Jazzitalia - Io C'ero: Funkallisto & James Taylor Quartet
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Funkallisto & James Taylor Quartet
Roma, Micca Club – 18 maggio 2010
di Andrea Valiante

Una vulcanica serata all'insegna del Funky quella organizzata dal Micca Club, con due interessanti formazioni a dividere il palco: i romani Funkallisto e la storica band inglese del James Taylor Quartet.

Attivo dal 1985, il JTQ è stata una delle formazioni che ha maggiormente contribuito alla nascita dell'Acid Jazz, un genere melange di stili funk, jazz, soul e fusion. La band è da considerarsi tra i capostipiti di questa corrente musicale, con tutti gli artisti dei lungimiranti produttori Gilles Peterson ed Eddie Piller, tra i quali Incognito, Galliano ed il più famoso Jamiroquai.

Sono i testaccini Funkallisto ad aprire il concerto proponendo quattro brani del loro ultimo album autoprodotto "Soul Ragù" uscito nel 2009. Per l'occasione si presentano al gran completo sul palcoscenico del club (fin troppo stretto per un gruppo così vasto), con un organico di tutto rispetto formato dal basso di Francesco Abbatiello, Alex De Martino alla batteria, Peter Crucioli alla chitarra, Federico Di Maio alle percussioni, Martino Onorati alla tastiera, Matteo Acclavio al sax baritono, Davide Piersanti al trombone, Giancarlo Romani alla tromba e Danilo Desideri al sax. La presenza dell'intera sezione fiati enfatizza le calde partiture per merito di armonizzazioni sempre pulite e sicure. Con il brano introduttivo "Charangas" il pubblico, con evidente soddisfazione, si immerge in un vortice sonoro incendiario e straripante tra funky e soul, afro e latin, che l'accompagnerà per tutto il resto della serata. La sostenuta ritmica è il cuore pulsante del gruppo romano, sopra la quale i fiati inarcano impasti sonori densi e vigorosi, dinamici e accattivanti, su di un pentragramma strutturato per lasciare il giusto spazio agli equilibrati soli dei singoli. Considerevoli la tecnica peculiare e plasmatica del tastierista Martino Onorato e le flessuose, sicure ed intense impressioni armoniche create dal sax di Danilo Desideri. Il brano "Chili Oil" chiude la breve ed energica performance dei Funkallisto che lasciano la scena al trascinante groove del James Taylor Quartet.

La formazione inglese propone un repertorio ricco e di tutto rispetto che oscilla tra alcuni degli storici brani che li hanno resi celebri in tutto il mondo, come la rilettura della bellissima "Blow-Up" di Herbie Hancock. La struttura della band è costruita attorno ad un sound coinvolgente e corposo ottenuto, oltre ad una filologia diretta e coinvolgente, per merito di un divertito coinvolgimento e dell'eccellente tecnica dei singoli strumentisti. Particolarmente considerevole la pastosa e potente voce di Yvonne Yanney. Immerso fra le tinte acid e funk delle composizioni, il pubblico viene spesso coinvolto dal band leader per applausi e cori che rafforzano suggestivamente le vibranti soluzioni melodiche dei brani e con particolare enfasi nell'arrangiamento della famosa "The theme from Starsky and Hutch" di Lalo Schifrin, subito prima di una repentina e inattesa interruzione del concerto.

Alcune impressioni trapelano dagli addetti ai lavori del Micca, per cui James Taylor non sarebbe stato soddisfatto del suono dell'organo. Infatti dopo un break di dieci minuti il gruppo torna sul palco con il band leader alla tastiera di Martino Onofri. Nonostante la grave mancanza dello strumento portante della band, James Taylor non sembra scomporsi ed anzi i toni della serata si alzano, complice il calore del pubblico che si infuoca al suono di "Stepping into my life" e della colonna portante "Love will keep us together".

Una serata davvero palpitante condotta da due formazioni di altissimo coinvolgimento e livello musicale: la speranza è di non dover aspettare altri due anni (data del loro ultimo concerto) per poter riascoltare e rivivere le emozioni vissute in questo ottimo live on stage.










Video:
James Taylor Quartet - Starsky & Hutch theme ( Azzano X° )
...
inserito il   da eternik - visualizzazioni: 1709
James Taylor Quartet: Fat Boy Stomp
...
inserito il   da mikefox1974 - visualizzazioni: 1830
James Taylor Quartet - Love Will Keep Us Together
...
inserito il   da orchardmusic - visualizzazioni: 2046
James Taylor Quartet
...
inserito il   da cerviablog - visualizzazioni: 1682
James Taylor Quartet - "Starsky & Hutch" Theme- Nurachi (OR), Italia 08 gennaio 2010
...
inserito il   da silviosassari - visualizzazioni: 1637
alterfesta 2007 - james taylor quartet #2
...
inserito il   da jannozz - visualizzazioni: 1924
alterfesta 2007 - james taylor quartet #1
...
inserito il   da jannozz - visualizzazioni: 1914
James Taylor Quartet live European Jazz Expò 2008
...
inserito il   da documentispartani - visualizzazioni: 1861
James Taylor Quartet - the Ghetto JAM LIVE @ Nurachi 2010
...
inserito il   da funkee10 - visualizzazioni: 1936
james taylor quartet bass solo live citta della pieve
...
inserito il   da beghins2 - visualizzazioni: 2107
James Taylor Quartet - Starsky & Hutch theme - Bologna
...
inserito il   da concertix - visualizzazioni: 1890
James Taylor Quartet live at Saint-Paul Soul Jazz
...
inserito il   da Markez666 - visualizzazioni: 2026


Inserisci un commento


© 2000 - 2017 Tutto il materiale pubblicato su Jazzitalia è di esclusiva proprietà dell'autore ed è coperto da Copyright internazionale, pertanto non è consentito alcun utilizzo che non sia preventivamente concordato con chi ne detiene i diritti.


Questa pagina è stata visitata 2.853 volte
Data pubblicazione: 29/07/2010

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti