Jazzitalia: la musica jazz a portata di mouse...
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�



Ridotto dello Spasimo - Brass Group Palermo
Eumir Deodato dirige l'Orchestra Jazz Siciliana
Palermo, 12 febbraio 2005
di Antonio Terzo
foto di Lucio Forte (per il Brass Group)

Club ordinatamente stipato, Orchestra Jazz Siciliana ancora in piedi, gli applausi accolgono il protagonista della serata, Eumir Deodato autore ed arrangiatore di importanti pagine musicali del nostro tempo, una per tutte la colonna sonora di "2001 Odissea nello spazio" del 1968 che, riarrangiata dall'originale "Also sprach Zarathustra" di Richard Strauss – mica il primo che passa! –cinque anni più tardi gli valse il Grammy Award per la "Migliore esecuzione strumentale pop".

E tale poliedricità è comprovata dalla sua presenza, lo scorso 12 febbraio, nel cartellone del Blue Brass, il clubino ridotto dello Spasimo di Palermo.

Seduto al piano elettrico – un modulo Yamaha Motif collegato ad una tastiera muta (per gli addetti ai lavori una midi master keyboard), tasti ovviamente pesati – il musicista d'origini italiane (nonno siciliano di Custonaci) fa partire un funky e subito, in combinato duo all'unisono con l'elettrica di Sergio Munafò – ritmica portante di tutta la performance – sui sincronismi del basso elettrico di Giuseppe Costa ed il pestante drumming di Gianpaolo Terranova, bastano poche note per riconoscere una condensata fantasia dei temi più celebri di cui si compone Rhapsody in Blue, in una rivisitazione degna della fama del compositore brasiliano. E sulla stessa linea si spiega il suo assolo, con elettrizzanti fuori tempo del batterista. La serata è comunque all'insegna delle sonorità anni '70, i temi sono molto noti, in un concerto dunque per tutte le orecchie. Si avvicendano Skyscraper, in cui l'elettrica di Munafò fa da battistrada introduttivo per poi lasciare spazio agli interventi delle varie sezioni: Pizzurro che gorgoglia dentro la campana del suo trombone, il pirotecnico Sergio "Guna" Cammalleri alle percussioni in duo con la batteria, cui si sovrappone il riflessivo flicorno di Giordano che prepara il suo solo sul fraseggio dei medi, per prorompere poi al culmine sugli acuti.

E ancora Super Strut, per partire con un pedale, funky anche quello, in cui è protagonista l'intermezzo percussionistico fra Guna e Terranova: quest'ultimo – non a caso in posizione molto avanzata e centrale rispetto alla sezione fiati, rimasta sullo sfondo – sembra "spolverare" il suo charleston, mentre su quella pulsazione il percussionista scioglie la poliritmia dei propri strumenti. All'altezza della situazione anche l'altosax di Orazio Maugeri, con un assolo morbido e ben congegnato che ­ assume le sonorità caratteristiche dell'intera serata e dello stile del rinomato ospite, viaggiando sulla sequenza delle armonie. Orecchiabile il pezzo, moltissimi dei presenti ne hanno ormai imparato il motivo e lo canticchiano…

Appositamente arrangiata per l'organico siciliano l'annunciata Ave Maria di Schubert, tappeto sul piano elettrico e unisono fra trombone e flicorno, quindi sezione sax in modulazione di tonalità, anche affascinante in questa inusitata ambientazione, che giunge perfino ad ammiccanti accenti blues nel solo di Munafò, vagamente bensoniano. Ed il pubblico apprezza, con un sentito applauso a fine set.

Ad aprire il secondo, Peter Gunn, il noto ­ disegno del basso martellante, gli appigli jazz si materializzano sempre nella fase improvvisativa, questa volta brillantemente assunta dallo stesso Deodato, con fiati che si sfogano sulle progressioni tonali. Quindi una altro paio di brani dal sapore beat, fra cui Spirit of Summer, in tre movimenti, leggerissimo strascico di violini sotto il piano, che si adopera in una intro tutta da solo, poi lentissima la sezione ritmica monta l'impalcatura su cui Deodato tesse il suo volteggiante assolo. In chiusura il direttore brasiliano presenta l'O.J.S. «la mejore orchestra del mundo», la quale è riuscita a seguirlo nonostante nei pochi giorni di prova egli abbia variato molte volte le orchestrazioni, quindi l'attesissimo gran finale con 2001: A Space Odyssey, molto grintosa, Terranova tinge delle più variegate dinamiche il celebre motivo, Deodato imperterrito insiste sull'accordo di tonica e Munafò infila l'ultimo assolo del concerto.

Bell'esperienza vedere all'opera quello che a ragione può essere considerato un pezzo di storia della musica che ha certamente caratterizzato la nostra epoca, ammirare come sia in grado di adattare a qualsiasi organico i brani che lo hanno reso famoso, ascoltare come essi brani assumano in un certo qual modo – e inevitabilmente – le sfumature, il carattere dell'orchestra di turno, e apprezzare come, nel caso dell'O.J.S., per quanto formata da giovani professionisti, il risultato sia una serata elettrizzante, un incontro, ancora una volta, con la grande musica del nostro tempo.






Articoli correlati:
10/08/2008

Jazz in Parco XI Edizione "Oltre il Jazz": "Allargare gli orizzonti, spingere un po' più in là il confine costituito dalla consuetudine e della tradizione. Andare un passo oltre il Jazz più tradizionale nei colori e nel linguaggio, mantenendo però un altissimo livello musicale, di spettacolo e di arte...." (Luigi Spera)







Invia un commento


© 2000 - 2017 Tutto il materiale pubblicato su Jazzitalia è di esclusiva proprietà dell'autore ed è coperto da Copyright internazionale, pertanto non è consentito alcun utilizzo che non sia preventivamente concordato con chi ne detiene i diritti.


COMMENTI
Inserito il 3/5/2008 alle 16.25.07 da "francesco.calo56"
Commento:
io fan di musica jazz, ho assistito ai 2 concerti a palermo al blue brass di eumir deodato, il mio parere su di lu è: lo considero un GRAN MAESTRO del nostro secolo, ammiro molto il suo genere musicale. sono davvero un suo gran fan!mi piacciono tutte le sue musiche.
 

Questa pagina è stata visitata 10.536 volte
Data pubblicazione: 16/04/2005

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti