Jazzitalia - Io C'ero: Ryuichi Sakamoto: Playing The Piano. Europe 2009
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Ryuichi Sakamoto: Playing The Piano. Europe 2009
31 Ottobre 2009, Treviso, Teatro Comunale
di Giovanni Greto


Ryuichi Sakamoto, pianoforte, computer

Un concerto ipnotico che ha commosso ed entusiasmato gran parte della platea del teatro Comunale per quasi due ore. Il celebre compositore alterna lo strumento classico suonato al momento, a sonorità che derivano dal computer. In più il PC contiene anche motivi registrati al piano acustico e che risuonano automaticamente, interagendo grazie all'espediente dei loops, con l'esecuzione dello stesso motivo suonato in tempo reale. L'inizio è molto lungo. C'è un ronzio fastidioso e note liquide, lentissime, a creare un'atmosfera "ambient", simile a quelle inventate da Brian Eno. Si prosegue con fitti e brevi segmenti, ora al pianoforte, ora al computer, ora eseguiti da entrambi con gli effetti sopra descritti. Un fondale scuro, tendenzialmente grigio, accompagna le musiche, e propone testi, talora anche recitati, a difesa dell'ambiente. E' la sacralità che prorompe spontanea nella sala, semplicemente, o le sequenze sono state provate e riprovate in studio, scegliendo quelle che più avrebbero fatto pensare al sacro, alla meditazione? Di certo, si riconosce un gusto romantico nel fraseggio e sembra di intravedere la mano di Satie e di Debussy, ma c'è senz'altro tanto del leader, che ammira ed ama questi musicisti. Ciò che si prova all'ascolto è una dolcezza che affiora lentamente ma ad un certo punto si blocca. Ci aspetteremmo una musica che realmente generi in noi delle emozioni forti, che ci possa far esplodere in un pianto dirotto. Invano. Emblematico, in questo senso, il tema di "Merry Christmas Mr.Laurence", una melodia insistente, sicuramente piacevole, ma che non decolla. Il successo di Sakamoto è dovuto anche all'efficacia delle colonne sonore e quindi l'ascolto è intimamente legato alla visione. Frattanto il tempo passa. Il recital finisce. Sakamoto educatamente e in maniera composta ringrazia. Nel foyer, intanto, un organizzato merchandising attira lo sguardo di un pubblico che ha manifestato il proprio consenso con applausi scroscianti soprattutto negli episodi al pianoforte acustico.






Articoli correlati:
15/01/2012

"L'amore per la melodia rimane importante e l'accenno ai suoi temi più suggestivi ed evocativi è carico di passione ed enfasi senza mai eccedere in pedanteria e manda in visibilio l'intera sala." (Gabriele Prevato)







Inserisci un commento


© 2000 - 2017 Tutto il materiale pubblicato su Jazzitalia è di esclusiva proprietà dell'autore ed è coperto da Copyright internazionale, pertanto non è consentito alcun utilizzo che non sia preventivamente concordato con chi ne detiene i diritti.


Questa pagina è stata visitata 2.776 volte
Data pubblicazione: 30/01/2010

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti