Jazzitalia - Io C'ero: Michael Formanek Quartet
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novità

Michael Formanek Quartet
16 aprile 2011  - Count Basie Jazz Club, Vico Tana, Genova
di Andrea Gaggero


foto Francesca Riggi

Michael Formanek - contrabbasso
Tim Berne - alto sax
Craig Taborn - pianoforte
Gerard Cleaver - batteria

Appuntamento di rilievo internazionale al Count Basie di Vico Tana a Genova - sabato 16 aprile 2011 - con il quartetto di Michael Formanek, una delle più interessanti formazioni attive ascoltate nel pur variegato, da anni inflazionato, panorama concertistico nazionale.

Formazione che un' po' sorprende poter ascoltare in Italia, considerata la penuria di concerti di livello internazionale, ancor più in una piazza pigra, avara e dalle risorse limitate quale è quella genovese. L'occasione del concerto è anche conseguenza della lunga tournee europea del quartetto in aprile; la sera prima si è esibito a Bologna nell'ambito della rassegna emiliana Croassroads e la sera successiva al Bmhuis di Amsterdam. Tournee favorita e promossa dalla pubblicazione del "recente" disco per l'ECM, incisione che ha trovato il favore della critica.

La musica di Formanek, ma potremmo dire di Berne considerata la grande affinità tra i due e il ruolo non secondario del sassofonista, è musica di assoluta - anche se non nuova - originalità: i tratti essenziali e distintivi del fare musica di Formanek e Berne risalgono ad oltre 25 anni or sono. Musica sicuramente non nuova, ma "rinnovata", merito prevalentemente del pianismo strabiliante di Taborn, per precisione e rapidità tecnica, per varietà di invenzione ritmico-motivica e capacità di sintonia con il gruppo, e dal batterismo vigoroso e mai scontato di Cleaver. Energia e guizzo provengono sovente da Tabor e Cleaver. La musica ascoltata nulla concede al facile ascolto ed evita deliberatamente ed ostinatamente tanti luoghi comuni del "fare jazz"contemporaneo: non troviamo qui melodie orecchiabili, nè fraseggi post-boppistici o post-coltraniani; non troviamo successioni tema-assoli-tema, nè swing fluido e leggero, non pulsazioni regolari, non ruoli canonicamente e univocamente stabiliti. Il contrabbasso di Formanek rimane comunque il motore dell'impulso ritmico, ma questo accade con grande sottigliezza e originalità: siamo agli opposti del canonico walkin' bass che Formanek costantemente evita. Siamo in presenza, invece, di continue accelerazioni e rallentamenti, con espansioni e contrazioni del livello sonoro e dell'energia complessiva della musica. Un riferimento a Mingus non pare del tutto fuori luogo ma qui il tutto accade con tempi e curve dinamiche dilatate che rimandano ad un respiro della musica più vicino alla tradizione di matrice eurocolta. Un esempio da manuale si ha allorquando la musica da energetica e vigorosamente ritmata trascolora lentamente in un solo di contrabbasso a fare da cerniera tra due diverse parti della "Tonal Suite". Altrove la musica può farsi cameristica e, come accade in "Too Big Too Fall", l'ostinato, ipnotico, vigoroso tema iniziale muta in un batter d'ali in un duetto intimista. Fuori dai luoghi comuni di tanto jazz precotto troviamo qui tanta sostanza musicale"altra", generalmente di grande qualità.

Tra i tanti i momenti degni di menzione, in un concerto di livello costantemente alto, si sottolinea l'intenso, lirico, rarefatto "Twenty Three Neon" con le note perlacee distillate del pianismo da carillon di Taborn: un esempio mirabile di tensione e lirismo ottenuto con una economia di mezzi ed un controllo timbrico-dinamico assoluti. Forse momento apicale del concerto e del repertorio del gruppo giustamente (e astutamente) posto in apertura del "The Rub And Spare Change" sopra citato. Chi volesse poi confrontare l'incisione discografica con il gruppo dal vivo in rete si trova una ottima registrazione della data del 7 aprile.

Una finale menzione di merito alla direzione artistica del Count Basie che ha avuto la prontezza e l'intelligenza di cogliere al volo l'opportunità.






Articoli correlati:
18/05/2014

Il giro d'Italia a bordo di un disco: Gianni Barone, NAU Records: "Per noi il jazz è più vivo che mai, il nostro impegno è rivolto a documentare, proporre e valorizzare le nuove generazioni, questa è la mission della Nau Records." (Alceste Ayroldi)

06/01/2014

ParmaJazz Frontiere 2013 - Ia Parte: "Tim Berne' Snakeoil Quartet, Jim Black Trio, Slanting Dots, Ricardo Costa, Ruvido Insieme, Artijoke, Luca Savazzi Trio e Alessia Galeotti, Emanuele Parrini" (M. Buttafuoco, N. Molica Franco)

14/04/2013

Emanuele Cisi Trio feat. Eliot Zigmund: Concerto godibilissimo, condotto con grande agilità, concentrazione ed economia di mezzi che conferma le doti strumentali e compositive di Cisi e consacra Zigmund tra i più eleganti e misurati batteristi di sempre.

29/08/2011

Intollerant (Mr. Rencore + Tim Berne)- Vincenzo Fugaldi

01/08/2011

We Don't Live Here Anymore (Giovanni Guidi Quintet feat. Gianluca Petrella) - Dario Gentili

02/07/2011

Avenging Angel (Craig Taborn)- Alceste Ayroldi

23/02/2011

The Rub And Spare Change (Michael Formanek)- Enzo Fugaldi

12/02/2011

Far Side (Roscoe Mitchell The Note Factory) - Alceste Ayroldi

24/10/2009

Intervista a Massimo Barbiero: "Oggi sembra sempre più difficile fare qualcosa di nuovo. In qualche maniera la coperta sembra sempre troppo corta...Il mondo della nostra musica sembra rinchiuso in sè stesso, incapace di osare. Stessi nomi nei cartelloni, stesse stanche riproposte. Siamo sempre là. Sembra che il pendolo sia rimasto ad oscillare fra mainstream e free jazz, come se nuove strade fossero impraticabili." (Marco Buttafuoco)

23/11/2008

Il Giganti del Jazz (Studs Terkel)

13/08/2008

The Big Gundown (John Zorn)

04/04/2006

I dipinti dei grandi del jazz di Mauro Angiargiu

11/04/2004

America's #1 Band - The Columbia Years (Count Basie)





Video:
Frank Sinatra & Count Basie Orchestra, in "I've got you under my skin", Tv Show, 1965.
Jazz at its best....
inserito il 25/08/2010  da - visualizzazioni: 1057
JIM HALL & BILL FRISEL "Owed to Freddie Green" w/ SCOTT COLLEY JOEY BARON - Umbria Jazz Winter #17
JIM HALL - BILL FRISELL QUARTET, feat. SCOTT COLLEY & JOEY BARON in "Owed to Freddie Green", tratto dall'album Hemispheres . Il titolo d...
inserito il 31/12/2009  da nickingos - visualizzazioni: 2301
Count Basie Norman Keenan Freddie Green Sonny Payne Net Blues
...
inserito il 30/12/2009  da jazzokok - visualizzazioni: 1195
Tribute to Freddie Green
Freddie Green (baptized Frederick William Green, March 31 1911 March 1 1987) was an American swing jazz guitarist. He was especially noted for his so...
inserito il 26/10/2009  da jirkakrbe - visualizzazioni: 1504
Count Basie - The Elder (Freddie Green Chord Solo)
Off the album Back with Basie., , One of the few times Freddie Green takes a solo. He doesn't use single note lines but instead adds little chordal fi...
inserito il 15/08/2009  da srv0308 - visualizzazioni: 954
Count Basie.. April In Paris
Another great Basie classic. Doesn't have the "..one more time" ending, but still a good clip. 1964, Chicago....
inserito il 06/12/2008  da brian740 - visualizzazioni: 836
COUNT BASIE Swingin' the Blues, 1941 HOT big band swing jazz
COUNT BASIE Swingin' the Blues, 1941, with drummer Jo Jones. (The beginning part is an excerpt from an unknown tune; thanks to Neal for investigating...
inserito il 15/10/2008  da that1940sguy - visualizzazioni: 1053
Oscar Peterson & Count Basie - Jumpin' At The Woodside
from bbc television...
inserito il 06/10/2008  da palanzana - visualizzazioni: 1129
Georges Benson and Count Basie Jam Blues
Georges Benson and Count Basie Jam Blues...
inserito il 25/06/2008  da jazzart1 - visualizzazioni: 1083
lil' darling*count basie
lil' darling count basie...
inserito il 12/02/2008  da LdnQueen - visualizzazioni: 803
Count Basie - fast and happy blues
featuring Count Basie All Stars: Emmett Berry, Doc Cheatham, Joe Newman, Joe Wilder (tp); Roy Eldridge (tp, flhn); Vic Dickinson, Benny Morton, Dicky ...
inserito il 02/12/2007  da JoseyWales93 - visualizzazioni: 1180
Count Basie
ok ok...
inserito il 15/11/2007  da koudai856252 - visualizzazioni: 741
I Don't Know - Count Basie Quartet
Count Basie Quartet - "I don't Know" - May 1968 , , Count Basie (piano), Freddie Green (guitar), Norman Keenan (bass), Sonny Payne (drums)...
inserito il 23/04/2007  da baritonu - visualizzazioni: 1021
Oscar Peterson & Count Basie - Slow Blues
it's taken from my oscar dvd.., , , I have more 200 cd of Oscar and all dvd in commerce..if you want something...please contact me...
inserito il 11/03/2007  da palanzana - visualizzazioni: 1084
Count Basie - In A Mellow Tone
Show da Big Band de Count Basie na Europa, em 1981 Reparem como eles tocam juntos, e no soli de saxofone...
inserito il 17/02/2007  da thiagoalves - visualizzazioni: 912
Count Basie with Clark Terry
http://www.jazzvideoguy.tv presents the immortal Count Basie featuring Clark Terry on trumpet, Wardell Gray- tenor sax, Buddy DeFranco-clarinet, Fredd...
inserito il 13/12/2006  da JazzVideoGuy - visualizzazioni: 1259
Count Basie Meets Clark Terry
http://www.jazzvideoguy.tv presents Count Basie, from the film, "Rhythm and Blues Review," October 1950. The film is now in public domain ...
inserito il 13/12/2006  da JazzVideoGuy - visualizzazioni: 1273
the Basie Rhythm Section - Twenty Minutes After Three
Count Basie , Freddie Green Norman Keenan , Sonny Payne dvd"SOUND OF SWING"...
inserito il 09/12/2006  da sukapura - visualizzazioni: 1145
Jazz Icons: Count Basie- Live In '62 Preview
Jazz Icons: Count Basie features one of the greatest big band orchestras captured at the height of their considerable powers. Billed frequently as the...
inserito il 09/10/2006  da JazzIcons - visualizzazioni: 1235
Ray Charles & Count Basie - Ray Sings Basie Swings EPK
Ray Charles & Count Basie - Ray Sings Basie Swings EPK for the album due in stores 10/3/06....
inserito il 30/08/2006  da concordrecords - visualizzazioni: 1028
Count Basie - Booty's Blues
Count Basie playing a duet with bassist Cleveland Eaton. Trombone solo is by Booty Wood. Carnegie Hall Concert, 1981...
inserito il 25/08/2006  da reidojazz - visualizzazioni: 1292


Inserisci un commento


© 2000 - 2014 Tutto il materiale pubblicato su Jazzitalia è di esclusiva proprietà dell'autore ed è coperto da Copyright internazionale, pertanto non è consentito alcun utilizzo che non sia preventivamente concordato con chi ne detiene i diritti.


Questa pagina è stata visitata 2.125 volte
Data pubblicazione: 28/05/2011

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti