Jazzitalia - Io C'ero: Omer Avital and His Band Of The East
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Jazz, Dine & Wine
Omer Avital and His Band Of The East
Sheraton Hotel - Catania - 25 giugno 2009
di Liliana Rosano

Influenze etniche e non solo, standard jazz e sperimentazione. C'è questo ed altro nella musica di Omer Avital, contrabbassista, compositore e arrangiatore israeliano ospite insieme alla sua "Band of the East" per l'ultimo appuntamento di "Jazz, Dine & Wine", la rassegna musicale curata da Gianni Gualberto Morelembaum.

I
l quintetto che Avital ha portato sul palco dell'hotel Sheraton di Catania vantava brillanti musicisti israeliani molto attivi nella scena musicale newyorkese: il trombettista Itamar Borochov, il sassofonista Matan Chapnizka, il pianista Omer Klein e l'americano Eric Mcpherson alla batteria.

Grazie alla sua formazione, Avital ha dato vita ad una nuova forma espressiva capace di fare incontrare il jazz più classico con il jazz etnico dalle chiare influenze kletzmer. Nel concerto catanese Omer Avital e la sua band hanno dato prova di un perfetto interplay musicale e di una ricercatezza di sonorità inconsuete. Nella prima parte della performance, il contrabbassista israelita ha saputo ricreare eleganti atmosfere musicali basandosi su frammenti melodici tratti dalla tradizione musicale del Medioriente; mentre nella seconda parte il quintetto si è dedicato soprattutto ad una sperimentazione musicale basata su una commistione di jazz tradizionale e libera improvvisazione.

Residente negli USA dall'inizio degli anni ‘90, Avital ha suonato con importanti musicisti tra cui Roy Haynes, Al Foster e Kenny Garrett, oltre a essere stato uno degli animatori della nuova scena jazz sorta in quel periodo intorno allo Smalls, collaborando con future stars quali tra gli altri Mark Turner, Joshua Redman e Brad Mehldau. Al contrabbasso Avital da prova di grande eccentricità e vigore, ma anche come arrangiatore e compositore riesce a legare insieme le tessiture compositive dei vari generi musicali, guadagnandosi in tal modo il plauso della critica internazionale che lo ha affiancato a leggendari esponenti del contrabbasso jazz quali Charles Mingus e William Parker.

Non sono mancati i momenti solistici, in primis quelli dello stesso Avital ma anche del virtuoso pianista che ha accompagnato con molta presenza e vigore la formazione in ogni momento. Le puntuali punteggiature ritmiche delle percussioni dell'ottimo Eric Mcpherson, i contrappuntistici fraseggi costruiti dalla tromba di Itamar Borochov e dal sax di Matan Chapnizka hanno costruito l'intelaiatura musicale ben sapientemente diretta da Omer Avital.
 






Articoli correlati:
12/01/2013

Bologna Jazz Festival 2012: La 4° dimensione di John Mclaughlin, il ricordo di Massimo Mutti da parte del Chick Corea Trio...(Eugenio Sibona)

06/05/2012

"...la musica scorre fluida e a volte si ha l'impressione di ascoltare un'orchestra...un disegno compositivo estremamente raffinato che spazia nelle molteplici influenze..." (Viviana Falcioni)

02/04/2011

Omer Avital, Jason Lindner, Jeff Ballard trio: "Le introduzioni avanguardiste del trio, creano atmosfere sospese: corde pizzicate del piano, il frusciare dei fogli sui martelletti, note "stirate" del contrabbasso, il suono di piccoli strumentini, un tamburello e il vibrato dei suoi cimbali suona aggrappato allo Hi-Hat per poi esaurire il suo compito. Ogni strumento ha modo di sperimentare trame armoniche e sonorità originali, tante idee del piano per un supporto stilistico estremamente moderno." (Viviana Falcioni)

20/03/2011

I 3 Cohen al Teatro Lauro Rossi di Macerata: "E' davvero incredibile la musicalità che sprigionano questi giovani ma già affermati musicisti, riescono a travolgerti con il loro entusiasmo, sembrano rincorrersi tra loro con le note come nei giochi d'infanzia." (Viviana Falcioni)

04/02/2006

Aaron Goldberg, Ali Jackson e Omer Avital dal Roundmidnight di Fisciano (Francesco Truono)







Inserisci un commento


© 2000 - 2017 Tutto il materiale pubblicato su Jazzitalia è di esclusiva proprietà dell'autore ed è coperto da Copyright internazionale, pertanto non è consentito alcun utilizzo che non sia preventivamente concordato con chi ne detiene i diritti.


Questa pagina è stata visitata 2.125 volte
Data pubblicazione: 08/08/2009

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti