Jazzitalia: la musica jazz a portata di mouse...
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

La dea del Brasile ha cantato
Tutto esaurito a "Tenera è la notte" per la cantante di San Paolo, Selma Hernandes
testo e foto di Marcello Migliosi

"La gente non ha pazienza per capire le differenze e, invece, il mondo ha proprio bisogno di questo". Selma Hernandes, 33 anni di Atibaia di San Paolo del Brasile, con la sua voce e il suo quintetto ha fatto il tutto esaurito a Palazzo Penna, in occasione delle iniziative de: "Tenera è la notte".

Selma ha voluto raccontare il Brasile con il canto, con la sua voce: "Il Brasile non è solo luoghi comuni negativi, soprattutto sulle donne. La mia terra è molto di più. Il Brasile è un incrocio di razze, di culture e di religioni. E' una nazione che tanto ha da dare a tutto il mondo".

Berimbau - afrosamba -, di Baden Powell, ha aperto il repertorio che ha attraversato tutti gli stili della musica brasiliana. Dal "choro", alla "samba", dal "baiao" alla "bossa nova". La sua guida all'ascolto - Selma è una specie di "enciclopedia vivente" - ha preso per mano gli oltre duecento spettatori e li ha trasportati in un viaggio nel tempo, dal 1500 ai giorni nostri. E' stata poi la volta de Uirapuru: un uccello chiacchierone; ha detto Selma, parlando del brano di Waldermar Henrique. Poi Chega de saudade di Antonio "Tom" Carlos Jobim, brano che tra il 1956 e il 1958 diede il via alla "bossa".

Grande spazio alla cultura della samba nello spettacolo di Selma Hernandes. La cantante di San Paolo ha sottolineato che: "Samba non è solo belle ragazze seminude che ballano per strada durante il Carnevale. Samba - ha detto - è cultura, lavoro, impegno, arte e fantasia. all'inizio dello scorso secolo era una ragione di vita, aveva un ruolo intellettuale e sociale". Selma ha cantato
Folhas secas di Cavaquinho. Raccontando che la samba si tramanda di maestro in allievo e ogni maestro sa che, quando sarà "una foglia secca", gli resterà comunque il grande orgoglio di poter insegnare la samba a chi è più giovane di lui. A ballare, ha aggiunto Hernandes, si inizia prestissimo: già da bambini!. "La samba - ha spiegato Selma, offrendo emozioni fortissime con le sue parole - è anche il modo di poter avere una rivincita sociale per chi, come tanti, arrivano dalle favela e sanno che, forse un giorno, potranno diventare grandi ballerini di samba". Dietro una scuola di ballo possono lavorare anche 3000 persone.

Il repertorio è stato amplissimo: "A primera vista" di Cico Cesar, "Xote dos Meninas" di Gonzaga, il re del baiao, dal Nordeste (come lo definisce Jorge Amado nei suoi romanzi) del Brasile, il Nordeste di Salvador de Bahia. Poi Caetano Veloso con "Cajuina" e spazio anche a Guinga, grande chitarrista che ad Umbria Jazz di quest'anno ha suonato in coppia con Gabriele Mirabassi, per presentare il loro ultimo lavoro "Graffiando vento" (Egea). Selma Hernades, di Guinga - che suona il più antico stile di musica brasiliano, il "modinha" - ha cantato "Nitido e Oscuro".

La grande cantate brasiliana, che a Tenera è la Notte ha suonato con: Maurizio Picchiò (batteria), Leopoldo Calabria (chitarra), Andrea Agostini (clarinetto), Gianni Spoletini (sassofono baritono) e Giovanni Bravi (percussioni), ha già pronto il suo primo album. Il master è stato registrato al Cambio Festival di Palazzo di Assisi e sarà messo in produzione nei primi mesi del
2005.

"Canta Brasil", lo spettacolo offerto a Palazzo Penna, è stato un vero e proprio viaggio nella musica popolare brasiliana. Selma, nel 2001, è risultata tra le prime 14 migliori interpreti di musica popolare, in un concorso indetto dalla rete televisiva, Globo e dalla Sony, su 30 mila partecipanti. E' presente nei dischi ufficiali del "Festival musica e cançao", nello stato dell'Amazonas e del "Festival musica Cidade cancao", nella città di Maringà, in Panamà. Forse pochi sanno che Selma vive da anni a Perugia e che è forse ora che produttori importanti - perché no l'Egea - si accorgano di questo "fenomeno" brasiliano e si trovi spazio per lei nelle rassegne jazz che si tengono in Umbria. Selma non sfigurerebbe, data la voce e la sua grande cultura, tra le star di Umbria Jazz.

 





Articoli correlati:
22/10/2005

Encontros (Selma Hernandes)







Invia un commento


© 2000 - 2017 Tutto il materiale pubblicato su Jazzitalia è di esclusiva proprietà dell'autore ed è coperto da Copyright internazionale, pertanto non è consentito alcun utilizzo che non sia preventivamente concordato con chi ne detiene i diritti.


COMMENTI
Inserito il 1/12/2010 alle 13.01.48 da "TERRAFORTEMANHUACU2010"
Commento:
OI SELMA,QUE PRAZER EM SABER QUE VC ESTA FAZENDO SUCESSO,VC MERECE POIS SEMPRE TEVE MUITO TALENTO.BEIJOS... NAO SEI SE VC SE LEMBRA DE MIM!!! IVAN.
 

Questa pagina è stata visitata 8.979 volte
Data pubblicazione: 18/09/2004

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti