Jazzitalia: la musica jazz a portata di mouse...
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Antonio Forcione Quartet
di Francesco Lombardo
23 Ottobre 2003 a La Palma Club di Roma

Jenny Adejayan, Antonio Forcione, Giorgio Serci

Può capitare talvolta che la formazione stessa, a guardarla così, prima ancora che cominci a suonare, lasci trasparire la cifra della propria identità musicale, di un' "idea" di musica.

Così, a vedere Antonio Forcione (ormai londinese d'adozione, in Italia dopo molti anni) che presenta il suo quartetto a La Palma Club, si intuisce subito quale spirito animerà la serata; il suo virtuosismo chitarristico, spontaneamente non convenzionale, esplorativo, sarà lo strumento del viaggio tra le musiche del mondo, e lì sul palco ci sono i suoi attuali compagni di viaggio: Giorgio Serci, anche lui alla chitarra, la violoncellista Jenny Adejayan e il percussionista brasiliano Adriano Pinto.

Si parte, e l'aria comincia a vibrare in un duetto tra la chitarra classica di Forcione e le percussioni di Pinto: proprio la connotazione ritmica quasi percussiva del fraseggio di Forcione costituisce il nucleo attorno al quale si aggregano gli arrangiamenti delle composizioni proposte, tratte dal suo ultimo lavoro, Touch Wood. Pinto asseconda il dialogo, raccogliendo gli accenti e riflettendoli con un'improvvisazione in cui si respira il calore etnico della sua cultura musicale. Si inserisce l'altra chitarra classica di Serci: il suo approccio allo strumento è forse più canonico, ma proprio per questo è distinguibile ed efficacemente complementare allo stile di Forcione; quindi si innesta la suggestione del violoncello della Adejayan, ora pizzicato su una linea di basso, ora ad amalgamare il sound nelle note lunghe.

Ne risulta un caleidoscopio di sonorità acustiche in grado di evocare le atmosfere più diverse: misteriosa e arabeggiante in Ahlambra (), solare dell'ispirazione cubana in Gigolo, avvincente nella Tango suite di Piazzolla e ancora ossessiva e festosa nel folk trascinante di Tarantella.

Il progetto proposto da Forcione si muove nel solco dell'esperienza, più o meno recente, di grandi chitarristi (su tutti John McLaughlin ad Al Di Meola) dei quali sembra aver assimilato anche l'attitudine alla performance: ed è infatti il gioco teatrale del "contendersi" gli spazi nei duetti con Pinto o Serci che conquista il pubblico.

Ma non abbiamo ancora visto ed ascoltato tutto.

Forcione prende la chitarra acustica e rimane da solo sul palco. Il vortice di suoni del quartetto sembra esser stato risucchiato nel foro della sua chitarra, e riemerge orchestrato magicamente solo dalle sue mani per Touch Wood: armonici, reef sui bassi, la cassa usata come percussione, glissati usando le chiavi… insomma tutto (o quasi) quello che si può tirare fuori da una chitarra, in un silenzio sospeso di stupore.

Lo spirito che avrebbe animato la serata si intuiva, ma sorprende comunque l'ironia della chitarra di Forcione, il feeling con i suoi tre compagni di viaggio, il piacere di riscoprire nella loro musica la levità di un gioco che per un'ora e mezza ci accompagna così lontano… e mentre si abbracciano per raccogliere la nostra gratitudine, ci ritroviamo di nuovo qui, in un club di Roma.





Articoli correlati:
10/05/2007

Stagione invernale del Brass di Palermo: "Molto ricco, e davvero molto aperto è stato quest'anno il cartellone del Brass Group palermitano...altrettanto ricca è stata la rassegna intramuraria del Blue Brass presso il ridotto dello Spasimo..." (Antonio Terzo)

14/10/2006

The New Andrew Hill Quintet a La Palma: "...le sue composizioni denotano una cultura musicale che travalica i confini del jazz di stampo tipicamente americano, attingendo per esempio alla musica classica, motivo dell'attenzione che ha sempre ricevuto in Europa..." (Dario Gentili)

24/04/2006

Enrico Rava e Franco D'andrea La Palma: "Se Rava ama la melodia nel fraseggio ... D'Andrea procede dal piccolo al grande con la curiosità di scoprire anche in un frammento di tema l'occasione per una proliferazione di variazioni o suggestioni..." (Daniele Mastrangelo)

12/10/2005

I Bad Plus a La Palma di Roma: La forza di questi musicisti, oltre a sostanziarsi ovviamente in una tecnica strumentale solida e raffinata, trova un'adeguata colorazione nell'entusiasmo da cui sembrano in ogni momento di essere pervasi...(Marco De Masi)

04/05/2005

Steve Kuhn Trio, a La Palma: "...Piuttosto che una estetica musicale preconfezionata, il trio ha cercato soprattutto il divertimento dell'improvvisazione cogliendo il genio del momento..." (Dario Gentili)

27/03/2005

Susie Ibarra Trio a La Palma: "...La proposta musicale del trio è senza dubbio originale; ulteriore prova, semmai ce ne fosse ancora bisogno, di come l'improvvisazione jazzistica sia capace di accogliere le suggestioni provenienti dalle più diverse tradizioni musicali..." (Dario Gentili)

28/11/2004

Gianluca Renzi Sextet presenta il suo ultimo lavoro a La Palma: "Gianluca Renzi, con questa formazione, ha realmente trovato la "quadratura del cerchio". Esistono quelle affinità che rendono certi incontri determinanti, e questo lo è." (Franco Giustino)







Invia un commento


© 2000 - 2017 Tutto il materiale pubblicato su Jazzitalia è di esclusiva proprietà dell'autore ed è coperto da Copyright internazionale, pertanto non è consentito alcun utilizzo che non sia preventivamente concordato con chi ne detiene i diritti.

Questa pagina è stata visitata 10.804 volte
Data pubblicazione: 28/11/2003

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti