Jazzitalia: la musica jazz a portata di mouse...
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Ray Brown & Friends (Festival Jazz Andria 2001)

Giovedì 6 luglio 2001, al Festival Jazz di Andria sono di scena:

Ray Brown (contrabbasso)
Hank Jones
(piano)
Jeff Hamilton
(batteria)
Melissa Walker
(voce)

Iniziano in trio, senza voce, e i primi tocchi di tamburo di Jeff Hamilton scandiscono inequivocabilmente il tema di Now's The Time. E così è, l'intuizione di molti si concretizza quando entrano all'unisono anche Brown e Jones. Cosa si pensa? La cosa più ovvia e più profonda al tempo stesso: "Signori, quelli fanno parte della storia".
Hank Jones e Ray Brown hanno rispettivamente 83 e 74 anni, ma quando sono dietro il loro strumento sembrano ragazzini, lo swing è palpabile, i contrappunti pianistici entrano perfetti incastrandosi con il walkin' del contrabbasso.

I
l secondo brano è "
What Am I Here For" di Duke Ellington e durante le improvvisazioni Brown non resiste e fa ancora cenno a Now's The Time oltre che a Birk's Works (sono entrati troppo nel suo DNA).
Un altro momento delicato e magico al tempo stesso è stato
Corcovado (Quiet Night, Quiet Stars) con un Hank Jones ispiratissimo che si è replicato poi da solo in un brano tradizionale (con lievi interferenze dovute ad un "candido" vociare di bambini che giocavano nel parco). Qui, il controllo delle dinamiche nel tocco di Jones era millimetrico.  
E cosi' ancora fino ad una esecuzione di contrabbasso solo di
Tenderly con, nel mezzo, un "aggancio" a Fever.
La sessione in trio termina con But Not For Me, un vero ricamo, splendidi sul tempo, improvvisazioni da manuale.

Arriva Melissa Walker e il primo brano è...
But Not For Me, ripreso quindi dalla voce. Altri 7 brani, tra cui qualche blues oltre a uno splendido Lover Man in duo con Hank Jones, Just One Of Those Things e I Could Write A Book.

Che dire, è stata una fantastica serata, quasi due ore di concerto. Mi hanno impressionato prevalentemente Ray Brown e Hank Jones ma anche Jeff Hamilton, batterista di impostazione classica (confermata da lui stesso nel backstage), si è fatto apprezzare per aver spesso duettato con l'istrione Brown oltre ad averlo supportato in modo impeccabile. Una nota particolare: ha, in un paio di occasioni, richiamato temi di brani sfruttando l'accordatura delle pelli dei tamburi (ha fatto cenno a Rhapsody in blue di Gershwin). 
Di Melissa Walker, con timbro alla Carmen McRae, mi ha colpito la sua capacita di improvvisare sul tema senza mai distaccarsi in modo evidente dall'armonia ma raggiungendo con elegante disinvoltura note al limite.

Una nota di merito alla SouthSide, per aver organizzato il Festival Jazz di Andria e per questa serata in particolare.



Invia un commento
Questa pagina è stata visitata 8.897 volte
Data pubblicazione: 07/07/2001





Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti