Jazzitalia - Live: Antonio Marangolo - Afa
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�


Antonio Marangolo - Afa

NOTE DI LEGNO – Castelnuovo Bormida (AL) ven 10 giugno 2016
Teatro del Rimbombo
di Andrea Gaggero


Antonio Marangolo - sax tenore, sax soprano, voce
Stefano Solani - contrabbasso
Alessandro Minetto - batteria

"Note di Legno" è una piccola e preziosa rassegna musicale, in tre date distribuite nel corso di luglio, realizzata con mezzi modesti e grande, tangibile passione dal Teatro del Rimbombo; il luogo è il piccolo paese di Castelnuovo Bormida. Qui nel 1990 nasceva la compagnia, in una chiesa sconsacrata, con il palco su cui recitare, poi vennero interventi di correzione acustica e una platea a gradoni realizzate con artigianale perizia.

Il trio di Antonio Marangolo, con il fido Stefano Solani e Alessandro Minetto, è stato forse una scelta centrata e consequenziale per questa prima rassegna. L'abitudine al palcoscenico, la vena ironica (autoironica) e quasi istrionica del musicista siciliano ben si accordano all'atmosfera teatrale del luogo. E (anche) teatro sarà. Sala buia, solo il suono del sassofono tenore nascosto alla vista, che "canta" in solitudine; poi dietro mascheramenti, abbellimenti e deviazioni emerge la meravigliosa linea melodica di My One And Only Love e compare il corpo del musicista, in penombra, appena rischiarato da una piccola luce blu; entrano gli altri e con un segnale musicale il brano prende una forma diversa. Solani si dimostra compositore interessante, seppur non originalissimo, con la sua Cuernavaca, dedicata a Mingus e Evans che là trascorsero i loro ultimi giorni. Il richiamo a Haden e a Mingus è persino troppo scoperto ma tutto il brano è condotto con la giusta energia e grande controllo. La seguente, hadeniana Our Spanish Slow Song di un lirismo struggente, si articola su un ritmo di beguine contagioso e meravigliosamente tenuto dalle spazzole di Minetto e dal timing rilassato di Solani. A seguire brano totalmente improvvisato, costruito per idee contrastanti e con un interplay eccellente, nonostante Minetto e Marangolo si conoscono solo nel pomeriggio. La ninna nanna siciliana cantata da Marangolo è poi accelerata e trasformata in un rollinsiano calypso. Solani in un bel solo si distingue per le sue doti migliori: un suono pastoso e morbido, un timing asciutto e una cantabilità rara. Particolarmente consequenziale e misurato il drumming elegante di Minetto. Basso archettato, soprano ricurvo per suoni e cadenze melismatiche e Minetto che accompagna sui tamburi con i mallet. A chiudere Afa si apre su una frase ripetuta di tre note che diventa un vamp di basso, Marangolo "canta" il bel tema ancora su un ritmo di sapore orientale, lontanissimo dall'abusato 4/4. Vamp ipnotico e seducente con un bel solo di tenore giocato su note tenute. Poi la voce dentro lo strumento alterata e deformata chiude in un diminuendo dinamico. Marangolo dimostra qui, indubitabilmente, alcuni fatti sia particolari sia forse generalmente validi: la propria caratura elevata di compositore e autore di musiche originali, quanto siano importanti i musicisti di cui ci si circonda che possono condizionare le proprie scelte musicali, come l'espressione artistica non proceda per esclusioni ma per accumuli successivi.






Articoli correlati:
02/06/2014

Sketches of Miles (Alessio Menconi)- Gianni Montano

25/05/2014

Suoni, Parole, Ritmi del mondo - V Edizione: "...quattro appuntamenti dignitosissimi, malgrado l'attuale periodo di crisi generalizzata, collegati dall'idea dell'omaggio a personaggi che hanno fatto la storia della musica afroamericana." (G. Montano - A. Gaggero)

02/09/2012

Volar Por Las Ventanas (Sebastian Coleman Gallery (Antonio Marangolo)) - Andrea Gaggero

30/05/2010

Come sto bene qui (Marangolo Quartetto Orizzontale)- Enzo Fugaldi

05/09/2009

My Foolish Harp (Angelo Adamo) - Giuseppe Mavilla

25/08/2009

Blue night (Guido Di Leone) - Giuseppe Andrea Liberti

26/07/2009

Nostos (Marangolo, Tavolazzi, Bandini)- Andrea Gaggero

21/06/2009

Antonio Marangolo e Umberto Petrin all'interno della rassegna "L'arte del duo": "Si possono far convivere Debussy e Schoenberg con il pianismo percussivo e febbrile di Cecil Taylor e poi il tutto con il "rumorismo" di Cage? E Wayne Shorter con Sidney Bechet, quest'ultimo con il "belcanto" italiano?" (Andrea Gaggero)

23/11/2008

Abbagli (Francesco Negro Quartet )

22/05/2008

Starry Eyed Again (Chet On Our Minds) (Michela Lombardi – Riccardo Arrighini Trio)

26/12/2007

The Picture (Melissa Stott)

23/08/2006

Intervista ad Alessandro Minetto: "...voglio apprendere da qualsiasi cosa cercando di attingere da tutte le fonti di musica possibili. Nel processo di apprendimento mi sono quasi sempre affidato alle emozioni, solo alcune volte mi sono imposto di ascoltare della musica che in un primo momento mi risultava incomprensibile e non mi piaceva un gran che..." (Michela Lombardi)

25/06/2005

Cream of Mandarins (Gee - Gallo - Minetto)







Inserisci un commento


© 2000 - 2017 Tutto il materiale pubblicato su Jazzitalia è di esclusiva proprietà dell'autore ed è coperto da Copyright internazionale, pertanto non è consentito alcun utilizzo che non sia preventivamente concordato con chi ne detiene i diritti.


Questa pagina è stata visitata 336 volte
Data pubblicazione: 07/08/2016

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti