Jazzitalia Eventi - "Da Manhattan a Cefalù"
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Addio a Carlo Loffredo, tra i padri del Jazz in Italia.

Il sassofonista Roberto Ottaviano, a Tel Aviv per un omaggio al compositore Sasha Argov.

E' morto Roy Hargrove!! Il geniale trombettista statunitense è deceduto il 2 novembre 2018. Il cordoglio dei musicisti e della comunità tutta in ricordo del suo grandioso talento..

Giordano in Jazz Winter 2018: Bollani, Cincotti, Level 42, Alex Han e il gospel natalizio per l'edizione winter 2018, nella stupenda cornice del Teatro Umberto Giordano e non solo..

26ma edizione di Umbria Jazz Winter: nel cartellone i più bei nomi del jazz italiano e personaggi di culto del jazz americano. Una edizione che si segnala anche per alcune esclusive. .

Jazz Concept: Forme e Linguaggio Moderno del Jazz. workshop intensivo dedicato allo studio melodico del linguaggio jazzistico a cura del CEMM.

Simona Molinari, Maria Pia De Vito e il B&B Quartet per la 19a Edizione di Sorrento Jazz.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

Storica decisione della ECM: la prestigiosa etichetta di Jazz e Musica Contemporanea rende l'intero catalogo disponibile in streaming sulle piattaforme digitali più diffuse.

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            CALIGIURI Francesco (sax)
            COLI Alessio (sax)
            D'AVERSA Vanessa (arpa)
            DI VEROLI Angelo (batteria)
            FABBRINI Franco (contrabbasso)
            FUMO Marco (piano)
            GALATRO Francesco (contrabbasso)
            INTUITION QUARTET (gruppo)
            LI VOTI Dario (batteria)
            MUZZU Manuel (basso elettrico)
            PANTALEO Gianluca (basso e contrabbasso)
            PANTIERI Filippo (piano)
            PILATO Frank (chitarra)
            PISANELLO Donatello (chitarra)
            RAVERA Leo (piano)
            SIRAGUSA Nino (chitarra)
            SPARTà Gaetano (pianoforte)
            VISCARDI Paolo (chitarra)
"Da Manhattan a Cefalù"
Il concerto di Santi Scarcella all'Auditorium Parco della Musica
20/01/2018
Roma (RM)

modifica
Info/Luogo: auditorium parco della musica
Indirizzo: via pietro de coubertin, 30
Città: Roma (RM)
Telefono: 0680241281
Email: info(at)musicaperroma.it
Sito: http://www.auditorium.com/eventi/ricerca?input=santi+scarcella

Sabato 20 gennaio alle ore 21.00, alla Sala Petrassi dell’Auditorium Parco della Musica di Roma, Santi Scarcella presenta il progetto “Da Manhattan a Cefalù”.

Il progetto è dedicato a Nick La Rocca, figlio di un emigrante siciliano, che, cento anni fa a New York, incise il primo disco della storia del jazz. Ma quanti gli italiani, i migranti di tutto il Mondo che si spostano ogni giorno per cercare se stessi? Santi Scarcella non riesce a distaccarsi dal concetto di identità culturale, trasformandolo in una firma del proprio stile. L’idea di Scarcella è anche quella di aiutare molti giovani a comprendere l’importanza della musica suonata, dove il computer è al servizio e non viceversa.

"Da Manhattan a Cefalù" è la scoperta di nuovi mondi non soltanto fisici o geografici ma soprattutto musicali, fonde brani in lingua siciliana con brani in lingua italiana, ma anche in spagnolo e inglese, dando un respiro internazionale a tutto il progetto. Una fusione linguistico-espressiva che genera un registro comunicativo d'impatto e ricalca la commistione tra i diversi generi: dalla Samba al Mambo passando per il Ragtime attraverso lo Ska e la musica d’autore.

Nel progetto del compositore siciliano c'è tutta l'energia della sua isola, cuore pulsante del Mediterraneo, terra di confine tra l'Africa e l'Italia. C'è il ricordo di quel flusso migratorio che negli Stati Uniti gettò i primi semi del jazz. E c'è il tema della "disabilità del cuore", che per l'artista è "l'incapacità di riconoscere l’altro per ciò che è veramente". L’identità, il viaggio, l’emigrazione sono, dunque, i temi portanti del progetto.

Con la sua musica che va dall'etnojazz al pop, passando per il tango e lo swing, Scarcella esplora mondi lontanissimi. Ma sullo sfondo c'è sempre lei, la Sicilia. La sua opera s'innesta, infatti, in quel percorso di glocalizzazione tracciato dal sassofonista jazz Joe Lovano, altro emblema della Sicilia americanizzata, o dell'America sicilianizzata. Una figura-simbolo che incarna l’esigenza di ogni artista di recuperare la cifra stilistica riconoscendo la propria identità.

Un'identità che, nel caso di Scarcella, emerge con forza in "Da Manhattan a Cefalù", un progetto maturo in cui il cantautore è capace di mixare lingua e musicalità etniche con arrangiamenti contemporanei, con il preciso intento di valicare i confini culturali raggiungendo un pubblico più ampio.

In occasione della serata del 20 gennaio all’Auditorium Parco della Musica parte del ricavato sarà devoluto a Save the Children.

“Da Manhattan a Cefalù”
Sabato 20 gennaio, ore 21.00
Auditorium Parco della Musica
Via Pietro de Coubertin, 30, Roma
Ingresso: costo biglietti da 15 a 20 euro

Formazione:
Santi Scarcella, piano e voce
Cristiano Micalizzi, batteria
Francesco Luzzio, basso elettrico
Gian Piero Lo Piccolo: sax e clarinetto
Nicola Costa, chitarra elettriche
Mario Caporilli, tromba
Alessandra Cosimato, voce, attrice, ballerina

Guest:
Giorgio Rosciglione, contrabbasso
Giovanni Baglioni, chitarra acustica
Daniele Perrone, attore



modifica





Bookmark and Share


[Invia un commento]      [Torna all'elenco degli eventi]

Questa pagina è stata visitata n° 79 volte

  Invia questa pagina ad un amico