Jazzitalia - Live: Ai Confini tra Sardegna e Jazz - Conduction: ben tornato Butch
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�


Ai Confini tra Sardegna e Jazz

XXX Edizione
Conduction: ben tornato Butch
Sant'Anna Arresi (CI), 1-8 settembre 2015
Testi e Foto: Gianmichele Taormina

Carved In The Air - Sant'Anna Arresi 2015Doug Wieselman(Nublu Orchestra) - Sant'Anna Arresi 2015Evan Parker - Sant'Anna Arresi 2015Giancarlo Schiaffini - Sant'Anna Arresi 2015Graham Haynes - Sant'Anna Arresi 2015Hamid Drake - Sant'Anna Arresi 2015Brandon Ross(Nublu Orchestra) - Sant'Anna Arresi 2015
Homage To Butch Morris - Large Ensemble - Sant'Anna Arresi 2015Jean Paul Bourelly(Nu Grid) - Sant'Anna Arresi 2015John Dikeman - Sant'Anna Arresi 2015Kenny Wollesen(Nublu Orchestra) - Sant'Anna Arresi 2015Mats Gustafsson(Fire ! Orchestra) - Sant'Anna Arresi 2015Paul Litton - Sant'Anna Arresi 2015William Parker - Sant'Anna Arresi 2015
DJ Logic(Nu Grid) - Sant'Anna Arresi 2015Peter Evans - Sant'Anna Arresi 2015Roberto Ottaviano - Sant'Anna Arresi 2015Rob Mazurek - Sant'Anna Arresi 2015Vernon Reid - Sant'Anna Arresi 2015Vernon Reid - Sant'Anna Arresi 2015Alexander Hawkins - Sant'Anna Arresi 2015Barry Guy - Sant'Anna Arresi 2015
click sulle foto per ingrandire

Agile e sinuoso come il più veloce tra i volatili del pianeta, giunge sul proscenio di Sant'Anna Arresi il suono e il vortice ammaliante di Evan Parker. Con questa immagine cinematografica, del tutto magica e seducente, si è aperta la trentesima edizione di "Ai Confini Tra Sardegna e Jazz", quel festival coraggioso, sincero e incosciente che ancora oggi resiste tra i pochi qui da noi in Italia.

"Bentornato Butch" è stato il pretesto per sviluppare in itinere un cartellone composto da variegate forme ispirative, entrando e uscendo dal pianeta Morris senza influenzare con gratuite suggestioni l'affezionato pubblico sardo.

Ma in effetti per chi ha vissuto il triennio di permanenza di Morris a Sant'Anna Arresi, difficile è stato non emozionarsi alle movenze aggraziate di Kenny Wollesen alla guida della Nublu Orchestra, la formazione che con più costanza ha collaborato con l'ideatore della celebre conduction.

In due differenti ma entrambe emozionanti esibizioni, la Nublu ha sbarcato su satelliti già esplorati, tentando allo stesso tempo di mantenere le distanze - ma non le intenzioni e le fascinazioni strutturali - ideate sin dagli anni Ottanta dal grande e indimenticato Maestro di Long Beach.

Sotto la guida prevalentemente di Wollesen, alternata dietro la bacchetta e la direzione di Brandon Ross e Graham Haynes, il settetto ha elaborato due conduction dai sapori surreali: rigidi e lungamente trattenuti da pedali nella prima, molto più docili di melodia e ritmicità coinvolgente nella seconda.

In esclusiva europea, il progetto Nu Grid a nome di Vernon Reid, Graham Haynes, Jean Paul Bourelly e Dj Logic ha lasciato "diversamente perplessi" chi attendeva una prova di fuoco, soprattutto per la presenza nel quartetto, dello storico chitarrista dei Living Colour. Atmosfere intriganti e introspettive lasciavano spazio a territori più aspri e saturi di macchinose sonorità reiterate, meno ispirate, talvolta inspiegabilmente ripetitive.

Suddivisa in due parti, l'esibizione di William Parker, Hamid Drake e John Dikeman si è invece snodata su di una lunga sequele di riferimenti e richiami alla lezione impressa da David S. Ware, del quale lo stesso Dikeman si è dichiarato allievo spirituale. Un'ora di musica lisergica, vivace, (de)strutturata su schemi certamente già editi eppure sempre aperti alla ricerca della luce perfetta. Votata al raggiungimento del Sacro Graal, decisamente conquistato da un trio granitico che ha acceso l'entusiasmo e infine l'acclamazione dei "fedeli" intervenuti in Piazza del Nuraghe. Meravigliosi.

Ma il festival non è stato solo questo. Se le esibizioni in solitudine di Rob Mazurek e Graham Haynes sono scivolate via nel dimenticatoio di un ventre acquatico, di una quiete tacita, sulfurea, riflessiva - indecisa infine sul suo concreto svolgersi - di contro l'esplosiva Fire! Orchestra diretta dal muscoloso Mats Gustafsson, ha chiuso il cartellone in totale dis-conformità col primario riferimento a "Butch", soverchiando il volume del suono nel suo dispiegarsi estremo di un'idea (o di una ipotesi volutamente scenica) di saturazione collettiva.

Chi ha esposto senza remore echi e concetti provenienti dal vortice degli anni Sessanta sono stati Keith e Julie Tippett. Firmando in comproprietà il progetto di Carved In The Air insieme a tre Maestri del jazz italiano e internazionale (Roberto Ottaviano, Giovanni Maier e Cristiano Calcagnile), i due coniugi inglesi hanno espresso pagine di improvvisazione irregolare, spesso dettate (e datate) dall'eccessiva presenza della vocalist londinese. Con l'inossidabile verve del trio italiano, avremmo preferito che il bilancino del concerto tendesse più verso lo storico pianista dei Centipede (e dei King Crimson), relegato inspiegabilmente a spazi più armonici che solisti. Di contro, Ottaviano e soci hanno continuato a dimostrare quell'estro e quell'eleganza distinguibile che per generosità e intenti da sempre li contraddistingue.

La presenza maggiore nello spazio e nel tempo del festival è stata rappresentata da Evan Parker a dai suoi molteplici progetti. A partire da Filu 'e Ferru, quintetto dalle mille emozionanti sfumature, completato da Peter Evans (tromba), Alexander Hawkins (pianoforte), John Edwards (contrabbasso) e Hamid Drake (batteria). Strepitosi.

E poi? E poi il Large Ensamble diretto dal fiatista inglese, sempre, tra gli altri, con la presenza dei due genietti virtuosi e rampanti (Hawkins e Evans), Barry Guy e John Edwards, Giancarlo Schiaffini, Walter Prati, Hamid Drake... una superba esibizione multicolore che nulla aveva a che vedere con Butch Morris ma, proprio per questa sua indipendenza, libera da schemi precostituiti, è stata tra i momenti più intensi e belli dell'intera manifestazione.

Infine, ancora Evan Parker, a capo di un quartetto memorabile con Peter Evans, Barry Guy e Paul Litton, ci ha immersi dentro un vortice irripetibile. Soprattutto nel duetto irrefrenabile con Evans, nell'esemplare e ottimale contrasto tra sax soprano e tenore sapientemente imbracciati, nella caleidoscopica potenza di una ritmica che ha pochi eguali.

Il festival termina qui. Si riavvolgono le tende. Si smonta il palco. Restano in loop sullo schermo le straordinarie fotografie in bianco e nero di Luciano Rossetti. Lui, che ha colto e immortalato per sempre gli attimi, i gesti e le movenze di Butch Morris. Genio, visionario, profeta, musicista che fu di questa terra e che pare non tornerà più...






Articoli correlati:
12/03/2017

Tiresia (Enten Eller)- Gianni Montano

29/01/2017

Deghé (Paolo Angeli - Hamid Drake)- Gianni Montano

27/11/2016

Multikulti Cherry On (Cristiano Calcagnile)- Enzo Fugaldi

18/09/2016

Oltremente Festival. Itinerari di Jazz Contemporaneo: "La terza edizione del festival si è svolta in tre serate al Molo di Levante, affiancata da un laboratorio musicale sull'improvvisazione e la musica d'insieme condotto da Giancarlo Schiaffini." (Vincenzo Fugaldi)

08/08/2016

Newswok (Giancarlo Tossani Synapser + Ralph Alessi)- Enzo Fugaldi

04/06/2016

Torino Jazz Festival 2016: "...un'ampia panoramica della condizione attuale del jazz, con una enorme quantità di concerti ed eventi che si sono svolti in un gran numero di spazi del capoluogo piemontese." (Vincenzo Fugaldi)

22/02/2016

L'astrolabio (Roberto Ottaviano)- Alceste Ayroldi

03/01/2016

Sarah Jane Morris Quintet: "La cantante e i suoi sodali hanno dato prova di quanto la professionalità, la grinta e la motivazione sociale possano andare d'accordo con tutta la musica: quella senza barriere..." (Alceste Ayroldi)

25/10/2015

Forgotten Matches. The Worlds of Steve Lacy (Roberto Ottaviano)- Gianni Montano

19/10/2015

Ai Confini tra Sardegna e Jazz - Conduction: ben tornato Butch: Un'edizione dedicata alla figura di Butch Morris, "Genio, visionario, profeta, musicista che fu di questa terra e che pare non tornerà più..." (Gianmichele Taormina)

19/09/2015

Roccella Jazz Festival - African Noises: "Edizione numero trentacinque per lo storico festival della provincia di Reggio Calabria, tornato a riempire le serate d'agosto dopo un'annata 2014 in versione ridotta." (Vincenzo Fugaldi)

10/08/2015

Navajo Sunrise (Daniel Carter, William Parker, Federico Ughi)- Antonella Chionna

11/04/2015

Possible Universe - Conduction® 192 (Lawrence D. "Butch" Morris)- Gianmichele Taormina

18/03/2015

Intervista con Fabio Morgera: "...quando uno come Frank Lacy ti dice 'You're Black' mentre stai suonando con lui, beh, allora puoi dire di esserci veramente dentro." (Achille Brunazzi)

08/02/2015

Il giro d'Italia a bordo di un disco - Giorgio Dini, Silta Records: "Oggi siamo al paradosso per cui vendono sempre meno dischi ma se ne producono sempre di più." (Alceste Ayroldi)

12/10/2014

(In)Obediens (Fabio Sartori, Marco Colonna, Cristiano Calcagnile)- Nina Molica Franco

05/10/2014

Il giro d'Italia a bordo di un disco. Gabriele Rampino, Dodicilune: "La vera difficoltà è la bastardizzazione del senso del jazz, sia nella sua deriva verso la mediocrità, sia nella creazione di cartelloni di festival e rassegne, sempre meno progettuali e troppo ruffiani, con troppi nomi che nulla c'entrano col jazz..." (Alceste Ayroldi)

28/09/2014

Talos Festival 2014, "La melodia, la ricerca, la follia": "...il Talos è ben più che un semplice festival: intorno a questo evento si raccoglie un intero territorio con le sue eccellenze paesaggistiche, monumentali ed enogastronomiche, e l'amministrazione comunale si impegna attivamente grazie anche al supporto di numerosi sponsor e di un gran numero di giovani volontari, costituendo un modello da seguire." (Vincenzo Fugaldi)

28/09/2014

Ankara Live (Odwalla)- Alessandra Monaco

28/09/2014

Hypermodern (Massimo De Mattia Quartet)- Gianni Montano

24/08/2014

Anything your little heart says (Triosonic (Rabbia, Maier, Battaglia))- Alceste Ayroldi

30/06/2014

Intervista con Ferdinando Faraò e concerto della Artchipel Orchestra: "Il jazzista ha nel suo modo di porsi una spontaneità, un'estemporaneità che dà leggerezza e ironia a tutto..." (Alessandra V. Monaco)

01/06/2014

Torino Jazz Festival 2014: "...terza edizione, la seconda con la direzione artistica di Stefano Zenni ed è premiato ancora una volta da un lusinghiero successo di pubblico." (Gianni Montano)

15/04/2014

Two For Joyce (Keith Tippett - Giovanni Maier)- Gianni Montano

29/12/2013

Shibui (Enrico Fazio Critical Mass)- Gianni Montano

03/11/2013

Il Bidone (Gianluca Petrella)- Alceste Ayroldi

28/10/2013

Arcthetics - Soffio Primitivo (Roberto Ottaviano)- Alceste Ayroldi

25/08/2013

Antonello Salis - Hamid Drake: "...un caleidoscopio di colori in cui spicca una sfavillante propensione al gioco dell'elettronica e il torrenziale flusso di poliritmie." (Viviana Falcioni)

08/06/2013

Quattro chiacchiere con...Gianna Montecalvo: "...voglio tornare a salire sul palco in maniera più incisiva per dire: "ci sono anche io"." (Alceste Ayroldi)

02/06/2013

Open Jazz Festival d'Ivrea e Canavese 2013 : "...un festival che ha una lunga storia e vuol proseguire e crescere con opzioni ogni volta coraggiose e intriganti." (Gianni Montano)

31/03/2013

Zarja-tay (Saadet Turkoz - Giovanni Maier - Zlatko Kaucic)- Gianni Montano

17/03/2013

Remebering Butch Morris... : "Si adirava avendone motivo, su una nota fuori posto, su di un passaggio forse irregolare che nessuno, nemmeno i loro interpreti, riuscivano ad individuare concretamente, cercando di comprenderne il perchè." (Giammichele Taormina)

09/02/2013

XV Padova Jazz Festival: "Ad un deludente David Murray and The Black Saint Quartet si contrappone l'interessante e godibile Rava on the Dance Floor" (Giovanni Greto)

02/02/2013

E non chiamatelo Jazz (Giancarlo Schiaffini)- Gianni Montano

20/01/2013

Live In Ventotene (Salis, Schiaffini, Kasirissafar)- Gianni Montano

29/12/2012

I Separatisti Bassi (Mauro Ottolini)- Roberto Biasco

30/11/2012

E(x)stinzione (Enten Eller Orkestra)- Gianni Montano

26/11/2012

Open World Jazz Festival 11° Edizione - 2012: "...la riscoperta della tradizione da un lato, la continuità nella ricerca in ambito musicale dall'altro." (Gianni Montano)

28/10/2012

Intervista a David S. Ware. Ricordando un Gigante del Jazz...: "...di lui rimane una musica dolente, irrefrenabile, stridula ma anche gentile e ricca di un blues introspettivo..." (Gianmichele Taormina)

15/10/2012

If Not - Omaggio A Mario Schiano (Angelo Olivieri, Alipio C Neto, Doppio Trio Progetto Guzman)- Gianni Montano

16/08/2012

"...una finestra aperta alle novità europee, senza preclusioni nei confronti di quanto di interessante si muove in Italia in campo jazzistico, ma anche con una doverosa attenzione al panorama statunitense." (Vincenzo Fugaldi)

26/05/2012

IIIa Edizione di "Suoni Ritmi, Parole dal Mondo" e concerto di Riccardo Arrighini con la Filarmonica Sestrese (Gianni Montano e Andrea Gaggero)

13/05/2012

"Massimo Barbiero e soci confermano che le buone idee possono trovare gambe per marciare quando a sostenerle sono la passione e la capacità di organizzare e coordinare i vari eventi, anche in tempi di "vacche magre" come questi." (Gianni Montano)

01/05/2012

Where The West Begins: Voicing Ornette Coleman (Lisa Manosperti)- Gianni Montano

27/11/2011

Code Talkers (Massimo Barbiero & Giovanni Maier)- Gianni Montano

11/09/2011

Wind & Slap (Giancarlo Schiaffini Sebi Tramontana)- Gianni Montano

21/08/2011

Bari in Jazz VII Edizione - Miles Lives: "...sono già passati sette anni da quando Bari ha cercato, mercè il pioniere Roberto Ottaviano, di istituzionalizzare una consistente parentesi jazzistica all'interno delle proprie attività culturali. Tra mille difficoltà e qualche punta di amarezza, le cinque giornate di Bari in Jazz hanno tratto la loro essenza nel tema "Miles Lives" tributando il "Dark Magus" a vent'anni dalla scomparsa. Tomasz Stanko, James Taylor Quartet, Michael Blake con Ben Allison e Hamid Drake i concerti di punta della rassegna." (Alceste Ayroldi)

16/07/2011

Vittoria Jazz Festival - Music & Cerasuolo Wine: "Alla quarta edizione, il festival di Vittoria si conferma come uno dei più importanti eventi musicali organizzati sul territorio siciliano. La formula prescelta dal direttore artistico è quella di dilatare nel tempo gli incontri musicali, concentrandoli in quattro fine settimana della tarda primavera, valorizzando uno dei quartieri più suggestivi della città, la restaurata Piazza Enriquez, e coinvolgendo, grazie a concerti e jam session notturne, una quantità di pubblico davvero rilevante, composto in parte da giovani e giovanissimi, portatori di un entusiasmo che fa davvero ben sperare sul futuro del jazz, almeno in questa parte della Sicilia." (Vincenzo Fugaldi)

02/05/2011

Slaves (Gianluca Petrella Tubolibre)- Enzo Fugaldi

26/02/2011

Giornale Di Bordo (Salis - Murgia - Angeli - Drake) - Alceste Ayroldi

30/01/2011

Una gallery di oltre 60 scatti al New York Winter Jazz Fest 2011: Chico Hamilton, Don Byron, Geri Allen, JD Allen, Butch Morris, Steve Coleman Vernon Reid, Anat Cohen, Aaron Goldberg, Nasheet Waits, Abraham Burton, Eric McPherson...(Petra Cvelbar)

26/12/2010

European Jazz Expo 2010: "...si possono delineare suggestioni comuni "trasversali" tra artisti diversi. Una moderna valenza "ipnotico rituale" ad esempio in Francesco Bearzatti e Marc Ayza; una forte componente "Etnico - tradizionale" ad esempio in Salis - Murgia - Angeli e Paco De Lucia; i legami con il pop e/o il R&B o la fusion in Sanborn e Ritenour ma anche in Pino Daniele. E' apparsa isolata dal contesto la cifra stilistica di Chiara Civello, che come legame con il jazz ha avuto forse quello di avvalersi della collaborazione di validi jazzisti che comunque non hanno suonato jazz, ma musica pop di buona fattura." (Daniela Floris e Daniela Crevena)

24/11/2010

30th Anniversary Concerts (Zlatko Kaucic) - Fabrizio Ciccarelli e Andrea Valiante

01/11/2010

L'improvvisazione di Parker/Guy/Lovens + Prati + Furt e la classica maratona musicale di Fareed Ayaz Abu Muhammad Qawwal & Brothers Ensemble alla 54^Festival Internazionale di Musica contemporanea (Giovanni Greto)

17/10/2010

Tempus Transit (Pierluigi Villani Group)- Vincenzo Fugaldi

05/09/2010

Roccella Jazz Festival 30a Edizione: "Trent'anni e non sentirli. Rumori Mediterranei oggi è patrimonio di una intera comunit? che aspetta i giorni del festival con tale entusiasmo e partecipazione, da far pensare a pochi altri riscontri". La soave e leggera Nicole Mitchell con il suo Indigo Trio, l'anteprima del film di Maresco su Tony Scott, la brillantezza del duo Pieranunzi & Baron, il flamenco di Diego Amador, il travolgente Roy Hargrove, il circo di Mirko Guerini, la classe di Steve Khun con Ravi Coltrane, il grande incontro di Salvatore Bonafede con Eddie Gomez e Billy Hart, l'avvincente Quartetto Trionfale di Fresu e Trovesi...il tutto sotto l'attenta, non convenzionale ma vincente direzione artistica di Paolo Damiani (Gianluca Diana, Vittorio Pio)

25/07/2010

Six Dances Under (Antonio Borghini & Malebranche)- Vincenzo Fugaldi

24/04/2010

Current Views (Roberto Magris & The Europlane Orchestra)- Alessandro Carabelli

24/04/2010

...Ma io ch'in questa lingua (Chant Trio)- Elio Marracci

18/04/2010

William Parker Conversazioni sul Jazz (Marcello Lorrai)- Alceste Ayroldi

22/03/2010

sings Cole Porter& the beat of yearning desire (Giuseppe Delre) - Cinzia Guidetti

06/02/2010

Nu Bop Live (Matthew Shipp)- Gianmichele Taormina

09/01/2010

It's Time To Make A Change (Maurizio Quintavalle) - Luca Labrini

09/01/2010

Temporary (William Parker & Giorgio Dini)- Fabrizio Ciccarelli e Andrea Valiante

05/01/2010

Solidago (Cristina Zavalloni)- Enzo Fugaldi

22/11/2009

Il buio acceso (Domenico Caliri Violongerìa) - Laura Mancini

08/11/2009

Effetto Ludico (Alessandro Sacha Caiani) - Alceste Ayroldi

01/11/2009

The Unknown Rebel Band (Giovanni Guidi) - Vincenzo Fugaldi

25/10/2009

50 eventi in 15 comuni. E' il 10° anniversario di Ubi Jazz in cui sono tornati sul palco alcuni dei musicisti che hanno fatto la storia della rassegna come Stefano Bollani, Brian Auger, Hamid Drake oltre ad un duo "rumoroso" come il "Traveling through time" di Giovanni Hidalgo & Horacio "El Negro" Hernandez. (Giovanni Greto)

06/10/2009

XXIVa EDIZIONE del Festival Internazionale "Ai Confini tra Sardegna e Jazz" a Sant'Anna Arresi: "Da Chicago a Sant'Anna Arresi (e vice versa). Questo e altro è stato l'esplosivo leitmotiv del Festival Internazionale "Ai Confini Tra Sardegna e Jazz". A quarantaquattro anni di distanza dalla fondazione della AACM (Association for the Advancement of Creative Musicians), storico movimento chicagoano nato dall'idea rivoluzionaria di un artista come Muhal Richard Abrams, bene si è pensato di celebrare all'interno della manifestazione le gesta memorabili di un periodo, di una fase storica, di una filosofia musicale e politica che ha influenzato profondamente il jazz contemporaneo e non solo." (Gianmichele Taormina)

05/09/2009

My Foolish Harp (Angelo Adamo) - Giuseppe Mavilla

30/08/2009

Laigueglia Percfest 2009: "La 14° edizione, sempre diretta da Rosario Bonaccorso, ha puntato su una programmazione ad hoc per soddisfare l'appetito artistico di tutti: concerti jazz di altissimo livello, concorso internazionale di percussionisti creativi Memorial Naco, corso di percussioni per bambini, corsi di GiGon, fitness sulla spiaggia, stage didattici di percussioni e musicoterapia, lezione di danza mediorientale, stage di danza, mostre fotografiche, e altro." (Franco Donaggio)

08/08/2009

Anthony Braxton Diamond Curtain Wall Trio a Pomigliano: "Unica data italiana per il prestigioso multistrumentista e compositore americano, affiancato nell'occasione dalla chitarrista Mary Halverson e dal trombettista Taylor Ho Bynum." (Alfonso Tregua)

28/06/2009

Echoes (Angelo Olivieri) - Gianni B. Montano

06/06/2009

Shakti (David S. Ware)

07/04/2009

Orchestra (Bolzano Creative) 2007 (Anthony Braxton + Italian Instabile Orchestra)

21/03/2009

Intervista a Butch Morris: "Voglio che la mia orchestra suoni come un jazz trio...Ovvero ottenendo un tipo di movimento che vada verso questa direzione: un'orchestra che risponda musicalmente come un trio di jazz. La mia mente partorisce partiture scritte per un'orchestra ma voglio che l'orchestra sia flessibile, che comprenda la musica concependo un concetto espanso di musica..." (Gianmichele Taormina)

15/02/2009

Suite 24 (Giacomo Mongelli)

12/01/2009

Da qui passano i venti (Diego Morga)

05/01/2009

XXIIIa Edizione di "Ai Confini tra Sardegna e Jazz" a Sant'Anna Arresi: "Dedicata alla suggestiva figura ed all'indiscutibile genialità musicale di Don Cherry, la manifestazione sarda, giunta oramai alla sua ventitreesima edizione, ha offerto diversificate sfaccettature del caleidoscopico animo artistico impresso nel tempo dal grande trombettista di Oklahoma City." (Gianmichele Taormina)

11/12/2008

Un Dio Clandestino (Roberto Ottaviano & Pinturas )

11/12/2008

Intervista a Roberto Ottaviano: "Io aspiro a fare in modo che nel mio suono, nella musica che produco, ci siano movimento, storie, evocazioni, e quindi mi sembra naturale trovarne un ideale luogo di proliferazione laddove registi, attori, danzatori, scultori, ecc. nutrono le mie stesse ambizioni. Il sax è un veicolo ed il jazz è oggi più che mai un mezzo per contattare altre realtà e comunicare delle cose." (Alceste Ayroldi)

03/11/2008

Slide Family (Mauro Ottolini - Beppe Calamosca)

02/11/2008

Udin&Jazz 2008: I will not apologize: "In un incontro dedicato al tema del festival, William Parker e Amiri Baraka, scrittore e poeta, affiancati da alcuni critici italiani, hanno parlato dei tempi che corrono, lucidamente e a volte con pessimismo, confermando come, sì, il free e la Black music sono stati importanti per la causa della gente di colore, ma molto rimane ancora da fare." (Giovanni Greto)

30/10/2008

Panta Rei (Roberto Spadoni Nine )

12/10/2008

Double Sunrise Over Neptune (William Parker)

12/10/2008

Beyond Quantum (Braxton/Graves/Parker)

23/08/2008

Songs (Mastropirro Ermitage Ensemble)

20/08/2008

Südtirol Jazzfestival Alto Adige 2008: "Nove giorni di festival itinerante in Alto Adige, curati dall'infaticabile Klaus Widmann e da un gruppo di ottimi collaboratori. Musica, spesso ottima; paesaggi e località incantevoli; buona accoglienza, grandi vini e cibi locali. Un insieme delizioso, disturbato solo da alcune fastidiose bizze atmosferiche, che hanno costretto gli organizzatori a spostare alcuni concerti in spazi all'interno." (Enzo Fugaldi)

19/08/2008

Reggio Top Jazz Festival 2008: "Il sondaggio fra i critici specializzati che il mensile Musica Jazz dedica da ben cinque lustri al meglio del jazz in circolazione, in questo venticinquesimo anno è stato per la prima volta incentrato esclusivamente sul jazz italiano. Da qui la nascita del Reggio Top Jazz Festival, che nella prima edizione ha schierato buona parte dei vincitori del referendum, durante quattro serate primaverili nella città di Reggio Calabria." (E. Fugaldi - G. Taormina)

22/06/2008

Downtown (Roberto Cecchetto)

18/05/2008

Alphaville Suite (William Parker Double Quartet)

05/05/2008

Baraka Speech Quartet a Parma Jazz Frontiere: "C'era sacralità e vita quotidiana nelle due voci e nelle musiche del duo, un urlo rabbioso ed una preghiera, ansia di cambiamento sociale e amore sconfinato per la tradizione, denuncia aspra e malinconia." (Marco Buttafuoco)

05/04/2008

Etnafest 2008: "Quasi uno stato dell'arte della musica afroamericana, la cui salute è assolutamente eccellente, come testimoniato dai tre concerti qui descritti: Dave Burrell Db3 guest Leena Conquest, William Parker's Inside the Songs of Curtis Mayfield, Joshua Roseman & Constellations" (Enzo Fugaldi)

02/04/2008

La Foule - Voyage dans les lieux d'Edith Piaf (Lisa Manosperti)

24/03/2008

Uotha (Hamid Drake - Paolo Angeli)

19/03/2008

The Inside Songs of Curtis Mayfield - Live in Rome (William Parker)

18/03/2008

William Parker Quartet per Jazz a Marghera 2008: "Gli ampi spazi alle improvvisazioni consentono ad ognuno dei quattro, di dimostrare le proprie qualità tecniche e creative, secondo un perfetto equilibrio." (Giovanni Greto)

16/03/2008

Uncrying Sky (Stefano Pastor)

25/02/2008

Le secolari pietre che formano l'ipogeo della masseria "Il Trappeto" di Monopoli, hanno accolto Irio De Paula, uno dei più grandi chitarristi della cultura brasiliana e il Tubolibre Quartet di Gianluca Petrella. (Mariagiovanna Barletta)

30/09/2007

Bari in Jazz 2007: "La rassegna, che si è avvalsa della direzione artistica di Roberto Ottaviano, si è sviluppata per il secondo anno consecutivo lungo gli affascinanti vicoli del Borgo Antico, permettendo ad un pubblico allargato di godere delle esibizioni dei musicisti chiamati in quest'occasione." (Alberto Francavilla)

14/07/2007

Vicenza Jazz festival 2007, IIa Parte: William Parker Octet, Anthony Braxton - William Parker Duo e "Una Notte con il Jazz Tedesco" (Giovanni Greto)

23/06/2007

Anthony Braxton, William Parker e Milford Graves all'Auditorium di Roma: "Che la ricerca dell'interplay venga sacrificata per lasciar libera espressione alla singola personalità dei musicisti è il rischio e il fascino di un concerto estemporaneo e di un'improvvisazione senza compromessi." (Dario Gentili)

27/05/2007

Sguardo d'insieme ad alcune produzioni del catalogo di El Gallo Rojo Records

15/04/2007

William Parker, Manu Dibango, Leena Conquest, Adam Nussbaum e molti altri a Chiasso per la decima edizione del Festival di Cultura e Musica Jazz dal titolo "Colour is Jazz", ricca di infinite proposte musicali, di stili, ritmi e improvvisazioni, come infiniti sono i colori a disposizione nel mondo dell'arte figurativa...(Bruno Gianquintieri)

05/02/2007

Terronia (Pino Minafra)

28/01/2007

Coherent deformation (Giancarlo Tossani Synapser)

03/12/2006

Reportage dall'Izzven Jazz Festival 2006 in Maribor, Slovenia (Ziga Koritnik)

09/10/2006

La gallery di Roccella Jonica 2006 (Francesco Truono)

08/10/2006

BlueLocride, l'edizione 2006 di Roccella Jonica: "Superato il ragguardevole traguardo dei cinque lustri, il festival di Roccella, giunto alla sua XXVI edizione, continua a espandersi nel tempo e nello spazio, abbracciando il capoluogo e l'intera Locride ..." (Vincenzo Fugaldi)

03/09/2006

Dedicato alle big band, l'edizione 2006 del Multiculturita Summer Jazz Festival ha offerto tre serate durante le quali il pubblico ha potuto applaudire l'Orchestra Zero...e lode del Conservatorio di Bari, il Mimmo Campanale Quartet, i Good Fellas e la Montecarlo Night Orchestra con Nick the Nightfly e Sarah Jane Morris. (A. Augenti, A. Francavilla)

27/08/2006

Radio 3 Sessions (Domino Quartet)

08/06/2006

Sound Unity (William Parker Quartet)

01/04/2006

Steve's Mirror (Gianna Montecalvo)





Video:
William Parker's Jeanne Lee Project - Vision Festival 2003
William Parker's Jeanne Lee Project - Song Foe Jeanne LeeThomas Buckner, Ellen Christi, Jay Clayton, Lisa Sokolov : vocalsRob Brown, Henry War...
inserito il 10/06/2007  da anthdb45 - visualizzazioni: 2935


Inserisci un commento


© 2000 - 2017 Tutto il materiale pubblicato su Jazzitalia è di esclusiva proprietà dell'autore ed è coperto da Copyright internazionale, pertanto non è consentito alcun utilizzo che non sia preventivamente concordato con chi ne detiene i diritti.


Questa pagina è stata visitata 624 volte
Data pubblicazione: 19/10/2015

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti