Jazzitalia - Live: Pollock Project 'Quixote'
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�


Pollock Project "Quixote"

Auditorium Parco della Musica, Roma, 1 marzo 2013
di Nina Molica Franco


Marco Testoni - caisa drums, pianoforte, percussioni
Nicola Alesini - sax soprano, live electronics
Max Di Loreto - batteria, percussioni

Con la partecipazione di
Cecilia Silveri - violino
Simona Colonna - violoncello e voce

Le vie del jazz sono infinite, e questo lo sa bene il Pollock Project, il trio che sul Palco dell'Auditorium Parco della Musica di Roma ha mostrato come la musica possa snodarsi secondo percorsi multipli. Marco Testoni ai caisa drum, pianoforte e live electronics, Nicola Alesini al sax soprano, al clarinetto popolare e live electronics, Max Di Loreto alla batteria e alle percussioni, hanno fatto di creatività, idealismo, libertà le loro cifre distintive.

Il loro è un linguaggio molto particolare, in cui, come il nome del trio suggerisce, la musica e le immagini dialogano tra loro. Ed è proprio questo costante conversare tra i due sistemi che crea un'esperienza emozionale inedita e che ritroviamo in Quixote il nuovo lavoro discografico che hanno presentato. Un cd in cui l'impegno sociale si fa spazio tra le trame dei video loop, ognuno dei quali ispirati a differenti tematiche o arti. Con rivisitazioni di "Angels and Demons are play" di Sun Ra e di "After the rain" di John Coltrane, Pollock Project celebra il jazz, laddove questo rappresenta sicuramente le radici della sua musica, ma si traveste di surrealismo. Il tema sociale viene invece messo in evidenza come lotta contro la violenza sulle donne e si manifesta a piena voce in "Gulabi Gang" e in "BlackOut", colonna sonora dell'omonimo film del quale, durante il concerto è stata anche annunciata la partecipazione alla prossima Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia. E ancora "Pe No Chao", in cui la musica è accompagnata dalle immagini reali dei bambini brasiliani realizzate in collaborazione con l'Associazione Mani Tese.

Insomma un repertorio impegnato e impegnativo, anche se non è di certo mancata la leggerezza di brani come "Su Ballittu", che celebra la cultura mediterranea attraverso la tradizione sarda. E ancora un brano dall'intenso trasporto emotivo, "Julio e Carol", dedicato allo scrittore Julio Cortazar e alla sua compagna: una musica suggestiva attraverso la quale è stato possibile vivere l'esperienza d'amore che aveva accompagnato la loro vita, soprattutto nelle ultime tappe.

In questo percorso attraverso la storia, le arti, il sociale, la musica, due artiste hanno accompagnato il Pollock Project in alcune tappe fondamentali. Si tratta di Cecilia Silveri, che ha regalato al trio la melodia del suo violino, e la straordinaria Simona Colonna al violoncello. Quest'ultima ha anche donato una propria composizione, dal titolo emblematico di "Dulcinea", un brano in cui la voce della Colonna, come un ciclone, investe l'arte del Pollock, portandolo ad esplorare dei percorsi inediti.






Articoli correlati:
08/12/2009

Impatiens (Marco Testoni & Hang Camera) - Marco Buttafuoco







Inserisci un commento


© 2000 - 2017 Tutto il materiale pubblicato su Jazzitalia è di esclusiva proprietà dell'autore ed è coperto da Copyright internazionale, pertanto non è consentito alcun utilizzo che non sia preventivamente concordato con chi ne detiene i diritti.


Questa pagina è stata visitata 987 volte
Data pubblicazione: 14/04/2013

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti