Jazzitalia - Io C'ero: Silenzio Assenzio & Natalie Oliveri from Chicago
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Silenzio Assenzio & Natalie Oliveri from Chicago
Zen.Zero Roma - 19 Febbraio 2010
di Laura Mancini
foto Francesca Maiolino

L'introduzione di questa serata dai toni ipnotici è affidata alle sonorità elettroniche del quartetto composto da Francesco Infarinato (tastiere e suoni elettronici) Bruno Talone (tromba), Gabriele Capocchi (sassofono) e Luca D'intino (basso). I primi brani proposti sono "So high" e "La fèe verte": D'Intino col suo basso ostinato fornisce ritmo alle composizioni del gruppo mentre il sax gentile di Capocchi accenna melodie dai tratti sensuali e dal suono pulito e suggestivo. Infarinato alle tastiere dona all'atmosfera d'insieme il giusto tocco di giocosità.

Passando da influenze jazz-rock fino alla predominante componente disco, i ragazzi trascinano efficacemente il pubblico, "scaldandolo" al punto giusto fino all'attesissimo arrivo sul palco della guest star della serata, la cantante di Chicago Natalie Oliveri. È il turno di "Artemisia #1 – Sunny", in cui la sua voce risuona splendida: toni acuti e freschi, timbro particolare e non comune, la Oliveri modula abilmente nei virtuosismi originali e mai eccessivi.

Di "My favourite thing" è proposto un arrangiamento moderno ma rispettoso della versione originale la cui melodia è affidata alla tromba di Talone. Solo in chiusura della performance si inserisce Natalie, rallentandone il ritmo fino a spegnerlo con voce soffiata e seducente. "Brightness of these days" vede invece l'artista statunitense protagonista assoluta. La Olivieri incanta completamente il pubblico mostrando anche la sua fenomenale presenza scenica. "Boyfriend", scritto dalla Oliveri e riarrangiato dai Silenzio Assenzio ha un sound pop-disco, orecchiabile e che fornisce carica all'ensemble.

Da notare in particolare l'arrangiamento proposto di "Summertime": dopo un'introduzione fedele al brano originale, Gabriele Capocchi imbraccia il sax soprano ed il pezzo viene rivisitato in chiave elletro-lounge, mentre Natalie non smette di sorprenderci giocando col testo del brano e col suo scat moderno e personale, mostrando ancora grande personalità.

Proseguendo con "Closer" della Oliveri, passando per la romantica "Artemisia # 2" e per "Artemisia # 3", fino al testo in lingua portoghese della cantante, "Puertas del corazon", il gruppo si dimostra versatile e capace di stare sul palco senza perdere mai concentrazione e affiatamento.














Inserisci un commento


© 2000 - 2017 Tutto il materiale pubblicato su Jazzitalia è di esclusiva proprietà dell'autore ed è coperto da Copyright internazionale, pertanto non è consentito alcun utilizzo che non sia preventivamente concordato con chi ne detiene i diritti.


Questa pagina è stata visitata 2.549 volte
Data pubblicazione: 07/03/2010

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti