Jazzitalia - Io C'ero: David Murray and Hocus Pocus 3
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

David Murray and Hocus Pocus 3
Anfiteatro di Cristo delle Zolle, Monopoli - 9 Agosto 2010
di Pasquale Raimondo


click sulla foto per la Gallery completa

"L'esperienza di condividere palco e progettualità con un grande solista afroamericano di jazz come David Murray è al contempo una conferma ed una indicazione di percorso verso la verità più profonda di questa musica": basterebbero le parole di Gianni Lenoci per descrivere l'ottimo concerto che ha visto esibirsi sullo stesso palco il grande David Murray insieme al trio Hocus Pocus 3, la magica rima che si traduce nella profonda arte di Gianni Lenoci (pianoforte), Pasquale Gadaleta (contrabbasso) e Giacomo Mongelli (batteria). L'evento firmato dall'Ass. culturale Euterpe pone l'accento – come da titolo – su "songs, dances and rituals", nel segno di una sublime sintesi di generi.

Sul palco sono stati alternati brani firmati da Murray a composizioni di Lenoci. Grande attenzione per le particolarissime Mrs. Fagan e Mbira del pianista pugliese, brani seguiti a ruota dai singolari pezzi di Murray, come Hong Kong Song e la stupenda Morning Song, un pezzo con cui il grande sassofonista è riuscito a coinvolgere l'intero pubblico grazie al ritmo ed alle geniali improvvisazioni. Morning Song è una vecchia perla del vastissimo repertorio di Murray, un brano dell'ormai lontano 1983, quando il prolifico sassofonista suonava con John Hicks, Reggie Workman ed il batterista Ed Black in un album come sempre licenziato dall'etichetta Black Saint.

Ampio spazio anche per le singolari rivisitazioni dei maestri del jazz, come Bobby Bradford (Sunday Afternoon Jazz Society Blues) e Duke Ellington - di cui il quartetto ci ha regalato la splendida e dolcissima In A Sentimental Mood. Il suono del suo sax, profondo quanto intenso, ha incatenato l'attenzione del pubblico, trasformando il concerto in un viaggio d'intima riflessione. Lo stesso Ornette Coleman era solito affermare che l'anima dei neri d'America si esprime al meglio attraverso il sax tenore. Il bis è stato infine dedicato alla sempiterna Body And Soul di Johnny Green.

Lo sguardo trasversale di Murray ha condotto – nella vita come nei live - questo noto sassofonista e compositore nell'orizzonte più vasto del jazz, quello che al contempo abbraccia il sound di New Orleans e le sonorità più sperimentali.

"Nella cultura afroamericana è molto presente "the acceptance of the mistery", l'accettazione del mistero, la presa di coscienza che in musica, come nell'arte e nella vita, non tutto può essere spiegato attraverso l'analisi – ci spiega Gianni Lenoci - bisogna lasciar spazio all'intuizione del momento, alla creazione istantanea, affinché il miracolo di una musica sempre nuova avvenga".
"Se non si riconquista una dimensione etico/politica del ruolo del musicista, dell'artista tout-court, se non si riprende la dimensione dell'"impegno", allora la storia di questa musica finirà assorbita nei mille rivoli del mercato e dei facili consensi, snaturandone il messaggio più profondo e vero" - ha poi concluso Lenoci.
Pasquale Raimondo
prraimondo@iol.it






Articoli correlati:
24/07/2016

Bestiario Marino (Francesco Massaro)- Antonella Chionna

11/04/2015

Possible Universe - Conduction® 192 (Lawrence D. "Butch" Morris)- Gianmichele Taormina

06/04/2014

Quattro chiacchiere con...Antonella Chionna: "La musica è stata una sconvolgente scoperta adolescenziale, era un modo ulteriore per comunicare quello che per me è terrificante a crudo..." (Alceste Ayroldi)

08/06/2013

Quattro chiacchiere con...Gianna Montecalvo: "...voglio tornare a salire sul palco in maniera più incisiva per dire: "ci sono anche io"." (Alceste Ayroldi)

09/02/2013

XV Padova Jazz Festival: "Ad un deludente David Murray and The Black Saint Quartet si contrappone l'interessante e godibile Rava on the Dance Floor" (Giovanni Greto)

14/01/2013

Bucket of Blood (Gianni Lenoci Hocus Pocus 3 with Steve Potts)- Gianni Montano

22/10/2011

Time To Remember (Pino Mazzarano, Gianni Lenoci)- Roberto Biasco

26/09/2011

Le vecchie glorie Richard Davis & Archie Shepp e la presentazione di "Plays Nat King Cole en espanol" del David Murray Cuban Ensemble a Verona Jazz 2011 (Giovanni Greto)

10/09/2011

IX Edizione del Multiculturita Summer Jazz Festival: Apertura con Angiuli-Di Turi-Angiuli, Attolini J.E.P. Quartet e la Municipale Balcanica, poi Stefano Di Battista "Woman's Land", Pino Mazzarano - Gianni Lenoci, la giovane Orchestra del Saint Louis e Stefano Bollani con i suoi Visionari: "...un festival dove la qualità della musica, unita ad una oramai altissima e collaudata cura organizzativa, lo portano ad essere una delle rassegne maggiormente rappresentative della regione Puglia." (Marco Losavio)

21/08/2011

Bari in Jazz VII Edizione - Miles Lives: "...sono già passati sette anni da quando Bari ha cercato, mercè il pioniere Roberto Ottaviano, di istituzionalizzare una consistente parentesi jazzistica all'interno delle proprie attività culturali. Tra mille difficoltà e qualche punta di amarezza, le cinque giornate di Bari in Jazz hanno tratto la loro essenza nel tema "Miles Lives" tributando il "Dark Magus" a vent'anni dalla scomparsa. Tomasz Stanko, James Taylor Quartet, Michael Blake con Ben Allison e Hamid Drake i concerti di punta della rassegna." (Alceste Ayroldi)

02/05/2010

Painting On Wood (Pittura su Legno) (Stefano Luigi Mangia – feat. Gianni Lenoci) - Alceste Ayroldi

04/04/2010

Barrilete (Barrio de Tango Ensemble) - Fabrizio Ciccarelli e Andrea Valiante

01/02/2010

The Spiritual Man (Open Orchestra Featuring John Tchicai) - Giuseppe Mavilla

09/01/2010

It's Time To Make A Change (Maurizio Quintavalle) - Luca Labrini

27/12/2009

Intervista a Gianni Mimmo: "La cosa più importante è aprirsi a se stessi, avere a che fare con una parte con certe volte non vorresti avere, stare con la difficoltà. Se faccio così il mio apporto all'improvvisazione, è doppio: da una parte imprimo una direzione e dall'altra ne assumo la responsabilità." (Stefano Ferrian)

25/10/2009

Giunto alla 29a edizione il Roccella Jazz Festival sotto il titolo "Rumori Mediterranei" propone quest'anno trenta concerti in undici giorni con i più grandi artisti della scena internazionale. Una rassegna itinerante partita da Reggio Calabria e che, toccando diverse località, si è conclusa nella sua città natìa Roccella Jonica con i consueti quattro giorni di musica e appuntamenti collaterali. (Vincenzo Fugaldi)

15/02/2009

Suite 24 (Giacomo Mongelli)

01/07/2007

Intervista a Cinzia Eramo e Paolo Damiani, protagonisti del nuovo progetto della cantante pugliese dal titolo "Piccole gemme di estrazione creativa": "Personalmente ho sempre cercato di muovermi più da musicista che da cantante. Cerco di lavorare con la voce in modo strumentale, non fermandomi all'esecuzione del tema in maniera canonica. La dimensione del rischio ... ecco una cosa che mi piace! " (Adriana Augenti)

05/02/2007

Terronia (Pino Minafra)

26/11/2006

Ergskkem (Gianni Lenoci - Giorgio Dini - Markus Stockhausen)

16/11/2006

Jazzsett 2006, Gianni Lenoci Duo, Antonio Faraò Trio, Mirko Signorile & Gaetano Partipilo Telepathy Duo: tre concerti con tre espressioni pianistiche differenti, l'improvvisazione totale di Lenoci, l'intenso "soulfull" di Faraò, la simbiosi "telepatica" di Signorile e Partipilo... (Lorenzo Carbonara)

03/08/2006

Il World Saxophone Quartet Experience a Novara Jazz: "E' stato sorprendente ascoltare come, così lontani dalla strumentazione e dalle sonorità di Hendrix, il W.S.Q. sia riuscito a ricreare quell'atmosfera ipnotizzante che scaturiva dalle corde incandescenti di Jimmy." (Patrizio Gianquintieri)

15/07/2006

Intervista a Cinzia Eramo: "...improvvisare è come trovarsi costantemente sul filo del rasoio, non sai dove arriverai, che strada prenderai, se non dopo averlo fatto, sai solo da dove vieni e quello che possiedi..." (Alceste Ayroldi)

08/06/2006

Intervista a Sabino Fino: "Ho realizzato un cd con mie composizioni perché ho voluto dare un'impronta il più personale possibile al mio primo progetto...ed ho scoperto che mi riconosco molto più nelle vesti di compositore che di esecutore..." (Alceste Ayroldi)

08/05/2006

Agenda (Gianni Lenoci )

18/06/2005

Gianni Lenoci Quartet guest Emanuele Cisi: "...Dagli standard più orecchiabili alle sonorità più complesse, ma sempre gradevoli, delle composizioni di Lenoci, alternate alle boppeggianti creazioni di Emanuele Cisi..." (Alceste Ayroldi)

20/07/2003

Spontaneous Conversation (Cinzia Eramo)





Video:
Multiculturita SJF: 13 Luglio - Pino Mazzarano - Gianni Lenoci - Saint Louis Big Band
http://www.capursomap.it/new/14/07/2011/cultura/multiculturita-sjf-13-luglio-......
inserito il 18/07/2011  da CapursoMap - visualizzazioni: 2881
David Murray Quartet
Live At The Village Vanguard 1986, David Murray sax tenor - John Hicks piano - Fred Hopkins bass - Ed Blackwell drums...
inserito il 02/04/2009  da JATLOZ - visualizzazioni: 2229
David Murray live at Village Vanguard
David Murray performing live at Village Vanguard in New York in 1986 with Ed Blackwell (drums), John Hicks (piano), Fred Hopkins (bass)....
inserito il 10/01/2007  da davidmurraymusic - visualizzazioni: 3104


Inserisci un commento


© 2000 - 2017 Tutto il materiale pubblicato su Jazzitalia è di esclusiva proprietà dell'autore ed è coperto da Copyright internazionale, pertanto non è consentito alcun utilizzo che non sia preventivamente concordato con chi ne detiene i diritti.


Questa pagina è stata visitata 2.293 volte
Data pubblicazione: 29/08/2010

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti