Jazzitalia - Live: Radio Trio (Enrico Zanisi, Marco Siniscalco, Emanuele Smimmo)
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Radio Trio
Enrico Zanisi, Marco Siniscalco, Emanuele Smimmo
Genova – Borgo Club - 29 marzo 2014



Enrico Zanisi - piano
Emanuele Smimmo - basso elettrico
Marco Maniscalco - batteria

Appuntamento di rilievo al Borgo Club di Genova, questo piccolo e prestigioso Jazz Club situato in una bella, non centrale, zona della città, che sopravvive grazie alla grande passione e determinazione dei conduttori capci sempre di proporre musiche di ottima qualità; fatto che ha un qualcosa di "eroico" e miracoloso in una terra sempre più povera di iniziative, musicali e culturali, memorabili. Questa sera è la volta del Radio Trio, formazione paritaria che ha in Enrico Zanisi il nome di maggior richiamo e interesse e che nasce dalla comune passione per il miglior pop-rock anni Settanta-Ottanta. Lo stesso Zanisi confessa l'adolescenziale amore per il metal rock fortunatamente (per noi) presto abbandonato. Ma qui alla passione antica si unisce la volontà di utilizzare melodie e progressioni di brani, più o meno celebri, che possano fornire nuovo materiale di repertorio contribuendo al ripensamento di una formazione, storicamente consolidata, quale il piano trio. L'operazione in realtà non è nuovissima e neppure originale: il trio EST, Brad Melhdau e i Bad Plus, tra li altri, hanno già percorso tale via, sovente con risultati eccellenti. Forse nessuno si è però dedicato in maniera così esclusiva ad un repertorio tangenziale, non sempre memorabile, scelta che invece caratterizza Radio Trio.

Si passa dai Supertramp di Goodbye Stranger alla introversa More Fool Me dei Genesis, ballad eseguita con meravigliosa soupless e delicatezza, grazie allo swing sottopelle e al sapiente controllo delle dinamiche da parte di Maniscalco e alla grande vena melodica di Zanisi che si abbandona al canto. In Black Dog dei Led Zeppelin, Maniscalco è attentissimo alle dinamiche, live e fantasioso nell'impiegare piatti, bodi e pelli senza cordiera mentre la melodia è affidata all'unisono di basso elettrico e pianoforte. Qui e per tutto il concerto appare evidente come i brani siano stati sapientemente e accuratamente arrangiati, con scelte semplici ma di grande efficacia che garantiscono varietà e freschezza ad un repertorio non sempre memorabile. La grande elasticità e capacità d'ascolto reciproca è palpabile anche in Don't Give Up di Peter Gabriel. Zanisi è pianista maturo; maturità che si traduce nella costante consapevolezza delle proprie abilità e limiti e nella capacità di controllo del flusso musicale. La formazione eurocolta è sempre in evidenza, nel tocco, nella impostazione tecnica e anche nell'articolazione del discorso musicale con la tendenza a costruire pazientemente le proprie improvvisazioni, stratificandole con l'impiego materiali di partenza anche eterogenei e diversificati che vengono accolti e fatti propri con grande cura.

Un plauso quindi al Radio Trio e al Borgo Club che ha organizzato il concerto.






Articoli correlati:
20/11/2017

Kon-tiki (Francesco Ponticelli)- Gianni Montano

23/09/2017

A Beautifull Story (Rosario Bonaccorso)- Alceste Ayroldi

15/05/2016

Give Me Five By Foot! (Tuk Music Antologico)- Alceste Ayroldi

05/07/2015

Young Jazz Festival 15: "L'undicesima edizione del festival fulginate patrocinato da Umbria Jazz e diretto da Giovanni Guidi ha confermato l'ormai consueto taglio innovativo e la festosa partecipazione di numerosissimi giovani nel nuovo spazio dell'ex cinema Vittoria, oggi denominato Zut!" (Vincenzo Fugaldi)

12/01/2015

Conversation With My Soul (Giovanni Tommaso Consonanti Quartet)- Alceste Ayroldi

08/12/2014

A! (Francesco Pierotti Trio)- Francesco Favano

08/11/2014

Il giro d'Italia a bordo di un disco - Stefano Mastruzzi, Camilla Records: "La discografia non è affatto defunta, semplicemente deve cambiare muta e rinnovarsi per adeguarsi ai tempi. Scoprire il talento, coltivarlo, assecondarlo, contrastarlo e portarlo alla maturità artistica è una missione." (Alceste Ayroldi)

21/07/2014

Keywords (Enrico Zanisi)- Alceste Ayroldi

02/02/2014

Intervista a Luca Pirozzi: "L'importante è avere voglia di esplorare, di giocare con la musica, e cercare di non mettere dei paletti che escludono visioni più ampie e rischiano di auto-ghettizzarsi in ambiti particolari di genere." (Alceste Ayroldi)

13/10/2013

Roccella Jazz Festival 2013: Trentatreesima edizione per il festival calabrese che, con una nuova direzione artistica, e' stato dedicato quest'anno alla tema della pace. (Vincenzo Fugaldi)

09/06/2013

Dedicato (Alessandro Paternesi P.O.V. Quintet)- Roberto Biasco

24/03/2013

Intervista a Enrico Zanisi: Ospite al Festival 12points di Dublino, perchè selezionato come artista italiano tra giovani di tutta Italia. "Non serve dovere fare qualcosa per innovare ma 'poter' fare qualcosa per esprimersi." (Daniela Floris)

03/03/2013

Life Variations (Enrico Zanisi Trio)- Nicola Barin

24/02/2013

Sei domande a: L.Aquino, J.Mazzariello, A.Paternesi, E.Pietropaoli, M.Rabbia, F.Sigurtà, E.Zanisi: "L'insegnamento, gli spazi e i festival, il jazz europeo e americano, i media la discografia..." (Vincenzo Fugaldi)

23/02/2013

Aram (Fabrizio Savino)- Alceste Ayroldi

22/12/2012

Etruschin Jazz (Marco Guidolotti) - Francesco Favano

29/09/2012

European Jazz Expo #2: Asì, Quartetto Pessoa, Moroni & Ionata, Mario Brai, Enrico Zanisi, Alessandro Paternesi, David Linx, Little Blue, Federico Casagrande, Billy Cobham (D. Floris, D. Crevena)

26/05/2012

"Concerto che riesce a tenere desto l'interesse e l'attenzione per il valore dei singoli, per l'equilibrio timbrico-dinamico e per la varietà che aggiunge all'abusato schema tema/assolo/tema con cadenze, chorus stop-time, parti in duo e altro." (Andrea Gaggero)

22/10/2011

Le Vie Del Pane E Del Fuoco (Ettore Fioravanti) - Andrea Gaggero

17/10/2010

I grandi pianisti Jazz: Un mini festival per celebrare il jazz pianistico. Di sicuro si è sentita bella musica, molto varia, essendosi avvicendati sul palco due nuovi giovanissimi talenti (Vincenzo Danise ed Enrico Zanisi) e due solidi jazzisti (Dave Kikoski e Antonio Farao'). Prima della musica un'ardita introduzione del critico d'arte Vittorio Sgarbi con un parallelismo tra il jazz e una certa arte figurativa contemporanea passando dal cubismo per arrivare alla "action painting". (Daniela Floris)

13/02/2010

Quasi Troppo Serio (Enrico Zanisi Trio)- Enzo Fugaldi

01/01/2010

Antiche Pietre (Giuliana Soscia & Pino Jodice Italian Tango Quartet)- Alessandro Carabelli

11/03/2006

Il bluesman Johnny Mars al Borgo Club: "Atmosfera magica in questo appuntamento molto atteso dai cultori del blues, un tour de chant che ci ha riportati indietro negli anni, nel ventennio 1910-1930, al periodo d'oro raggiunto dal blues..." (Enzo Cocchetti)

22/05/2005

Lewis Nash e il suo quartetto al Borgo Club di Genova: "...Il quartetto di Lewis Nash ha offerto una serata di grande jazz, una prova stimolante con pagine di poderoso impulso, infondendo ai brani inseriti in programma una vita nuova, connubio ideale di geometrie musicali e di concetti liricamente trasfigurati..." (Enzo Cochetti)





Video:
Andrea Pozza - Get happy
Andrea Pozza, Peter Washington, Lewis Nash live al Genova Spring Festival Lunedì 23 Aprile 2007...
inserito il 26/04/2007  da Mazzipunk - visualizzazioni: 2888


Inserisci un commento


© 2000 - 2017 Tutto il materiale pubblicato su Jazzitalia è di esclusiva proprietà dell'autore ed è coperto da Copyright internazionale, pertanto non è consentito alcun utilizzo che non sia preventivamente concordato con chi ne detiene i diritti.


Questa pagina è stata visitata 640 volte
Data pubblicazione: 31/05/2014

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti