Jazzitalia - Io C'ero: Festival ECM alla Casa del Jazz
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

ecmcasadeljazz
Festival ECM alla Casa del Jazz

Roma, Casa del Jazz - 11/13 dicembre 2008
di Dario Gentili
foto Daniele Molajoli

Distances
Norma Winstone - voce
Kluas Gesing - carinetto basso
Glauco Venier – piano

Melos

Vassilis Tsabropoulos - piano
Anja Lechner - violoncello
U.t. Gandhi – batteria

Dans les arbres

Xavier Charles. clarinetto
Ivar Grydeland - armonica, chitarra, banjo
Christian Wallumrød - piano
Ingar Zach - percussioni, batteria

Una delle etichette discografiche che ha caratterizzato la storia del jazz europeo (e non solo), tanto da aver definito un suo peculiare "suono", una delle etichette più discusse, amata fino al feticismo per le sue confezioni e odiata talvolta solo per pregiudizio, la ECM di Manfred Eicher, compie quest'anno quarant'anni. Lo scorso dicembre, in nome di una ormai solida collaborazione, la Casa del Jazz di Roma ha voluto inaugurare i festeggiamenti con un piccolo festival di tre giorni. Come già nel Gennaio 2006 in occasione di un altro mini festival ECM, si sono avvicendati tre progetti fra i più rappresentativi della recente produzione dell'etichetta di Monaco di Baviera. Anche stavolta l'evidente diversità delle proposte musicali ha voluto esprimere la varietà del catalogo ECM: il trio di Norma Winstone, il trio Melos e il collettivo franco-norvegese Dans les arbres.

L
a cantante inglese Norma Winstone è una vecchia conoscenza per gli affezionati della ECM, non soltanto per l'album Somewhere Called Home (1986), di recente riproposto nella collana celebrativa Touchstones, ma anche per aver fatto parte, con Kenny Wheeler e John Taylor, di Azimuth, uno dei tanti successi targati ECM. È a Roma per presentare la sua ultima registrazione, Distances, candidata tra l'altro al Grammy come miglior album di Vocal Jazz. Come in Distances e come in Chamber Music del 2003, è accompagnata dal tedesco Klaus Gesing al clarinetto e sax e dal friulano Glauco Venier al pianoforte: il trio con piano e fiati è evidentemente la formazione che la Winstone predilige e dal vivo è facile comprenderne il motivo. Mentre la ritmica è tenuta soprattutto dal piano di Venier, la voce della Winstone ha spesso e volentieri improvvisato in controcanto con le note di Gesing – mai come stavolta è sembrato evidente che il suono del sax è il più simile a quello della voce umana. La Winstone è sì una cantante estremamente sensibile, dal caratteristico timbro soffuso e sporco al punto giusto, ma anche una grande improvvisatrice. Infatti, privilegiando un'atmosfera meno intimistica rispetto al cd, il concerto ha, spesso in forma di suite, svariato agilmente tra jazz (Chamber Music, Everytime we say goodbye), classici pop (Here comes the Flood di Peter Gabriel, Everybody' Talkin'), composizioni originali (Mirror Mirror, Distance, Giant's Gentle Stride dedicata a Coltrane) e folk, non soltanto quello inglese, ma, grazie agli arrangiamenti di Venier, anche quello friulano, con una danza della val di Resia e con Ciant, una poesia di Pasolini musicata da Venier utilizzando la Petite melodie pour piano di Satie – a scanso di equivoci, forse è il caso di precisare: la Winstone ha cantato in dialetto friulano!

La seconda serata ha visto come protagonista il trio Melos. La formazione è inedita, ma in realtà il trio prosegue coerentemente un progetto del pianista greco Tsabropoulos iniziato in versione solista con Akroasis (2003) e proseguito in duo con la violoncellista Anja Lechner con Chants, Hymns and Dances. Con l'album Melos, a Tsabropoulos e Lechner, si è unito il batterista italiano U. T. Gandhi. E il senso dell'aggiunta di Gandhi al già ben affiatato duo di formazione classica Tsabropoulos-Lechner si è potuto apprezzare soprattutto nella versione live di Melos. Maggiormente che nel cd, infatti, la batteria ha conferito una ritmica più jazzata alle soavi melodie ispirate alla musica bizantina e alle composizioni di Gurdjieff; si è notato come i musicisti si cercassero frequentemente con lo sguardo per trovare il giusto equilibrio ritmico e armonico tra il duo classico e il trio jazz. Come ha testimoniato l'entusiasmo del pubblico, l'esperimento è felicemente riuscito e il concerto, oltre a riproporre integralmente Melos, ha lasciato spazio anche a improvvisazioni in autentico stile jazz e a un blues dagli echi jarrettiani, tanto per restare in casa ECM.

La serata conclusiva offriva sulla carta la proposta musicale al contempo più ostica e suggestiva, espressione esemplare di una certa estetica ECM: il collettivo Dans les arbres. Ma non solo sulla carta: la musica di questo collettivo franco-norvegese di recente formazione si è dimostrata di fatto radicalmente d'avanguardia. Eppure, la formazione non presenta nessuna evidente eccentricità, anzi, è interamente acustica: pianoforte (il norvegese Wallumrød, ben noto ai frequentatori della ECM), chitarra, clarinetto, percussioni. Tuttavia, nell'esecuzione, la sonorità che fuoriesce dagli strumenti non è il loro peculiare timbro, piuttosto quella che emette la materia naturale di cui sono fatti. È più simile al suono del vento che soffia tra gli alberi – come suggerisce il nome stesso del collettivo – che a ogni sorta di armonia. Si potrebbe definire minimalismo o una sorta di musica elettronica prodotta con strumenti acustici. Difficile, se non impossibile, raccontare un concerto del genere, un concerto in progress; nemmeno l'ascolto del cd può venire in soccorso: l'improvvisazione è talmente radicale che ogni concerto è un'esperienza unica, per i musicisti e per gli ascoltatori. Non è certo musica per tutti quella di Dans les arbres, ma rappresenta bene lo spirito della ECM, che ha fatto della ricerca musicale senza compromessi una delle sue prerogative.

Festival ECM - Casa del Jazz - Distances
Festival ECM - Casa del Jazz - Distances Festival ECM - Casa del Jazz - Distances Festival ECM - Casa del Jazz - Distances Festival ECM - Casa del Jazz - Distances Festival ECM - Casa del Jazz - Distances Festival ECM - Casa del Jazz - Distances Festival ECM - Casa del Jazz - Distances
Festival ECM - Casa del Jazz - Distances Festival ECM - Casa del Jazz - Distances
Festival ECM - Casa del Jazz - Distances Festival ECM - Casa del Jazz - Distances
Festival ECM - Casa del Jazz - Melos
Festival ECM - Casa del Jazz - Melos Festival ECM - Casa del Jazz - Melos Festival ECM - Casa del Jazz - Melos Festival ECM - Casa del Jazz - Melos
Festival ECM - Casa del Jazz - Melos Festival ECM - Casa del Jazz - Melos

Festival ECM - Casa del Jazz - Dans Les Arbres Festival ECM - Casa del Jazz - Dans Les Arbres Festival ECM - Casa del Jazz - Dans Les Arbres






Articoli correlati:
18/11/2017

Storica decisione della ECM: la prestigiosa etichetta di Jazz e Musica Contemporanea rende l'intero catalogo disponibile in streaming sulle piattaforme digitali più diffuse

12/11/2017

Nuit Blanche (François Couturier Tarkovsky Quartet)- Alceste Ayroldi

03/09/2017

The Invariant (Benedikt Jahnel Trio)- Alceste Ayroldi

27/08/2017

Rising Grace (Wolfgang Muthspiel)- Alceste Ayroldi

09/07/2017

Requiem (Tigran Mansurian)- Alceste Ayroldi

01/06/2017

ECM: Gli artisti che si esibiranno live nel prossimo periodo e le novità in uscita per la prestigiosa etichetta tedesca

29/01/2017

Miniatures (Glauco Venier)- Alceste Ayroldi

05/11/2016

Symphonika (Glauco Venier - Michele Corcella)- Niccolò Lucarelli

01/11/2016

Moderato Cantabile (Anja Lechner & François Couturier)- Alceste Ayroldi

15/08/2016

This Is The Day (Giovanni Guidi Trio)- Enzo Fugaldi

04/06/2016

Wild Dance (Enrico Rava Quartet)- Alceste Ayroldi

22/11/2015

Quattro chiacchiere con...Stefano Battaglia: "...la parola jazz oramai è talmente piena di cose assai diverse tra loro, da sembrare un po' vuota, paradossalmente." (Alceste Ayroldi)

07/09/2015

Many More Days (Third Reel)- Alceste Ayroldi

13/07/2015

Souvenance (Anouar Brahem)- Alceste Ayroldi

19/10/2014

El Valle de la Infancia (Dino Saluzzi)- Gianni Montano

08/09/2014

Inventio (Jean-Louis Matinier - Marco Ambrosini)- Alceste Ayroldi

15/06/2014

Norma Winstone e il battito "naturale" delle parole: "La cosa importante è trovare l'essenza di una composizione ed eseguirla con rispetto." (Davide Ielmini)

08/06/2014

Lua Ya (Yeahwon Shin, Aaron Park, Rob Curto)- Alceste Ayroldi

15/02/2014

Hagar's Song (Charles Lloyd - Jason Moran)- Marco Losavio

23/12/2013

Saltash Bell (John Surman)- Alceste Ayroldi

15/09/2013

Third Reel (N. Masson, R. Pianca, E. Maniscalco)- Alceste Ayroldi

21/07/2013

Songways (Stefano Battaglia)- Gianni Montano

17/03/2013

Celebration (Arild Andersen)- Alceste Ayroldi

10/03/2013

Rava On The Dancefloor (Enrico Rava and The Parco della Musica Jazz Lab)- Alceste Ayroldi

17/02/2013

Trio Libero (Sheppard, Benita, Rochford)- Andrea Gaggero

05/08/2012

Rio (Keith Jarrett) - Alceste Ayroldi

10/03/2012

Tribe (Enrico Rava 5tet) - Alceste Ayroldi

04/02/2012

The River Of Anyder (Stefano Battaglia Trio) - Alceste Ayroldi

16/01/2012

Orvieto (Chick Corea / Stefano Bollani) - Alceste Ayroldi

06/11/2011

Post Scriptum (Wolfert Brederode 4tet) - Alceste Ayroldi

02/07/2011

Avenging Angel (Craig Taborn)- Alceste Ayroldi

29/05/2011

Mistico Mediterraneo (Paolo Fresu) - Dario Gentili

08/05/2011

Purcor (Trygve Seim/Andreas Utnem) - Alceste Ayroldi

24/04/2011

Rruga (Colin Vallon Trio) - Alceste Ayroldi

23/02/2011

The Rub And Spare Change (Michael Formanek)- Enzo Fugaldi

27/11/2010

Officium Novum (Jan Garbarek – The Hilliard Ensemble) - Dario Gentili

27/11/2010

And If (Anat Fort Trio) - Dario Gentili

21/11/2010

Stories Yet To Tell (Norma Winstone)- Vincenzo Fugaldi

18/09/2010

Intervista a Gerardo Frisina, punto di riferimento per l'intera scena nu-jazz internazionale: "La musica è musica e l'emozione deve esser trasmessa dalla melodia, non dalle parole. Inoltre ciò che arriva alle orecchie della gente è spesso fasullo e la musica viene sporcata se non è sincera ed è fatta per mettersi in mostra." (Mario Melillo)

04/09/2010

Remembrance (Ketil Bjornstad) - Alceste Ayroldi

22/08/2010

Jasmine (Keith Jarrett – Charlie Haden) - Alceste Ayroldi

20/08/2010

Quiet Inlet (Food) - Alceste Ayroldi

09/08/2010

El Encuentro (Dino Saluzzi) - Alceste Ayroldi

03/05/2010

Lost In A Dream (Paul Motian Trio)- Gianmichele Taormina

25/01/2010

Saudações (Egberto Gismonti) - Dario Gentili

07/12/2009

Dresden (Jan Garbarek Group) - Alceste Ayroldi

22/11/2009

Chiaroscuro (Ralph Towner & Paolo Fresu)- Gianmichele Taormina

14/11/2009

Wait Till You See Her (John Abercrombie Quartet) - Giuseppe Mavilla

01/11/2009

Stone in The Water (Stefano Bollani) - Alceste Ayroldi

28/10/2009

Mostly Coltrane (Steve Kuhn Trio with Joe Lovano) - Dario Gentili

25/10/2009

Remembering Weather Report (Miroslav Vitous Group w/Michel Portal) - Dario Gentili

24/10/2009

Testament (Paris/London) (Keith Jarrett)- Gianmichele Taormina

11/10/2009

The Astounding Eyes Of Rita (Anouar Brahem) - Alceste Ayroldi

24/09/2009

Brewster's Rooster (John Surman)- Dario Gentili

05/09/2009

The Promise (Vassilis Tsabropoulos)- Gianmichele Taormina

25/08/2009

Lost On The Way (Louis Sclavis)- Gianmichele Taormina

12/08/2009

Siwan (Jon Balke – Amina Alaoui) - Alceste Ayroldi

26/07/2009

Sky & Country (Fly (Turner, Grenadier, Ballard))- Gianmichele Taormina

06/06/2009

Movements in colour (Andy Sheppard)

01/05/2009

Cantando (Bobo Stenson Trio)

14/04/2009

Yesterdays (Keith Jarrett / Gary Peacock / Jack DeJohnette )

14/04/2009

Last Night The Moon Came Dropping Its Clothes In The Street (Jon Hassell)

14/03/2009

New York Days (Enrico Rava)

01/02/2009

The End of a Summer (Julia Hulsmann Trio)

21/01/2009

Distances (Norma Winstone)

12/01/2009

Profumo di Violetta (Gianluigi Trovesi all'Opera)

13/04/2008

Jazzitalia all'IAJE Annual Convention 2008: "E' un vantaggio ed uno svantaggio al tempo stesso il fatto che all'Annual Convention dell'IAJE vi sono così tanti concerti, clinics, masterclasses a cui partecipare, persone da incontrare, strumenti da provare, stand da vedere e chiacchiere da fare..." (Jamie Baum)

11/11/2007

Playground (Manu Katchè)

15/09/2007

Vaghissimo Ritratto (G. Trovesi - U. Petrin - F. Maras)

08/07/2007

Fleuve (Pierre Favre Ensemble)

15/04/2007

L'imparfait des langues (Louis Sclavis)

09/04/2007

Gazelab. Un omaggio alla ECM Records. Roberto Masotti, con Maurizio Martusciello, Mario Masullo e alcuni dei musicisti ECM in una suggestiva serata di musica e immagini: "...un'esibizione unica nel suo genere, tale anche per l'opportunità di ascoltare, coinvolti in un medesimo progetto, musicisti che normalmente percorrono strade estremamente personali." (Dario Gentili)

05/11/2006

Piano Solo (Stefano Bollani)

20/04/2006

Senderos (Dino Saluzzi)

31/03/2006

Vassilis Tsabropoulos per la rassegna Piano Solo all'Auditorium di Roma: "...la sua maestria consiste nel distendere gli spazi, facendo riecheggiare nelle nostre orecchie indurite le antiche armonie di canti dimenticati, sommersi nel fragore della storia." (Dario Gentili)

31/12/2005

Nomad (Ferenc Snétberger - Arild Andersen - Paolo Vinaccia )

10/08/2005

I Have The Room Above Her (Paul Motian Trio)

18/12/2004

In Praise of Dreams (Jan Garbarek)





Video:
Paul Bley, Gary Peacock, Paul Motian - Don't You Know - 1999
Manfred Eicher? ( founder of ECM ) is an investigator of the conteporary music the last forty years and many famous artists today ought to him their r...
inserito il 23/02/2010  da artmaniac53 - visualizzazioni: 2661
Enrico Rava, 50 anni di jazz (parte prima)
Il 31 gennaio all'Auditorium Rai di Torino, Enrico Rava festeggia 50 anni di carriera. Il tour del disco "New York Days" prende il via con S...
inserito il 03/02/2009  da jacosi71 - visualizzazioni: 2844
Enrico Rava, 50 anni di jazz (parte seconda)
Il 31 gennaio all'Auditorium Rai di Torino, Enrico Rava festeggia 50 anni di carriera. Il tour del disco "New York Days" prende il via con S...
inserito il 03/02/2009  da jacosi71 - visualizzazioni: 2703
John Abercrombie/Kenny Wheeler Band
Kenny Wheeler Quintet_Kenny Wheeler,Trumpet/John Abercrombie,Guitar/Peter Erskine,Drums/John Taylor,Piano/Palle Danielsson,Bass, Baltica Festival...
inserito il 28/10/2008  da ohmproduct - visualizzazioni: 2600


Inserisci un commento


© 2000 - 2017 Tutto il materiale pubblicato su Jazzitalia è di esclusiva proprietà dell'autore ed è coperto da Copyright internazionale, pertanto non è consentito alcun utilizzo che non sia preventivamente concordato con chi ne detiene i diritti.


Questa pagina è stata visitata 4.832 volte
Data pubblicazione: 21/02/2009

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti