Jazzitalia: la musica jazz a portata di mouse...
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Barbara Casini "Ai confini tra Brasil & Jazz"
Milano, 19 settembre - piazzale del Mazda Palace
di Franco Donaggio

Probabilmente è stata l'ultima occasione per assistere ad un concerto estivo all'aperto e, nonostante il luogo non fosse dei più consoni per il genere rappresentato e la presenza tra il pubblico di qualche ascoltatore distratto, Barbara Casini è riuscita a dare il meglio di sè creando atmosfere suggestive, con tono di voce sicuro, modulato e perfetto dai toni più gravi agli slanci più acuti con la straordinaria capacità di trascinare chi ascolta dalla profonda malinconia alla gioia esplosiva della bossanova.

Un'ulteriore conferma della qualità del made in Italy che grazie a musicisti di questo valore va imponendosi sulla scena internazionale.

Lo stile: una brasiliana tutta italiana, grande naturalezza con un'anima brasiliana e vocazione per il Jazz, Barbara Casini, esprime da tempo con il suo intenso lavoro un profondo interesse per la musica brasiliana con l'approfondimento e lo studio della tradizione popolare anche grazie alle illustri conoscenze di Milton Nascimiento e Chico Buarque De Hollanda.

Il precedente lavoro dedicato a Caetano Veloso è uscito all'inizio di quest'anno sul cd dal titolo "Uma voz para Caetano" con un quartetto di fedelissimi composto da Sandro Gibellini, Raffaello Pareti, Francesco Petreni e Max DeAloe (di pregio i suoi interventi all'armonica cromatica).

I
l suo nuovo progetto è dedicato a Elis Regina ed intitolato "
Uragano Elis".
Elis Regina Carvalho Costa era soprannominata Furacao (uragano) e Pimentinha (peperino) per il suo carattere dinamico; cresciuta in una famiglia molto modesta, ben presto divenne uno dei più noti, amati e pagati artisti nella storia del Brasile.
Una volta disse: "Ho dedicato la mia vita al canto, e non c'è uomo, padre, madre o figlio che possa strapparmi da questo".

Cominciò a cantare perchè non poteva permettersi un piano all'età di 12 anni e divenne presto un celebrità locale, ma l'insicurezza giovanile di commettere errori, l'accompagnò per tutta la sua breve vita. Nel 1966, a 21 anni, Elis era la più popolare cantante del suo paese e rimase regina della canzone popolare brasiliana fino alla morte nel gennaio del 1982, a soli 37 anni, lasciando una vastissima e preziosa eredità di incisioni in studio e dal vivo.

Dunque la Casini rende omaggio a Elis Regina, affiancata dal suo gruppo (Sandro Gibellini, chitarra, Raffaello Pareti, basso, Walter Paoli in sostituzione di Francesco Petreni alla batteria, Bruno Cesselli, pianoforte) e le percussioni di Heraldo da Silva, di Rio de Janeiro, e da una sezione fiati di altissimo livello e grande vocazione solistica, (Riccardo Luppi, sassofono e flauto, Roberto Rossi, trombone e conchiglie, Marco Tamburini, tromba).

Il repertorio scelto offre una sintesi in prospettiva più moderna della musica di Elis, grazie al contributo di Paolo Silvestri, ideatore del progetto e curatore degli arrangiamenti.
Pregevole la prestazione dei solisti e dei fiati, compatti e misurati negli assoli; hanno accompagnato e cullato i fraseggi della Casini, sconfinando abilmente dalla tradizione brasiliana d'autore al Jazz.

Al primo pezzo Agora Tà, solo per citarne alcuni, sono seguiti brani di Barroso (Na Batucada da vida), Chico Barque (Valsarancho), Jobim (Retrato em branco e preto).

Nella parte centrale del concerto una parentesi dedicata a Milton Nascimiento (musicista brasiliano che ha saputo mettere in musica il sentimento del Brasile avvicinandolo anche ad altre culture ed al Jazz), con i tre brani Ponta de Areia, Cançao da America, Veracruz.
Il primo, cantato con profonda dolcezza ed inflessione popolare è iniziato con il sostegno del flauto di Luppi, seguito da un delicato arpeggio alla chitarra di Gibellini, creando un'atmosfera suggestiva ed autentica, che è andata progressivamente vivacizzandosi con la band al completo nello sviluppo dei brani, per finire a ritmo di bossa con divagazioni di chiara matrice Jazz, chiuse da un bell'assolo di Petreni alla batteria.

Il pezzo di chiusura è stato Aguas de março; con il notissimo brano di Jobim, accompagnandosi alla chitarra Barbara ha regalato al pubblico l'ultimo sorriso della serata.

Erano molte le stelle nella notte di Milano, ma la più luminosa era proprio davanti a noi.





Articoli correlati:
16/06/2013

Barbara Casini: il concerto "Agora ta" con la Colours Jazz Orchestra e l'intervista che ripercorre la carriera di una straordinaria artista. (Viviana Falcioni)

27/07/2010

Barbara Casini e Paolo Silvestri: A Sassari l'omaggio per Elis Regina. La vocalist toscana ed il compositore genovese hanno chiuso la rassegna Blue Note Orchestra, ospite dell'Orchestra Jazz della Sardegna. (Luigi Coppola)

20/08/2008

Südtirol Jazzfestival Alto Adige 2008: "Nove giorni di festival itinerante in Alto Adige, curati dall'infaticabile Klaus Widmann e da un gruppo di ottimi collaboratori. Musica, spesso ottima; paesaggi e località incantevoli; buona accoglienza, grandi vini e cibi locali. Un insieme delizioso, disturbato solo da alcune fastidiose bizze atmosferiche, che hanno costretto gli organizzatori a spostare alcuni concerti in spazi all'interno." (Enzo Fugaldi)

21/08/2005

Uragano Elis (Barbara Casini)

06/07/2003

Barbara Casini al Blue Note: " ...Nei brani più lenti abbiamo la possibilità di entrare maggiormente in intimità con la voce di Barbara, che è più scoperta, è lasciata più sola… possiamo apprezzarne il colore, le sfumature, la bellezza..." (Eva Simontacchi)







Invia un commento


© 2000 - 2017 Tutto il materiale pubblicato su Jazzitalia è di esclusiva proprietà dell'autore ed è coperto da Copyright internazionale, pertanto non è consentito alcun utilizzo che non sia preventivamente concordato con chi ne detiene i diritti.

Questa pagina è stata visitata 7.042 volte
Data pubblicazione: 18/10/2003

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti