Jazzitalia - Io C'ero: Pure Songs: La purezza di Laura Lala e Sade Mangiaracina raccontata in musica.
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Pure Songs
La purezza di Laura Lala e Sade Mangiaracina raccontata in musica.
Roma, Casa del Jazz, 12 febbraio 2010
testo e foto di Francesca Maiolino

L
aura è la voce e l'anima delle loro creazioni, Sade, il corpo, è al piano in tutte le sue sfumature, dalla dolcezza mediterranea ad un vigoroso virtuosismo jazzistico. Un dialogo perfetto e una sintonia oltre la musica, "two women in one", come raccontano. Accompagnate da Marco Spedaliere ai sassofoni, Diego Tarantino al contrabbasso e Claudio Mastracci alla batteria presentano a "La Casa del Jazz" il nuovo cd dal nome "Pure Songs".

Un richiamo verso la terra, l'amore, l'infanzia. Tutto ciò che richiama purezza, tra uno swing e un jazz a tratti tendente al pop. Un agitato con stile. Testi in Inglese, italiano e in dialetto siculo, che si intrecciano senza darsi fastidio ma che si compensano e offrono un carattere sempre nuovo al brano stesso. Stornelli, filastrocche e modi di dire ritmano con allegria e caratterizzano in modo particolare i brani in dialetto. Canta in "S'iddu Moru" "Abballati, abballati femmini schietti e maritati" tratto e modificato dalla "Cavalleria Rusticana" di Mascagni, l'allegria della danza paesana, dove tutte le donne sono invitate a ballare, che prende un ritmo jazz attraverso un canto popolare e l'immagine di una danza ad una festa di paese. Inutile dire che la melodia così come il ritornello (unico testo del brano) continua a fare compagnia nella mente anche a canzone finita.

Una Sicilia baciata dal calore del sole e delle tradizioni e che si sprigiona attraverso le sonorità smooth jazz e la morbidezza della voce di Laura, mentre al piano Sade vola tra un jazz tradizionale e un jazz fusion. Un ritmo scanzonato sostenuto da un basso e da una batteria perfettamente in sintonia con voce e piano.

È così che da brani come "In the Night", "Love" e "Bread" melodiosi e romantici cantati in lingua inglese dove la dolcezza e la delicatezza del piano lasciano senza fiato, passa a "Idda", "l'urtimo degli urtimi" e "La varca" dove "u suli russo s'astuta unn mari oro nero" e che come "s'iddu moru" appartengono alla terra siciliana in tutte le sue forme, il dialetto, la melodia cantilenante, il mare, i pescatori, i colori di un jazz che si tinge di rosso.

Un jazz contaminato da citazioni popolari quindi, da storie di vita che raccontano e lasciano toccare con mano la quotidianità e i sentimenti più candidi.








Articoli correlati:
21/09/2017

Rumori Mediterranei XXXVII Edizione: "Lo storico festival del meridione italiano è arrivato alla XXXVII edizione, dopo alcuni anni di incertezze e di svolte, inaugurando un nuovo corso organizzativo." (Vincenzo Fugaldi)

15/07/2017

Bungaro alla Casa del Jazz: Per festeggiare i 25 anni di carriera, l'artista sarà in concerto alla Casa del Jazz accompagnato, tra gli altri, dal vibrafono di Marco Pacassoni e dal sax di Rosario Giuliani

18/06/2017

Summertime 2017: rassegna estiva di concerti all'aperto nel parco della Casa del Jazz per un cartellone che mescola star internazionali e italiane a musicisti meno conosciuti ed emergenti.

18/09/2016

Oltremente Festival. Itinerari di Jazz Contemporaneo: "La terza edizione del festival si è svolta in tre serate al Molo di Levante, affiancata da un laboratorio musicale sull'improvvisazione e la musica d'insieme condotto da Giancarlo Schiaffini." (Vincenzo Fugaldi)

15/09/2013

The Golden Circle (F.Bosso, R.Giuliani, M.Di Leonardo, E.Pietropaoli): "Una formazione che, viste le premesse di affiatamento ed autorevolezza, si inserisce da subito ai vertici del jazz, italiano e non solo." (Roberto Biasco)

16/10/2011

I Gaia Cuatro a Roma alla casa del Jazz: Ci sono poco più di diciottomila chilometri che separano il Giappone dall'Argentina, a parte storia e cultura, cresciute in direzioni diverse, ma non opposte a ben ascoltare i Gaia Cuatro, quartetto nato per caso tra il contrabbassista Carlos "el Tero" Buschini, il pianista Gerardo Di Giusto, la violinista Aska Kaneko e il percussionista Tomohiro Yahiro: "I Gaia Cuatro uniscono suoni differenti e comportamenti umani pressochè distanti: l'algida gentilezza e purezza armonica giapponese, con la tempesta ormonale che scatenano tempi e ritmi latini." (Alceste Ayroldi)

16/07/2011

Intervista con Sade Mangiaracina: "Non è difficile essere donna nel mondo del jazz, anzi per certi aspetti siamo favorite essendo una minoranza rispetto agli strumentisti maschi." (Alceste Ayroldi)

06/02/2011

Laura Lala e Sade Mangiaracina 5et: "La caratteristica più autentica ed innovativa di questo progetto è il melting pot culturale che si respira tra le note con particolare riferimento alle contaminazioni della musica popolare siciliana, del jazz caldo, del funk ed ai tenui profumi del pop americano colto. Un esperimento così ben riuscito che abbia come centro nevralgico le nuove generazioni di jazzisti, è di quelli che sono destinati a non restare fini a se stessi." (di Fabrizio Ciccarelli e Andrea Valiante)

06/02/2011

Dave Douglas & Keystone alla Casa del Jazz: "Con uno spettro espressivo che variava tra mood metropolitano ed echi orientaleggianti, la tensione non si è affievolita per l'intera durata dei due concerti, strutturati su scalette omogenee per atmosfera, ma diverse per brani eseguiti." (Dario Gentili)

08/08/2010

Vijay Iyer, Stephan Crump e Marcus Gilmore portano per la prima volta a Roma il loro trio presso la Casa del Jazz, presentandosi senza legarsi a un progetto specifico. (Laura Mancini)

13/03/2010

Pure Songs (Laura Lala & Sade Mangiaracina) - Giuseppe Mavilla

22/01/2007

Master Class di Jack De Johnette alla Casa del Jazz: "Un incontro da favola...è uscita fuori tutta la sua vena afroamericana che ci piace di più: la rabbia, il pestare, l'Africa, l'hard bop. Due ore piene di Jack Dejohnette così, credo che non se l'aspettava nessuno." (Paolo Amarisse)

17/12/2006

L'Adamo Quartet di Daniele Tittarelli alla Casa del Jazz: "Fra le qualità della musica quella che ha catturato maggiormente l'attenzione è stata la fantasia, la continua invenzione melodica..." (Daniele Mastrangelo)





Video:
Marina De Sanctis - Eddy Palermo Samba Jazz Quartet in Corcovado
Marina De Sanctis with Eddy Palermo Samba Jazz Quartet in Corcovado - Live "Casa Del Jazz" Roma - October 19th 2009...
inserito il 04/11/2009  da marinadesanctis - visualizzazioni: 2716
Marina De Sanctis - Eddy Palermo Samba Jazz Quartet in Samba De Verão
Marina De Sanctis with Eddy Palermo Samba Jazz Quartet in Samba De Verão - Live "Casa Del Jazz" Roma - October 19th 2009...
inserito il 03/11/2009  da marinadesanctis - visualizzazioni: 2485


Inserisci un commento


© 2000 - 2017 Tutto il materiale pubblicato su Jazzitalia è di esclusiva proprietà dell'autore ed è coperto da Copyright internazionale, pertanto non è consentito alcun utilizzo che non sia preventivamente concordato con chi ne detiene i diritti.


Questa pagina è stata visitata 3.920 volte
Data pubblicazione: 13/03/2010

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti