Jazzitalia - Io C'ero: Bass Desires (John Scofield, Bill Frisell, Marc Johnson, Peter Erskine)
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Bass Desires
(John Scofield, Bill Frisell, Marc Johnson, Peter Erskine)
Catania, Etnafest, Teatro Sangiorgi, 6 febbraio 2007
di Enzo Fugaldi
foto di Antonino Siragusa

 

La Gallery di Bruno Gianquintieri
(Milano - Aperitivo in Concerto)

Sono trascorsi all’incirca 22 anni da quando il contrabbassista Marc Johnson riunì per la prima volta, per dei concerti e un’incisione ECM replicata due anni dopo, il quartetto denominato Bass Desires. I due cd prodotti - Bass Desires del 1985 e Second Sight del 1987 - erano interessanti, in parte innovativi, per certi versi anticipatori di future tendenze. Scofield all’epoca era ancora preso dalla galvanizzante esperienza con Miles Davis, e pronto a una prestigiosa carriera solistica; Frisell ed Erskine stavano scaldando i muscoli per prepararsi ai rispettivi exploit degli anni ’90; Johnson era alla prima esperienza di un progetto a suo nome, dopo la fondamentale esperienza di accompagnatore di Bill Evans. Ne hanno fatta di strada singolarmente da allora, i quattro: tutti oggi sono fra i migliori musicisti sulla scena. Era pertanto vibrante l’attesa per le nuove prove live di questo quartetto, che per vent’anni non si è quasi più riunito, e non ha in programma altre incisioni.

Chitarre diverse: Frisell una Fender, Scofield una Ibanez. Il tempo, prezioso consigliere, ha fatto piazza pulita dell’insopportabile guitar synthesizer utilizzata da Frisell sul primo disco del gruppo. Il concerto si è basato sul repertorio storico, che trova ispirazione anche tra il folk e il country-rock americano, con brani molto efficaci provenienti dai dischi e altri mai incisi dai quattro insieme, impreziositi da suggestivi equilibri sonori che hanno generato una musica di apparente semplicità grazie alle ben note sonorità delle chitarre elettriche, ma governata da solide strutture e sapido interplay. Un Bass Desires riarrangiato con grande libertà, più libero e creativo della versione su disco, con potenti sfumature bluesy, il trascinante ritmo di reggae di Mojo Highway, il brano country You Are My Sunshine di Jimmy Davis, la canzone folk resa celebre dal gruppo The Animals The House of the Rising Sun in versione efficacemente straight ahead jazz, la friselliana Strange Meeting, raccolta e meditata, Music for My People di Erskine, la splendida Resolution da A Love Supreme di John Coltrane, e per bis Georgia on My Mind, con un complice scambio delle chitarre fra Scofield e Frisell.

Johnson si è concesso due momenti solistici di ottimo livello, in Mojo Highway e nell’introduzione di Resolution; in quest’ultima ha brillato anche Erskine, che ha sfoggiato per tutto il concerto il suo drumming leggero, sicuro, ricchissimo di sfumature, praticamente perfetto. Tra i due chitarristi, impegnati dalla formazione in una seppur involontaria chase, Frisell si è distinto maggiormente per  l’uso misurato e sapiente dell’elettronica e degli armonici, l’ineguagliabile senso della costruzione musicale, la fantasia solistica (un assolo blues su Bass Desires da antologia), la creatività.

Grande musica, dunque? Certamente, grazie alla elevatissima statura musicale dei componenti del gruppo, tra l’altro assolutamente esenti dalle tentazioni del virtuosismo, ma rimane qualche piccola perplessità in chi credeva nella possibilità di ascoltare qualcosa di più della somma di quattro grandi protagonisti del jazz che si incontrano per il gusto di suonare insieme. Probabilmente il limite progettuale è nel repertorio (se a metà degli anni ’80 suonare certi brani non jazzistici poteva ancora sembrare abbastanza innovativo, oggi non lo è certamente più) ma ancor più nella mancanza di una vera leadership: Johnson, che pure è l’ideatore della formazione, sembra limitarsi al ruolo di contrabbassista, senza fare di più. E nessuno degli altri si fa carico di un ruolo centrale. È un difetto che già emergeva in parte dai dischi del quartetto, che infatti non furono accolti da critiche particolarmente entusiastiche. Ed è forse uno dei motivi per cui il gruppo si è riunito pochissime volte in più di un ventennio.

 






Articoli correlati:
15/07/2017

Beat Onto Jazz Festival 2017 - XVII Edizione: Marque Lowenthal e le uniche tappe pugliesi del nuovo combo del leggendario batterista Peter Erskine, il quartetto della pianista e vocalist statunitense Diane Schuur e il gruppo capitanato dal bassista abruzzese Maurizio Rolli con Otmaro Ruiz nel ricco programma del festival pugliese.

13/02/2017

John Scofield si aggiudica 2 Grammy Jazz: Miglior solo e Miglior album strumentale

11/09/2016

Trio Grande (Massimo Colombo, Peter Erskine, Darek Oleszkiewicz)- Gianni Montano

04/05/2016

Trio M/E/D (Marcotulli, Danielsson, Erskine)- Alceste Ayroldi

25/10/2015

Trace Elements (Paolo Di Sabatino, Janek Gwizdala, Peter Erskine)- Niccolò Lucarelli

11/12/2013

Jim Hall (1930 - 2013): "Listening is still the key" - Jim Hall

31/03/2013

Live At Village Vanguard (Enrico Pieranunzi Trio)- Marco Losavio

22/12/2012

Time (Jakob Bro) - Alceste Ayroldi

11/11/2012

Gezmataz Festival 2012: L'alto tasso elettrico degli Interstatic e dei Planet Microjam contrapposto alla sublime dinamica del Brad Mehldau trio e allo spettacolo musicale di John Scofield con la sua Hollowbody Band. (G. Montano, A. Gaggero)

26/08/2012

Umbria Jazz 2012 #1: Chick Corea, Stefano Bollani, Herbie Hancock, John Scofield, Joe Lovano, Esperanza Spalding, Al Jarreau, Paolo Fresu...(Pierfrancesco Falbo)

18/08/2011

The Paris Concert (dvd) (John Scofield)- Giovanni Greto

29/05/2011

Pursuit of radical rhapsody (Al Di Meola) - Alessandro Carabelli

07/02/2011

Lagrimas Mexicanas (Vinicius Cantuaria & Bill Frisell)- Enzo Fugaldi

24/12/2010

Do It (Gianni Di Crescenzo) - Fabrizio Ciccarelli e Andrea Valiante

27/11/2010

Joachim Kuhn "Out of the Desert" e John Scofield trio a Jazz&Wine of Peace 2010 di Cormons: bravura, voglia di suonare, carisma sono gli ingredienti adatti per inserirli nel ricordo dei concerti belli del 2010... (Giovanni Greto)

22/08/2010

L'alta qualità del trio Swallow - Talmor - Nussbaum, l'infaticabile Charles Lloyd col suo New Quartet, l'attesissimo duo Chick Corea - Stefano Bollani, l'Aznavour visto dal soprano Cristina Zavalloni e il country rarefatto del Bill Frisell trio al Verona Jazz 2010 (Giovanni Greto)

07/08/2010

Brad Mehldau, Bill Frisell, Joe Henry in Song Conversation: Festival Schlossfestspiele di Ludwigsburger: "Giusto con qualche indicazione di massima, data la coscienza della straordinaria duttilità dei primattori che si erano già sfiorati vicendevolmente in carriera, il magnifico triumvirato si è trovato appena il giorno prima per riordinare le idee in un soundcheck lungo e appassionante. Sebbene le aspettative createsi fossero ben alte, il risultato finale è stato assolutamente clamoroso lungo la triplice serie di duetti che ne ha animato la serie." (Vittorio Pio)

10/05/2010

The Complete Town Hall Concert (Jim Hall & Friends) - Alceste Ayroldi

16/01/2010

Umbria Jazz Winter 2009: "Dedicata essenzialmente alla chitarra, la diciassettesima edizione di Umbria Jazz Winter ha consegnato agli archivi numeri da record e una sentita dedica a Gianni Basso...atmosfera come sempre unica nella deliziosa cittadina etrusca...una eccellente qualità artistica, che ha avuto nei concerti del quartetto guidato da Jim Hall e Bill Frisell, nel duo fra John Scofield e Larry Goldings e, quindi, nel quintetto accreditato a Kurt Elling, alcuni momenti di pura estasi." (Vittorio Pio)

26/09/2009

Rolli's Tones (Maurizio Rolli Big Band) - Giuseppe Mavilla

17/08/2009

Ornette Coleman al Meltdown Jazz Festival di Londra: "Adesso che è universalmente adorato dopo anni di feroci contestazioni, Ornette Coleman sfoggia i suoi settantanove anni portati con invidiabile leggerezza, poggiandosi su nuovi entusiasmi. Con il suo fare ieratico e apparentemente distaccato da ogni cosa terrena, in virtù della piena consapevolezza del suo essere. Mr.Coleman forse non sperimenta più come un tempo, ma il suo carisma rimane intatto e nei momenti di grazia, sentirlo suonare sfiora l'incanto." (Vittorio Pio)

26/07/2009

Jazz di tutte le misure, dal trio di Mehldau alla Brussels Jazz Orchestra, dagli storici Randy Weston e McCoy Tyner ai giovani Aka Moon, Yaron Herman e Christian Scott, dal tributo a Nina Simone fino alla miscela jazz-classica di Nathalie Loriers con la tromba di Bert Joris e gli archi dello String Quartet, e ancora George Benson e Richard Galliano: il belga Gent Jazz Festival convince dalla prima all'ultima nota, confermandosi una realt� attenta alla musica jazz propriamente intesa. (Antonio Terzo)

06/06/2009

Dream Dance (Pieranunzi Johnson Baron)

13/08/2008

The Big Gundown (John Zorn)

18/05/2008

Etnafest 08 - Black Is Beautiful...e non Solo, Ben Allison "Man Size Safe": "La caratteristica principale della musica di Allison è la grande capacità di catturare l'ascoltatore, e non solo quello più avveduto jazzisticamente, attraverso l'uso di melodie efficaci, armonie ben riconoscibili, ritmi contagiosi, il tutto condito da un evidente e sincero piacere di suonare, che attira il pubblico e lo coinvolge pienamente." (Enzo Fugaldi)

05/04/2008

Etnafest 2008: "Quasi uno stato dell'arte della musica afroamericana, la cui salute è assolutamente eccellente, come testimoniato dai tre concerti qui descritti: Dave Burrell Db3 guest Leena Conquest, William Parker's Inside the Songs of Curtis Mayfield, Joshua Roseman & Constellations" (Enzo Fugaldi)

16/03/2008

Intervista a Mimmo Langella: "Secondo me le cose più interessanti sono quelle che vanno oltre il jazz. I personaggi più interessanti sono quelli che tendono ad usare l'elettronica nel jazz, i computer e gli altri aggeggi elettronici. Ovviamente fanno cose interessanti i creativi, quelli che hanno delle idee ed usano le macchine non per maschere delle lacune o una mancanza d'idee, ma per trovare nuove strade. " (Emanuele Capasso)

02/11/2007

Il Dave Holland Quintet ad Etnafest 2007: "Nella musica del quintetto si mescolano, fino a trovare una sintesi densa di pregnante classicità, buona parte delle influenze che hanno interessato Holland come comprimario o protagonista nel corso della sua lunga carriera..." (Enzo Fugaldi)

16/09/2007

Decima edizione di "Jazz in parco" a Nocera Inferiore che ha "dato al pubblico un'offerta di differenti modalità e impronte della musica jazz contemporanea, con artisti provenienti trasversalmente da nazioni ed esperienze completamente differenti." (Luigi Spera)

17/06/2007

Sibongile Khumalo & The Jack Dejohnette Group Intercontinental nell'ambito di Etnafest a Catania: "...lucidissima progettualità musicale del leader e totale versatilità della cantante, pronta a improvvisare a lungo con splendidi vocalizzi sulle sapide armonie di Perez e Harris, sui ritmi mai scontati della batteria, duettando con i fiati con tecnica e fantasia improvvisative sorprendenti, davvero inusuali in un'interprete lirica." (Enzo Fugaldi)

07/04/2007

Out Louder (Medeski Scofield Martin and Wood)

17/03/2007

Ballads (Pieranunzi – Johnson – Baron)

10/12/2006

Trio Beyond al Roma Jazz Festival: "La scaletta del concerto ha riproposto, anche se in un diverso ordine, i brani contenuti nel cd, tuttavia non sono mancate sorprese nell'esecuzione e quel surplus che si attende sempre dalla dimensione live..." (Dario Gentili)

19/10/2006

Il Festival Jazz di Stoccolma 2006: "La potenza dell'organizzazione ha la possibilità e la pretesa di far arrivare sull'isola nomi enormi della musica contemporanea che se vengono letti ad elenco potrebbero rappresentare la storia di un festival, non il cartellone di una sua edizione..." (Alessandro Armando)

10/09/2006

Gezmataz 2006: Frisell, Weinstein, Tindiglia, Petrella, Matt Renzi, Bearzatti ... dieci giorni di workshop intensi ed entusiasmanti oltre a concerti di pregio che hanno visto anche l'interazione degli allievi ...

27/08/2006

It's mostly residual (Cuong Vu Trio + Bill Frisell)

27/08/2006

Untold Story (Enrico Pieranunzi)

01/08/2006

ELB Trio, ovvero Peter Erskine, Nguyên Lê e Michel Benita: "Quando suoniamo, oltre ad ascoltarci molto, cerchiamo sempre il contatto visivo tra di noi..." (Massimiliano Cerreto)

03/07/2006

In New York (Alain Mion)

05/03/2006

Umbria Jazz Winter #13: "Un festival importante, quello di quest'anno, dove hanno trovato spazio musicisti affermati come John Scofield e Bireli Lagrene, ma anche giovani promesse del jazz mondiale come il pianista americano Robert Glasper e gli inglesi Soweto Kinch..." (Marco De Masi)

05/03/2006

Gallery di Umbria Jazz Winter (Francesco Truono)

26/10/2005

That's What I say – John Scofield plays the Music of Ray Charles (John Scofield)

19/08/2005

John Scofield Quartet nell'ambito del Barletta Jazz festival: "...Scofield conferma tutto il suo valore, la sua attenzione ai contenuti ed alla ricerca. La voglia di rischiare in avventure armonico-melodiche dal sapore hard..." (Alceste Ayroldi)

10/08/2005

Gilberto Gil con il suo Electroacústico chiude Etnafest 2005: "...Gil ha attraversato la storia del suo paese, la sua cultura, la quale oggi si può ritenere abbia preso coscienza grazie a quel "movimento tropicalista" di cui lo stesso Gil è stato e rimane esponente..." (Antonio Terzo)

10/08/2005

I Have The Room Above Her (Paul Motian Trio)

09/07/2005

LEZIONI (Trascrizioni): Duo, un fenomenale dialogo tra il corroborante sax di Bob Mintzer e la fluida batteria di Peter Herskine. (Orazio Maugeri)

11/06/2005

Eric Alexander & The Real Thing: "...il piacere di aver sentito suonare "in carne e ossa" vere e proprie leggende del jazz di tutti i tempi, aver potuto assistere realmente alle movenze che le loro – sublimi – esecuzioni su disco lasciano solo immaginare..." (Antonio Terzo)

14/05/2005

Charles Lloyd Quartet a Etnafest 2005: "...Lloyd riesce senza dubbio a conglobare meravigliosamente le varie forme stilistiche fin'oggi concepite, riconducibili a questo favoloso grande dizionario che è la musica di matrice afro-americana..." (Antonio Terzo)

30/04/2005

Phil Woods in Bird with Strings...and more: "...Se c'è un contraltista accreditato come continuatore del verbo che fu di Charlie Parker, quegli è certamente Phil Woods. Basta ascoltarlo..." (Antonio Terzo)

16/04/2005

Jack De Johnette, John Scofield e Larry Goldings in "A Celebration of Tony Williams": "...Poteva essere un semplice tributo, e in vece non lo è stato..." (Dimitri Berti)

26/03/2005

Bobby McFerrin, One Voice Show nell'ambito di Etnafest 2005: "...il pluripremiato artista afroamericano è molto più di un pop singer, ed anche di più di un jazz vocalist, concentratosi da sempre sull'aspetto comunicativo della propria musica, la trasmissione di interiori emozioni sonore, come un moderno "griot"...(Antonio Terzo)

07/01/2005

Air, Love & Vitamins (Muthspiel, Johnson, Blade)

29/11/2003

John Scofield Trio al Blue Note: "...trovo che Scofield sia un musicista in continua evoluzione, assorbe di continuo gli stimoli esterni e li mette in musica con intelligenza, si mette ancora in gioco, rischia." (Andrea Lombardini)





Video:
Erskine, Oles and Colombo Ft. Bob Mintzer - We All Love Burt Bacharach
"We All Love Burt Bacharach", performed by the band Erskine, Oles & Colombo, which contains No.13 hits of the american composer among th...
inserito il 17/10/2016  da PLAY Record Company - visualizzazioni: 1003
QUISISANA JAZZ EVENTS 2012 - John Scofield's Hollobody Band
QUISISANA JAZZ EVENTS 2012 - 8 luglio, John Scofield and Hollobody Band, , John Scofield, Guitar, , Kurt Rosenwinkel, Guitar, , Ben Street, Bass, , Bi...
inserito il 13/10/2012  da QUISISANAJAZZ - visualizzazioni: 3022
Martino,Scofield & DeFrancesco - SUNNY [High Quality]
Pat Martino Trio In Umbria Jazz 2002 (Italy) with Joey De Francesco and guest John ScofieldPat Martino - GuitarJoey Defrancesco - Hammond B-3 OrganByr...
inserito il 21/02/2011  da palanzana - visualizzazioni: 3359
Paul Motian Quintet with Lee Konitz / Joe Lovano = North Sea Jazz Festival
Paul Motian Quintet North Sea Jazz festival === Lee Konitz, Joe Lovano, Bill Frisell, Marc Johnson...
inserito il 03/03/2010  da freeavantgardevideos - visualizzazioni: 2957
JIM HALL & BILL FRISEL "Owed to Freddie Green" w/ SCOTT COLLEY JOEY BARON - Umbria Jazz Winter #17
JIM HALL - BILL FRISELL QUARTET, feat. SCOTT COLLEY & JOEY BARON in "Owed to Freddie Green", tratto dall'album Hemispheres . Il titolo d...
inserito il 31/12/2009  da nickingos - visualizzazioni: 3571
Patitucci - Bach
Cello suite n.1 in G on the six-string bass...
inserito il 28/11/2009  da ekkeccakkio - visualizzazioni: 2291
Victor Bailey Solo w/ Weather Uptade
...
inserito il 22/08/2009  da luccabf - visualizzazioni: 1958
Bill Stewart with John Scofield - 11/2005
Fantastic drummer with an excellent trio...
inserito il 04/10/2008  da krstnyotec - visualizzazioni: 2752
Joe Henderson & John Scofield - Summertime (1 of 2) 1998
Bern 1998 Switzerland. Joe Henderson - tenor; John Scofield - guitar; Conrad Herwig - trombone; Tommy Flanagan - piano; Georg Mraz - bass; Bill Stewar...
inserito il 12/09/2008  da bobjazz11 - visualizzazioni: 2567
Joe Henderson & John Scofield - Summertime (2 of 2) 1998
Bern 1998 Switzerland. Joe Henderson - tenor; John Scofield - guitar; Conrad Herwig - trombone; Tommy Flanagan - piano; Georg Mraz - bass; Bill Stewar...
inserito il 12/09/2008  da bobjazz11 - visualizzazioni: 2757
Paul Motian Quintet ~ How Deep Is The Ocean
July 8, 1995 Umbria Jazz Festival, Italy, Paul Motian-Drums, Marc Johnson-Bass,, Lee Konitz-Alto Sax, Joe Lovano-Tenor Sax, Bill Frisell-Guitar...
inserito il 26/05/2008  da bathoshue - visualizzazioni: 2699
Bill Frisell ~ Ron Carter
Available @ www.Bill Frisell.com ~ July 1, 2002 Montreal, Quebec, with Greg Liesz, Billy Drewes,, Curtis Fowlkes, Ron Miles,, David Piltch, Matt Cham...
inserito il 29/04/2008  da bathoshue - visualizzazioni: 2507
Miles Davis & John Scofield
http://worldmusicstore.com.au Purchase this DVD by clicking above:...
inserito il 13/07/2007  da ozmusicshop - visualizzazioni: 3157
Broadway Music - How Deep Is the Ocean
Paul Motian's Broadway Music Band performing "How Deep Is the Ocean" in Pori, Finland in 1995. The band members are Lee Konitz (alto sax), J...
inserito il 26/11/2006  da migmarfin - visualizzazioni: 2436
Bill Evans Trio - My Romance (tune3)
Iowa 1979. With Marc Johnson - bass & Joe Labarbera - drums....
inserito il 29/10/2006  da fopstra - visualizzazioni: 2774


Invia un commento


© 2000 - 2017 Tutto il materiale pubblicato su Jazzitalia è di esclusiva proprietà dell'autore ed è coperto da Copyright internazionale, pertanto non è consentito alcun utilizzo che non sia preventivamente concordato con chi ne detiene i diritti.


Questa pagina è stata visitata 7.749 volte
Data pubblicazione: 14/03/2007

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti