Jazzitalia - Live: Talos Festival 2015
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novità

I
Talos Festival 2015

Ruvo di Puglia 1-11 ottobre
Direzione artistica Pino Minafra
di Vincenzo Fugaldi

Talos FestivalTalos FestivalTalos FestivalTalos FestivalTalos FestivalTalos FestivalTalos FestivalTalos Festival
Talos FestivalTalos FestivalTalos FestivalTalos FestivalTalos FestivalTalos FestivalTalos FestivalTalos Festival
Talos FestivalTalos FestivalTalos FestivalTalos FestivalTalos FestivalTalos FestivalTalos FestivalTalos Festival
Talos FestivalTalos FestivalTalos FestivalTalos FestivalTalos FestivalTalos FestivalTalos FestivalTalos Festival
Talos FestivalTalos FestivalTalos FestivalTalos FestivalTalos FestivalTalos FestivalTalos FestivalTalos Festival
click sulle foto per ingrandire

La determinazione e la forza di volontà di Pino Minafra e dei suoi collaboratori hanno consentito che anche quest'anno si tenesse il Talos Festival, evento culturale di portata eccezionale in un panorama italiano sempre più tendente all'omologazione e all'appiattimento culturale. Nonostante le difficoltà economiche e lo spostamento al mese di ottobre che ha comportato l'utilizzo di uno spazio al chiuso per i concerti serali, il festival si è svolto come di consueto, con i primi sette giorni dedicati a bande, fanfare, orchestre giovanili pugliesi, per poi concludersi con quattro giornate di rilevanza internazionale.

Il percorso è iniziato con un incontro tra suoni popolari ciprioti e calabresi: il violinista Michalis Kouloumis ha incontrato l'oud e i tamburelli di Checco Pallone, in una riuscita commistione di suoni che confermava, se ce ne fosse ancora bisogno, la matrice comune delle musiche del Mediterraneo. Tutto calabrese invece il duo tra lo stesso Pallone e la lira calabrese suonata da Piero Gallina, strumento a tre corde di origini greche dal suono pieno di fascino. Gli stessi musicisti erano poi inseriti nell'articolato progetto di Nicola Pisani denominato Cypriana, come il cd omonimo autoprodotto dall'artista che riporta la registrazione del concerto effettuato presso l'aula magna dell'Università La Sapienza di Roma l'1 ottobre del 2012. Si tratta di un concerto per voce solista, voce narrante, ensemble jazz/tradizionale e coro, con una forte valenza storico-politica, che ricorda il dramma vissuto dalla popolazione di Cipro, una vicenda ingiustamente quasi dimenticata. Per farlo Pisani ha costruito un'opera complessa, profonda, ricca di suggestioni folcloriche che attingono al patrimonio della musica tradizionale dell'isola, di testi di poeti greci e ciprioti, in un mélange corposo e creativo che ingloba fecondi elementi jazzistici, libertà espressiva, e un'essenziale idea di conduction.
 
Il Talos edizione 2015 ha visto dei momenti nei quali l'arte dell'improvvisazione ha raggiunto livelli di creatività ineguagliabile. Il primo è stato il duo tra Louis Sclavis e Michele Rabbia. Il set di percussioni e la batteria dell'italiano hanno dialogato con i clarinetti del francese con intensità, acume, purezza, toccando vertici di finissima arte. Attitudine piena all'ascolto reciproco, apollinea bellezza del suono, senso rigoroso dello spazio sonoro hanno fatto di questo incontro tra i due grandi del jazz europeo – che suonano in duo raramente - un momento davvero indimenticabile. Il secondo è stato il concerto in solitudine del contrabbassista Barry Guy, all'interno del raccolto teatro comunale. Una tecnica inarrivabile, totalmente subordinata alla creazione artistica, ha consentito a questo grande protagonista della musica improvvisata europea di ricavare dal suo contrabbasso a cinque corde, all'interno di una progettualità improvvisativa di assoluto rigore, suoni sempre estremamente controllati nonostante l'approccio allo strumento a tratti aspro, violento, rabbioso, mediato da barre di metallo inserite fra le corde come in Five Fizzles for Samuel Beckett, ma anche legato a momenti introspettivi e delicati, come nella ballad Still. Il contrabbassista ha suonato anche in altre due suggestive occasioni nella cattedrale di Ruvo, insieme alla moglie, la violinista Maya Homburger, eseguendo composizioni originali di taglio contemporaneo e musiche bachiane.

Il duo composto dal pianista ucraino Vadim Neselovskyi e dal russo Arkady Shilkloper (corno francese e corno alpino) ha eseguito brani originali dal cd del 2014 (Krai), mostrando affiatamento e notevoli doti tecniche, specie da parte del russo, uno dei maggiori esperti dei due strumenti. Atmosfere quasi esclusivamente di matrice europea, eccetto Birdlike di Freddie Hubbard eseguita per pianoforte solo.

Il concerto dei Funk Off si è inserito perfettamente nell'atmosfera del festival pugliese, portando la vincente idea di Dario Cecchini su palco del Palazzetto per un'infuocata esibizione all'insegna del ritmo e del movimento. Lo stesso Cecchini si è poi fermato due giorni a Ruvo per una masterclass con due street band locali, la Conturband e la Birbant Band.

Al rapporto tra immagini e musica il Talos ha dedicato due incontri pomeridiani, presso il Teatro comunale. Il primo era un omaggio al sindacalista pugliese Giuseppe Di Vittorio, affidato alle immagini di Mario Perrotta e al quartetto di Pasquale Innarella, che con i suoi sassofoni e il supporto di Francesco Lo Cascio al vibrafono, Pino Sallusti al contrabbasso e Roberto Altamura alla batteria ha suonato composizioni jazzistiche che attingevano alla sua memoria familiare, costruite su nenie popolari, alternandole a brani noti come Non è l'amore che va via di Capossela e Odwalla di Roscoe Mitchell. Il secondo era affidato alle fotografie realizzate nelle township sudafricane da Pino Ninfa, suddivise per tematiche. Storie fotografiche dense di povertà, di sofferenza, ma anche di gioia e di grande umanità, realizzate con un poderoso senso dell'inquadratura, e commentate da una suggestiva e pertinente improvvisazione a due affidata alla batteria di Vincenzo Mazzone e ai sassofoni di Nicola Pisani.
 
Fra le iniziative collaterali va ricordata anche la presentazione di tre importanti produzioni discografiche: Born Free, il duo Louis Moholo-Livio Minafra, cd e dvd Incipit Records; MinAfric, etichetta Sud Music Records; Rebel Flames, Ogun, memorabile incontro live fra Moholo, i Minafra, Ottaviano e Roberto Bellatalla.

Com'era ovvio attendersi, il concerto per pianoforte solo di Franco D'Andrea è andato incontro alle aspettative, confermando l'assoluta centralità di questo artista nel panorama musicale italiano, la sua capacità di reinterpretare e reinventare standard come I Got Rhythm, Giant Steps, ‘Round Midnight, Lover Man alternandoli a proprie felici composizioni con eccelsa raffinatezza e tecnica sopraffina, senza mai far sfoggio di virtuosismi.

La MinAfric, reduce dalla pubblicazione del cd sopra citato, ne ha presentato i brani, come sempre di notevole complessità ed estensione, molti dovuti alla penna di Livio Minafra. L'orchestra si conferma, specie oggi che l'attività dell'Italian Instabile pare essersi interrotta, fra le più importanti grandi formazioni italiane, costituita com'è da formidabili improvvisatori e solisti, come eccellentemente dimostrato dalla magmatica introduzione free al trascinante brano iniziale e da tutto lo sviluppo del lungo concerto. Impossibile citare gli innumerevoli assolo di qualità che hanno impreziosito il set sulla fortissima base ritmica costituita dalle due batterie affidate a Vincenzo Mazzone e Giuseppe Tria. Come spesso avviene nelle esibizioni di questa orchestra, è intervenuto il quartetto vocale Faraualla per un brano composto da Gabriella Schiavone e arrangiato da Roberto Ottaviano e per la composizione di Nicola Pisani Fabula Fabis. Su tutto vigilava l'istrionica personalità di Pino Minafra, che si è riservato i consueti spazi vocali all'interno di brani come Maccaroni e La danza del Grillo, oltre allo scatenato bis. Livio Minafra ha dedicato il suo brano Aurel ai giovani pacifisti di Ankara, vittime di una violenza assurda.

La serata finale era interamente dedicata alla vicina Albania, con l'esibizione di diversi gruppi. Il primo era un quintetto vocale che ha dato un saggio del fascino e della complessità della polifonia albanese, una delle più suggestive dell'area mediterranea insieme a quelle sarda e corsa. Al coro si è poi unito il giovane pianista e polistrumentista Robert Bisha, una rivelazione nel suo approccio contemporaneo alla tastiera, pronto a sottolineare ogni sfumatura della musica corale con tecnica superlativa. Bisha ha poi eseguito un brano al solo pianoforte ispirato alle musiche per flauto dell'Albania e uno al saz, liuto di origine curda, unendosi alla Fanfara di Tirana per eseguire con questa brass band alcune sue composizioni. La Fanfara ha infine accolto la fantasia ritmica dei Transglobal Underground, noto gruppo londinese che coniuga world music ed elettronica, per una lunga kermesse di suoni trascinanti e festosi, tra richiami etnici e ritmi funky, hip hop, groove e feconda tradizione balcanica.






Articoli correlati:
27/11/2016

Sole Luna (Livio Minafra)- Enzo Fugaldi

18/09/2016

Sounds From The Harbor (Tindiglia, Sheppard, Kamaguchi, Rabbia)- Gianni Montano

27/08/2016

Roccella Jazz Festival - Rumori Mediterranei XXXVI: ""Sisong. Una canzone per Siso" il titolo dell'edizione 2016 dello storico festival calabrese, il primo senza la presenza del senatore Sisinio Zito, fondatore del festival deceduto dopo lunga malattia il 6 luglio scorso." (Vincenzo Fugaldi)

04/06/2016

Torino Jazz Festival 2016: "...un'ampia panoramica della condizione attuale del jazz, con una enorme quantità di concerti ed eventi che si sono svolti in un gran numero di spazi del capoluogo piemontese." (Vincenzo Fugaldi)

21/02/2016

Roccella Jazz Festival - II Edizione Jazzy Christmas: L'evento più importante del festival calabrese è stato il concerto del trio di Ches Smith con Mat Maneri e Craig Taborn...composizioni di intensa bellezza, complesse e articolate, che nelle mani di questo trio danno risultati eccelsi..." (Vincenzo Fugaldi)

05/07/2015

Intervista a Karima: Incontriamo la vocalist Karima, tornata sulle scene con un nuovo disco "Close to You" nel quale reinterpreta alcuni dei brani più famosi di Burt Bacharach. (Laura Scoteroni)

05/07/2015

Young Jazz Festival 15: "L'undicesima edizione del festival fulginate patrocinato da Umbria Jazz e diretto da Giovanni Guidi ha confermato l'ormai consueto taglio innovativo e la festosa partecipazione di numerosissimi giovani nel nuovo spazio dell'ex cinema Vittoria, oggi denominato Zut!" (Vincenzo Fugaldi)

11/05/2015

In Memoriam (S. Battaglia - M. Rabbia - E. Aarset)- Enzo Fugaldi

08/03/2015

Intervista con Rosario Di Rosa: "...consiglio di studiare a fondo la tradizione e il linguaggio di questa musica senza dimenticare mai di lasciare una porta aperta alla creatività e alla curiosità." (Gianmichele Taormina)

05/01/2015

Monk and the Time Machine (Franco D'Andrea Sextet)- Nina Molica Franco

28/09/2014

Talos Festival 2014, "La melodia, la ricerca, la follia": "...il Talos è ben più che un semplice festival: intorno a questo evento si raccoglie un intero territorio con le sue eccellenze paesaggistiche, monumentali ed enogastronomiche, e l'amministrazione comunale si impegna attivamente grazie anche al supporto di numerosi sponsor e di un gran numero di giovani volontari, costituendo un modello da seguire." (Vincenzo Fugaldi)

24/08/2014

Anything your little heart says (Triosonic (Rabbia, Maier, Battaglia))- Alceste Ayroldi

21/07/2014

Vinodentro (Paolo Fresu)- Alceste Ayroldi

02/02/2014

Intervista a Franco D'Andrea: "Il bop ci ha dato l'apertura mentale per andare avanti. Non è superato, ma acquisito. Non è un punto di arrivo. E' lo spirito che ci fa cercare il nuovo." (Marco Buttafuoco)

06/01/2014

ParmaJazz Frontiere 2013 - IIa Parte: "Michele Rabbia ed Eivind Aarset, Franco d'Andrea Trio, Factor-Y Trio, Evelina Petrova Duo" (Nina Molica Franco)

21/12/2013

Intervista con Simona Premazzi: "Il mood di Simona Premazzi oggi è mutevole, ma anche curioso, affamato di conoscenza ed equilibrio..." (Marco Losavio)

20/10/2013

Talos Festival 2013: Dopo una sosta forzata, rinasce nel 2012 grazie al formidabile agitatore culturale Pino Minafra e giunge quest'anno al ventennale con un grande successo di pubblico. (Vincenzo Fugaldi)

03/08/2013

Torino Jazz Festival 2013: "...coniugare il fatto artistico con il lato ricreativo. Divertire con la cultura." (Gianni Montano)

28/07/2013

SPL (Fulvio Sigurtà)- Alceste Ayroldi

16/06/2013

Dokumenta Sonum (Michele Rabbia)- Enzo Fugaldi

28/04/2013

Blue From Heaven (Pierluigi Balducci)- Gianni Montano

14/04/2013

Uomini Di Terra (Pasquale Innarella 4et)- Alceste Ayroldi

24/02/2013

Sei domande a: L.Aquino, J.Mazzariello, A.Paternesi, E.Pietropaoli, M.Rabbia, F.Sigurtà, E.Zanisi: "L'insegnamento, gli spazi e i festival, il jazz europeo e americano, i media la discografia..." (Vincenzo Fugaldi)

17/02/2013

Il Caffè Delle Americhe (Angelo Valori & M. Edit Ensemble)- Gianni Montano

09/02/2013

Atina Jazz Winter 2013: "...in collaborazione con CamJazz e Jando Music, tre giornate interamente dedicate ad alcune interessanti realtà del jazz italiano." (Vincenzo Fugaldi)

15/10/2012

If Not - Omaggio A Mario Schiano (Angelo Olivieri, Alipio C Neto, Doppio Trio Progetto Guzman)- Gianni Montano

29/09/2012

European Jazz Expo #1: Stanley Jordan, Giovanni Guidi, Cristina Zavalloni, Livio Minafra, Javier Girotto, Enzo Pietropaoli, Claudio Filippini, Enrico Rava e il PM Lab (V. Fugaldi, F. Truono)

02/09/2012

Domino's Tales (Domino Trio)- Gianni Montano

16/08/2012

"...una finestra aperta alle novità europee, senza preclusioni nei confronti di quanto di interessante si muove in Italia in campo jazzistico, ma anche con una doverosa attenzione al panorama statunitense." (Vincenzo Fugaldi)

22/07/2012

Franco d'Andrea Sextet in "Monk e la Macchina del Tempo" e il trio di piano composto da Kenny Barron, Mulgrew Miller e Dado Moroni in "3 Monkish Pianos. (Gabriele Prevato)

26/05/2012

IIIa Edizione di "Suoni Ritmi, Parole dal Mondo" e concerto di Riccardo Arrighini con la Filarmonica Sestrese (Gianni Montano e Andrea Gaggero)

25/03/2012

Intervista con Pino Minafra: "...generosità nel suonare, duttilità, saper leggere, saper sporcare, saper pulire la musica, ma soprattutto avere un sacro fuoco..." (Vincenzo Fugaldi)

22/02/2012

Air (Francesco Lo Cascio, Alipio C Neto, Federico Ughi) - Cinzia Guidetti

19/02/2012

Quattro chiacchiere con...Livio Minafra: Il proprio stile non passa dal rifacimento di qualcosa che un altro ha fatto ma dal ricercare e miscelare spontaneamente ogni proprio amore ed istinto musicale. (Alceste Ayroldi)

05/02/2012

Ragh Potato (Heimweh)- Gianni Montano

08/08/2011

Südtirol Jazz Festival: "Il festival altoatesino prosegue nella direzione intrapresa dal direttore artistico Klaus Widmann, confermando e ampliando il suo ruolo di varco di comunicazione tra Italia e Europa, senza trascurare il grande jazz e le novità provenienti dagli Stati Uniti. La moltitudine di eventi che si svolgono nella stessa giornata su palcoscenici dislocati in numerose località del'Altoadige ci ha consentito di seguire un proprio itinerario di ascolti, iniziato il 27 giugno, che ha potuto coprire solo una parte di concerti." (Vincenzo Fugaldi)

16/07/2011

Vittoria Jazz Festival - Music & Cerasuolo Wine: "Alla quarta edizione, il festival di Vittoria si conferma come uno dei più importanti eventi musicali organizzati sul territorio siciliano. La formula prescelta dal direttore artistico è quella di dilatare nel tempo gli incontri musicali, concentrandoli in quattro fine settimana della tarda primavera, valorizzando uno dei quartieri più suggestivi della città, la restaurata Piazza Enriquez, e coinvolgendo, grazie a concerti e jam session notturne, una quantità di pubblico davvero rilevante, composto in parte da giovani e giovanissimi, portatori di un entusiasmo che fa davvero ben sperare sul futuro del jazz, almeno in questa parte della Sicilia." (Vincenzo Fugaldi)

29/01/2011

Giovanni Guidi & The Unknown Rebel Band feat. Gianluca Petrella: "Un'interessante progetto proposto da una band che si impone a giusto merito come una delle realtà più gradite ed originali del panorama jazzistico italiano. Eccellente il lavoro del giovane leader nella guida dell'ensemble e nella costruzione delle strutture armoniche, dimostrando di avere tutte le carte in regola per poter diventare, in un futuro potenzialmente prossimo, un jazzista di livello internazionale." (Andrea Valiante e Francesco Tromba)

15/08/2010

Südtirol Jazz Festival Altoadige: "Il festival altoatesino prosegue nella sua tendenza all'ampliamento territoriale e quest'anno, oltre al capoluogo Bolzano, ha portato le note del jazz in rifugi e cantine, nelle banche, a Bressanone, Brunico, Merano e in Val Venosta. Uno dei maggiori pregi di questa mastodontica iniziativa, che coinvolge in dieci intense giornate centinaia di artisti, è quello, importantissimo, di far conoscere in Italia nuovi talenti europei. La posizione di frontiera e il bilinguismo rendono l'Altoadige il luogo ideale per svolgere questo fondamentale servizio..." (Vincenzo Fugaldi)

04/07/2010

Una Banda Cosi' (Funk Off) - Fabrizio Ciccarelli

16/02/2010

Half The Fun (Franco D'Andrea Quartet) - Gianmichele Taormina

01/02/2010

The Spiritual Man (Open Orchestra Featuring John Tchicai) - Giuseppe Mavilla

26/12/2009

10/15 (Javier Girotto & Aires Tango) - Fabrizio Ciccarelli e Andrea Valiante

01/11/2009

The Unknown Rebel Band (Giovanni Guidi) - Vincenzo Fugaldi

25/08/2009

Lost On The Way (Louis Sclavis)- Gianmichele Taormina

17/08/2009

The Siena Concert (Franco D'Andrea Quartet) - Alceste Ayroldi

04/07/2009

Reggio Top Jazz Festival, Seconda Edizione: "Nell'accogliente Teatro Cilea della città sullo Stretto, si sono alternati otto fra i vincitori della competizione, e due ospiti stranieri." (Vincenzo Fugaldi)

28/06/2009

Echoes (Angelo Olivieri) - Gianni B. Montano

21/06/2009

Bologna, Ravenna, Imola, Correggio, Piacenza, Russi: questi ed altri ancora sono i luoghi che negli ultimi tre mesi hanno ospitato Croassroads, festival itinerante di musica jazz, che ha attraversato in lungo e in largo l'Emilia Romagna. Giunto alla decima edizione, Crossroads ha ospitato nomi della scena musicale italiana ed internazionale, giovani musicisti e leggende viventi, jazzisti ortodossi e impenitenti sperimentatori... (Giuseppe Rubinetti)

13/04/2009

Franco D'Andrea Quartet a Marghera: "D'Andrea suona al solito in maniera elegante, rifuggendo la minima ridondanza e, soprattutto, stimolando i suoi attenti e concentrati partners. Si dimostra per di più un maestro nell'allineare frasi significative, nel farsi da parte per far emergere il solista di turno e nell'usare con sapienza le pause..." (Giovanni Greto)

07/04/2009

Orchestra (Bolzano Creative) 2007 (Anthony Braxton + Italian Instabile Orchestra)

15/03/2009

Live at JazzBo 90 (Rava, Urbani, D'Andrea, Tommaso, Romano)

05/01/2009

XXIIIa Edizione di "Ai Confini tra Sardegna e Jazz" a Sant'Anna Arresi: "Dedicata alla suggestiva figura ed all'indiscutibile genialità musicale di Don Cherry, la manifestazione sarda, giunta oramai alla sua ventitreesima edizione, ha offerto diversificate sfaccettature del caleidoscopico animo artistico impresso nel tempo dal grande trombettista di Oklahoma City." (Gianmichele Taormina)

22/11/2008

Intervista a Luca Bragalini: "Forse ci siamo abituati ad ascoltare musica che difficilmente osa. Io amo la musica in cui percepisco rigore, dedizione, ironia... Quando senti Tommaso che usa l'archetto in realtà sta simulando una porta che cigolando si apre...e c'è del surrealismo." (Stefano Corbetta)

16/11/2008

La Fiamma e il Cristallo (Livio Minafra)

16/11/2008

Intervista a Livio Minafra: "Non c'è niente di più bello che la fantasia. In particolare se non è la fantasia dei sogni nel cassetto ma è quella dei lenti ma profondi cambiamenti. Credo che oggi non esista più la musica, e né le musiche e neppure i generi o gli stili. Oggi esistono le persone e per distinguersi la gente ha bisogno che la musica sia autobiografica. La gente ha bisogna che l'artista sia totale con la sua personalità artistica ed umana." (Fabrizio Ciccarelli)

15/11/2008

No Border, il trio di Franco D'Andrea con Fabrizio Bosso e Trilok Gurtu al 52° Festival Internazionale di Musica Contemporanea. A completare la serata, due gruppi provenienti dalla Sardegna: i "Cantadores a chitarra de Deris, de Oe e de Sempre" e i "Concordu di Castelsardo". (Giovanni Greto)

19/08/2008

Reggio Top Jazz Festival 2008: "Il sondaggio fra i critici specializzati che il mensile Musica Jazz dedica da ben cinque lustri al meglio del jazz in circolazione, in questo venticinquesimo anno è stato per la prima volta incentrato esclusivamente sul jazz italiano. Da qui la nascita del Reggio Top Jazz Festival, che nella prima edizione ha schierato buona parte dei vincitori del referendum, durante quattro serate primaverili nella città di Reggio Calabria." (E. Fugaldi - G. Taormina)

22/06/2008

Downtown (Roberto Cecchetto)

21/06/2008

Tango Fugato (Francesco Venerucci)

18/05/2008

L'uomo del 300 Gilera (Pasquale Innarella Jazz Quartet Feat. Beppe Caruso)

02/04/2008

La Foule - Voyage dans les lieux d'Edith Piaf (Lisa Manosperti)

28/10/2007

Sotto la consueta direzione artistica di Paolo Damiani, si è tenuta la XXVII edizione di Roccella Jazz Festival 2007, intitolata "Al tempo che farà": "...un'edizione di "Rumori mediterranei" che certo resterà fra le migliori dell'intera storia del festival" (Enzo Fugaldi)

21/10/2007

African Flashback (Romano, Sclavis, Texier, Le Querrec)

26/08/2007

Multiculturita Summer Jazz 2007, i concerti di Balducci Ensamble, Funk Off, Rava Quintet, Gino Paoli e il quartetto di Pat Metheny e Brad Mehldau, l'intervista a Pat Metheny: "Capurso capitale pugliese del jazz nell'estate 2007. Non si tratta di un messaggio promozionale volto a promuovere un evento, ma un giusto riconoscimento per chi ha consentito a questo paese, sito nell'hinterland barese, di divenire in così pochi anni uno dei punti di riferimento regionali dal punto di vista musicale..." (Alberto Francavilla - Marco Losavio)

16/06/2007

Espagna (Terrae)

10/05/2007

Sorgente Sonora (Eugenio Colombo)

15/04/2007

L'imparfait des langues (Louis Sclavis)

30/03/2007

Fòua (Municipale Balcanica)

25/02/2007

Live at Radio Popolare (Franco D'Andrea)

05/02/2007

Terronia (Pino Minafra)

01/02/2007

Journey to Donnafugata (Salvatore Bonafede)

26/01/2007

Bravo Jazz 2006, Dedicato ad Alberto Alberti: "Quella di Alberto Alberti è stata una delle presenze più significative per la musica afroamericana in Italia; egli ha saputo promuovere e diffondere l'amore per il Jazz in tutto il paese, creando momenti di incontro per gli artisti e ideando manifestazioni un po' ovunque e Umbria Jazz ne è uno splendido esempio..." (Pierluigi Vicini)

13/01/2007

La dolcezza del grido (Livio Minafra)

05/01/2007

JAZZin': a photografic story by Luca Buti

17/11/2006

For the time being (Salvatore Bonafede)

20/09/2006

Le case di Berio (Enrico Intra)

24/04/2006

Enrico Rava e Franco D'andrea La Palma: "Se Rava ama la melodia nel fraseggio ... D'Andrea procede dal piccolo al grande con la curiosità di scoprire anche in un frammento di tema l'occasione per una proliferazione di variazioni o suggestioni..." (Daniele Mastrangelo)

09/04/2006

Franco D'Andrea Quartet a Padova: "...la musica si sviluppa delicatamente, in un clima molto rilassato, ma con intelligenza, alternando momenti energici ad altri di estrema delicatezza..." (Giovanni Greto)

26/03/2006

Michel Portal Quartet feat. Louis Sclavis allo IUC di Roma: "...da un lato l'ascoltatore viene catturato dall'estasi di una poliritmia che rimanda all'Africa e dall'altro è invitato a seguire il corso di melodie suadenti cullanti..." (Daniele Mastrangelo)

23/03/2006

Franco D'Andrea Eleven all'Aiditorium Parco della Musica di Roma: "...si diverte procedendo per brevi pennellate o infiorettando un tema con abbellimenti o sottoponendolo a variazioni, il tutto retto da una tecnica superba..." (Daniele Mastrangelo)

22/03/2006

Le foto di Franco D'Andrea ed Enrico Rava a La Palma

17/12/2005

Intervista a Franco D'Andrea: "Il jazz italiano va in tutte le direzioni possibili. Non è un male, ma non basta. La qualità è alta e anche tutte le cose che stanno accadendo lo dimostrano..." (Dino Plasmati)

15/12/2005

Stravagario 2 (Stefano Battaglia e Michele Rabbia )

02/07/2005

Charlap, D'Andrea, Mehldau, Rea, Corea...Il piano jazz in un nuovo spazio di fotografia a cura di Giorgio Alto

31/08/2004

Antonello Salis e Michele Rabbia a Villa Guariglia: "...Musica della variazione, dove l'imprevedibile diventa la norma e i molteplici cambi di direzione mettono in campo una serie di "figure musicali" che sottintendono una logica quasi teatrale nella realizzazione delle frasi, negli sviluppi improvvisativi..." (Olga Chieffi)

11/08/2004

Il doppio concerto di chiusura di Terniinjazz 2004 ha visto protagonisti il Karl Berger Quartet ed il Louis Sclavis Quartet che hanno suonato immersi nel suggestivo paesaggio dell'anfiteatro romano all'interno del parco. (Fabio Pibiri)

02/04/2004

Gianluigi Trovesi Ottetto special guest Louis Sclavis: "...la contaminazione tra generi musicali così diversi non diventa mai provocazione sonora, anzi ogni brano sembra costruito in modo che l'amalgama non risulti mai forzata, né tanto meno kitsch..." (Dario Gentili)

25/05/2003

Intervista ad Franco D'Andrea e Luis Agudo: "...Tante volte si pensa al giro armonico, all'armonia, come fosse una cosa importante...però si può pensare anche agli elementi melodici del brano, quindi il diagramma melodico, gli intervalli, come il brano è caratterizzano, sfruttare nell'improvvisazione anche gli aspetti che arrivano dalla curva melodica, che arrivano dal discorso ritmico, da come il brano è ritmicamente." (Antonio Terzo)

24/04/2003

Stravagario (Michele Rabbia e Stefano Battaglia)







Inserisci un commento


© 2000 - 2017 Tutto il materiale pubblicato su Jazzitalia è di esclusiva proprietà dell'autore ed è coperto da Copyright internazionale, pertanto non è consentito alcun utilizzo che non sia preventivamente concordato con chi ne detiene i diritti.


Questa pagina è stata visitata 865 volte
Data pubblicazione: 08/11/2015

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti