Jazzitalia - Io C'ero: Sonny Fortune Quartet
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Sonny Fortune Quartet
Kitano Jazz Club, New York - 16 maggio 2009
di Roberta E. Zlokower

trad. Andrea Gaggero

Click here to read the english version


www.Overstock.com

Sonny Fortune - Saxophone
Michael Cochrane
- Piano
David Williams
- Bass
Steve Johns
- Drums

The Kitano New York
And 441 Records
(Kitano NY Jazz Lounge)
66 Park Avenue @38th Street
New York, NY
212.885.7119


Produced by Gino Moratti

I
l Kitano è un locale di New York, al numero 66 di Park Avenue dove, dal mercoledì al sabato sera, si può ascoltare jazz. Il concerto del quartetto di Sonny Fortune questa sera, sabato 16 maggio, è stato particolarmente entusiasmante. Sonny Fortune suona tutta la famiglia dei sassofoni (dal soprano al baritono) e poi il clarinetto e il flauto ed è ancor oggi in splendida forma dopo decenni di concerti ed incisioni discografiche. Tra i tanti con cui ha suonato citiamo Elvin Jones, Miles Davis, McCoy Tyner e George Benson; piu recentemente si è esibito con il suo gruppo, quello di stasera, che vede Michael Cochrane al piano, David Williams al basso e Steve Johns alla batteria. Per questo secondo set mi ha raggiunto Marco Losavio, Direttore di Jazzitalia.net, in visita a New York per ascoltare jazz.

Il set è iniziato con Sonny Fortune al soprano alle prese con la manciniana "Charade". Le note ripetute del soprano hanno arricchito questa splendida melodia di arabeschi atonali e di una insolente melanconia. Mentre Michael Cochrane e David Williams hanno suonato con grande economia di mezzi e stringatezza, Sonny Fortune ha trasformato la ballad in un uragano di energia sonora. Nel corso del brano in realtà il piano di Cochrane ha guidato la musica con accenti ritmici ricchi e sicuri. Ad un certo punto, Williams ritaglia il tema per il suo contrabbasso, disperdendone i frammenti musicali, in contrasto con le pulite e chiare ornamentazioni del sax di Sonny Fortune. Il brano seguente "You and the night and the music" si è caratterizzato per una energico assolo di Fortune al sax tenore. Questa band suona con entusiasmo e lo ha dimostrato in questa ballad: producono un fronte sonoro impressionante, aumentato dalla pulsazione sicura della batteria di Steve Johns; il basso danzante di Williams si unisce al piano di Cochrane e poi Johns incalza con un riff percussivo, e con rapide rullate abbellisce i ritmi pianistici.

Il brano "Awakening", dalla "Trilogy Collection" di Fortune per la Blue Note, vede Sonny al flauto: questo brano dal sapore esotico è evocativo del canto di risveglio di uccelli, in una miscela di jazz e new age. Johns, fischiando, aggiunge qualche effetto e Cochrane arricchisce il suono d'insieme con accordi ripetuti, che danno vita ad una armonia eterea, tutta in levare. Il flauto di Fortune intona un frammento melodico e lo ripete. La sezione ritmica passa da un accompagnamento ritmico del pianoforte, ad un suono di campana alquanto sinistro, al suono di uno shaker in legno, prima che il tenore di Sonny Fortune finisca il brano con note sussurrate, acute a basse. Il davisiano "All Blues" mette di nuovo in luce il sax tenore di Fortune, accade così quando Sonny lascia che le cose scorrano naturalmente. I muscoli facciali di fortune sembravano scoppiare per l'energia e passione, e termina il brano con note sempre più basse che crescono solo sul finale.


Gino Moratti & Sonny Fortune
MArco Losavio & Sonny Fortune

photo courtesy by Roberta E. Zlokower






Articoli correlati:
07/04/2013

Cedar Walton presents Piero Odorici (Piero Odorici with Cedar Walton Trio)- Gianni Montano

01/12/2012

Intervista a Gaspare Pasini: In occasione del debutto del progetto Pepper Legacy, dedicato alla musica di Art Pepper: "...fa conoscere pezzi di cuore stomaco e cervello sparsi senza riserve sul grande pentagramma che sta nel cielo di ognuno di noi." (Marco Losavio)

07/05/2011

Alvester Garnett Artworks Ensemble suonano all'After Hours del Dizzy's Club "Coca-Cola" di New York (Roberta E. Zlokower)

07/05/2011

Il Randy Weston "African Rhythms Sextet" al Dizzy's Club "Coca-Cola", "Il sestetto infiamma il pubblico evocando frasi musicali da tutto il mondo: Turchia, Africa, Cuba, Brasile e ovviamente dall'America." (Roberta E. Zlokower)

07/05/2011

Jazz al Lincoln Center Presenta: "La Musica di Kurt Weill", con Ute Lemper: "Con le espressioni del volto e i gesti ha saputo sottolineare e rafforzare il senso delle canzoni: una vera cantante da teatro-Miss Lemper ha cantato con gusto, sensualità, intelligenza, calore e i più amabili toni che io abbia ascoltato da anni." (Roberta E. Zlokower)

27/11/2010

Kenny Barron, uno dei tanti fenomeni della grande rassegna di Todd Barkan, ha fatto il pieno al Dizzy's Club di New York: musica intensa, trascinante ed eccitante. Per l'After Hours, si esibisce il pianista italiano Eugenio Macchia con il suo trio: una nuova possibilità per il Songbook Americano: i brani sono stati eseguiti con una intensità mozzafiato, in perfetto tono e senza orpelli. (Roberta E. Zlokower)

26/08/2010

Buster Williams' Spanish Sun, Flamenco Rising. Il contrabbassista, insieme a Eric Reed, Adam del Monte, Mark Gross e Ignacio Berroa all'Iridium Jazz Club di New York. (Roberta E. Zlokower)

20/06/2010

Jazzitalia compie 10 anni: "...il 20 giugno 2000, iniziava l'avventura di Jazzitalia. Oggi, a distanza di 10 anni, siamo ancora qui a rendere disponibile uno strumento utile per chiunque voglia far conoscere il proprio lavoro nell'ambito della musica Jazz, per chiunque voglia essere aggiornato sulle evoluzioni, le tendenze, le novità di questo mondo musicale..." (Marco Losavio)

24/04/2010

Rough Jazz (Native Soul)- Alessandro Carabelli

17/01/2010

Tutti gli anni in dicembre, Ilene Glick Barkan, moglie di Todd Barkan, Direttore Artistico del Dizzy's Club Coca-Cola, e rinomato produttore discografico, celebra qui il suo compleanno con amici, parenti e i jazz fan del Club. Quest'anno Ilene e i suoi amici sono stati deliziati dalla musica vigorosa di Lucky Thompson...(Roberta E. Zlokower)

04/10/2009

Joe Baione Sextet, con Jorge Castro, Marshall Gilkes, Toru Dodo, Marco Panascia e Aaron Walker all'Iridium Jazz Club di New York. (Roberta E. Zlokower)

04/10/2009

John Patitucci, Joe Lovano e Brian Blade ospiti alla festa di compleanno del Direttore Artistico Todd Barkan al Dizzy's Club "Coca-Cola" di New York. (Roberta E. Zlokower)

14/09/2009

"After Hours" al Dizzy's Club "Coca-Cola" di New York con il Latin Jazz Quintet di Chembo Corniel (Roberta Zlokower)

14/09/2009

Eddie Palmieri and His Afro Caribbean Jazz Sextet at Dizzy's Club "Coca-Cola" di New York (Roberta Zlokower)

17/07/2009

Charenée Wade con Oscar Perez and His Quartet in Swings into Spring, al concerto After Hours del Dizzy's Club "Coca-Cola" di New York.(Roberta E. Zlokower)

01/01/2009

Cedar Walton al Bologna Jazz Festival: "L'hard bop di Walton oggi appare ricamato, edulcorato nei suoi contrasti. Qualunque sporgenza o dissonanza viene diluita in un'armonizzazione serena, sofisticata e, forse, un po' troppo ragionevole. Il suo stile, evoluto e inguaribilmente odierno, finisce per confezionare un jazz da cartolina, indubbiamente adatto alle esigenze degli ascoltatori più nostalgici." (Giuseppe Rubinetti)

15/03/2008

Presso lo Studio 57 Fine Arts, sulla 57a West a New York, vicinissimo alla Carnegie Hall, agli show di Broadway, al Lincoln Center, vi sono delle uniche e rare litografie di Al Hirschfeld che ritraggono alcuni tra i più rinomati musicisti jazz... (R. Zlokower)

27/01/2008

Clayton Brothers Quintet al Dizzy's Club, Coca-Cola: "Il quintetto non solo si è esibito mostrando una qualità ed una versatilità eccezionali, ma John e Jeff hanno dialogato col pubblico con calore e umorismo, raccontando anche aneddoti relativi al jazz e alla sfera personale della loro famiglia." (Roberta Zlokower)

05/01/2008

Il trio di Danilo Rea e Roberto Gatto, con Joseph Lepore al contrabbasso, al Dizzy's Club Coca-Cola di New York: "...l trio ha presentato alcune arie tratte dalle opere italiane eseguite con arrangiamenti jazz, oltre a classici della musica americana di Bacharach e Lennon, e originali interpretazioni in chiave jazzistica di note canzoni italiane." (Roberta Zlokower)





Video:
In a sentimental mood - Elvin Jones Quintet
Sonny Fortune (Ts), Ravi Coltrane (Ss) at BLUE NOTE TOKYO in 1992...
inserito il 28/08/2007  da imesan - visualizzazioni: 2181


Inserisci un commento


© 2000 - 2017 Tutto il materiale pubblicato su Jazzitalia è di esclusiva proprietà dell'autore ed è coperto da Copyright internazionale, pertanto non è consentito alcun utilizzo che non sia preventivamente concordato con chi ne detiene i diritti.


Questa pagina è stata visitata 2.809 volte
Data pubblicazione: 21/07/2009

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti