Jazzitalia: la musica jazz a portata di mouse...
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�


Impressioni…(non solo) fotografiche
Mostra improvvisata: ossia come recuperare una gaffe
di Patrizio Gianquintieri

Sabato 25 giugno 2005, sono le 12:00 e mi aggiro con circospezione nella hall dell'albergo Michelangelo, punto d'incontro per stampa e musicisti. L'attesa dura ormai da circa novanta minuti e gli altri (..fotografi...) decidono di andare a fare due passi. Mi invitano; cortesemente declino (anche perché fuori eravamo a + 35° e alla mia età……): la testa è a Reggie [Workman], Sam [Rivers] e Roscoe [Mitchell]. Scusate se li chiamo per nome, ma capirete… So che sono in albergo ma ignoro dove.

Mi siedo, verifico la mia attrezzatura, che sia tutto pronto per il "click" magico. Guardo con invidia gli ospiti sul bordo della piscina, ma sempre con le orecchie ben tese a carpire il minimo indizio di presenza degli artisti. Passa Francesco Bearzatti con il suo trio ("Sax Pistols" - ragazzi questa è energia pura da vedere ed ascoltare soprattutto nelle particolari interpretazioni di pezzi storici dei Led Zeppelin e di Jimi Hendrix). Lo saluto e lo ringrazio per il tempo dedicatomi il pomeriggio precedente per alcuni scatti a Palazzo Primavera.

Improvvisamente mi sento come se fossi caduto in un caleidoscopio….di note. Ad occhio – anzi ad orecchio – e croce mi ricordano i fraseggi di Roscoe Mitchell: inconfondibile il suo incedere. Comincio a crederci: allora ci sono! Scendo le scale che portano al piano inferiore ed i suoni diventano sempre più definiti: ora distinguo chiaramente due sax e un contrabbasso vorticoso, con accenti portati su tempi impossibili, con una semplicità disarmante. È Reggie!

Sono solo…sudato….emozionato….a pochi metri da me, dietro una semplice porta ci sono tre Leggende viventi che messe assieme superano i due scoli ma la loro capacità di entrare in simbiosi, la loro creatività, la loro potenza ed intensità espressiva, meritano senza alcun dubbio uno zero in meno! Chissà questa sera, mi chiedo, …se queste sono solo prove!

Improvvisamente la porta si apre e davanti ai miei occhi ho Reggie Workman abbracciato al suo contrabbasso, come in estasi (data la sua statura lo strumento sembra enorme); le sue dita viaggiano sul manico con architetture che sembrano scaturire da visioni metafisiche. Non resisto: infilo il braccio nello spiraglio con in mano la mia compattina digitale, chiudo gli occhi ma dimentico di disinserire il flash! Reggie, si sveglia come folgorato e mi lancia un'occhiataccia. Sprofondo nella costernazione più profonda, mi inchino bisbigliando un "sorry" e la porta si richiude.

Sono disperato, mi sono giocato una delle più importanti occasioni mai capitatemi.

Come li riaggancio? Che mi invento?

Passato prima del tutto inosservato vedo ora un tavolo ricoperto da un bel panno blu intenso (probabilmente predisposto per un rinfresco) posizionato lungo il corridoio all'uscita della sala prove. Nell'arco di cinque minuti "imbandisco" il tavolo con le mie foto scattate ai maestri nel 2003 e 2004 al Teatro Manzoni di Milano. Predispongo un bel cartoncino scritto in bellissima grafia "MR. WORKMAN" e "MR. MITCHELL" che posiziono dietro le loro foto con a fianco il mio book che "casualmente" avevo portato con me e mi piazzo dietro il tavolo. Incrocio le dita sperando che nessuno del personale dell'albergo mi venga a chiedere chi mi abbia autorizzato a questa estemporanea.

Passano pochi minuti…..eterni, i Maestri escono dalla sala, mi vedono, anche Reggie, mi riconosce. Accenno un timido sorriso: è un grande, mi risponde; faccio cenno con la mano indicando le foto e – non posso crederci – si avvicinano! Signore e Signori, anch'io ho avuto il mio incontro ravvicinato del 3°/4°/9° tipo (beh, fate voi!): Mr. Sam Rivers, Mr. Roscoe Mitchell, Mr. Reggie Workman erano davanti a me ed io davanti a loro.

In un incomprensibile inglese (anche per me stesso) faccio capire che le foto sono per loro e che mi sentirei veramente onorato se le accettassero. Non solo le accettano, ma vogliono anche il book… Non c'è problema, per me l'importante e che non mi scappino più. Scambiamo qualche battuta, con Reggie in particolare ci scappa anche la risata (chissà cosa gli ho detto...), mi regalano due dediche sulle mie foto dicendomi "ciao Patricio, you are good eye…We are waiting you in New York.".

Mi sono congedato aiutando Reggie a portare il suo contrabbasso per le scale sino al primo piano (anche l'ascensore guasto quel giorno mi ha dato una mano) e sarei arrivato anche al quinto piano!

Ah! Il concerto: a New York per i WARM sono letteralmente impazziti. A Terni, non so gli altri, ma io dopo qualche scatto sono rimasto ipnotizzato. La spontaneità delle elaborazioni di Roscoe, tremendo con la sua gragnaiuola di note con picchi elevatissimi e sempre ispirato da quell'anelito di estrema libertà e insieme di liberazione tipico del free, la semplicità quasi irriverente di Rivers nella ricerca di nuovi limiti aldilà di qualsiasi tematica e sonorità tradizionali, la sublime raffinatezza di Workman che ben ha assimilato e continua ad elaborare il messaggio di "Trane", mi hanno letteralmente annichilito. Appoggiata la fotocamera mi sono lasciato trascinare per oltre un'ora in quel mare di freschezza e di piacevole stordimento provocato dai quei tre giovani di terz'età, assecondati da un portentoso e roboante Pheeroan AkLaff: la Zona del Sublime non poteva aver migliori interpreti.






Articoli correlati:
30/03/2014

Quattro chiacchiere con...Tito Mangialajo Rantzer: "Nell'album "Dal basso in alto" Mangialajo Rantzer riesce a tirare fuori un sound così corposo che appare orchestrale." (Alceste Ayroldi)

06/04/2008

Jazz & Wine Of Piece: "La X edizione di Jazz & Wine ha confermato la buona qualità della manifestazione che ha spaziato dal jazz al folk fino alla world music, aprendo anche alla New Age." (Giovanni Greto)

21/10/2007

Torque (Brian Groder and The Sam Rivers Trio)

05/01/2007

JAZZin': a photografic story by Luca Buti

07/12/2006

Black Stars (Jason Moran)

10/07/2006

La gallery di Ziga Koritnik dal Vision Festival 2006 di Huston

11/08/2005

George Cables a Bollate: "...E' quel genere di persona che sprigiona magnetismo dal quale non si riesce a divincolarsi: devi stare lì e basta!" (P. Gianquintieri)

23/07/2005

Il jazz suonato ed il jazz raccontato, Wallace Roney Group ed Ettore Fioravanti Belcanto, featuring "Pierino e il lupo": la tromba di Miles e la favola di Sergej Prokof'ev a Terni in Jazz 2005. (Antonio Terzo)

23/07/2005

Gli altri colori di Terniinjazz Fest #5 : "...c'era di tutto al Terniinjazz Fest #5, l'allegria, il divertimento, le famiglie, l'afa - e che afa! - l'intrattenimento, la convivialità. E soprattutto c'era il jazz..:" (Antonio Terzo)

10/07/2005

Dialogs, mostra di grandi tele di Arturo Carmassi - featuring Francesco Bearzatti, Marco Tamburini e Achille Succi: "...Un viaggio - anzi tre - attraverso le "grandi tele" che il maestro toscano ha realizzato dagli anni '90 ad oggi, nella sua ricerca incessante verso le possibilità espressive del segno e della creazione..." (A. Terzo, F. Albanese)

08/07/2005

Jazz folk e free jazz: I Tangheri featuring Marc Ribot, i WARM con Workman, akLaff, Rivers, Mitchell: "...Anche in questo caso la serata mette insieme due situazioni musicali "antipodiche", una prima leggera ed alla portata di tutte le orecchie, la seconda, invece, più inoltrata fra le pieghe delle enciclopedie storiche del jazz..." (Antonio Terzo)

03/07/2005

"Qualche Emozione", nuovo spazio fotografico a cura di Patrizio Gianquintieri.

01/07/2005

Innovazione e tradizione a Terniinjazz 2005 con i "Sax Pistols" di Francesco Bearzatti "...Un progetto che riesce ad applicare la migliore improvvisazione di matrice jazz ad un repertorio rock moderno..." e il piano di Abdullah Ibrahim: "...Superba, nondimeno, la performance, il cui finale a note sospese merita il sentito applauso dei presenti." (Antonio Terzo)

27/06/2005

Charlie Haden apre Terniinjazz 2005 supportato dallo splendido scenario delle Cascate delle Marmore: "...Chi abbia mai ascoltato qualcosa di Charlie Haden saprà benissimo che nelle profondità curvilinee del suo ligneo contrabbasso, batte un cuore sensibile e appassionato..." (Antonio Terzo)

11/04/2005

Kenny Werner Trio a Ternijazz 2005: "...Due ore di musica giocando sui contrasti, con stop, cambi repentini di ritmo, contaminazioni, il tutto in perfetta sinergia. ..." (Franco Giustino)

06/04/2005

Maurizio Giammarco, nell'ambito di Terninjazz 2005: "...la notevole esperienza ed il caldo affiatamento del trio sono stati gli elementi aromatizzanti che hanno smussato sapientemente anche i sapori più aspri di alcune esecuzioni..." (Alceste Ayroldi)

07/12/2003

Anthony Braxton e Sam Rivers per il Roma Jazz Festival: "Il pubblico romano ha tributato una calorosa accoglienza a un concerto che si può definire tranquillamente un evento e certo un'occasione da non perdere..." (Dario Gentili)

26/11/2003

Sam Rivers per Aperitivo in Concerto: "...la maestria ed il grande senso musicale dei quattro ha saputo essere un valido collante consentendo al pubblico di poter godere dell'unità di intenti che accomuna le più variegate espressioni musicali: la comunicatività tra autore/esecutore e pubblico." (Paolo Treffiletti)





Video:
Freddie Hubbard & Art Blakey - Moanin'
CLASSIC FREDDIE! This is from 1962 with Art Blakey and the Jazz Messengers. The rest of the band is Wayne Shorter, Curtis Fuller, Cedar Walton, and Re...
inserito il 17/10/2006  da eatsleeptrumpet - visualizzazioni: 2889


Invia un commento


© 2000 - 2017 Tutto il materiale pubblicato su Jazzitalia è di esclusiva proprietà dell'autore ed è coperto da Copyright internazionale, pertanto non è consentito alcun utilizzo che non sia preventivamente concordato con chi ne detiene i diritti.


Questa pagina è stata visitata 6.012 volte
Data pubblicazione: 23/07/2005

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti