Jazzitalia - Tesi - Make Someone Happy: Bill Evans e Tony Bennett
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�
INDICE LEZIONI

Together Again: Bill Evans e Tony Bennett
Parte III
I brani: "Make Someone Happy"

di Andrea Sorgini



Make Someone Happy è la canzone di maggior successo con Cry Like the Wind del musical Do Re Mi, musiche di Jule Styne, testi di Betty Comden e Adolph Green.
La storia ha per protagonista un truffatore che, in maniera spesso maldestra, cerca di entrare nel business dei juke box, coinvolgendo un produttore musicale e una cantante. Proprio con la cantante intreccia una nuova storia d'amore.
Il musical debutta a Broadway al St. James Theatre il 26 dicembre 1960, dal 25 dicembre 1961 l'allestimento si sposta al Teatro 54th Street il e va in scena fino al 13 gennaio 1962 per un totale di 400 rappresentazioni.
Evans aveva registrato Make Someone Happy in tre precedenti occasioni: in una registrazione dal vivo del 1964 in trio con Chuck Israels e Larry Banker, successivamente, nel 1966 al "Town Hall" sempre in trio con Israels e Arnold Wise alla batteria, nel 1975 in piano solo nel disco Alone (Again); Bennett l'aveva incisa con il trio di Brubeck nel concerto dal vivo alla Casa Bianca del 1962, dove tra l'altro, aveva conosciuto Evans.
Tra le incisioni strumentali storiche, da segnalare quelle di Coleman Hawkins (Saint Joseph, Missouri, 21 nov 1904 – 19 mag 1969) in The Best Of Coleman Hawkins (Saint Joseph, Missouri, 21 nov 1904 – 19 mag 1969) e di J. J. Johnson in Now Playing J. J. Johnson.

La versione tratta dal Real Book 2 che ho scelto tra quelle disponibili, è in tonalità di Si bemolle maggiore, così la versione lead sheet della trascrizione da Fa maggiore è stata trasportata nella tessa tonalità.
Make Someone Happy è una canzone in forma AB (16 + 24 battute), dal testo di genere sentimentale (come nello stile delle canzoni del periodo) e dal ritmo armonico prevalente di un accordo per battuta, come spesso avviene per i brani con forma AB. I giri armonici non presentano modulazioni, la seconda frase è, nella sua prima parte, una trasposizione alla sottodominante.
Per quanto riguarda la melodia, questa è costruita intorno a un motivo principale di due battute (Es. 39) all'interno dell'intervallo di quinta, con direzione discendente delle note per grado congiunto.

Il tema raggiunge il suo climax a battuta 33 (Es. 40), con il motivo che ha inizio alla nota più acuta Fa; da questo culmine, progressivamente, procede alla conclusione.

Proprio da questo culmine melodico Evans dà inizio all'introduzione, anzi, la ripetizione del motivo è riproposta un tono sopra alla seconda battuta (Es. 41).

Anche in questo caso l'introduzione è concepita secondo il criterio della tensione melodica iniziale data dal registro acuto che poi si allenta con una discesa al registro centrale. Questa volta però, il materiale melodico scaturisce direttamente da quello del tema: anche questa possibilità rientra tra quelle previste dalla consuetudine.

Nelle prime due battute dell'introduzione Evans fa uso del pedale di dominante su cui costruisce nella prima battuta un'armonia di sottodominante che origina l'accordo di C13sus, nella seconda un'armonia di tonica in 4/6. Nelle restanti tre battute prepara una cadenza II-V che termina con un accordo d'approccio al F6, che sostituisce a pieno titolo l'accordo di dominante C7 (Es. 42).

Ecco, di seguito, la risoluzione dell'accordo al F6 (Es. 43).

La presenza della nota Fa (cerchiata) nel primo accordo acuisce ancor più la tensione.
Le prime quattro battute (semifrase) della prima frase della canzone prevedono, nella versione originale, il medesimo accordo di tonica. Il movimento melodico di una voce dell'armonia consente di apportare un elemento d'interesse. La voce dell'accordo interessata in questo caso è la quinta, che da giusta diventa aumentata per andare poi alla sesta. Questo processo si ripete due volte all'interno delle quattro battute iniziali (Es. 44) e una volta all'inizio della seconda frase sull'accordo di sottodominante (Es. 45).

Evans muove la voce partendo dalla quarta aumentata della triade (bemolle quinta in partitura) come appoggiatura della quinta. Per continuare il disegno, sostituisce l'accordo di tonica della terza e quarta battuta con gli accordi aventi funzioni di V/VI e VI. Essendo la loro versione in Fa maggiore, l'accordo di tonica nella terza e quarta battuta è sostituito da A(b5), A, A7(#5) (V/VI) e Dm (VI). Il disegno cromatico della voce dell'armonia così può prolungarsi anche alla terza battuta e concludere sul Dm(add9). In questo caso la sostituzione degli accordi avviene per favorire il profilo di una contromelodia cromatica che caratterizzerà l'intera esposizione del tema (Es. 46).

Dal confronto con parte da real book non emergono altri elementi dell'armonia su cui soffermare l'attenzione.

 

Spunti d'analisi interessanti provengono dalla parte del solo pianistico, questa volta di chiara matrice jazzistica. Il tempo passa a un double-time fill e lo spazio che Evans si concede è di un intero chorus più la prima A di un secondo. La mano sinistra tratteggia gli accordi ridotti alle note essenziali di terza e settima cui si aggiungono in maniera intermittente le fondamentali (Es. 47, prima pagina del solo con le due battute conclusive del tema che Evans usa per lanciare la parte improvvisata a note singole).

Di seguito sono riportati tutti gli attacchi ritmici della mano sinistra durante il solo (Es. 48), secondo la seguente legenda:

A1 (Anticipo primo movimento)
A2 (Anticipo secondo movimento)
A3 (Anticipo terzo movimento)
A4 (Anticipo quarto movimento)
B1 (Battere primo movimento)
B2 (Battere secondo Movimento)
B3 (Battere terzo movimento)
B4 (Battere quarto movimento)

E' interessante notare quanto, tra gli anticipi, siano preponderanti quelli del secondo e quarto movimento su quelli del primo e terzo.


A1= 15
A2= 45
A3= 10
A4= 19
B1= 2
B2= 1
B3= 5
B4= 6
Queste le due figure ritmiche prevalenti considerate all'interno di una battuta (Es. 49):

Anche la parte melodica sembra confermare l'intenzione di Evans di far riposare le frasi sui movimenti deboli della battuta.

· Il simboloevidenzia i punti di caduta dei motivi sul secondo o quarto movimento (v. Es. 50);

· Le note cerchiate nel riquadro sono quelle dell'accordo C°7. Con le note d'approccio superiore a distanza di tono completano la scala diminuita tono-semitono;

· Alla seconda pagina dell'esempio, alla prima riga, troviamo un disegno poliritmico di tre ottavi (croma + quattro sedicesimi) derivante dal modello non poliritmico che lo precede;

· Alla conclusione del solo, la successione di quattro motivi tronchi sui movimenti primo e terzo riportano il ritmo armonico a uno stato di quiete.

A conclusione del solo, il tempo da double-time fill torna regular time e Bennett rientra per la seconda e conclusiva sezione del chorus. Alle due battute conclusive Evans dà inizio alla coda di sei battute con tempo double-time, costruita su una successione di "So What chords" (voicing per quarte con terza nella parte superiore) che armonizzano, partendo dal registro acuto, la scala discendente di Fa maggiore. Il IV grado della scala (Sib) è alterato (Si) nella prima parte (scala Lidia). La successione, divisa in due parti, procede su un disegno poliritmico all'interno di tre ottavi che la prima volta ha inizio dall'ultimo ottavo della battuta, la seconda dall'ultimo sedicesimo (v. riquadri Es. 51).



 







Le altre lezioni:
27/11/2021

LEZIONI (Storia): Tony Bennett & Bill Evans: analisi e trascrizione del brano "You're Nearer". "...una delle loro canzoni d'amore più belle ed eleganti scritta per il musical 'Too Many Girls'..." (Andrea Sorgini)

19/04/2020

LEZIONI (Storia): Tony Bennett & Bill Evans: analisi e trascrizione del brano "Lucky to be me". "La canzone "Lucky To Be Me" è tratta dal musical "On the Town": musiche di Leonard Bernstein su testi di Betty Comden e Adolph Green..." (Andrea Sorgini)

28/01/2020

LEZIONI (Trascrizioni): Trascrizione del brano 'The Bad and the Beautiful' (Alt. Take 1) suonata da Bill Evans (Andrea Sorgini)

18/01/2020

LEZIONI (Storia): Parte III - I brani: The Bad and the Beautiful (Andrea Sorgini)

08/12/2019

LEZIONI (Storia): Parte IIb: Considerazioni generali sul duo piano/voce (Andrea Sorgini)

17/11/2019

LEZIONI (Storia): Parte IIa: Considerazioni generali sul duo piano/voce (Andrea Sorgini)

06/10/2019

LEZIONI (Storia): Together Again: Bill Evans e Tony Bennett: introduzione (Andrea Sorgini

06/10/2019

LEZIONI (Storia): Parte I: Bill Evans, Tony Bennett, i dischi (Andrea Sorgini)

01/02/2015

Volevo essere Bill Evans. Storie di Jazz (Sergio Pasquandrea)- Alceste Ayroldi

28/12/2013

Quattro chiacchiere con...Giuseppe Mirabella: "Con i tempi che stiamo vivendo non puoi più dare per scontato che farai il musicista per il resto della tua vita..." (Alceste Ayroldi)

11/12/2013

Jim Hall (1930 - 2013): "Listening is still the key" - Jim Hall

12/08/2013

Vicenza Jazz New Conversations (IIa parte): l'Orchestra del Teatro Olimpico con Enrico Pieranunzi e Pedro Javier Gonzales, la Mike Stern/Bill Evans Band per la XVIII Edizione di Vicenza Jazz New Conversations intitolata "Nel fuoco dei mari dell'Ovest. West Coast and the Spanish Tinge" (Giovanni Greto)

03/08/2013

Torino Jazz Festival 2013: "...coniugare il fatto artistico con il lato ricreativo. Divertire con la cultura." (Gianni Montano)

27/11/2011

The Big Love: Life and Death with Bill Evans (Laurie Verchomin)- Rossella Del Grande

12/03/2011

Dedicated To Bill Evans (Luigi Ruberti) - Rossella del Grande

31/07/2010

Everybody digs Bill Evans (Bill Evans)- Giovanni Greto

04/07/2010

LEZIONI (Trascrizioni): "Sfinge", brano originale (Andrea Sorgini)

04/07/2010

LEZIONI (Trascrizioni): "Ricordo", brano originale (Andrea Sorgini)

04/07/2010

LEZIONI (Trascrizioni): "Orius", brano originale (Andrea Sorgini)

04/07/2010

LEZIONI (Trascrizioni): "Jago", brano originale (Andrea Sorgini)

04/07/2010

LEZIONI (Trascrizioni): "Clown", brano originale (Andrea Sorgini)

04/07/2010

LEZIONI (Trascrizioni): "Cadenza", brano originale (Andrea Sorgini)

04/07/2010

LEZIONI (Trascrizioni): "Blues #11", brano originale (Andrea Sorgini)

04/07/2010

LEZIONI (Trascrizioni): "Athos", brano originale (Andrea Sorgini)

04/07/2010

LEZIONI (Trascrizioni): "Afoxe'", brano originale (Andrea Sorgini

15/05/2010

Intervista a Roberto Mattei per la presentazione del suo album "A Time Remembered" dedicato a Bill Evans: "...in ogni arrangiamento prevedo la "ristrutturazione" delle composizioni non lasciandole mai nelle proprie forme originali ma apportando loro sempre elementi di rivisitazione nelle strutture sia formali sia armoniche e l'intento è quello di far confluire i linguaggi sia classico sia jazzistico senza privarli delle loro naturali caratteristiche espressive." (Eva Simontacchi)

11/04/2010

The Complete Legendary Sessions (Chet Baker/Bill Evans) - Alceste Ayroldi

05/04/2010

Nal Tarahara (Bruno Marinucci Trio)- Rossella Del Grande

06/03/2010

"At home with Zindars" di Luciano Troja. La scoperta di un compositore amato da Bill Evans (Rossella del Grande)

06/03/2010

At Home With Zindars (Luciano Troja)- Francesco Martinelli

20/04/2009

Bill's Heaven - To Bill Evans (Trio)

03/01/2009

LEZIONI (Trascrizioni): Trascrizione per quartetto jazz e orchestra d'archi di "Everything happens to me" (Andrea Sorgini)

03/01/2009

LEZIONI (Trascrizioni): "Early Autumn" eseguito da Ben Webster con archi (Andrea Sorgini)

19/10/2008

Kind Of Blue (50th Anniversary De Luxe Edition) (Miles Davis)

29/08/2008

The Past Inside The Present (Gianfranco Continenza)

15/06/2008

LEZIONI (piano): "In breve 9", un brano dedicato al grande Bill Evans (Massimo Colombo)

09/02/2008

LEZIONI (Trascrizioni): "Sospiro" (Andrea Sorgini)

01/11/2007

LEZIONI (piano): Pentatoniche e accordi per quarta (Claudio Angeleri)

11/02/2007

Intervista a Eddie Gomez: "Tutto ciò che io ho studiato, tutto ciò a cui mi sono interessato, non è stato premeditato. Il mio interesse si è sviluppato col tempo. A 21 anni forse potevo dire di aver appreso qualcosa di questa storia, e di quella e di quell'altra ... Poi, nei miei anni succesivi con Bill Evans, ho appreso ancora di più della tradizione ... e sto ancora imparando..." (Adriana Augenti)

14/12/2006

Intervista a Rita Marcotulli: "Credo però anche che sia molto importante trovare una propria voce, raccontare la propria storia, non quella di qualcun altro, altrimenti si diventa solo dei grandi interpreti, come gli esecutori di musica classica. Non è poco, perchè non è facile interpretare qualcun altro. Però il jazz non è musica scritta come la musica classica: vale la pena dipingere il quadro di un altro pittore?" (Antonio Terzo)

10/11/2006

Nuova gallery direttamente dal Blue Note di Milano (Enrico Barberis)

09/10/2005

Tony Bennett a Pescara Jazz 2005: "..."la classe, l'eleganza, la facilità di esecuzione, la serenità del volto, lo charme, la morbidezza stilistica degli arrangiamenti, tutto sembra magicamente immutato nel corso degli anni..." (M. Morena Ragone)

11/03/2005

Bill Evans nel ricordo di una serata nata con diffidenza e trasformatasi in un momento irripetibile, unico, come solo un grande di quel calibro avrebbe potuto fare...(Alberto Grimoldi)

14/11/2004

LEZIONI (piano): Bill Evans e i pianisti di Davis. (Claudio Angeleri)





Video:
Bill Evans: tutta la musica in un 'tocco'
...
inserito il 15/02/2010  da azionecreativa - visualizzazioni: 4173
Bill Evans - Autumn leaves
...
inserito il 06/01/2010  da PianoGreatest - visualizzazioni: 4073
Bill Evans Trio Helsinki 1970
...
inserito il 29/12/2009  da RareJazzVideos - visualizzazioni: 3908
Bill Evans Trio 1962 with Paul Motian - Nardis
...
inserito il 23/12/2009  da RareJazzVideos - visualizzazioni: 3834
Bill Evans But Beautiful
...
inserito il 24/07/2009  da JATLOZ - visualizzazioni: 3358
Bill Evans Lee Konitz - My Melancholy Baby
Bill Evans Lee Konitz - My Melancholy Baby, Piano- Bill Evans, Alto Sax- Lee Konitz, Bass-Niels-Henning Ørsted Pedersen, Drums- Alan Dawson, LP....
inserito il 23/04/2009  da lepadekor - visualizzazioni: 4074
Bill Evans Trio Time Remembered The Jazz Set 71
...
inserito il 19/04/2009  da Drjisra - visualizzazioni: 3813
Bill Evans Trio 1978 Nardis
...
inserito il 23/03/2009  da sigmundgroid - visualizzazioni: 3359
Bill Evans interveiw 1970
...
inserito il 21/02/2009  da symbolkid - visualizzazioni: 3527
Oscar Peterson Trio - You Look Good to Me @ Amsterdam
The Oscar Peterson Trio performing the piece You Look Good to Me at Het Concertgebouw in Amsterdam, the Netherlands. I don't think the Oscar Peterson ...
inserito il 03/01/2009  da boasdubbelman - visualizzazioni: 4385
Bill Evans & Kenny Burrell - A Child Is born (1978)
Montreux 1978...
inserito il 18/01/2008  da bobjazz11 - visualizzazioni: 3544
Bill Evans - Some Other Time
...
inserito il 17/01/2008  da Crus072 - visualizzazioni: 3908
Bill Evans 1966 Interview
...
inserito il 11/01/2008  da GustavoAgatiello - visualizzazioni: 3510
Bill Evans - Billie's Bounce
...
inserito il 28/12/2007  da garausamuele - visualizzazioni: 3918
Bill Evans - "I Loves You Porgy" Solo - NYC 1969
...
inserito il 19/11/2007  da svsugvcarter - visualizzazioni: 4140
Bill Evans - The Creative Process and Self-Teaching
...
inserito il 20/10/2007  da sareston - visualizzazioni: 3415
Bill Evans - The Creative Process and Self Teaching 2
...
inserito il 20/10/2007  da sareston - visualizzazioni: 3451
Herbie Hancock - Chameleon
Herbie Hancock, Bill Evans (II), Darryl Jones - [1988] - Chameleon [Live in Montreux]...
inserito il 14/04/2007  da palanzana - visualizzazioni: 4331
Bill Evans - Jazz Piano Workshop - Beautiful Lov
...
inserito il 09/04/2007  da jane8948 - visualizzazioni: 3797
The Bill Evans Trio - Summertime (1965)
'Summertime' by The Bill Evans Trio. Recorded in London, 19 March 1965, for the UK TV series Jazz 625. Bill Evans on piano, Chuck Israels on bass, Lar...
inserito il 23/01/2007  da ricardo266 - visualizzazioni: 3733
The Bill Evans Trio - Come Rain Or Come Shine (1965)
'Come Rain Or Come Shine' by The Bill Evans Trio. Recorded in London, 19 March 1965, for the UK TV series Jazz 625. Bill Evans on piano, Chuck Israels...
inserito il 23/01/2007  da ricardo266 - visualizzazioni: 3405
Bill Evans Trio - Gloria's Step
Bill Evans Trio- In The Jazz Set '72 - Gloria's Step...
inserito il 10/11/2006  da jane8948 - visualizzazioni: 4095
Bill Evans Trio - My Romance (tune3)
Iowa 1979. With Marc Johnson - bass & Joe Labarbera - drums....
inserito il 29/10/2006  da fopstra - visualizzazioni: 3604
Bill Evans - Waltz For Debby
Bill Evans - Waltz For Debby,players' cast shown in comment of [lk2u] and [stefshop].thanks for the information....
inserito il 19/10/2006  da jane8948 - visualizzazioni: 3936
Bill Evans-My Foolish Heart
Bill Evans : piano,Larry bunker : drum , Chuck Israel : bass....
inserito il 24/09/2006  da jane8948 - visualizzazioni: 3825
Sunday at the Village Vanguard - Bill Evans
...
inserito il   da jane8948 - visualizzazioni: 3645
Bill Evans | Sunday at the Village Vanguard
...
inserito il   da jane8948 - visualizzazioni: 4076



Inserisci un commento

© 2019-2020 Jazzitalia.net - Andrea Sorgini - Tutti i diritti riservati

© 2000 - 2021 Tutto il materiale pubblicato su Jazzitalia è di esclusiva proprietà dell'autore ed è coperto da Copyright internazionale, pertanto non è consentito alcun utilizzo che non sia preventivamente concordato con chi ne detiene i diritti.

Questa pagina è stata visitata 583 volte
Data pubblicazione: 09/05/2021

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti