Jazzitalia - Live: Ralph Alessi 'Baida' Quartet
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Ralph Alessi "Baida" Quartet
Mercoledì 26 marzo 2014 Teatro Comunale – Porto San Giorgio (FM)
di Viviana Falcioni
foto di Andrea Feliziani

Ralph Alessi - tromba
Gary Versace - piano
Drew Gress - contrabbasso
Roberto Dani - batteria

Chi ha avuto la fortuna di ascoltare il quartetto di Ralph Alessi nel tour italiano, ha potuto apprezzare il progetto Baida e le piacevoli composizioni del leader. Baida è anche il titolo dell'album registrato nel 2013 per la prestigiosa etichetta ECM e la formazione in studio di registrazione comprendeva l'eclettico pianista Jason Moran sostituito da Gary Versace nelle tappe italiane, poi il bassista Drew Gress e il batterista Nasheet Waits. Ma al teatro Comunale di Porto San Giorgio causa problemi con i discografici, il batterista Nasheet Waits viene sostituito dal nostrano Roberto Dani venendo a mancare quindi una preponderante componente stilistica di matrice afroamericana. Ma le perplessità suscitate dalle sostituzioni vengono fugate, perché i quattro musicisti si sono integrati alla perfezione dando vita ad un jazz equilibrato, elegante e a tratti pensieroso, ancor più vicino alle ben note sonorità dell'etichetta tedesca.

Accenni di minimalismo fluttuante nelle note di Gary Versace che si appresta ad introdurre "Low", gioiello a firma Jason Moran in apertura di concerto, in seguito farà da padrone assoluto Alessi con le sue composizioni. Si ascolta piacevolmente una musica piena di sfumature timbriche e ritmiche che risaltano un processo compositivo ramificato dove il jazz, melodicamente libero, sorvola ampi territori sonori in un percorso musicale mutevole di grande suggestione. Ciò che si avverte in "11/1/10" e "Gobble Goblins" è' l'innata cura per il suono nello sviluppo della melodia dove un ispirato Gary Versace sventaglia piccoli grappoli di note nel primo e accordi non tranquillizzanti ma di grande efficacia nel secondo.

Il drumming di Roberto Dani ha una propulsione ritmica costante, eleganza e colori sonori che ben si sposano con una tangibile muscolarità. I brani di Ralph Alessi sono molto articolati e con un'innata imprevedibilità nei temi come in "Dog Waking" brano tratto dall'album "Cognitive Dissonance" del 2010 inciso per l'etichetta italiana CAM records. Ogni song è un racconto enfatico dove le voci degli strumenti s'inerpicano nel vortice dei dialoghi ed è subito grande empatia tra palco e platea.

Il bassista Drew Gress conferma il suo pizzicato ridondante garantendo un tocco di classe e sicurezza e le sue mani iniziano a volare; l'iterazione in "I Go You Go" mostra quanto si possa creare se alla base di tutto c'è una grande intesa. Le atmosfere acquatiche del batterista, impegnato con sonagli, pelli, piattini e spazzole, incontrano le corde del contrabbasso sfiorate dall'archetto, e la musica diventa sinfonica. E ancora, il palco accoglie l'intimità del duetto piano/tromba e un accenno un po' latin sfocia nelle sonorità inattese di un concerto per tromba di Scarlatti.

La tromba di Alessi ha un suono scintillante e sempre nitido, una tecnica prodigiosa con i migliori afflati espressivi, stimolato da un suono contemporaneo pur senza mai abbandonare un jazz più tradizionale. Il trombettista californiano ha all'attivo undici album e numerose collaborazioni con prestigiosi musicisti quali Sam Rivers, Ron Carter, Fred Hersch, Greg Osby, Tim Berne, Joey Baron, Bobby Previte ma l'apprezzamento dei suoi colleghi è ben maggiore di quello di un pubblico troppo spesso distratto dalla notorietà di jazzisti in erba.

Il brano "Baida Reprise" conduce alla fine di una gustosissima performance legata ad un progetto stuzzicante, stimolante, fresco, geniale e vengono alla mente le parole di Ralph Alessi in un'intervista rilasciata poco tempo fa: "La musica è suono come il gusto del palato ti conduce al cibo".






Articoli correlati:
08/08/2016

Newswok (Giancarlo Tossani Synapser + Ralph Alessi)- Enzo Fugaldi

29/03/2015

Only Man (Ralph Alessi - Fred Hersch)- Valeria Loprieno

11/01/2015

ParmaJazz Frontiere Festival: "...per il diciannovesimo anno consecutivo, si conferma come uno dei festival più interessanti d'Europa." (Andrea Grossi)

23/03/2014

Kurt Elling Quintet in Concert: "...tra i cantanti più popolari e importanti nel panorama jazzistico mondiale, un autentico pensiero musicale e una vera e propria "Star" oltre i confini del jazz." (Viviana Falcioni)

23/02/2014

Stefano Battaglia Trio - Songways, i suoni e i silenzi della musica: "...la presenza di tali musicisti alimenta quella ormai flebile speranza che si possa ancora parlare, diffusamente, di cultura musicale." (Andrea Gaggero)

28/10/2013

Arcthetics - Soffio Primitivo (Roberto Ottaviano)- Alceste Ayroldi

07/09/2013

Bianco il vestito nel buio (Roberto Bonati)- Alceste Ayroldi

21/07/2013

Songways (Stefano Battaglia)- Gianni Montano

01/07/2012

Grande creatività e interazione tra musicisti per un concerto-tributo stimolante suonato con convinzione ed entusiasmo. (V. Falcioni, A. Feliziani)

04/02/2012

The River Of Anyder (Stefano Battaglia Trio) - Alceste Ayroldi

21/08/2011

Bari in Jazz VII Edizione - Miles Lives: "...sono già passati sette anni da quando Bari ha cercato, mercè il pioniere Roberto Ottaviano, di istituzionalizzare una consistente parentesi jazzistica all'interno delle proprie attività culturali. Tra mille difficoltà e qualche punta di amarezza, le cinque giornate di Bari in Jazz hanno tratto la loro essenza nel tema "Miles Lives" tributando il "Dark Magus" a vent'anni dalla scomparsa. Tomasz Stanko, James Taylor Quartet, Michael Blake con Ben Allison e Hamid Drake i concerti di punta della rassegna." (Alceste Ayroldi)

02/04/2011

Wrecks (The Angle)- Rossella del Grande

27/08/2010

Legatura di Valore (Rita Sannia)- Alessandro Carabelli

21/03/2010

Ravi Coltrane Trio al Piacenza Jazz Fest: "Ravi Coltrane è musicista dalla solida preparazione e di grande determinazione, il suo gruppo si è mosso con maestria, sapienza ed una sicura proprietà di linguaggio in territori generalmente noti: la musica di Ravi appare radicata in un passato "glorioso" con radici profonde in un mainstream di stampo hardboppistico-modale." (Andrea Gaggero)

24/09/2009

Brewster's Rooster (John Surman)- Dario Gentili

10/08/2009

Stefano Battaglia Re: Pasolini al Pomigliano Jazz Festival: "Una bella e convincente prova di maturità per Battaglia, un artista che scientemente rinuncia al puro sfoggio del suo cospicuo bagaglio di strumentista, per concentrarsi sull'espressione più emotiva e profonda del fare/essere musica." (Alfonso Tregua)

06/06/2009

Human Activity Suite (Brad Shepik)

09/04/2009

Solace (Jamie Baum Septet )

15/06/2008

A New Conversations - Vicenza Jazz 2008 si distingue, tra gli altri, Ariel, un pianista di soli dieci anni: "Se si ascolta e si guarda allo stesso tempo, puo' prevalere a volte la tenerezza e lo stupore per le capacita' tecniche di un bambino. Ma se si chiudono gli occhi si capisce che non c'e' alcuna differenza con un pianista maturo. Padronanza ritmica, gradevolezza melodica, capacita' improvvisativa e soprattutto di scrittura..." (Giovanni Greto)

06/04/2008

Jazz & Wine Of Piece: "La X edizione di Jazz & Wine ha confermato la buona qualità della manifestazione che ha spaziato dal jazz al folk fino alla world music, aprendo anche alla New Age." (Giovanni Greto)

11/11/2007

Sightunheard (Jamie Baum )

11/11/2007

Moving forward, standing still (Jamie Baum Septet)

06/04/2007

Storie di fiume (Simone Guiducci Gramelot Ensemble)

11/01/2007

Oscar Del Barba Trio Special Guest Javier Girotto: "Ascoltare il trio di Oscar Del Barba con Javier Girotto era un'occasione da non perdere anche per constatare lo stato di grazia in cui versa il jazz italiano..." (Giuseppe Mavilla)







Inserisci un commento


© 2000 - 2017 Tutto il materiale pubblicato su Jazzitalia è di esclusiva proprietà dell'autore ed è coperto da Copyright internazionale, pertanto non è consentito alcun utilizzo che non sia preventivamente concordato con chi ne detiene i diritti.


Questa pagina è stata visitata 564 volte
Data pubblicazione: 11/05/2014

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti