Jazzitalia - Io C'ero: Jazz a Mira 2011
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�



Jazz a Mira
Settima Edizione
29 aprile - 7 maggio 2011
di Gabriele Prevato
foto di Elisa Tessarin

29 aprile 2011
Ermanno Maria Signorelli Duo
(Blue Serge Records)
Ermanno Maria Signorelli - chitarra
Franco Lion - contrabbasso

JPC 4et Feat. Kyle Gregory
(Palomar Records)
Kyle Gregory - tromba
Nicola Privato - chitarra
Jan Sturiale - chitarra
Marco Privato - contrabbasso
Igor Checchini - batteria

Primo appuntamento della rassegna JAM che prevede un doppio concerto per tre serate. I primi ad esibirsi il duo Ermanno Maria Signorelli alla chitarra e Franco Lion al contrabbasso. Un concerto tiepido, prevalentemente basato su un repertorio melodico acustico che non ha fatto granché vibrare il pubblico. Sicuramente tra i due è prevalsa la musicalità del chitarrista, non sempre in sintonia con il contrabbasso. Tra i brani del loro nuovo cd (che dovevano presentare ufficialmente ma che non sono riusciti a finire di stampare per la serata) hanno anche alternato standard tra i quali "Nardis", composizione di Miles Davis, eseguita con particolare gusto.

La seconda parte della serata invece è stata dedicata al progetto dei JPC quartet, una giovane formazione locale formata dai fratelli Privato (Nicola alla chitarra e Marco al contrabbasso), Igor Checchini alla batteria, Jan Sturiale alla chitarra e Kyle Gregory alla tromba come special guest. Hanno presentato il loro primo cd "Libra", di recente stampa per l'etichetta Palomar record. E' un progetto promettente, sia per la preparazione e serietà dei componenti, sia per le intenzioni di crescita e maturazione. Nel palco si è sentita una bella energia e intesa, tenendo conto della complessità a volte dei brani, caratterizzati da melodie lunghe e da una sonorità globale molto ipnotica. Nel complesso la serata è stata varia e piacevole, degna di nota l'organizzazione della rassegna che vede nel sassofonista Nicola Fazzini il direttore artistico.

30 Aprile 2011
Paolo Birro piano solo
(Alma Records)

Marcello Tonolo Trio
(Caligola Records)
Marcello Tonolo - pianoforte
Marco Privato - Contrabbasso
Jimmy Weinstein - batteria

La seconda serata della rassegna JAM ha avuto come protagonista il pianoforte. Un doppio concerto che ha visto in apertura il pianista Paolo Birro in piano solo.
Una prova non facile, anche per un musicista affermato come Birro. Fin da subito il pianista ha saputo raggiungere la concentrazione, mantenuta poi senza cadute durante l'intera esibizione. Ha aperto con un brano dal suo ultimo cd "Sbandio" pubblicato nel 2008 per l'etichetta veneta Alma Records. Il repertorio è stato prevalentemente dedicato a questo suo disco che propone una rielaborazione personale di temi popolari vicentini. Birro ha trattato queste composizioni con una particolare attenzione alla melodia, senza stravolgerne eccessivamente il senso, coniugando e piegando egregiamente la sua poetica alle musiche tradizionali della sua terra d'origine, Vicenza. Non sono mancati alcuni standard che il pianista ha alternato ai brani del suo disco. Verso fine concerto ha eseguito un suggestivo medley di tre standard contenenti la parola "Dream" tra cui "Darn That Dream", coinvolgendo l'intero pubblico in un viaggio musicale melodiosamente ricercato, equilibrato ed essenziale.

La serata è continuata con il trio del pianista Marcello Tonolo. Il repertorio presentato è tutto materiale non ancora registrato, ma che probabilmente vedrà luce in un nuovo disco dopo quello già edito con il trio intitolato "Lazy Afternoon" per l'etichetta Caligola. Marco Privato al contrabbasso e Jimmy Weinstein alla batteria hanno accompagnato Tonolo in una serie di standard densamente arrangiati in cui gli elementi di riferimento appartengono prevalentemente al linguaggio hard bop. Forti di un'intesa che già da qualche anno li vede suonare ormai assieme, i tre musicisti hanno saputo dosare bene toni e dinamiche, precisi nel tempo, compatti e chiari nelle intenzioni. Hanno aperto con un arrangiamento di "Just One Of Those Things", dove immediatamente è emersa la scrittura di Tonolo: copioso uso di obbligati, unisoni piano-basso, transizioni e vamp. In alcuni momenti la complessità di rielaborazione ha reso pressoché irriconoscibile il brano come uno dei pezzi conclusivi, "My Funny Valentine", talmente processato da individuarne a stento perfino la melodia. Ognuno ha espresso in modo coerente allo stile proposto la propria vena creativa nelle improvvisazioni, dove forse quello che ha avuto meno spazio è stato il batterista. Serata apprezzata dall'intero pubblico, sia per la varietà portata dal doppio concerto, sia per la qualità dei musicisti ed un'ottima organizzazione.

7 maggio 2011
Trio Nigredo Fazzini/Fedrigo/Canevali
(nBn Records)
Nicola Fazzini - sax
Alessandro Fedrigo - basso elettrico
Carlo Canevali - batteria

Gallo/De Rossi featuring Chris Speed
(El Gallo Rojo meets Skirl Records)
Chris Speed - sax
Danilo Gallo - contrabbasso
Zeno De Rossi - batteria

Ultima serata all'Auditorio di Oriago per la rassegna Jam si Mira. Anche oggi viene ospitato un doppio concerto, questa volta due trii senza strumento armonico.

Inizia Nigredo, formato dai tre musicisti Fazzini, Fedrigo e Carnevali, che hanno inciso un cd per l'etichetta indipendente nBn Records e presentano questa sera il loro lavoro: un laboratorio di sperimentazione e ricerca in più direzioni. Innanzitutto ricerca del suono, dove i tre nel loro progetto esplorano i timbri, costantemente in alternanza tra la dimensione acustica e quella elettrica.
Il batterista Canevali ad esempio ha utilizzato per tutto il concerto tutta una serie di oggetti (anche sacchetti di nylon) al fine di arricchire le sonorità del suo strumento e ispirare il fraseggio libero del sax e basso. Il suo è un vero e proprio giocare con i suoni, rivelando la sua insaziabile voracità timbrica, che una semplice batteria tradizionale da sola ormai non riesce più a soddisfare.
Il concerto si è aperto con una composizione di Fazzini intitolata 12, brano dichiaratamente ispirato alla musica dodecafonica e di particolare interesse e ricercatezza. I diversi brani propongono quasi esclusivamente tempi dispari: è il caso del brano in 11/8 del bassista Fedrigo, che alternava momenti più swinganti o quello in 15/8 di Canevali.
Il trio ha dimostrato una buona sinergia e intesa nonché una dote comune nella ricercatezza dei temi.

Dopo una breve pausa riprende la musica con il trio questo secondo trio Gallo/De Rossi/Chris Speed, che nasce dall'incontro di due etichette: la Skirl Records di Chris Speed e l'etichetta del collettivo El Gallo Rojo, di cui Danilo Gallo e Zeno De Rossi sono tra i fondatori. Già questa premessa aiuta a capire lo spirito di questo trio: voglia di fare musica, istinto alla ricerca senza compromessi, fede in un progetto più ampio come quello della produzione indipendente che ogni giorno deve fare i conti con la grande distribuzione e tutta la cultura "leggera" che essa produce.
Una lotta quotidiana quindi, che in questa performance si è respirata a pieni polmoni; una compattezza sonora ed un'energia che ha saputo coinvolgere il pubblico e mandando in circolo una miriade di messaggi su ciò che sta dietro alla loro musica. Anche qui si sono alternate composizioni diverse di ogni musicista, anche se l'ambito in cui si muovono è quello del jazz d'avanguardia, con occhi puntati bene in avanti. Buona la sinergia sul palco tra Chris Speed e Gallo, oltre che l'affiatamento di quest'ultimo con il collega batterista.

I due trii hanno poi suonato assieme il brano "April" di Lennie Tristano, chiudendo in modo tanto inaspettato - quanto gradito - una splendida serata.








Articoli correlati:
08/01/2017

Why Not? (Lanfranco Malaguti)- Gianni Montano

11/09/2016

Saadif (Hyper+ & Amir Elsaffar)- Alceste Ayroldi

22/02/2016

Oltre il confine (Lanfranco Malaguti)- Gianni Montano

21/02/2016

Roccella Jazz Festival - II Edizione Jazzy Christmas: L'evento più importante del festival calabrese è stato il concerto del trio di Ches Smith con Mat Maneri e Craig Taborn...composizioni di intensa bellezza, complesse e articolate, che nelle mani di questo trio danno risultati eccelsi..." (Vincenzo Fugaldi)

13/12/2015

Sphere (Try Trio)- Niccolò Lucarelli

02/11/2015

Mauro Ottolini Sousaphonix - Musica per una società senza pensieri: "Noi vogliamo una musica che aiuti ad ascoltare quello che è diverso da noi, con un atteggiamento di interesse e curiosità..." (Andrea Gaggero)

03/10/2015

Random 2 (Nicola Fazzini - Minimum Sax)- Alceste Ayroldi

05/07/2015

Young Jazz Festival 15: "L'undicesima edizione del festival fulginate patrocinato da Umbria Jazz e diretto da Giovanni Guidi ha confermato l'ormai consueto taglio innovativo e la festosa partecipazione di numerosissimi giovani nel nuovo spazio dell'ex cinema Vittoria, oggi denominato Zut!" (Vincenzo Fugaldi)

14/06/2015

Intervista ad Alessandro Fedrigo e Nicola Fazzini: "...il problema che rilevo è una scarsa professionalità nel nostro settore, in senso generale, e questo non vale solo per i musicisti ma, anche per organizzatori, discografici, giornalisti e uffici stampa." (Alceste Ayroldi)

05/01/2015

Monk and the Time Machine (Franco D'Andrea Sextet)- Nina Molica Franco

21/12/2014

Enrico Rava & Parco della Musica Jazz Lab: "Se il nome è un pezzo sacro della storia del jazz italiano, le aspettative schizzano su alle stelle in un baleno. Il problema delle aspettative è che quando vengono tradite, l'amaro in bocca fatica ad andare via." (Nina Molica Franco)

09/08/2014

Brooks (Cristiano Arcelli)- Valeria Loprieno

09/08/2014

XY (Fazzini Fedrigo XY Quartet)- Alceste Ayroldi

06/07/2014

Walter Beltrami Kernel Panic: "...un concerto energico e travolgente. Un quintetto di forte personalità individuali e con un collettivo animo rock, sperimentale e audace." (Valeria Loprieno)

19/05/2014

Sometimes I Wonder: The Music Of Hoagy Carmichael (J Kyle Gregory - Paolo Birro)- Nicola Barin

07/01/2014

Frontal (Simone Graziano)- Enzo Fugaldi

25/11/2013

Collettivo Gallo Rojo (Collettivo Gallo Rojo)- Gianni Montano

20/11/2013

Ohmlaut (Piero Bittolo Bon & Jump The Shark)- Andrea Gaggero

20/11/2013

Everything Is Whatever (Gallo & The Roosters)- Andrea Gaggero

14/10/2013

Nina (Laura Copiello)- Marco Buttafuoco

25/08/2013

Second Take (Marcello Tonolo Trio)- Roberto Biasco

14/08/2013

The Grace Of Gryce (Francesca Bertazzo Hart)- Francesco Favano

21/07/2013

Gezmataz: Jim Black Alasnoaxis: "Gli Alasnoaxis, con tredici anni di vita e sei dischi all'attivo sono oggi una delle più longeve, solide e intelligenti formazioni in circolazione. Sopra tutti e tutto "domina" il magistero batteristico e compositivo di Jim Black." (Andrea Gaggero)

16/06/2013

Young Jazz Festival 13: Artisti italiani della nuova frontiera jazz con una felice incursione norvegese e gran finale con la Liberorchestra, progetto di grande rilevanza sociale. (Vincenzo Fugaldi)

09/06/2013

Galaxies (Lanfranco Malaguti Quartet)- Gianni Montano

09/06/2013

Monk'n'nroll (Francesco Bearzatti Tinissima 4et)- Marco Losavio

08/06/2013

Mauro Ottolini Sousaphonix: "Bix Factor": "Mauro Ottolini riesce a coniugare ricerca musicale, impegno artistico e capacità di divertire non solo il pubblico, ma anche e soprattutto sè stesso e la band che lo circonda." (Roberto Biasco)

08/06/2013

JAM 2013: Jazz a Mira: Il duo Pascal a Jazz a Mira 2013, rassegna dedicata al Jazz indipendente e curata da Nicola Fazzini. (Aisha Ruggieri)

20/05/2013

Steve Lehman Trio: "A Jam-Jazz a Mira, il trio sfoggia stile e rara potenza musicale, si potrebbe parlare 'volgarmente' di free jazz ma non è così." (Nicola Barin)

10/03/2013

Work In Progress (Gianni Insalata Quartet)- Matteo Mosca

10/03/2013

Rava On The Dancefloor (Enrico Rava and The Parco della Musica Jazz Lab)- Alceste Ayroldi

22/12/2012

The Leaping Fish Trio a Sestri in Jazz: "...un prodotto vivo e attuale perchè ottenuto con una esposizione riassuntiva personale di quanto metabolizzato, digerito in maniera adeguata." (Gianni Montano)

22/12/2012

Francesco Bearzatti Tinissima Quartet Monk'n' Roll: "Gli interventi al sax di Bearzatti sono intensi, aspri, sinceri e spietati. Ogni suo solo è unico, mai uguale a se stesso..." (Valeria Loprieno)

02/11/2012

The Empty Bottle Market (Fazzini, Bottos, Serafini, Marktl)- Francesco Favano

02/11/2012

Sankofa (The Leaping Fish Trio)- Enzo Fugaldi

09/09/2012

8888 (Falsopiano)- Enzo Fugaldi

22/07/2012

Franco d'Andrea Sextet in "Monk e la Macchina del Tempo" e il trio di piano composto da Kenny Barron, Mulgrew Miller e Dado Moroni in "3 Monkish Pianos. (Gabriele Prevato)

15/07/2012

It's Nine O'clock (The Humans)- Enzo Fugaldi

01/05/2012

The Sky Above Braddock (Mauro Ottolini Sousaphonix)- Enzo Fugaldi

01/05/2012

Where The West Begins: Voicing Ornette Coleman (Lisa Manosperti)- Gianni Montano

17/03/2012

Block Notes (Antonio Tosques 4et Guest Mike Melillo) - Eva Simontacchi

26/02/2012

I Sex Mob in "Plays Ellington, Nino Rota e Bond" e gli Endangered Blood a Venezia per la rassegna Avant/Post: "...tensioni dell'avanguardia e versatilità del post-moderno..." (Giovanni Greto)

13/01/2012

Around Ornette (Giovanni Falzone Quintet) - Alceste Ayroldi

18/12/2011

Intervista con Giovanni Falzone: "Oggigiorno mi capita spesso di sentire molte cose che mi fanno pensare che ci sia la tendenza a far diventare il jazz un po' musica di maniera, e c'è poca autenticità sia nei gesti, sia nel preparare un progetto, sia nel suono delle cose che si sentono in giro." (Eva Simontacchi)

06/11/2011

Panorami (Lanfranco Malaguti Quartet) - Alceste Ayroldi

22/10/2011

Ecce Combo (Alfonso Santimone Laser Pigs) - Andrea Gaggero

27/09/2011

Novo (Giampaolo Casati Trio) - Cinzia Guidetti

16/07/2011

XV Edizione del New Conversations Vicenza Jazz: Uri Caine Ensemble rivisita Mahler, Hiromi Uehara omaggia Gershwin e la James Farm di Joshua Redman & C. trasmette groove ed energia (Gabriele Prevato)

16/07/2011

Vittoria Jazz Festival - Music & Cerasuolo Wine: "Alla quarta edizione, il festival di Vittoria si conferma come uno dei più importanti eventi musicali organizzati sul territorio siciliano. La formula prescelta dal direttore artistico è quella di dilatare nel tempo gli incontri musicali, concentrandoli in quattro fine settimana della tarda primavera, valorizzando uno dei quartieri più suggestivi della città, la restaurata Piazza Enriquez, e coinvolgendo, grazie a concerti e jam session notturne, una quantità di pubblico davvero rilevante, composto in parte da giovani e giovanissimi, portatori di un entusiasmo che fa davvero ben sperare sul futuro del jazz, almeno in questa parte della Sicilia." (Vincenzo Fugaldi)

28/05/2011

Enrico Rava & Parco della Musica Jazz Lab "Gershwin & more": "Nonostante il repertorio di uno dei maggiori classici che il jazz possa annoverare, appare stimolante l'ascolto della grande abilità strumentale e l'eclettico universo musical-sperimentale dei giovani componenti della band, in una stupefacente "modernità". E Rava si conferma, ancora una volta, grande e storico scopritore di talenti..." (Viviana Falcioni)

15/05/2011

Enrico Rava Parco della Musica Jazz Lab a Linguaggi Jazz con il progetto "Gershwin & More" il quale ripropone alcuni noti standard del sommo compositore riarrangiati in maniera contemporanea. (Franco Bergoglio)

15/05/2011

Giovanni Falzone in "Around Ornette": "Non vi è in tutta la serata, un momento di calo di attenzione o di quella tensione musicale che tiene sulla corda. Un crescendo di suoni ed emozioni, orchestrati da Falzone, direttore, musicista e compositore fenomenale, a tratti talmente rapito dalla musica da diventare lui stesso musica, danza, grido, suono, movimento. Inutile dire che l'interplay tra i musicisti è spettacolare, coinvolti come sono dalla follia e dal genio espressivo e musicale del loro direttore." (Eva Simontacchi)

02/04/2011

Tales From The Far East (Pietro Valente)- Enzo Fugaldi

23/01/2011

Francesco Bearzatti Tinissima Quartet. All'Auditorium Parco della Musica, un'esperienza dal vivo con "X (Suite for Malcolm)". "Una performance caratterizzata da grande libertà espressiva, come è nello stile del quartetto di Berzatti e dalla notevole varietà delle composizioni e delle atmosfere, legate da un filo conduttore ma non strettamente interdipendenti. Emerge in maniera efficace il messaggio di libertà e dignità portato avanti dal leader afroamericano." (Laura Mancini)

23/10/2010

X (Suite for Malcolm) (Francesco Bearzatti Tinissima 4et feat. Napoleon Maddox)- Gianni B. Montano

26/09/2010

Mirando (Pietro Tonolo) - Alceste Ayroldi

25/07/2010

God Fried Finger (Blonde Zeros)- Vincenzo Fugaldi

13/06/2010

Night Ways (Riccesi Zanoner 4tet) - Alceste Ayroldi

12/06/2010

Young Jazz Festival 10 con al direzione artistica di Gianluca Petrella: "La rassegna fulginate si distingue tra le iniziative italiane per il proposito di coinvolgere esperienze artistiche giovani con un'attenzione a proposte poco o per niente inflazionate, ma senza isolarle dall'esperienza dei maestri. Un punto di forza del jazz è la capacità di innovarsi grazie all'affermarsi di nuovi talenti, che nei casi più felici contribuiscono a perpetuarne la tradizione e ne determinano anche l'evoluzione e l'apertura." (Vincenzo Fugaldi)

26/04/2010

Nesso G (Nesso G)- Gianni B. Montano

26/04/2010

Itaca (Peo Alfonsi) - Alceste Ayroldi

06/03/2010

Pop Gossip (Osmiza) - Luca Labrini

16/02/2010

Half The Fun (Franco D'Andrea Quartet) - Gianmichele Taormina

05/01/2010

Sugoi Sentai! Gattai!! (Piero Bittolo Bon Jump The Shark) - Enzo Fugaldi

07/12/2009

Clouds Over Me (Michele Polga) - Giuseppe Mavilla

17/08/2009

The Siena Concert (Franco D'Andrea Quartet) - Alceste Ayroldi

13/04/2009

Franco D'Andrea Quartet a Marghera: "D'Andrea suona al solito in maniera elegante, rifuggendo la minima ridondanza e, soprattutto, stimolando i suoi attenti e concentrati partners. Si dimostra per di più un maestro nell'allineare frasi significative, nel farsi da parte per far emergere il solista di turno e nell'usare con sapienza le pause..." (Giovanni Greto)

14/03/2009

4Steps (Luca Boscagin)

22/02/2009

Fortynine Forever (Stefano Benini Quartet)

22/11/2008

Eventi in Jazz di Busto Arsizio: "Dopo il successo degli anni scorsi, anche questo autunno a Busto le calde note del jazz hanno acceso la vita culturale cittadina. Dal 18 ottobre gli "Eventi in Jazz", giunti alla VI edizione, hanno portato, come da consuetudine, artisti di grandissimo livello nei principali teatri cittadini quali il Sociale, il Manzoni, il Lux, Fratello Sole, con un cartellone davvero invidiabile." (Alessandro Carabelli)

22/09/2008

Godot e altre Storie di Teatro (Ares Tavolazzi)

13/08/2008

Clusone Jazz Festival: "La ventottesima edizione del festival ha avuto come sempre la sua conclusione con una tre giorni finale ambientata a Clusone e dintorni. Un festival che presta attenzione nei confronti delle nuove tendenze e dei giovani musicisti." (Roberto dell'Ava)

22/07/2008

Suite For Tina Modotti (Francesco Bearzatti Tinissima Quartet)

03/05/2008

Isole (Marco Tamburini)

11/04/2008

Unquiet Silences (Michael Rosen)

24/03/2008

Adagio (Claudio Fasoli)

02/12/2007

Siena Jazz Reunion, Trent'anni di Jazz in Italia: "Due intense giornate che hanno visto confluire musicisti, studiosi, critici, jazzofili provenienti da diverse zone d'Europa ed anche dagli Stati Uniti d'America. Una girandola perfettamente sincronizzata di convegni, presentazione di libri e concerti." (Alceste Ayroldi)

16/06/2007

Spring Jazz Trio (Birro/Conte/Zigmund )

27/05/2007

Sguardo d'insieme ad alcune produzioni del catalogo di El Gallo Rojo Records

19/04/2007

Via del sestante (Francesco Sotgiu)

09/04/2007

Padova Porsche Jazz festival: un Dave Holland Quintet che non decolla, una eccellente ma poco seguita serata con Claudio Fasoli e la Civica Big Band di Milano e un intraprendente Mino Cinelu polistrumentista in un bel concerto in solo che però non cattura l'attezione del pubblico. (Giovanni Greto)

21/01/2007

Dudek! (Mickey Finn)

13/01/2007

Grazie dei Fiori? (Elena Camerin)

18/08/2006

Mise en Abyme (Alan Zamboni)

19/07/2006

Urban Adventures (Emanuele Cisi)

13/05/2006

Todo Chueco (Gallo & the Roosters)

03/05/2006

Per un istante (Valerio Della Fonte)

25/06/2005

Cream of Mandarins (Gee - Gallo - Minetto)

04/12/2004

The Venice Session (Aljoša Jeriè Quartet)





Video:
Scott Hamilton Quartet "A Beautiful Friendship" - Ueffilo Jazz Club Gioia del Colle - Ba
Scott Hamilton Quartet in "A Beautiful Friendship" by Donald Kahn (short excerpt), al Ueffilo Jazz Club - Gioia del Colle - BariScott Hamilt...
inserito il 01/04/2011  da - visualizzazioni: 3389
Scott Hamilton Quartet in Concert (Blues Improvisation) - Ueffilo Jazz Club Gioia del Colle - Ba
Scott Hamilton Quartet in Concert "Blues Improvisation" (short excerpt), al Ueffilo Jazz Club - Gioia del Colle - BariScott Hamilton sax,Pao...
inserito il 01/04/2011  da - visualizzazioni: 3393


Inserisci un commento


© 2000 - 2017 Tutto il materiale pubblicato su Jazzitalia è di esclusiva proprietà dell'autore ed è coperto da Copyright internazionale, pertanto non è consentito alcun utilizzo che non sia preventivamente concordato con chi ne detiene i diritti.


Questa pagina è stata visitata 2.896 volte
Data pubblicazione: 11/07/2011

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti