Jazzitalia - Io C'ero: Pietro Condorelli Quintet featuring: Maurizio Giammarco
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Pietro Condorelli Quintet
featuring: Maurizio Giammarco
Jazz Lag/Tassa di Residenza Napoli
Avellino (14 Novembre 2009)
Testo di Francesco Peluso
Foto di Lello De Gregorio

L'Associazione Senza Tempo di Avellino propone, in questo autunno/inverno 2009 - 2010, un cospicuo numero di "incontri in Jazz", sotto la robusta egida della direzione artistica del simpatico e grintoso Luciano Moscati. La scelta dei talentuosi jazzisti, che in questi anni si sono alternati nelle diverse locations dell'Associazione, è sempre risultata di ottimo livello, al pari della calorosa accoglienza, dell'elegante parterre, delle raffinate degustazioni di vini, primi piatti e dolci della tradizione gastronomica campana. A tal proposito, la serata di sabato 14 novembre 2009 ha offerto un quanto mai intrigante evento, in cui musica Jazz e frammenti di storia del linguaggio afro-americano si sono fusi in un mix di sapienti contenuti.

I
n effetti, alla presentazione del progetto JAZZ LAG "Tassa di residenza Napoli" (nato dalla collaborazione di Gianni Vicedomini e Claudio Borrelli con Pietro Condorelli), si è aggiunta la maestria espositiva di Puccio Corona. Quest'ultimo, con il suo impeccabile stile di navigato giornalista, ha incalzato gli illustri ospiti con una sequenza di pertinenti domande, che hanno attratto gli appassionati intervenuti in un vortice di musica e cultura.

Da far suo, il Pietro Condorelli Quintet, impreziosito dal magico timbro e dalla sontuosa varietà dinamica dei sassofoni di Maurizio Giammarco, ha regalato Jazz a piene mani, alternando straconosciuti standards a brani originali tratti dal già citato lavoro di prossima uscita.

L'inconfondibile lessico strumentale del virtuoso musicista campano, a giusta ragione considerato uno fra le massime espressioni della chitarra jazz made in Italy, ha sfoggiato la consueta destrezza tecnico-strumentale, oltre la spiccata sensibilità interpretativa delle articolate composizioni proposte.

Il maestro romano, invece, dal suo canto ha apportato quel valore aggiunto che, solo la classe di un artista di tale caratura può dispensare, effettuando una coerente sintesi fra front-line ed un equilibrato interplay con le dinamiche timbrico-ritmiche della giovane formazione. La voce calda e profonda del tenore di Maurizio Giammarco si è distinta sia nelle suadenze delle sempre magiche Stella By Starlight e Night And Day, sia nelle scritture originali, armonicamente e ritmicamente più vicine ai nostri giorni.

Il gruppo, che si è mosso con dosata articolazione alle spalle del duo Condorelli – Giammarco, si è avvalso degli ancor giovanissimi Gianni Vicedomini al piano, Gianfranco Campagnoli alla tromba e flicorno, Marco de Tilla al contrabbasso e Claudio Borrelli alla batteria, mostrando un'apprezzabile coesione e sottolineando alcuni significativi passaggi dei due fuoriclasse. In particolare, è piaciuto il dinamico espressionismo del pianista che, essendo autore di molte delle scritture originali eseguite, ha raffigurato con il suo pianismo taluni tratti provocatori, narrativi, rabbiosi, ironici, propri della più bella e tormentata metropoli del Sud.

Pietro Condorelli, che ormai già da molti anni diffonde il suo verbo jazzistico tanto in concerto, quanto nella docenza al conservatorio di San Pietro a Majella di Napoli, riesce sempre a tirar fuori dalla sua chitarra quelle atmosfere dense di espressioni, in cui il binomio melodia-armonia si intreccia perfettamente con la pura improvvisazione, grazie ad una indubbia padronanza tecnica ed una approfondita conoscenza del linguaggio d'Oltreoceano.

Dunque, una serata all'insegna della buona musica, senza colpi ad effetto, particolari debordanze ritmiche, in cui la sobrietà di Puccio Corona e la linearità del Pietro Condorelli Quintet "featuring Maurizio Giammarco" hanno dato forma ad un evento dalle sfumature pastello, dalle ambientazioni rilassate, dalle misurate tensioni ritmiche, molto gradite dagli appassionati intervenuti.







Articoli correlati:
21/07/2014

Storie d'amore non troppo riuscite (Claudia Cantisani)- Francesco Favano

28/04/2013

Casa Azul (Silvia Manco (feat. Maurizio Giammarco))- Francesco Favano

28/04/2013

Stray Horns (Alessandro Fabbri)- Nicola Barin

08/04/2012

East Side (Vito Di Modugno Organ Combo)- Gianni Montano

24/12/2011

Cieli Di Sicilia (Maurizio Giammarco & Orchestra Jazz del Mediterraneo) - Alceste Ayroldi

08/05/2011

Early Years (Federico Procopio) - Cinzia Guidetti

05/12/2010

Charles & Joe (Gianluca Renzi All Stars Orchestra)- Elide Di Duca

21/11/2010

Vie di Jazz 2010 - VI Edizione: " Quando non c'è un testo che faccia riferimento alla realtà o un contenuto che costringa l'ascoltatore alle emozioni del compositore oppure ad un significato che è stato attribuito, allora la musica rende liberi..." (Lorella Marino)

02/05/2010

What's New (Sergio Di Natale & a.s.s.o) - Fabrizio Ciccarelli e Andrea Valiante

12/04/2010

Maurizio Giammarco, Flavio Boltro e la Parco della Musica Jazz Orchestra presentano "Expanding Miles '65-'68" all'Auditorium Parco della Musica: "Una serata dai toni intensi, una personale rilettura delle assolute esplorazioni musicali originate dall'ultimo insuperabile quintetto di Miles Davis..." (Fabrizio Ciccarelli e Andrea Valiante)

09/04/2008

Organ Trio Plus Guests (Vito Di Modugno)

11/02/2008

European Jazz Expo. International Talent Showcase, 25° Jazz in Sardegna: "Sono impressionanti i numeri dell'expo cagliaritana: 7 sale affollate in 4 giorni da oltre 400 artisti e oltre 20.000 spettatori, in una Città della musica allestita appositamente all'interno della Fiera internazionale della Sardegna. Quest'anno si festeggiavano i 25 anni dell'esistenza di questo celebre evento e...Orientarsi all'interno della pantagruelica offerta musicale cagliaritana è arduo." (Enzo Fugaldi)

25/01/2008

Divino Jazz 2007, Musica, danza, vino ed altro per palati raffinati: "...il Jazz ha ricoperto il ruolo primario con una trasversalità di contenuti ed atmosfere, che hanno sempre mantenuto alta l'attenzione ed il gradimento dell'uditorio. Il programma, infatti, ha presentato un alternarsi di accezioni espressive che sono apparsi più nelle loro significative peculiarità, che negli evidenti contrasti stilistici." (Francesco Peluso)

02/12/2007

Siena Jazz Reunion, Trent'anni di Jazz in Italia: "Due intense giornate che hanno visto confluire musicisti, studiosi, critici, jazzofili provenienti da diverse zone d'Europa ed anche dagli Stati Uniti d'America. Una girandola perfettamente sincronizzata di convegni, presentazione di libri e concerti." (Alceste Ayroldi)

04/02/2007

Catanzaro Jazz fest 2006: "Si inizia con Adam Kolker accanto al celebre John Abercrombie, Dick Oatts assieme al nostrano Pietro Condorelli. L'ultima serata è invece dedicata proprio al pianoforte, ed è proprio una bella dedica: ad esibirsi è il trio di Jean Michel Pilc..." (Andrea Caliò)

29/06/2006

Pietro Condorelli Quintet e il trio formato da Roberto Gatto, Daniele Scannapieco e Julian Oliver Mazzariello allo Ueffilo Jazz Club: "Due grandi eventi in meno di una settimana: in totale, 8 tra i migliori musicisti attualmente presenti nel circuito nazionale..." (Alberto Francavilla)

19/02/2006

Pietro Condorelli presenta il suo nuovo album, Easy, alla Feltrinelli di Napoli

02/01/2006

Conclusa la 21a stagione concertistica del Brass Group di Trapani che si è tenuta presso l'Auditorium Comunale di Valderice, uno spazio funzionale per le dimensioni contenute e per la buona acustica...(Vincenzo Fugaldi)

19/12/2005

Maurizio Giammarco & Megatones: "...la proposta di Giammarco risulta essere meritevole di attenzione e approfondimento. Dalle sue composizioni si coglie quel sottile "fil rouge" che in qualche modo lega i due elementi apparentemente inconciliabili..." (Bruno Gianquintieri)

14/12/2005

Easy (Pietro Condorelli)

01/11/2005

I concerti di Viggiano 2005: Aula, Vigorito e Zambrini con intervista, Zegna, Marcotulli, Bonvini, Giammarco e l'Orchestra Laboratorio diretta da Mario Raja... (Francesco Peluso)

12/08/2005

Four Brothers (Contemporary Jazz Guitars)

12/08/2005

Intervista a Pietro Condorelli: "...Mi considero troppo cerebrale... che è il difetto di chi studia troppo! Vorrei diventare più melodico...continuare sulla strada della cantabilità..." (Claudio Lombardi)

05/06/2005

Punkromatic (Maurizio Giammarco & Megatones)

06/04/2005

Maurizio Giammarco, nell'ambito di Terninjazz 2005: "...la notevole esperienza ed il caldo affiatamento del trio sono stati gli elementi aromatizzanti che hanno smussato sapientemente anche i sapori più aspri di alcune esecuzioni..." (Alceste Ayroldi)

09/02/2005

Mari Pintau e Megatones per Pinocchio Jazz: "...Mari Pintau funziona bene, e i quattro sul palco del Pinocchio lo hanno dimostrato...Meno trasparenze, musica concreta, urbana, a volte astratta ma comunque caratterizzata da un forte legame con la melodia per i Megatones..." (Paolo Carradori)

15/01/2005

Presentazione del libro "Il Jazz a Napoli" e conceerto de L'Orchestra Jazz del Conservatorio San Pietro a Majella diretta da Pietro Condorelli. (Massimiliano Cerreto)

20/09/2003

Contemporary Jazz Guitar con Aldo Farias, Pietro Condorelli, Antonio Onorato: "...si è notato come tutti e tre siano giunti ad un momento importante della maturazione artistica, infatti la loro musica esplora sonorità nuove, non tralasciando mai le radici propriamente jazz..." (Salvatore Esposito)

31/08/2003

"Nella suggestiva cornice del Trullo Sovrano, grazie all'impegno dell'assessorato alla cultura e del direttore artistico Michele Stallo, il comune di Alberobello ha ospitato dei concerti di rilievo tra cui quello del trio di chitarre composto da Pietro Condorelli, Aldo Farias e Antonio Onorato." (Marco Losavio)

22/06/2002

Hand down jazz in Naples. I 3 chitarristi partenopei Pietro Condorelli, Antonio Onorato e Aldo Farias propongono un eccellente ensemble

02/12/2000

Quasimodo l'attesissimo nuovo CD di Pietro Condorelli

08/10/2000

Pietro Condorelli (chitarra)

12/07/2000

Recensioni: On My Browser - Pietro Condorelli







Inserisci un commento


© 2000 - 2017 Tutto il materiale pubblicato su Jazzitalia è di esclusiva proprietà dell'autore ed è coperto da Copyright internazionale, pertanto non è consentito alcun utilizzo che non sia preventivamente concordato con chi ne detiene i diritti.


Questa pagina è stata visitata 3.801 volte
Data pubblicazione: 27/12/2009

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti