Jazzitalia - Live: Oltremente Festival 2014
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�


Oltremente Festival 2014

Mind, Body and Soul Improvise – I Edizione
Punta Secca - Santa Croce Camerina (RG) dal 27 al 31 agosto 2014
di Gianmichele Taormina
foto di Giansalvo Canizzo

Jazz d'avanguardia e rivisitazione del passato, improvvisazione istantanea e composizione contemporanea (ma molto altro ancora), sono stati i contenuti salienti di "Oltremente Festival 2014". La rassegna, organizzata dall'Associazione Culturale Quattroetrentatre, si è svolta nella magnifica cornice scenografica di Piazzetta Torre, una piccola ma confortevole banchina irregolare, punto di riferimento del borgo marinaro di Punta Secca in provincia di Ragusa.

Nel corso della tre giorni concertistica, svariate sono state le forme e le "ispirazioni" dei musicisti coinvolti all'interno del cartellone. Musicisti siciliani - lo diciamo subito - quasi a ribadire un concetto: quello che lo spessore, la caratura strumentale e improvvisativa di questi ultimi è preziosa e innegabile, forse più che in altre parti del globo.

A conferma di ciò Fabrizio Puglisi che ha aperto con successo la manifestazione, ha portato con sé l'altissimo bagaglio culturale cui egli è custode: componendo e improvvisando, richiamando entità del passato (Ellington, ma soprattutto Monk), inventando e invertendo suoni sul suo pianoforte preparato con vari processi e stratagemmi del tutto liberi e non di certo calcolati a tavolino. L'esibizione si chiamava infatti "Solo for Piano and Toys", una sorta di excursus dove il protagonista non era soltanto il solismo organico, lirico, poderoso ma mai straripante del musicista catanese, ma anche giocattoli vari disposti su di un tavolinetto e sopra il pianoforte: un pappagallo meccanico ed uno a molla, un pianoforte a coda "formato mignon", un campanellino della reception di un albergo, due casette musicali stile Mulino Bianco, un carillon, una stellina di plastica tirata "a corda".

Regalando alla platea intervenuta trascinanti e coinvolgenti quadretti di grande espressione artistica e di squisita sensibilità strumentale Puglisi ha confermato di essere pianista geniale, estroverso e incontenibile (e lo si dice da anni). Ma, come spesso accade, "nemo profeta in patria", pur collaborando con realtà notevoli come l'Italian Instabile Orchestra, più fitte sono le sue collaborazioni all'estero con musicisti del calibro di Han Bennink, Don Byron, Louis Sclavis, John Zorn, Günter "Baby" Sommer, Butch Morris, Steve Lacy e William Parker.

Con differenti prospettive dal concerto di Puglisi, il duo inscenato da Luciano Troja e Giancarlo Mazzù ha diversamente sorpreso per charme e confidenzialità. Due strumenti armonici ma pur volendo anche ritmici come pianoforte e chitarra sanno ben giostrare una girandola di sensazioni, soprattutto se si tratta di standard da reinterpretare, manipolare e, perché no, da eseguire col gusto naturale e con le intenzioni dei loro antichi compositori. In definitiva ciò che è emerso dall'incontro tra i due musicisti non è stato altro che un gioco a scacchi dove la vincitrice è stata la musica. Composizioni immortali come Take The A Train (che ha chiuso il concerto), All the things you are, Softly As In A Morning Sunrise, la gershwiniana But not for me e poi il Weill di Mack The Knife e le due ballads When I Fall in Love e My Funny Valentine (quest'ultima reinterpretata più velocemente), hanno completato un concerto delizioso e godibile. Troja si è dimostrato pianista laborioso ed eclettico, mai sopra le righe eppur in grado di saper scavare sapientemente nel nucleo essenziale dello standard, mentre Mazzù colorava e inspessiva a secondo dei momenti, il grado di colloquialità generato dai vari quadri che si succedevano.

Momento conclusivo del festival è stata l'esibizione del quartetto capitanato dal contrabbassista Alessandro Nobile. "Southeast Of My Dreams" titolo del bel disco d'esordio di Nobile nonché del concerto finale della manifestazione, ha visto come protagonisti sull'antico partner una formazione completata da Stefano Maltese, Paolo Sorge e Antonio Moncada. La musica esposta dal contrabbassista comisano ha messo in mostra diverse inclinazioni e possibilità d'azione, sospesa com'era da eteree movenze compositive, libere di spostarsi a secondo del "sentire" del collettivo. Maltese, professionista navigato, fiatista sopraffino - grandioso al clarinetto basso, agile al flauto e al saxello - sviscerava liricità e incisività nelle belle esposizioni tematiche firmate dal giovane leader. Di contro Paolo Sorge generava dalla sua "solare" chitarra vitali e cristallini fraseggi contrappuntistici, ora terraquei, poi dominanti le strutture armoniche delle composizioni. Ineccepibile la funzione e gli interventi di Antonio Moncada, probabilmente tra i batteristi più lucidi e completi del nostro territorio nazionale. Cosa aggiungere poi di Nobile? Un contrabbassista attento nella sua mera funzione ritmica eppur capace di orientare col suo suono corposo, pieno e talvolta meditativo, i tratti originali delle propria musica, sempre trascinante, sempre svelatrice di eventi inaspettati, dunque interessantissima e ricca di sorprese.

"Oltremente" si è chiuso infine con un concerto svoltosi presso la Biblioteca di Santa Croce Camerina dove si è esibito un ensemble di musica d'insieme nato dal workshop collaterale al festival, formato da giovani musicisti provenienti da diversi luoghi del territorio del ragusano. Evento alquanto positivo e che fa ben sperare al prosieguo di un'attività didattica permanente svincolate dalla manifestazione.

Fabrizio Puglisi  Oltremente Festival  (by Giansalvo Cannizzo)Fabrizio Puglisi  Oltremente Festival  (by Giansalvo Cannizzo)Fabrizio Puglisi  Oltremente Festival  (by Giansalvo Cannizzo)Fabrizio Puglisi  Oltremente Festival  (by Giansalvo Cannizzo)Fabrizio Puglisi  Oltremente Festival  (by Giansalvo Cannizzo)Fabrizio Puglisi  Oltremente Festival  (by Giansalvo Cannizzo)Fabrizio Puglisi  Oltremente Festival  (by Giansalvo Cannizzo)Fabrizio Puglisi  Oltremente Festival  (by Giansalvo Cannizzo)
Fabrizio Puglisi  Oltremente Festival  (by Giansalvo Cannizzo)Fabrizio Puglisi  Oltremente Festival  (by Giansalvo Cannizzo)Fabrizio Puglisi  Oltremente Festival  (by Giansalvo Cannizzo)Fabrizio Puglisi  Oltremente Festival  (by Giansalvo Cannizzo)Fabrizio Puglisi  Oltremente Festival  (by Giansalvo Cannizzo)Fabrizio Puglisi  Oltremente Festival  (by Giansalvo Cannizzo)Fabrizio Puglisi  Oltremente Festival  (by Giansalvo Cannizzo)Fabrizio Puglisi  Oltremente Festival  (by Giansalvo Cannizzo)Fabrizio Puglisi  Oltremente Festival  (by Giansalvo Cannizzo)Fabrizio Puglisi  Oltremente Festival  (by Giansalvo Cannizzo)Fabrizio Puglisi  Oltremente Festival  (by Giansalvo Cannizzo)
Fabrizio Puglisi  Oltremente Festival  (by Giansalvo Cannizzo)Fabrizio Puglisi  Oltremente Festival  (by Giansalvo Cannizzo)Alessandro Nobile Quartet  Oltremente Festival  (by Giansalvo Cannizzo)Alessandro Nobile Quartet  Oltremente Festival  (by Giansalvo Cannizzo)Alessandro Nobile Quartet  Oltremente Festival  (by Giansalvo Cannizzo)Alessandro Nobile Quartet  Oltremente Festival  (by Giansalvo Cannizzo)Alessandro Nobile Quartet  Oltremente Festival  (by Giansalvo Cannizzo)Alessandro Nobile Quartet  Oltremente Festival  (by Giansalvo Cannizzo)Alessandro Nobile Quartet  Oltremente Festival  (by Giansalvo Cannizzo)
Alessandro Nobile Quartet  Oltremente Festival  (by Giansalvo Cannizzo)Alessandro Nobile Quartet  Oltremente Festival  (by Giansalvo Cannizzo)Alessandro Nobile Quartet  Oltremente Festival  (by Giansalvo Cannizzo)Alessandro Nobile Quartet  Oltremente Festival  (by Giansalvo Cannizzo)Alessandro Nobile Quartet  Oltremente Festival  (by Giansalvo Cannizzo)Alessandro Nobile Quartet  Oltremente Festival  (by Giansalvo Cannizzo)Alessandro Nobile Quartet  Oltremente Festival  (by Giansalvo Cannizzo)Alessandro Nobile Quartet  Oltremente Festival  (by Giansalvo Cannizzo)Duo Troja - Mazzu %  Oltremente Festival  (by Giansalvo Cannizzo)
Duo Troja - Mazzu %  Oltremente Festival  (by Giansalvo Cannizzo)Duo Troja - Mazzu %  Oltremente Festival  (by Giansalvo Cannizzo)Duo Troja - Mazzu %  Oltremente Festival  (by Giansalvo Cannizzo)Duo Troja - Mazzu %  Oltremente Festival  (by Giansalvo Cannizzo)Duo Troja - Mazzu %  Oltremente Festival  (by Giansalvo Cannizzo)Duo Troja - Mazzu %  Oltremente Festival  (by Giansalvo Cannizzo)Duo Troja - Mazzu %  Oltremente Festival  (by Giansalvo Cannizzo)Duo Troja - Mazzu %  Oltremente Festival  (by Giansalvo Cannizzo)Duo Troja - Mazzu %  Oltremente Festival  (by Giansalvo Cannizzo)Duo Troja - Mazzu %  Oltremente Festival  (by Giansalvo Cannizzo)
click sulle foto per ingrandire





Articoli correlati:
18/09/2016

Oltremente Festival. Itinerari di Jazz Contemporaneo: "La terza edizione del festival si è svolta in tre serate al Molo di Levante, affiancata da un laboratorio musicale sull'improvvisazione e la musica d'insieme condotto da Giancarlo Schiaffini." (Vincenzo Fugaldi)

15/08/2016

Southeast of my dream (Alessandro Nobile)- Niccolò Lucarelli

26/09/2015

Oltremente Festival 2015 : "...un festival che abbiamo così scoperto, nota dopo nota e che ci fa ben sperare in una nuova edizione altrettanto suggestiva e interessante." (Nina Molica Franco)

10/05/2015

Laut (Gaia Mattiuzzi)- Laura Scoteroni

05/01/2015

A World Apart (Stefano Maltese Open Sound Ensemble)- Francesco Favano

28/10/2013

Faces And Tales (Daniele Cavallanti & The Brotherhood Creative Trance Music Ensemble)- Marco Buttafuoco

14/08/2013

In Your Mind (Alfio Sgalambro)- Gianni Montano

12/08/2013

Quattro chiacchiere con...Giancarlo Mazzu' e Luciano Troja: "...quando suoniamo, tratteniamo rigorosamente in mente il significato musicale di questi temi, cosi' sono essi stessi a suggerirci le varie strade da seguire." (Alceste Ayroldi)

27/08/2010

Among the Waves of Light (Giancarlo Mazzù Trio meets Salvatore Bonafede)- Alessandro Carabelli

25/07/2010

Six Dances Under (Antonio Borghini & Malebranche)- Vincenzo Fugaldi

06/03/2010

"At home with Zindars" di Luciano Troja. La scoperta di un compositore amato da Bill Evans (Rossella del Grande)

06/03/2010

At Home With Zindars (Luciano Troja)- Francesco Martinelli

06/03/2010

This Floating Space Suite (Stefano Maltese as Sikilli) - Giuseppe Mavilla

01/02/2010

The Spiritual Man (Open Orchestra Featuring John Tchicai) - Giuseppe Mavilla

18/10/2009

L'arte della Guerra (Francesco Cusa "Skrunch") - Giuseppe Mavilla

12/09/2009

Due serate dedicate alla musica jazz al Cortile Pandolfi Art Pub di Pozzallo anche se in ambiti antitetici dal punto di vista del linguaggio espressivo. La prima serata ha visto esibirsi l'inedito quartetto del chitarrista Paolo Sorge, la seconda un altro quartetto con l'armonicista Angelo Adamo.

28/06/2009

Seven Tales About Standards vol. 2 (Giancarlo Mazzù – Luciano Troja) - Enzo Fugaldi

15/08/2008

Pure Landscapes (Giancarlo Mazz�)

05/10/2003

Trinkle Trio (Paolo Sorge)







Inserisci un commento


© 2000 - 2017 Tutto il materiale pubblicato su Jazzitalia è di esclusiva proprietà dell'autore ed è coperto da Copyright internazionale, pertanto non è consentito alcun utilizzo che non sia preventivamente concordato con chi ne detiene i diritti.


Questa pagina è stata visitata 852 volte
Data pubblicazione: 29/11/2014

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti