni: 3136
ANTONELLO SALIS/GAVINO MURGIA/PAOLO ANGELI EUROPEAN JAZZ EXPO' 2008 part1
ANTONELLO SALIS PAOLO ANGELI GAVINO MURGIA LIVE IN EUROPEAN JAZZ EXPO' 2008 part1 JAZZ IN SARDEGNA DOCUMENTI SPARTANI...
inserito il 17/11/2008  da documentispartani - visualizzazioni: 2449
John Abercrombie/Kenny Wheeler Band
Kenny Wheeler Quintet_Kenny Wheeler,Trumpet/John Abercrombie,Guitar/Peter Erskine,Drums/John Taylor,Piano/Palle Danielsson,Bass, Baltica Festival...
inserito il 28/10/2008  da ohmproduct - visualizzazioni: 2597
Paolo Angeli ad Anghiari
Concerto di Paolo Angeli - chitarra sarda modificata.Anghiari, Sala Audiovisivi.Organizzato da Teatro di Anghiari e Associazione MeaRevolutionae....
inserito il 21/02/2008  da Antenor81 - visualizzazioni: 2996
Tra una gamba e l'altra (Paolo Angeli)
Paolo Angeli è un grande musicista che ha modificato la sua chitarra sarda riuscendo a far cose clamorose come questa... (info su paolo @ www.pao...
inserito il 04/02/2008  da smilzovideo - visualizzazioni: 3271
One day (Björk, Cover By Paolo Angeli)
Paolo Angeli è un grande musicista che ha modificato la sua chitarra sarda riuscendo a far cose clamorose come questa... (info su paolo @ www.pao...
inserito il 11/01/2008  da smilzovideo - visualizzazioni: 3250
Desired Constellation (Björk, Cover By Paolo Angeli)
Paolo Angeli è un grande musicista che ha modificato la sua chitarra sarda riuscendo a far cose clamorose come questa... (info su paolo @ www.pao...
inserito il 01/01/2008  da smilzovideo - visualizzazioni: 2770
Ahead in the sand (Frith, Cover By Paolo Angeli)
Paolo Angeli è un grande musicista che ha modificato la sua chitarra sarda riuscendo a far cose clamorose come questa... (info su paolo @ www.pao...
inserito il 31/12/2007  da smilzovideo - visualizzazioni: 3224
Enrico Rava And Richard Galliano play Spleen
Enrico Rava And Richard Galliano play Spleen...
inserito il 06/03/2007  da therealshowstopper - visualizzazioni: 3602


Invia un commento


© 2000 - 2017 Tutto il materiale pubblicato su Jazzitalia è di esclusiva proprietà dell'autore ed è coperto da Copyright internazionale, pertanto non è consentito alcun utilizzo che non sia preventivamente concordato con chi ne detiene i diritti.


Questa pagina è stata visitata 4.536 volte
Data pubblicazione: 30/09/2007

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti