Jazzitalia - Articoli: Lo sviluppo dell'organizzazione concertistica e dei festival jazz dagli anni ottanta ad oggi (prima parte)
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novità


Lo sviluppo dell'organizzazione concertistica e dei festival jazz dagli anni ottanta ad oggi
(Prima Parte)

di Alceste Ayroldi

Questo scritto è la relazione tematica presentata al convegno "Cosa resterà degli anni Ottanta. La popular music e il jazz in Italia tra il 1980 e il 2000", organizzato dal conservatorio Arrigo Boito di Parma e lo Iaspm, tenutosi a Parma il 13 e 14 febbraio 2015.

Preliminarmente, chiedo venia per tutte le eventuali omissioni.

La domanda che ha guidato queste mie riflessioni è: il sistema concertistico del jazz si è evoluto con la sua musica oppure è vero il contrario? Per dare una concreta risposta è necessario fare un piccolo passo indietro rispetto ai decenni interessati.

Affaire spinoso quello della memoria concertistica e festivaliera del jazz in Italia, perché la confusione e le gesta leggendarie la fanno da padrone nel pieno rispetto della regola più appetibile del jazz, l'improvvisazione: il tutto è perlopiù affidato alla tradizione orale. E' illuminante lo scritto di Gian Carlo Roncaglia [1]: «E' una storia assieme travagliata e pressoché sconosciuta quella del jazz in Italia». Non v'è aggettivo migliore per definire una partenza sì sofferta, ma anche gloriosa delle rassegne e dei festival di jazz dello Stivale. E Vincenzo Martorella rincara la dose nella sua appendice alla Nuova storia del jazz di Alyn Shipton: «Che il jazz italiano abbia avuto una vita ricca, stratificata e a tratti formidabile, siamo noi italiani i primi a ignorarlo.»; e ancora: «A sfogliare le più importanti storie del jazz pubblicate nel mondo…(omissis) di jazz tricolore se ne trova davvero poco, praticamente nulla» [2]

Umbria Jazz 1973Le prime tappe, d'obbligo sono Umbria e Abruzzo, lì dove troneggiano - ora con le ciocche bianche – Perugia e Pescara. Da entrambe non si può prescindere. La vita di Umbria Jazz prende forma nelle mani appassionate di Carlo Pagnotta, che dal 1973 a oggi (fatta eccezione per il 1977, anno sabatico di UJ) ha forgiato un festival capace di mettere l'Italia sotto i riflettori del mondo jazzistico; capace di creare un evento atteso e, ora, modaiolo. Gli esordi dipinsero l'allora itinerante kermesse umbra come la Woodstock jazz italiana: carovane d'auto, sacchi a pelo, hippies casarecci e anche episodi di teppismo che spalmarono un po' di antipatie sia sul jazz, che sulla manifestazione. Arrigo Polillo scriveva sulle pagine di Musica Jazz: «Se avete vent'anni, se vi diverte dormire in tenda o infilati in un sacco a pelo non importa dove, se vi piace la toeletta su una panchina in un giardino pubblico, e soprattutto se non vi importa del jazz, andate pure a Umbria Jazz i prossimi anni, ammesso che la manifestazione venga ripetuta» [3]. La preconizzazione del padre della critica jazzistica si è avverata al contrario.

Dall'altra parte, sulle coste dell'Adriatico alla fine degli anni Settanta (dal 1969, ben prima dell'avventura umbra) si aggiudicava la maglia rosa del primo festival jazz italiano Pescara Jazz. Anche a Pescara si presero del tempo, ben cinque anni: dal 1976 al 1981.

Insomma, in Italia circolava roba da leccarsi le orecchie! E finalmente, visto che Musica Jazz per anni fu costretta a recensire festival europei, ma non italiani, perché solo alla fine degli anni Sessanta (inizio anni Settanta) oltre a Pescara e Perugia si aprirono le porte del jazz a Bologna, nell'Arena (tempio dell'Opera) di Verona, Milano, Roma, Macerata, Bergamo, Genova, La Spezia, Palermo, Ravenna; addirittura aprì le sue solide porte la Certosa di Pavia e fu profanata dal linguaggio musicale afroamericano anche l'austero teatro Alla Scala di Milano. Poi, una mano d'aiuto a sdoganare il jazz nella nostra penisola arriva dai Festival dell'Unità, all'epoca meno trash e più culturalmente impegnati, mercé i tempi e soprattutto gli uomini. Negli anni Settanta inizia a formarsi il pericoloso assioma: la musica è di tutti, quindi è gratuita. Un corollario dell'esproprio proletario che ha fatto la differenza, spingendo le attività jazzistiche festivaliere a chiedere contributi pubblici a destra e a manca.

Questo il preludio agli anni Ottanta, ancora influenzati dalla passione; la stessa passione che anima il proliferare di cantine dove si suona jazz, la nascita dei piccoli club fucine di sperimentazioni; laboratori che plasmano i jazzisti italiani e che sviluppano anche una coscienza socio-culturale-artistica, che ha dovuto fare i conti con il tempo, qui non sempre galantuomo.

La mappa geofisica festivaliera del jazz si allarga, e si va progressivamente organizzando, dalle Alpi alla Trinacria, investendo ogni luogo, ma con la caratteristica della stagionalità. Per dirla con Filippo Bianchi «al pari delle ciliegie e dei cocomeri» [4]. Nasce Clusone, che ha girato la boa delle trentaquattro edizioni e aprì nel 1980 sfoggiando l'Art Blakey Jazz Messengers. Ivrea battezza l'Eurojazz Festival, oggi Open Jazz Festival, con la competente passione del compianto Sergio Ramella al quale spetta anche il merito di aver creato il JVC Newport Jazz Festival di Torino (che da New York fu esportato in Europa, coinvolgendo anche Londra, Parigi, L'Aia). C'è Ancona Jazz che organizzava concerti sparsi per la città e nel tempo già dal 1974, per poi strutturarsi dal 1979.
Da Nord a Sud con Roccella Jonica e i suoi Rumori Mediterranei, che ha alle spalle trentaquattro edizioni ricche di musica e, da qualche tempo, di polemiche e porte sbattute; e che sembra aver fatto scivolare nella cassapanca dei ricordi tutta la sua storia, appellandosi alla sola memoria a breve termine.
 
In Puglia c'è Noci con l'Europa Jazz Festival, manifestazione fondata da Vittorino Curci, che suonò la diana dei laboratori di jazz, della ricerca musicale e delle sperimentazioni, grazie anche alla presenza di Evan Parker e del suo immenso bagaglio di stratificazioni musicali. Un festival che si è perso tra le affollate strade dei finanziamenti degli enti territoriali, fatti a pezzi dai tagli e dalle richieste di accesso da parte di manifestazioni di vario genere che attingono a un pozzo che il fondo ce l'ha ed è già raschiato. Capitolazione, regione e obiettivi condivisi dal Ceglie Jazz Open Festival ideato da Pierpaolo Faggiano, giornalista prematuramente e drammaticamente scomparso nel 2011 a soli quarantuno anni. Noci, però, sembra voler provare ancora a percorrere la strada segnata dal suo ierofante (la rassegna è oggi denominata Contrattempi); mentre a Ceglie le maglie si sono allargate e nel palinsesto furoreggia di tutto.

Dal tacco alla corona d'Italia, nel 1982 apre i battenti il Bolzano Jazz Festival, che da qualche anno a questa parte ha assunto nome e vesti del Süd Tirol Jazz Festival Alto Adige.

In quegli anni si affaccia alla ribalta la Toscana con il longevo Grey Cat tra Follonica e dintorni, che nell'estate del 2014, sotto la direzione di Stefano «Cocco» Cantini ha festeggiato trentaquattro edizioni. Dalla Maremma a Pistoia che si immerge nel blues, che oggi ha ceduto il passo al più redditizio rock-pop. Scivolando giù in fondo agli Appennini si approda a Catania dove dal 1983, dopo l'apertura affidata all'Arkestra di Sun Ra sono passati ai piedi dell'Etna McCoy Tyner, Dizzy Gillespie, Wayne Shorter, Jaco Pastorius e ancora oggi l'attività è intensa.

L'evoluzione si avverte ed è rapida, così come il prosperare di rassegne e festival che invadono il territorio. Gli anni Ottanta segnano la svolta «aristogattiana»: tutti quanti voglio fare jazz. Sori in Liguria suona l'adunata per gli amanti del jazz tradizionale (oggi ha perso questa specificità). A Milano si fanno esplorazioni anche in termini d'orario (la domenica mattina il sipario del teatro Manzoni si apre alle 11) con la fortunata rassegna Aperitivo Concerto, che continua da trent'anni a offrire progetti di qualità e, spesso, esclusivi.

Nella Ciociaria, ad Atina è da ventinove estati che si ascolta jazz, grazie all'idea del coraggioso fondatore Vittorio Fortuna. Anche la Romagna, a parte la veterana Ravenna, si ritaglia il suo spazio jazzistico con Lugo Musica Estate da ventinove anni e con Jazz in'It a Vignola. Lo scenario si dipana anche sull'altra grande isola italiana: la Sardegna che vara per mano di Paolo Fresu Time in Jazz a Berchidda nel 1988 e, l'anno dopo, Nuoro con seminari di vaglia e altrettanti spettacoli di qualità. Sempre nel 1988 il Veneto battezza la sua rassegna che porta il jazz a spasso per l'intera regione e che coinvolge anche la didattica e le arti visive e che, nel tempo, è arrivata a una destagionalizzazione e a un progressivo ampliamento (allontanamento dal jazz?) dell'offerta. La coda degli anni Ottanta fa vibrare le corde degli organizzatori di festival e rassegne di jazz, ancora in mano agli appassionati. E così a Lucca nel 1987 nasce il Barga Jazz, che ha fruttato nel tempo anche un ambito contest. Tra i Sassi di Matera nel 1989 prende forma Gezziamoci.

Il giro di boa del decennio si porta appresso un incremento di attività festivaliere ben accette da amministrazioni comunali, provinciali e regionali che allargano le borse concedendo buoni finanziamenti e opportunità. La gratuità di molti eventi fa sì che il pubblico affluisca numeroso, a volte attento, altre distratto: al fianco degli appassionati si trovano anche gli avventori dell'ultim'ora, passati di lì per caso.

Il fine giustifica i mezzi e, per buona fortuna del jazz, le attività prolificano in ogni dove; così nelle brulle e poco battute terre dell'Appennino Dauno nel 1991 nasce l'Orsara Jazz Festival, con i fratelli Michele e Lucio Ferrara a tirare le fila, che dal 2004 ha istituito anche i Summer Camp. Dall'altro capo dell'Italia nello stesso anno sorge l'associazione Euritmica che ordisce la rassegna Udin & Jazz. In Toscana Daniele Malvisi e Gianmarco Scaglia, con un gruppo di amici, impastano di jazz l'area del Valdarno con un festival-rassegna dalla doppia veste stagionale: estiva e invernale. Le prime luci degli anni Novanta illuminano anche Iseo, festival diretto dal musicologo Maurizio Franco, che ha sempre avuto un occhio attento nei confronti dei jazzisti italiani, proponendo progetti di prestigio immortalati anche su disco. Nel maggio del 1992 Lester Bowie con il Brass Fantasy inaugurava a Firenze Tradizione in Movimento, organizzato da Musicus Concentus, che oggi si ritaglia un ricco spazio tra jazz e nuove musiche, affidandosi alla direzione artistica di Fernando Fanutti e Giuseppe Vigna. L'alba degli anni Novanta vede in campo anche il Fano Jazz by the Sea che nel 2014 ha festeggiato la ventiduesima edizione con la direzione artistica di Adriano Pedini.


[1] Gian Carlo Roncaglia, Il jazz e il suo mondo, Einaudi, 1998, capitolo XXXIII, pag. 457
[2] Vincenzo Martorella, Il saltarello del cannibale. Temi, paradossi, lampi di genio e storia all'incontrario di un secolo di jazz italiano; in Nuova Storia del Jazz di Alyn Shipton, Einaudi 2011
[3] Arrigo Polillo, Musica Jazz n.10, ottobre 1976
[4] Filippo Bianchi, Pan n.2 giugno 2014, pagg. 3 e 4






Articoli correlati:
15/05/2016

Give Me Five By Foot! (Tuk Music Antologico)- Alceste Ayroldi

12/08/2015

Il Jazz italiano dai sorrisi alle lacrime?: "Il problema non è il jazz o le altre musiche, ma la cultura che non va in Italia: non se ne sente il bisogno..." (Alceste Ayroldi)

31/05/2015

Vicenza Jazz New Conversations - XX Edizione: "Venti anni di passione e consapevolezza per un festival al servizio della città e dei tanti artisti che gravitano nel suo comprensorio, con una partecipazione mai registrata in precedenza." (Vittorio Pio)

09/02/2015

Brass Bang! (Fresu - Petrella - Rojas - Bernstein)- Alceste Ayroldi

25/01/2015

Intervista a Gianmarco Scaglia e Daniele Malvisi del Valdarno Jazz : "...le istituzioni dovrebbero smettere di dire che con la cultura NON si mangia, e allora si potrebbe iniziare ad intavolare una costruttiva discussione." (Alceste Ayroldi)

21/09/2014

Umbria Jazz 2014: "In quest'edizione non c'è stato spazio solo per il jazz, ma ogni serata è stata dedicata ad un genere diverso: Funk & Soul Night, Jazz & Brasil Night, Hip hop & Soul Night, New Orleans Night, Piano Night, Ladies night e persino una serata solo per la dance music." (Giusy Casanova)

21/09/2014

Franco Cerri meets Umbria Jazz Clinics 2014: "Il racconto del chitarrista italiano ha incantato gli studenti per la semplicità di comunicazione da lui utilizzata, nonostante la sua grandezza artistica, ma soprattutto perchè ambientato in un periodo lontano da noi, pre e post seconda guerra mondiale..." (Giusy Casanova)

21/07/2014

Vinodentro (Paolo Fresu)- Alceste Ayroldi

20/07/2014

Il jazz frontiera - orizzonte: "Quali sono le frontiere del jazz oggi? Io mi sono sempre chiesto se il jazz non sia, piuttosto che una frontiera, un orizzonte: non qualcosa che chiude, ma qualcosa che apre..." (Filippo Bianchi)

08/06/2014

Duo Art Creating Magic (AA. VV.)- Alceste Ayroldi

01/06/2014

Torino Jazz Festival 2014: "...terza edizione, la seconda con la direzione artistica di Stefano Zenni ed è premiato ancora una volta da un lusinghiero successo di pubblico." (Gianni Montano)

18/05/2014

Unesco in Jazz Festival ad Alberobello (Ia Edizione): "Chiara Civello, Sarah Jane Morris e Paolo Fresu, per un festival capace di racchiudere in un'intensa tre giorni le diverse sfumature ed espressioni che declinano il nobile genere." (Alessandra V. Monaco)

18/05/2014

Paolo Fresu e la minestra "blues" con il brodo di carne: "Mi piace caldissima anche in pieno agosto, mi appaga, mi ritempra il corpo e l'anima e mi ricorda l'infanzia e le lunghe sere invernali". (Davide Ielmini)

16/03/2014

BasiliJazz: Masterclass d'autore con Enrico Rava e Alceste Ayroldi: Per BasiliJazz a gennaio interessante seminario "Marketing e Legislazione dello Spettacolo", intensa e proficua master class di Enrico Rava e concerto serale nella suggestiva Casa Cava di Matera. (Marco Losavio)

09/03/2014

Il "caso" Amanda Palmer: tra favola e mercato: Internet oggi e la possibilità di far "pesare i sentimenti alternativi: la prossimità, l'empatia, la solidarietà." (Filippo Bianchi)

01/12/2013

Quattro chiacchiere con...Luca Bragalini: "...gli standard appartengono tanto al passato quanto al presente e molto probabilmente rimarranno al loro posto anche nel futuro." (Alceste Ayroldi)

27/10/2013

Umbria Jazz Clinics 2013: 16 anni, partecipare con emozione alle Clinics di Umbria Jazz e portarsi dentro qualcosa che costituirà un ricordo tangibile nel tempo. Racconto di un'esperienza attraverso gli occhi dell'allieva Alessandra Caradonio.

15/09/2013

Desertico (Paolo Fresu Devil 4et)- Alceste Ayroldi

15/09/2013

Quattro chiacchiere con...Natalio Mangalavite: "Sono latino e molto. Questo esce sempre qualunque musica io suono. Non posso fare diversamente." (Alceste Ayroldi)

08/09/2013

Intervista a Stéphane Pessina Dassonville (Jazz à Junas): "Il festival è uno spazio libero per tutte le culture musicali...curo in profondità la musica jazz contemporanea e le sue varie influenze da tutto il mondo." (Achille Brunazzi)

18/08/2013

Drops (Bonnot, Tracanna, Cecchetto)- Gianni Montano

14/08/2013

Umbria Jazz 2013 - 40th Anniversary: Umbria Jazz 2013 40th Anniversary: "Tra l'algida Krall, i capricci di Jarrett e gli affollati concerti border-line, spiccano i duo Garbarek-Gurtu, Fresu-Sosa e Mirabassi-Castaneda". (Daniela Floris)

14/07/2013

Il jazzista suona la sua vita: "...una bella storia è irresistibile e, con un po' di fortuna, sempre più persone vorranno ascoltarla." (Filippo Bianchi)

21/04/2013

Paolo Fresu Devil Quartet: "...una formazione che si conferma ai massimi livelli del jazz italiano e internazionale, riuscendo a coniugare una ricerca musicale raffinata ed innovativa con la capacità di catturare emotivamente un vasto pubblico." (Roberto Biasco)

03/04/2013

Il jazz non è una setta, è un mondo...: "...il jazz è un po' come quelle fidanzate con cui si passa volentieri il tempo ma che ci si vergogna di esibire in pubblico." (Filippo Bianchi)

03/04/2013

Il mio Faraone: "Pharoah Sanders mi ha spalancato la porta del jazz, fino ad allora socchiusa, facendo emergere una fonte che la vita avrebbe poi rivelato inesauribile..." (Filippo Bianchi)

17/03/2013

LEZIONI (Articoli): Sigle degli accordi musicali: analisi dei vari modi di indicare gli accordi (Autori Vari)

20/01/2013

Musica ai Frari 2012 - Duets: La voglia di suonare di Gianluigi Trovesi & Gianni Coscia e l'unicità auditiva di Paolo Fresu & Daniele di Bonaventura ai Frari per la serie "Duets"

26/08/2012

Umbria Jazz 2012 #1: Chick Corea, Stefano Bollani, Herbie Hancock, John Scofield, Joe Lovano, Esperanza Spalding, Al Jarreau, Paolo Fresu...(Pierfrancesco Falbo)

26/08/2012

Umbria Jazz 2012 #2: Pat Metheny, Sonny Rollins, Wayne Shorter, Ambrose Akinmusire, Lydian Sound Orchestra, Ryan Truesdell Eastman Jazz Orchestra, Kenny Barron, Mulgrew Miller, Eric Reed & Benny Green, Sting...(Daniela Floris)

01/07/2012

L'"International Jazz Day" proclamato dall'Unesco: "Per la prima volta il jazz ha avuto un riconoscimento planetario: l'Italia aderisce allo spirito di quel lodevole consesso internazionale?" (Filippo Bianchi)

30/04/2012

Due concerti per pianoforte e tromba completamente diversi nella rassegna dei comuni del miranese "Ubi Jazz". (Giovanni Greto)

22/04/2012

Quattro chiacchiere con Filippo Bianchi: "Il jazz è contemporaneamente un luogo di "tradizione", con tutto il suo peso, e un luogo di "creazione", con tutti i rischi impliciti nelle anticipazioni." (Alceste Ayroldi)

08/01/2012

Con due grandi protagonisti del jazz contemporaneo quali Paolo Fresu e Uri Caine, il palcoscenico del teatro delle Api di Porto Sant'Elpidio, sembra trasformarsi in un luogo incredibilmente magico. (Viviana Falcioni, Andrea Feliziani)

20/11/2011

101 Microlezioni di Jazz (Filippo Bianchi e Pierpaolo Pitacco)- Alceste Ayroldi

13/11/2011

Open World Jazz Festival, 10a Edizione: "Grande successo per l'Open world festival di Ivrea. Il merito principale è di un'organizzazione rigorosa e puntuale, capace di allestire una rassegna di indubbio interesse, correlata da eventi collaterali, stages, presentazione di libri, performance artistiche in grado di calamitare l'attenzione non solo degli addetti ai lavori, ma anche di un pubblico intellettualmente curioso. un festival che certifica come si possa realizzare una rassegna impegnativa, senza concessioni al "gusto dominante", a musiche foriere di potenziali e possibili consensi generalizzati e ottenere risposte addirittura sorprendenti da parte del pubblico." (Gianni B. Montano)

09/10/2011

XXIV Edizione Festival Internazionale Time in Jazz: "Dopo Acqua e Aria, quest'anno è la Terra protagonista, a partire dal senso stretto come terreno su cui si cammina, si vive, si suona fino a giungere al senso lato come pianeta." (Viviana Maxia)

18/09/2011

Intervista con Filomena Campus: "L'amore per il jazz c'e' sempre stato, ma la spinta fu l'incontro con Paolo Fresu e Maria Pia De Vito ai seminari jazz di Nuoro. Capii immediatamente che il jazz era la mia strada, e la mia vita cambiò radicalmente." (Alceste Ayroldi)

27/08/2011

Umbria Jazz 2011: "I jazzisti italiani hanno reso omaggio alla celebrazione dei 150 anni dall'Unità di Italia eseguendo e reinterpretando l'Inno di Mameli che a seconda dei musicisti è stato reso malinconico e intenso, inconsueto, giocoso, dissacrante, swingante con armonizzazione libera, in "crescendo" drammatico, in forma iniziale d'intensa "ballad", in fascinosa progressione dinamica da "sospesa" a frenetica e swingante, jazzistico allo stato puro, destrutturato...Speriamo che questi "Inni nazionali in Jazz" siano pubblicati e non rimangano celati perchè vale davvero la pena ascoltarli e riascoltarli." (di Daniela Floris, foto di Daniela Crevena)

31/07/2011

Intervista a Lucio Ferrara: "...a New York i musicisti caricano contrabbassi e ampli nei metro, partono da Brooklyn o dai Queens solo per farsi un paio di brani in jam. In Italia molti musicisti sono troppo concentrati nel cercare di fare qualcosa di originale a tutti i costi dimenticando che a volte basta fare poco e con swing per fare grande musica, però fortunatamente ci sono degli ottimi musicisti. Mi piacerebbe che in Italia ci fosse più coraggio a far suonare musicisti che non riempiono i teatri." (Alceste Ayroldi)

11/07/2011

Intervista a Raffaele Casarano: "Suonare in Puglia oggi è difficile più che mai, c'è tantissima voglia di fare, ma poca possibilità per concretizzare, causa i quattrini sempre meno e istituzioni sempre meno attente. Il rapporto tra la voglia di fare e le possibilità a disposizione è sempre in forte squilibrio. Ma come dico sempre, noi quaggiù al Sud, siamo i più fortunati, perchè la disperazione crea l'intenzione, e quindi abbiamo stimoli altissimi...sarà l'odore e la luce di questa terra?" (Alceste Ayroldi)

03/07/2011

Cosmopolitan (Boris Savoldelli)- Enzo Fugaldi

28/05/2011

Paolo Fresu & Dado Moroni al Teatro della Gioventù di Genova: "L'incontro, viste le premesse, presenta rischi consistenti...far coesistere chi opera in maniera centrifuga, con il jazz al centro di qualunque discorso e chi procede in senso opposto, in senso centripeto, muovendo dalla musica afroamericana per raggiungere altri confini, oltre l'orizzonte." (Gianni Montano)

08/05/2011

Bergamo Jazz - March'In Jazz - XXXIII Edizione: Bollani, Pieranunzi, Corea, Burton, Landgren, Klee, Gil, Albora Trio: "Il meglio del jazz parte sempre da Bergamo che manda agli archivi l'ultima edizione firmata artisticamente da Paolo Fresu con un ottimo riscontro in termine di gradimento e partecipazione. La prossima edizione vedrà la direzione artistica di Enrico Rava" (di Vittorio Pio)

02/04/2011

Jazz al dente (AA.VV.)- Alceste Ayroldi

01/01/2011

Diario di Viaggio: A Istanbul con "On The Way To Damascus" di Luigi Campoccia. Il musicista senese è stato ospite della cerimonia di chiusura dell'anno in cui Istanbul è stata Capitale Europea della Cultura. Un diario nel quale si raccontano i luoghi e le essenze della cultura turca, fonti ispiratrici del progetto stesso. (Francesco Martinelli)

01/01/2011

Storie Nascoste (Daniele Malvisi Quartet) - Alceste Ayroldi

26/12/2010

Intervista a Viviana Maxia: "Daniela Floris e Daniela Crevena incontrano Viviana Maxia per ricordare il fotografo Roberto Aymerich: un pomeriggio di racconti, parole ed immagini." (Daniela Floris e Daniela Crevena)

24/12/2010

Ethos (Quartetto Alborada) - Alceste Ayroldi

12/12/2010

Intervista a Daniele Malvisi: Sa spremere bene il succo dei sassofoni Daniele Malvisi, quarantaduenne musicista toscano, continuo esploratore delle mille vie del jazz, della sua storia e dei suoi dialetti. Coniuga nelle sue composizioni il jazz più moderno con il lirismo italico...Un artista che crede nei progetti e si è liberato dalla standardizzazione fine a sè stessa e vive in simbiosi con la sua vera "voce": il sassofono. (Alceste Ayroldi)

05/12/2010

Paolo Fresu e Bojan Z: "La loro tavolozza di colori è essenziale...sono ben addentro all'arte del duo, una pratica che in campo jazzistico ha dato frutti innumerevoli e preziosi." (Vincenzo Fugaldi)

21/11/2010

The Blue Note Years (Paolo Fresu)- Vincenzo Fugaldi

01/11/2010

Le tre trombe Enrico Rava, Paolo Fresu, Dave Douglas e il "Megalitico" di Gavino Murgia al festival Jazz di Nuoro. (Cinzia Guidetti)

10/10/2010

On the way to Damascus (Luigi Campoccia) - Marco Losavio

26/09/2010

Aria sublime al XXIII° Time in Jazz, Ornette Coleman Quartet inaugura le notti stellari in Piazza del Popolo: "Tappa nell'isola nella road map italiana dell'Ornette Coleman Quartet. L'ottuagenario padre del free jazz mondiale ha illuminato con la sua band, la ventitreesima edizione del Time in Jazz di Berchidda, quest'anno dedicato al tema dell'Aria." (Luigi Coppola)

05/09/2010

Roccella Jazz Festival 30a Edizione: "Trent'anni e non sentirli. Rumori Mediterranei oggi è patrimonio di una intera comunit? che aspetta i giorni del festival con tale entusiasmo e partecipazione, da far pensare a pochi altri riscontri". La soave e leggera Nicole Mitchell con il suo Indigo Trio, l'anteprima del film di Maresco su Tony Scott, la brillantezza del duo Pieranunzi & Baron, il flamenco di Diego Amador, il travolgente Roy Hargrove, il circo di Mirko Guerini, la classe di Steve Khun con Ravi Coltrane, il grande incontro di Salvatore Bonafede con Eddie Gomez e Billy Hart, l'avvincente Quartetto Trionfale di Fresu e Trovesi...il tutto sotto l'attenta, non convenzionale ma vincente direzione artistica di Paolo Damiani (Gianluca Diana, Vittorio Pio)

28/08/2010

Venezia Jazz Festival 2010: In alcuni degli scenari più suggestivi al mondo, come Piazza san Marco, si sono alternati l'acclamatissimo Pat Metheny Group, la dolce e accattivante melodiosità di Norah Jones, le impeccabili dinamiche del Duck Baker trio, la tecnica strepitosa di Yamandù Costa, la sorprendente padronanza di Esperanza Spalding, l'intenso e spettacolare Paco De Lucia, la musica e la poetica di Paolo Fresu e Daniele Di Bonaventura nell'omaggio a Hugo Pratt sulle immagini di Pino Ninfa. (Giovanni Greto)

22/08/2010

Gezmataz 2010: Al "concerto sovente imbarazzante e per omaggiare un pezzo vivente di storia del jazz" dell'Ornette Coleman Quartet in cui "problemi di emissione e di articolazione del fraseggio rendono diversi assoli degli abbozzi incompiuti", si contrappongono "abilità tecnica, personalità spiccata, doti compositive non comuni, musicalità assoluta, rispetto e stima reciproca, voglia di divertirsi e divertire..." della Brass Bang! di Paolo Fresu, Gianluca Petrella, Steven Bernstein e Marcus Rojas. (Andrea Gaggero)

22/08/2010

Omar Sosa, Paolo Fresu e Trilok Gurtu al Locus Festival 2010: "...un esperimento di word music ed ethnojazz molto ben riuscito...è sembrato che il paese si fosse fermato per qualche ora ad ascoltare il ritmo e i suoni del mondo. A Locorotondo è stata di scena la Musica senza confini." (Cristiano Ragone)

11/08/2010

Songlines / Night & Blue (Paolo Fresu Quintet) - Alceste Ayroldi

25/07/2010

Due week end ad Umbria Jazz: viaggio per parole ed immagini. Daniela Crevena e Daniela Floris, "l'una fotografando l'altra prendendo spasmodicamente appunti durante ore e ore di musica dal vivo", raccontano due week end ad Umbria Jazz: "Sono stati due week end in cui abbiamo viaggiato tra grandi nomi all'Arena Santa Giuliana, incredibili batteristi, pianisti, sassofonisti, trombettisti, straordinarie voci femminili e personaggi leggendari come Sonny Rollins e Ron Carter, che sono il jazz e che hanno talmente emozionato con la loro musica da farci uscire anche qualche lacrima..." (Daniela Floris e Daniela Crevena)

09/07/2010

In diretta da Umbria Jazz 2010. (Marcello Migliosi)

20/06/2010

Jazzitalia compie 10 anni: "...il 20 giugno 2000, iniziava l'avventura di Jazzitalia. Oggi, a distanza di 10 anni, siamo ancora qui a rendere disponibile uno strumento utile per chiunque voglia far conoscere il proprio lavoro nell'ambito della musica Jazz, per chiunque voglia essere aggiornato sulle evoluzioni, le tendenze, le novità di questo mondo musicale..." (Marco Losavio)

12/06/2010

Young Jazz Festival 10 con al direzione artistica di Gianluca Petrella: "La rassegna fulginate si distingue tra le iniziative italiane per il proposito di coinvolgere esperienze artistiche giovani con un'attenzione a proposte poco o per niente inflazionate, ma senza isolarle dall'esperienza dei maestri. Un punto di forza del jazz è la capacità di innovarsi grazie all'affermarsi di nuovi talenti, che nei casi più felici contribuiscono a perpetuarne la tradizione e ne determinano anche l'evoluzione e l'apertura." (Vincenzo Fugaldi)

06/06/2010

Terza edizione del Reggio Calabria Top Jazz Festival: "...il concerto memorabile è stato quello del quartetto "Tinissima", una delle opere più importanti del jazz europeo degli ultimi anni, e nella dimensione live raggiunge una compiutezza che la già notevole registrazione in studio faceva solo intuire. A supporto della musica, una serie di struggenti fotografie di Tina Modotti proiettate a cura di Antonio Vanni." (Vincenzo Fugaldi)

06/06/2010

Sardinia jazz (Claudio Loi)- Franco Bergoglio

30/05/2010

Paolo Fresu racconta il jazz attraverso la storia dei grandi trombettisti americani (Paolo Fresu)- Alceste Ayroldi

30/05/2010

Haruka (Gaia Quatro) - Marco Buttafuoco

17/04/2010

Bergamo Jazz 2010: "Tocca sempre a Bergamo il compito di inaugurare la nuova stagione del jazz in Italia, dall'alto di una tradizione di scintillante fattura, impreziosita dalla seconda conduzione artistica di Paolo Fresu, il cui obiettivo quest'anno è stato quello di concentrarsi su alcune delle correnti che attribuiscono al genere nuova linfa." (Vittorio Pio)

12/04/2010

Paolo Fresu e Ralph Towner per Veneto Jazz Winter 2010: "Ottime, tecnicamente inappuntabili e fantasiose, le improvvisazioni di entrambi...90 minuti di musica che ritempra lo spirito e mette tutti di buon umore." (Giovanni Greto)

13/03/2010

14ma edizione di Parma Jazz Frontiere 2009, "A viva voce": "E' una rassegna piena di coraggio. L' artista oggi si trova davanti tante porte. Magari dietro molte di queste porte non ci sono percorsi da seguire. Ma bisogna aprirle ugualmente e rischiare, perchè senza ricerca e senza rischio c' è la cristallizzazione, che è nemica dell'arte. Un festival non deve far solo ascoltare il noto ed il già sentito. Non deve invitare solo i musicisti più che conosciuti, o invitarli solo perchè americani e-o afro-americani." (Marco Buttafuoco)

16/01/2010

Umbria Jazz Winter 2009: "Dedicata essenzialmente alla chitarra, la diciassettesima edizione di Umbria Jazz Winter ha consegnato agli archivi numeri da record e una sentita dedica a Gianni Basso...atmosfera come sempre unica nella deliziosa cittadina etrusca...una eccellente qualità artistica, che ha avuto nei concerti del quartetto guidato da Jim Hall e Bill Frisell, nel duo fra John Scofield e Larry Goldings e, quindi, nel quintetto accreditato a Kurt Elling, alcuni momenti di pura estasi." (Vittorio Pio)

26/12/2009

Musica Dentro (Paolo Fresu)- Marco Buttafuoco

20/12/2009

Musica Dentro: a Sassari si racconta Paolo Fresu. Il trombettista di Berchidda ha presentato al Conservatorio il suo libro insieme a Salvatore Mannuzzu e Flavio Soriga. Il racconto diventa musica per il pubblico, numeroso ed emozionato come in concerto. (Luigi Coppola)

06/12/2009

Eventi in Jazz 2009: la perla d'autunno. "Una manifestazione che è cresciuta nel tempo soprattutto dal punto di vista qualitativo e che è riuscita ad uscire dai confini del territorio, diventando una tradizione da non perdere e una rassegna che per costanza, qualità e importanza dei musicisti invitati, si piazza tra i più interessanti festival europei." (Alessandro Carabelli)

22/11/2009

Chiaroscuro (Ralph Towner & Paolo Fresu)- Gianmichele Taormina

07/11/2009

Replay (Raffaele Casarano & Locomotive) - Alceste Ayroldi

19/09/2009

XXII Edizione del Festival Internazionale Time in Jazz dedicata all'Acqua: "Forse, mai come stavolta, si è percepito tra i cultori del jazz e delle sue variabili una simbiosi tra musica e luoghi intesi come mondo in cui vivere. Nei giorni del festival, ogni artista, ogni singola nota, ogni messaggio ha ribadito che anche attraverso la musica si può - anzi, si deve - offrire il proprio contributo per tenere in vita nel miglior modo possibile per noi e per coloro che arriveranno, un mondo che oggi appare offeso e trascurato nelle sue risorse essenziali: tra queste l'acqua, nelle sue forme e mutazioni in parallelo con le infinite combinazioni musicali." (Viviana Maxia)

25/08/2009

Italian Lessons (Mirko Guerrini) - Dario Gentili

04/08/2009

Da Umbria Jazz 2009: Guinga "Dialetto Carioca" con Gabriele Mirabassi & Lula Galvao; Gianluca Petrella Cosmic Band con Paolo Fresu: cronaca di una rivoluzione Jazz; Chick Corea & Stefano Bollani Duet; Richard Galliano Quartet Feat. Gonzalo Rubalcaba, Richard Bona, Clarence Penn (Enrico Bianchi)

20/07/2009

Dall'8 al 30 maggio si è tenuta a Cagliari la 12a edizione della Rassegna "Forma e Poesia nel Jazz". Jazz: come dalla forma può scaturire la poesia. Chiacchierata con Nicola Spiga sulla rassegna jazz di primavera. (di Viviana Maxia)

03/07/2009

Paolo Fresu Devil Quartet, Tom Harrell, Jerry Bergonzi al Vittoria Jazz Festival - Music & Cerasuolo Wine, diretto da Francesco Cafiso: "...una manifestazione che vuole crescere, quest'anno la rassegna si internazionalizza, grazie alla presenza di musicisti molto apprezzati in Europa e nel mondo." (Antonio Terzo)

06/06/2009

Think (Paolo Fresu & Uri Caine)

19/04/2009

"Let's Get Lost: Chet Baker ed il Messaggio nella Bottiglia" nell'ambito del Piacenza Jazz Fest ideato da Luca Bragalini con conferenza e concerto con il Paolo Fresu. (Stefano Corbetta)

13/04/2009

Ethos (Quartetto Alborada)

04/02/2009

Il secolo del jazz (Filippo Bianchi)

02/11/2008

"Arkitekturae", la ventunesima edizione della rassegna "Time in jazz", creatura musicale sarda di Paolo Fresu, ha avuto come protagoniste le architetture nel senso più ampio del termine. (Viviana Maxia)

14/09/2008

Jazz al Metropolitan a Palermo: "Particolarmente vicina alle più disparate tendenze della musica contemporanea è stata quest'anno la rassegna "Musiche al Metropolitan", indetta dall'omonimo cine-teatro palermitano che non a caso ha voluto cambiare il nome rispetto alle edizioni precedenti, intitolate Jazz al Metropolitan." (Antonio Terzo)

20/08/2008

Südtirol Jazzfestival Alto Adige 2008: "Nove giorni di festival itinerante in Alto Adige, curati dall'infaticabile Klaus Widmann e da un gruppo di ottimi collaboratori. Musica, spesso ottima; paesaggi e località incantevoli; buona accoglienza, grandi vini e cibi locali. Un insieme delizioso, disturbato solo da alcune fastidiose bizze atmosferiche, che hanno costretto gli organizzatori a spostare alcuni concerti in spazi all'interno." (Enzo Fugaldi)

30/07/2008

Bollani "Carioca" e Caetano Veloso: maravilhosa poesia. "Corpo e cuore nel concerto che ha incantato il pubblico dell'Arena Santa Giuliana di Perugia. Stefano Bollani e i componenti del progetto "Carioca" hanno letteralmente elettrizzato i numerosi spettatori mentre Caetano Veloso ha affascinato mettendo insieme poesia e musica." (Enrico Bianchi)

21/07/2008

Speciale da Umbria Jazz 2008: «Continuità, stabilizzazione della struttura, mantenimento dei rapporti internazionali», sono questi gli imperativi su cui Regione dell'Umbria, Comune di Perugia e Umbria Jazz si impegneranno, sin dalla prossima edizione, per assicurare al Festival il giusto e sicuro futuro. (a cura di Marcello Migliosi)

15/06/2008

Paolo Fresu - Richard Galliano - Jan Lundgren Trio: "Era l'appuntamento più atteso dell'intero festival "Forma e Poesia nel Jazz", come dimostrato dal numeroso pubblico accorso, per un quasi scontato sold out." (Enzo Saba)

03/01/2008

Umbria Jazz Winter #15, l'anno del Jazz Made in Italy: "Oltre 60 concerti a pagamento e circa 50 ad ingresso libero, 12 mila le presenze paganti, 165 mila euro gli incassi ai botteghini, 65 mila le presenze complessive, 180 artisti, 80 persone di staff, 25 tecnici, 50 unità di servizio e 210 le persone direttamente impegnate nella organizzazione del festival..." (Marcello Migliosi)

28/10/2007

Sotto la consueta direzione artistica di Paolo Damiani, si è tenuta la XXVII edizione di Roccella Jazz Festival 2007, intitolata "Al tempo che farà": "...un'edizione di "Rumori mediterranei" che certo resterà fra le migliori dell'intera storia del festival" (Enzo Fugaldi)

01/10/2007

Intervista a Paolo Fresu: "Credo che Miles sia stato un grandissimo esempio, ad di là del fatto che piaccia o non piaccia a tutti, per cui per me questo pensiero, questa sorta di insegnamento è stato illuminante, quindi molte delle cose che metto in pratica tutti i giorni magari non me ne rendo conto ma se ci penso bene so che vengono da quel tipo di scuola. Ancora oggi se ascolto "Kind Of Blue" continuo a ritrovare in esso una attualità sconvolgente in quanto a pesi, misure, silenzi, capacità improvvisativi, sviluppo dei solisti, interplay, è un disco di allora che però oggi continua ad essere una delle cose più belle che si siano mai sentite, un'opera fondamentale." (Giuseppe Mavilla)

30/09/2007

Festival "Note di Notte 2007" con Paolo Fresu e Uri Caine in un duo che ha saputo craere "pagine di musica indimenticabili" e Raffello Pareti, Mauro Negri e Bebo Ferra "per un evento musicale che ha ancora una volta confermato la bontà e l'universalità del jazz italiano" (Giuseppe Mavilla)

16/09/2007

Decima edizione di "Jazz in parco" a Nocera Inferiore che ha "dato al pubblico un'offerta di differenti modalità e impronte della musica jazz contemporanea, con artisti provenienti trasversalmente da nazioni ed esperienze completamente differenti." (Luigi Spera)

13/08/2007

Anthony Braxton Sextet e Paolo Fresu & Uri Caine al Piacenza Jazz Fest 2007 "...frutto dei risultati ottenuti con lo stupore e la solidità di chi è riuscito a trasformare, in soli quattro anni, una sparuta serie di appuntamenti musicali in un festival." (A. Armando - L. Schiavone)

16/07/2007

Carla Bley "The Lost Chords" incontra Paolo Fresu: "...speriamo che l'insistenza con cui il pubblico ha richiesto inutilmente un ennesimo bis sia servita almeno a convincere la Bley e Fresu a non fare di questa collaborazione soltanto un episodio, seppur straordinario." (Dario Gentili)

08/07/2007

Rosso, Verde, Giallo e Blu (Paolo Fresu Quintet)

02/07/2007

Diretta da Umbria Jazz. In tempo reale tutti i resoconti e le foto degli eventi della prestigiosa manifestazione. (Marcello Migliosi)

30/06/2007

Guinga - Mirabassi Duo e Carla Bley & The Lost Chords find Paolo Fresu aprono la XII^ edizione di delle "New Conversations" di Vicenza Jazz 2007. (Giovanni Greto)

28/06/2007

Nuova gallery con le foto di Marco D'Amico.

17/06/2007

Paolo Fresu & Uri Caine Duo al Teatro Lirico di Cagliari: "I due rispolverano con stile sobrio grandi pezzi del passato senza mai forzare ed è come assistere ad una chiacchierata tra amici sinceri che si ricordano vecchie storie vissute insieme raccontandole in modo asciutto, limpido, ogni tanto infervorandosi come se stuzzicati da un buon bicchiere di vino rosso." (Enzo Saba)

11/05/2007

Nuova gallery per le foto di Elena Venier

19/03/2007

Gianmaria Testa e Paolo Fresu duo al Folk Club: "Il suono del flicorno precede il musicista di Berchidda e gli apre la strada grazie alla quale raggiungerà Gianmaria Testa e soprattutto le sue parole, la sua melodia. Fresu raccoglie il cantare dell'artista piemontese e lo segue, in una improvvisazione costante, sia con la tromba sia con effetti elettronici, dialoga con lui con la conseguenzialità di chi è sempre e comunque in ascolto." (Alessandro Armando)

25/02/2007

Paolo Fresu al Pub Il Moro (Francesco Truono)

17/02/2007

Lionel Hampton, con tutta la sua energia, insieme alla All Star Big Band e con la partecipazione straordinaria di Dizzy Gillespie, galvanizza il cielo di Perugia nell'edizione 1978 di Umbria Jazz. (Paolo La Farina)

09/02/2007

Umbria Jazz Winter: "La quattordicesima edizione di Umbria Jazz Winter è stata contrassegnata dall'incontro tra il jazz e la canzone d'autore: un binomio che molti anni fa negli Stati Uniti ha prodotti quei famosissimi standards su cui i jazzisti di tutto il mondo continuano ancora oggi ad improvvisare. Questo "fenomeno" ha raggiunto ormai da anni anche nel nostro paese, ed ha contribuito a rafforzare un'identità troppo spesso condizionata dagli stereotipi d'oltre oceano." (Marco De Masi)

08/02/2007

Insectet (Insectet)

05/01/2007

JAZZin': a photografic story by Luca Buti

29/10/2006

Intervista a Claudio Filippini: "Sono un grande amante del repertorio contemporaneo, quello che va da fine ‘800 in poi, come ad esempio Ravel e Debussy. Poi ovviamente tutta la storia del jazz ha fatto il resto, ma non vorrei tralasciare che sono un fanatico del rock inglese!" (Alberto Francavilla)

08/10/2006

Stefano Bollani a Berchidda in un concerto per Quintetto e Caterina: "Bollani pone la qualità narrativa dei suoi brani al servizio del racconto, ma non sfugge mai alla tentazione di improvvisare qualcosa di astruso ... " (Roberto Botta)

24/09/2006

XVII Rassegna Jazz d'Autore ad Orsara tra concerti, seminari e jam session: "...suonare insieme diventa allora un'esperienza creativa ed esplosiva, in grado di muovere energie e mettere in comunicazione le singole sensibilità in un'avventura creativa non ordinaria..." (Michele Ferrara)

18/09/2006

Brad Mehldau, Wayne Shorter, Chick Corea, Ron Carter: ad Umbria Jazz 2006 quattro concerti dove il jazz si è espresso ad altissimi livelli...(Alberto Francavilla)

01/09/2006

"Linguaggio Universale" , la gallery di Francesco Truono su Umbria Jazz 2006.

16/08/2006

Intervista ad Edmar Castaneda: "Sicuramente non è stato facile emergere, vincere lo scetticismo iniziale anche di molti colleghi, ma alla fine ce l'ho fatta. Per me è stato molto importante, inoltre, suonare in un ambiente stimolante come quello jazzistico, e contemporaneamente poter recuperare le mie origini." (Alberto Francavilla)

11/08/2006

Il Blue Note Records Festival a Gand in Belgio, crocevia di artisti, suoni, ritmi per amanti della musica jazz e non solo. Un pubblico accorso da ogni parte del Belgio, dalla limitrofa Francia e dall'Olanda, un menù musicale di ampia scelta e qualità. (N. Guida & T. Van der Aa)

31/07/2006

Legend (Raffaele Casarano & Locomotive)

23/07/2006

Umbria Jazz 2006: le foto e i concerti del più grande festival internazionale (Marcello Migliosi)

15/07/2006

" La Gente del Jazz" , direttamente da Umbria Jazz 2006, una inconsueta gallery. (Francesco Truono)

14/07/2006

La gallery di Umbria Jazz 2006 di Alessia Scali.

13/05/2006

Sound & Score (Barga Jazz)

01/05/2006

Italian Trumpet Summit a Chiasso: "L'evento ha indubbiamente rappresentato una evidente dimostrazione dell'ottimo livello raggiunto dai jazzisti italiani che meritatamente si sono imposti in ambiti internazionali, riscuotendo i meritati riconoscimenti e consensi." (Bruno Gianquintieri)

11/03/2006

Il Paolo Fresu Quintet alla Maison Musique

11/03/2006

Cafiso, Soweto, Locke...altra gallery di Umbria Jazz Winter (Giorgio Alto)

05/03/2006

Umbria Jazz Winter #13: "Un festival importante, quello di quest'anno, dove hanno trovato spazio musicisti affermati come John Scofield e Bireli Lagrene, ma anche giovani promesse del jazz mondiale come il pianista americano Robert Glasper e gli inglesi Soweto Kinch..." (Marco De Masi)

05/03/2006

Gallery di Umbria Jazz Winter (Francesco Truono)

25/02/2006

Gallery di Umbria Jazz Winter (Elisa Caldana)

08/02/2006

Le foto di Orvieto Jazz Winter 2005 (Daniela Crevena)

07/02/2006

Una "Italian Jazz Musicians Gallery" a cura di Jos L. Knaepen

15/01/2006

Gallery di Edmar Castenada Trio ad Orvieto Winter (Francesco Truono)

17/12/2005

Intervista a Franco D'Andrea: "Il jazz italiano va in tutte le direzioni possibili. Non è un male, ma non basta. La qualità è alta e anche tutte le cose che stanno accadendo lo dimostrano..." (Dino Plasmati)

20/11/2005

Danilo Rea e Gianluca Petrella: gli Italiani di Berchidda: "...l'interpretazione jazz dei capolavori di De Andrè mette in rilievo la sensibilità musicale di Rea..." - "Senza nulla togliere al collega jazzista e ad altri artisti pure di riguardo, quale gladiatore di quest'estate jazz-festivaliera possiamo additare Gianluca Petrella..." (Antonio Terzo)

29/10/2005

A riconferma della peculiarità del Time in jazz di Berchidda, esclusiva è stata l'iniziativa realizzata sotto il nome di TEE - TrancEuropExpress con la collaborazione delle Ferrovie della Sardegna e Paolo Fresu nelle vesti di capotreno...(Antonio Terzo)

23/10/2005

Time in Jazz a Berchidda: "All'insegna dell'ampio ombrellone tematico di quest'anno, il binomio "digit@ltrance", la rassegna ha espresso tutta la trasversalità delle esperienze musicali che lo stesso Fresu ha maturato nel corso dei suoi ultimi incontri..." (Antonio Terzo)

21/09/2005

Tornano insieme i Doctor 3 al Morlacchi in occasione di Umbria Jazz 2005: "...delle loro esibizioni dal vivo s'era davvero sentita la mancanza, l'unico commento che sembra opportuno esprimere è un semplicissimo e benaugurante: bentornati!" (Antonio Terzo)

16/09/2005

Intervista a Francesco Cafiso, l'enfant prodige che vuole crescere: "...Fino ad adesso è stato tutto naturale, senza alcuna forzatura, sia musicalmente che per quanto riguarda la partecipazione ai festival: spero che proceda così..." (Antonio Terzo)

09/09/2005

I Mostri Sacri: Oscar Peterson, Jim Hall e Roy Haynes infiammano l'edizione 2005 di Umbria Jazz...(Antonio Terzo)

01/09/2005

Cassandra Wilson e Terence Blanchard a Umbria Jazz 2005: "Fra i concerti più attesi dell'intera rassegna perugina, è stato anche quello più provato dal maltempo ..." (Antonio Terzo)

28/08/2005

"Ciò che la guerra ha distrutto la musica cerca di ricostruire, passando per il linguaggio, universale della musica...della musica nera! Umbria Jazz, balcanic windows against racism ha preso ufficialmente il via a Belgrado" (Marcello Migliosi)

27/08/2005

Tutta dedicata alle voci la giornata dell'11 luglio a Umbria Jazz '05, con un fitto carnet di orari e teatri. Da Lizz Wright a Madeleine Peyroux, da Al Jarreau a George Benson per finire con Peter Cincotti. (Antonio Terzo)

09/08/2005

Il Berklee College Of Music festeggiava quest'anno il suo ventennale di attività all'interno di Umbria Jazz dove dal momento del suo insediamento ha sempre avuto una sua importante funzione.

20/07/2005

Brad Mehldau a Umbria Jazz 2005: "Ormai non nuovo alle soirées perugine, Brad Mehldau riesce comunque ad incantare il pubblico dell'Umbria Jazz, in qualunque combinazione si presenti, in gruppo o da solo..." (Antonio Terzo)

08/07/2005

The best of Blue Note at Umbria Jazz. Con un doppio CD, Umbria Jazz salda la collaborazione con l'etichetta discografica di New York (Marcello Migliosi)

05/06/2005

Kosmopolites (Paolo Fresu Quintet)

15/04/2005

Umbria Jazz Winter: "...è il pianoforte a dominare la manifestazione, come può testimoniare anche l'evento jazzistico più significativo del Festival: i Duets di solo piano del 2 gennaio al teatro Mancinelli, con protagonisti Brad Mehldau e Danilo Rea prima e Martial Solal e Stefano Bollani poi..." (Dario Gentili)

11/12/2004

XVII Festival Internazionale "Time in Jazz" a Berchidda: "...La Follia, questo era il titolo di quest'anno, follia intesa come imprevedibilità del processo creativo che sta alla base di qualsiasi arte, non solo quella musicale." (Fabio Pibiri)

29/11/2004

Intervista a Rosa Passos: "...Volevo fare anche io quello che sentivo da Joao. Il caso unito alla mia forza di volontà hanno deciso sul mio futuro di artista e con molta umiltà e ammirazione Joao ha continuato ad ispirarmi..." (Vittorio Pio)

02/11/2004

Umbria Jazz 2004: "Il cartellone firmato per "edizione 2004" dall'immarcescibile direttore artistico Carlo Pagnotta è risultato quindi in perfetta coerenza con il nuovo corso generalista, dettato dalla necessità di riempire anche uno spazio molto grande come quello dell'Arena di Santa Giuliana." (Vittorio Pio)

18/10/2004

Caro Nanni (Sax Four Fun)

17/10/2004

Enrico Pieranunzi String Project, propone il suo progetto Les Amants inciso per l'Egea nell'ambito di Umbria Jazz 2004: "...Pieranunzi dà tuttavia ancora una volta testimonianza della sua capacità di rendere una raffinata e coinvolgente sintesi fra jazz, senso lirico e coloriture mediterranee con approccio melodico-cameristico che contraddistinguono ormai il suo stile pacato ed intenso al tempo stesso..." (Antonio Terzo)

03/10/2004

Intervista a Paolo Fresu: "...ritengo che Miles sia stato un grande artista contemporaneo alla stregua di Fellini, Picasso. Cioè di qualcuno che ha lasciato un segno nel '900..." (Alceste Ayroldi)

04/09/2004

Umbria Jazz 2004, una giornata tipo nella famosa kermesse perugina: "...l'impatto è di quelli che non si dimenticano e l'atmosfera trasuda musica da ogni singola pietra, mattone e sanpietrino del capoluogo umbro..." (Antonio Terzo)

14/08/2004

Scores (Paolo Fresu)

04/07/2004

Uri Caine e Paolo Fresu per Musicus Concentus: "...per questi due musicisti la tradizione è un'identità in cui riconoscersi ma allo stesso luogo da cui partire e dirigersi altrove..." (Dimitri Berti)

13/12/2003

Uri Caine e Paolo Fresu: "Il loro incontro è prima di tutto la fusione di due straordinarie sensibilità artistiche, il segreto dell'equilibrio sottile tra la coscienza viva del passato e la necessità dell'innovazione, della ricerca..." (Francesco Lombardo)

24/11/2003

Intervista a Paolo Fresu: "Per me è stato molto facile entrare nel cuore del mondo del jazz...vengo da un paese isolato, da una tradizione familiare assolutamente non di musicisti...a un certo punto mi sono ritrovato a vivere di musica senza neppure averlo deciso.". (Antonio Terzo)

21/09/2003

A Gezziamoci 2003 di scena il Bizart Trio con la sua 'musica non convenzionale': "Francesco Bearzatti, Emmanuel Bex ed Aldo Romano intraprendono il "loro" viaggio all'interno della "loro" musica, definita da essi stessi poco convenzionale, proprio come il nome dato al trio..." (Dino Plasmati)

14/09/2003

Manomanouche Trio a Gezziamoci 2003: "I Manomanouche sono una riuscita realtà musicale che ha effettuato un interessante e rispettoso lavoro di riscoperta ed assimilazione di tale cultura..." (Ernesto Losavio)

18/08/2003

Bilancio da record per Umbria Jazz 2003, che ha festeggiato i suoi trent'anni con un risultato complessivo di circa centomila presenze e un incasso che è andato ben al di là del milione di euro. (Vittorio Pio)

19/01/2002

Jim Hall & Paolo Fresu con la Milan (R)evolution Orchestra, Freddy Cole & Woody Herman Orchestra. Due concerti del ricco cartellone degli Aperitivo in Concerto 2001 al Teatro Manzoni.

07/08/2001

John Pizzarelli Trio. Perugia, 20 luglio 2001. L'incontro col chitarrista, le foto, il concerto...

01/08/2001

K. Jarrett, G. Peacock, J. DeJohnette: Perugia, 20 luglio 2001

16/08/2000

Articoli: Schegge di Umbria Jazz 2000

19/07/2000

K. Jarrett, G. Peacock, J. DeJohnette: Perugia, 15 luglio 2000





Video:
Stepping on stars - Joe Locke Rosario Giuliani Dado Moroni (Egea Records-Umbria Jazz)
Spot nuova uscita discografica 2011 "STEPPING ON STARS" J.LOCKE-R.GIULIANI-D.MORONI(EGEA RECORDS-UMBRIAJAZZ) www.egeamusic.comRegistarto dur...
inserito il 24/12/2010  da EgeaRecordsMusic - visualizzazioni: 3869
LUIGI CAMPOCCIA OESIS.avi MJF 2010
"Luigi Campoccia piano" "Daniele Malvisi sax" "Rossano Gasperini Ac. bass" "Paolo Corsi drum" "Onder Fo&#...
inserito il 15/08/2010  da MrCasaccia - visualizzazioni: 2031
Pugliaeccellente.com ospite: Marco Losavio
Descrizione:Altri video http://www.pugliaeccellente.comFacebook: http://www.facebook.com/pages/Puglia-......
inserito il 14/05/2010  da Pugliaeccellente - visualizzazioni: 3284
Pugliaeccellente.com ospite: Alceste Ayroldi
Altri video http://www.pugliaeccellente.comFacebook: http://www.facebook.com/pages/Puglia-......
inserito il 12/05/2010  da Pugliaeccellente - visualizzazioni: 2643
Daniele Malvisi con Giacomo Aula
Daniele Malvisi con Giacomo Aula...
inserito il 22/04/2010  da mrfunk81 - visualizzazioni: 1560
Daniele Malvisi con Giacomo Aula
nessuna descrizione disponibile...
inserito il 07/04/2010  da mrfunk81 - visualizzazioni: 1508
Daniele Malvisi con Giacomo Aula
nessuna descrizione disponibile...
inserito il 07/04/2010  da mrfunk81 - visualizzazioni: 1594
Daniele Malvisi - Tenderly - con Giacomo Aula
nessuna descrizione disponibile...
inserito il 07/04/2010  da mrfunk81 - visualizzazioni: 1629
Daniele Malvisi con Giacomo Aula
nessuna descrizione disponibile...
inserito il 07/04/2010  da mrfunk81 - visualizzazioni: 1495
Daniele Malvisi con Giacomo Aula
nessuna descrizione disponibile...
inserito il 07/04/2010  da mrfunk81 - visualizzazioni: 1505
Daniele Malvisi - Autumn Leaves - con Giacomo Aula
nessuna descrizione disponibile...
inserito il 07/04/2010  da mrfunk81 - visualizzazioni: 1692
Fecit potentiam - Magnificat (F. Mocata/ A. Vivaldi)
Concerto per la Beata CristianaFabrizio Mocata ensemblefeat. D. Malvisi / A. PerpichFabrizio Mocata - pianoforteGianmarco Scaglia - contrabbassoGabrie...
inserito il 04/04/2010  da Sintazio - visualizzazioni: 2204
Daniele Malvisi
1...
inserito il 12/03/2010  da Rikkardo79 - visualizzazioni: 2056
ROSENBERG TRIO "Melodie au Crepuscule" Umbria Jazz Winter #17 - Orvieto 2010
...
inserito il 14/01/2010  da nickingos - visualizzazioni: 2570
ROSENBERG TRIO "Flamingo - Daphne - Babik" (medley) Umbria Jazz Winter #17 Orvieto 2010
...
inserito il 10/01/2010  da nickingos - visualizzazioni: 2429
ROSENBERG TRIO "Strange Eyes" Umbria Jazz Winter #17 - Orvieto 2010
...
inserito il 03/01/2010  da nickingos - visualizzazioni: 2184
The Rosenberg Trio (100 anni dalla nascita di Django Reinhardt) @ Umbria Jazz Winter #17
...
inserito il 02/01/2010  da umbriajazz2009 - visualizzazioni: 2326
JIM HALL & BILL FRISEL "Owed to Freddie Green" w/ SCOTT COLLEY JOEY BARON - Umbria Jazz Winter #17
JIM HALL - BILL FRISELL QUARTET, feat. SCOTT COLLEY & JOEY BARON in "Owed to Freddie Green", tratto dall'album Hemispheres . Il titolo d...
inserito il 31/12/2009  da nickingos - visualizzazioni: 3286
Mediterraneo Jazz Festival Elba 2009 - Omar Avital Quartet, Daniele Malvisi Quartet, Elisir
Mediterraneo Jazz Festival Elba 2009 - Concerts of Omar Avital Quartet, Daniele Malvisi Quartet e Elisir feat. Walter Calloni in Marciana Marina...
inserito il 01/12/2009  da elbalinksite - visualizzazioni: 2277
Daniele Malvisi - William Parker - Hamid Drake - Alessandro Giachero. Parte 1
Valdarno Jazz...
inserito il 21/10/2009  da mrfunk81 - visualizzazioni: 1657
Jazz for Peace, al via il Settembre sangiulianese
Per la serata inaugurale del Settembre sangiulianese, "jazz for peace", progetto di Daniele Malvisi che ospita sul palco Danilo Rea....
inserito il 05/09/2009  da Pisanotizie - visualizzazioni: 2618
Angelique Kidjo (1) - Time in jazz 2009
Chiesa di San Michele (Berchidda), 15 agosto 2009: esibizione di Angelique Kidjo, cantante del Benin....
inserito il 15/08/2009  da Irenemail - visualizzazioni: 2893
Angelique Kidjo (3) - Time in jazz 2009
Chiesa di San Michele (Berchidda), 15 agosto 2009: esibizione di Angelique Kidjo, cantante del Benin....
inserito il 15/08/2009  da Irenemail - visualizzazioni: 2674
McCoy Tyner Trio a Umbria Jazz 09
special guest Bill Frisell Teatro Morlacchi - Perugia...
inserito il 19/07/2009  da umbriajazz2009 - visualizzazioni: 2170
Dave Douglas "Brass Ecstasy" a Umbria Jazz 09
Teatro Morlacchi - Perugia...
inserito il 19/07/2009  da umbriajazz2009 - visualizzazioni: 2178
Ahamad Jamal a Umbria Jazz 09
Teatro Morlacchi - Perugia...
inserito il 18/07/2009  da umbriajazz2009 - visualizzazioni: 2073
DANIELE MALVISI - L'ANEMONE - ORFEO
DANIELE MALVISI - L'ANEMONE - ORFEO...
inserito il 25/05/2009  da mrfunk81 - visualizzazioni: 1686
DANIELE MALVISI - L'ANEMONE - JAMES
DANIELE MALVISI - L'ANEMONE - JAMES...
inserito il 15/04/2009  da mrfunk81 - visualizzazioni: 1776
DANIELE MALVISI - L'ANEMONE - CORALLI
DANIELE MALVISI - L'ANEMONE - CORALLI...
inserito il 15/04/2009  da mrfunk81 - visualizzazioni: 1522
DANIELE MALVISI - L'ANEMONE - NINNA
DANIELE MALVISI - L'ANEMONE - NINNA...
inserito il 15/04/2009  da mrfunk81 - visualizzazioni: 1597
DANIELE MALVISI - L'ANEMONE - FUGHE
DANIELE MALVISI - L'ANEMONE - FUGHE...
inserito il 05/04/2009  da mrfunk81 - visualizzazioni: 1607
DANIELE MALVISI - L'ANEMONE - BIANCA
DANIELE MALVISI L'ANEMONE BIANCA...
inserito il 05/04/2009  da mrfunk81 - visualizzazioni: 1558
Una Scheggia Musicale 1997 - Gabin
Gabin Dabirè, Paul Dabirè, Daniele Malvisi, Paolo Corsi...
inserito il 06/02/2009  da bakonghe - visualizzazioni: 1841
Stefano Bollani & Enrico Rava @ Umbria Jazz Winter 2008
Stefano Bollani & Enrico Rava @ Umbria Jazz Winter 2008...
inserito il 03/01/2009  da umbriajazz2008 - visualizzazioni: 2128
Joe Locke Quartet @ Umbria Jazz Winter 2008
Joe Locke Quartet @ Umbria Jazz Winter 2008...
inserito il 02/01/2009  da umbriajazz2008 - visualizzazioni: 2030
Paolo Fresu Devil Quartet
Concerto del 19.12.2008 al Ueffilo Gioia del Colle...
inserito il 20/12/2008  da movida1975 - visualizzazioni: 2936
Umbria Jazz Festival, Perugia, Italy: sound check w/ Baptiste Trotignon, Greg Hutchinson and Fabrizio Bosso
Perugia Italy, Umbria Jazz: sound check for Stefano Di Battista w/ B. Trotignon, G. Hutchinson & F. Bosso:Perugia, Italy July 2008...
inserito il 22/07/2008  da SHAKTILUV - visualizzazioni: 2894
Intervista a Enrico Rava a Umbriajazz 2008
Intervista a Enrico Rava a Umbriajazz 2008...
inserito il 16/07/2008  da umbriajazz2008 - visualizzazioni: 2013
Herbie Hancock a Umbria Jazz 2008
Herbie Hancock a Umbria Jazz 2008...
inserito il 16/07/2008  da umbriajazz2008 - visualizzazioni: 2702
Groovinators Umbria jazz 2006
Mother Tongue (Telesforo-Sidran-Peterson) Teatro Pavone di Perugia 13 luglio 2006, Gegè Telesforo vocal, Dario Deidda bass, Alfonso Deidda sax-ke...
inserito il 14/05/2008  da masaboba - visualizzazioni: 2412
Jazz istruzioni per l'uso paolo fresu
...
inserito il 14/05/2008  da esomare - visualizzazioni: 3387
Enrico Rava
Enrico Rava torna a Umbria Jazz con un nuovo progetto che è anche un omaggio ad uno dei jazzmen più amati quanto sfortunati: Chet Baker, di ...
inserito il 08/04/2008  da umbriajazz2008 - visualizzazioni: 2120
Paolo Fresu Quintet backstage 2007
Il backstage del Paolo Fresu Quintet al Vasto festival 2007...
inserito il 06/12/2007  da jazzconvention - visualizzazioni: 3163
Ornette Coleman - Lonely Woman, at Umbria Jazz 07
Ornette Coleman performing Lonely Woman at the Umbria Jazz Festival in Perugia 2007...
inserito il 18/07/2007  da Rachelmillar0610 - visualizzazioni: 2535
Stan Getz - On Green Dolphin Street (1989)
...
inserito il 06/11/2006  da weirdcollector - visualizzazioni: 2601


Inserisci un commento


© 2000 - 2017 Tutto il materiale pubblicato su Jazzitalia è di esclusiva proprietà dell'autore ed è coperto da Copyright internazionale, pertanto non è consentito alcun utilizzo che non sia preventivamente concordato con chi ne detiene i diritti.


Questa pagina è stata visitata 1.518 volte
Data pubblicazione: 19/06/2016

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti