Jazzitalia - Articoli: Franco Cerri: parte #3 (lo stile)
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Franco Cerri
Chitarrista Jazz, Compositore e Didatta

Tesi di Laurea di:
Marco Vitali

Relatore:
Prof. Vincenzo Caporaletti

Anno Accademico 2007/2008

- Parte 3 -

Aspetti dello stile performativo e creativo
Franco Cerri è stato senza dubbio uno dei chitarristi che più ha contribuito alla diffusione della chitarra jazz in Italia. E' senz'altro riconosciuto all'unanimità come il chitarrista più importante del panorama nazionale e ne sono testimonianza i premi ricevuti e le collaborazioni con moltissimi jazzisti di fama mondiale. Si è formato completamente da autodidatta sperimentando sulla chitarra le varie soluzioni a seconda del caso. Il suo stile personalissimo è una fusione costante di elementi maturati nel corso della sua carriera. Cresce ascoltando le orchestre di Angelini e Barzizza.

S
uccessivamente trae ispirazione dal be-bop, più precisamente dai chitarristi Jimmy Raney e Barney Kessel. Dal loro ascolto ne deriva un suono secco e tagliente che in seguito si fa più morbido aiutato dalla scoperta di artisti come Wes Montgomery e Jim Hall. Si forma con l'orchestra di Gorni Kramer che ha avuto un ruolo fondamentale per la sua crescita musicale e umana. Dopo questo periodo si ritrova a suonare con quasi tutti i più grandi musicisti italiani e internazionali. E' stata perfino coniata la dicitura "alla Cerri" per identificare il suo stile particolare [1]. Il suo gusto per la riarmonizzazione, mai banale, la sua originalità e l'eleganza degli accordi usati sono il suo "marchio di fabbrica". La capacità di personalizzare anche gli standard rendendoli personali fa parte del suo stile.

Negli anni Sessanta subentra anche il gusto e la ricerca di soluzioni orchestrali e il maestro da questo momento in avanti arrangerà sia per piccole formazioni combo sia per grandi big band. Fino a questo momento Cerri aveva prodotto brani riconoscibili per le sue melodie particolari e per i calembour che comparivano nei titoli dei suoi pezzi. Moltissimi titoli dei suoi brani sono dei giochi di parole e anche questo aspetto mette in mostra la sua grande ironia. Negli anni Ottanta ha anche iniziato un'intensa attività didattica che continua tutt'oggi al seno dell'associazione musicale Musica Oggi. E' anche alla guida dei Corsi Civici di jazz del comune di Milano. E' dalla realizzazione di alcuni metodi per chitarra che possiamo trarre delle conclusioni sugli aspetti che per lui sono fondamentali nella formazione di un chitarrista. Cerri sottolinea l'importanza dell'ascolto. Parallelamente a questo mette molto in evidenza che è bene prendere spunto dai vari musicisti e ispirarsi ma è assolutamente inutile copiare in modo integrale. Il vero sound che un musicista vuole produrre col proprio strumento viene da dentro e perciò sarà in qualche modo unico. Si deve cercare di esprimere i propri stati d'animo e i propri sentimenti e questi senza alcun dubbio differiscono da persona a persona.

Un altro aspetto fondamentale è la riarmonizzazione ovvero la sostituzione o la modifica parziale degli accordi di un determinato brano. Cerri rivisita durante il corso della sua carriera una quantità enorme di standard. (Lo standard è un pezzo, in genere una canzone appartenente alla tradizione della musica leggera americana, che nel jazz viene utilizzato come riferimento per nuove interpretazioni e, soprattutto, per l'improvvisazione). Cambia in parte o radicalmente gli accordi. Lascia di solito inalterata la melodia del brano e interviene sulla parte armonica. Come detto, la melodia non subisce variazioni se non dei piccoli anticipi o ritardi che creano sfasature e controtempi. Cerca di rendere più interessante il brano mettendo più in evidenza la melodia attraverso la variazione degli accordi.

Un'altra sua caratteristica fondamentale è l'abitudine di indicare sulle partiture dei brani l'andamento dei bassi legati in modo strettissimo ai suoi accordi. Da qui traspare la visione orchestrale del suo stile. I bassi che Cerri inserisce sembrano formare una melodia autonoma che viaggia in modo parallelo a quella del brano. Anche se questo processo è abbastanza ovvio nella musica eurocolta, in un genere come il jazz, basato su un'altra concezione dell'armonia, riveste carattere distintivo. E' anche particolarmente attento a non raddoppiare al basso la nota della melodia. Un altro aspetto del suo stile si denota dall'aggiunta di tensioni agli accordi. Aggiunge infatti note estranee all'accordo che colorano lo stesso in modo particolare. Fa anche uso sovente di sostituzioni di tritono e fa anche precedere il quinto grado (accordo di dominante) dal secondo (integrazione armonica, questa, peraltro abbastanza comune).

Pochi sono i musicisti che sono riconoscibili al semplice ascolto. Franco Cerri è uno di questi.

A tal fine proviamo a ritrovare attraverso l’analisi di alcuni brani arrangiati da Cerri, alcune specificità stilistiche...

[1] Sito ufficiale di Franco Cerri






Articoli correlati:
04/10/2015

Intervista a Matteo Brancaleoni : "...ho fatto il mio primo disco con Renato Sellani di cui ho un ricordo splendido, quando penso a lui mi viene molta malinconia ma allo stesso tempo mi viene un sorriso perchè era un amante della musica e della vita." (Laura Scoteroni)

21/09/2014

Franco Cerri meets Umbria Jazz Clinics 2014: "Il racconto del chitarrista italiano ha incantato gli studenti per la semplicità di comunicazione da lui utilizzata, nonostante la sua grandezza artistica, ma soprattutto perchè ambientato in un periodo lontano da noi, pre e post seconda guerra mondiale..." (Giusy Casanova)

08/08/2010

Intervista a Franco Cerri: "Credo che nonostante tutto io sia stato molto fortunato. Sono arrivato a ottanta anni e ho avuto moltissime soddisfazioni. Sono riuscito a fare un mestiere molto bello. Ho suonato con un sacco di gente e ho collaborato con molti dei musicisti che stimavo e dai quali ho preso spunto...." (Marco Vitali)

07/03/2010

La storia di Franco Cerri: "Franco Cerri inizia la sua attività didattica negli anni ottanta in concomitanza della collaborazione con il suo amico e pianista Enrico Intra. Tutto scaturisce dall'importanza di trasmettere le sue conoscenze ad altri..." (Marco Vitali)

15/11/2009

Franco Cerri, parte #4: aspetti dello stile performativo e creativo. Armonizzazione di Caravan (Marco Vitali)

15/11/2009

Franco Cerri, parte #5: aspetti dello stile performativo e creativo. Armonizzazione di My Funny Valentine (Marco Vitali)

15/11/2009

Franco Cerri, parte #6: aspetti dello stile performativo e creativo. Brano originale, Isola (Marco Vitali)

15/11/2009

Franco Cerri, parte #7: aspetti dello stile performativo e creativo. Brano originale, Deep You (Marco Vitali)

01/11/2009

Franco Cerri, la vita, lo stile: "...sono una persona che non ha mai assistito ad una lezione di musica in vita sua. Tutto ciò che conosco lo ho imparato da solo. Sento la mancanza della parte accademico didattica che mi avrebbe senz'altro aiutato a capire bene le cose...so un sacco di cose ma non so i loro nomi specifici." (Marco Vitali)

01/11/2009

Franco Cerri, la vita, lo stile, parte #2: "...Franco Cerri nasce nella periferia di Milano il 29 gennaio del 1926 da una famiglia indigente dove non c'era molto spazio per la cultura. I libri erano considerati un bene di lusso e non vi era molto tempo da dedicare alla lettura..." (Marco Vitali)

11/10/2009

E venia da' campi che di Cerri sentia (Franco Cerri Quartet) - Giuseppe Mavilla

25/01/2008

Divino Jazz 2007, Musica, danza, vino ed altro per palati raffinati: "...il Jazz ha ricoperto il ruolo primario con una trasversalità di contenuti ed atmosfere, che hanno sempre mantenuto alta l'attenzione ed il gradimento dell'uditorio. Il programma, infatti, ha presentato un alternarsi di accezioni espressive che sono apparsi più nelle loro significative peculiarità, che negli evidenti contrasti stilistici." (Francesco Peluso)

18/03/2007

Just Smile (Matteo Brancaleoni with Renato Sellani)

26/02/2007

European Jazz Expò, International Talent Showcase a Cagliari: "Antonello Salis con la sua musica, la magia delle note che scorrono dalle sue mani al pianoforte, ha di nuovo incantato gli spettatori...La salita, come al solito, silenziosa sul palco e subito a sfiorare, schiacciare, percuotere, i tasti bianchi e neri..." (Enzo Saba)

14/07/2006

Jazz in Italy in The 50s (Umberto Cesari, Nunzio Rotondo, Armando Trovajoli)

20/05/2006

Franco Cerri: In punta di dita (Vittorio Franchini)

06/02/2006

Franco Cerri: ottant'anni suonati!! Teatro Arcimboldi, Milano - 28 gennaio 2006 (Giorgio Alto)

25/06/2005

Intervista a Franco Cerri: "...La musica è veramente una medicina di cui tutti abbiamo bisogno. Dopo tanti anni non ne posso fare a meno..." (Alceste Ayroldi)

02/04/2005

Playing with Music (Michele Di Toro)

27/12/2004

Franco Cerri al Museo della Scienza e della Tecnica: "...Franco Cerri è generoso di idee e di affetto, e chiunque resta sedotto dalla sua delicatezza, che in alternanza ad una intensa passionalità crea dei vortici sonori in cui è molto dolce naufragare...." (Veronica Vismara)





Video:
? Gorni Kramer e la sua Orchestra ? Chicago ? Video & Audio Restaurati HD
Dalla trasmissione: Giardino D'Inverno del 1961 il grande Maestro Gorni Kramer Tele Ricordi è il canale di flaniman (Su questa TiVù li appre...
inserito il 30/10/2011  da flaniman2 - visualizzazioni: 3520
Gorni Kramer
Gorni Kramer...
inserito il 27/06/2010  da maggio1972 - visualizzazioni: 2846
Gorni Kramer
Gorni Kramer...
inserito il 27/06/2010  da maggio1972 - visualizzazioni: 2186
Intervista a Franco Cerri (concerto con Barney Kessel)
Intervista a Franco Cerri durante un intervallo di un concerto con Barney Kessel che, insieme a Diango Reinhardt, Wes Montgomery, Jim Hall, George Ben...
inserito il 05/10/2009  da francocerriFC - visualizzazioni: 2933
Barney Kessel e Franco Cerri
Barney Kessel e Franco Cerri in un bel momento musicale rilassato e istruttivo, davanti a un uditorio prevalentemente giovane....
inserito il 01/10/2009  da francocerriFC - visualizzazioni: 2524
Tal Farlow e Franco Cerri
Promo del concerto di Tal Farlow e Franco Cerri a Valenza nel 1991....
inserito il 01/10/2009  da francocerriFC - visualizzazioni: 2851
Aldo Farias &Franco Cerri Divino jazz festival
Bluesette...
inserito il 08/01/2009  da Rarebirds10 - visualizzazioni: 3097
Antonio Onorato e Franco Cerri (Corcovado)
Lago di Como...
inserito il 04/09/2007  da domrnico61 - visualizzazioni: 2875
Antonio Onorato e Franco Cerri (Blues in Bb)
Lago di Como...
inserito il 04/09/2007  da domrnico61 - visualizzazioni: 2632
Antonio Onorato e Franco Cerri(Out of nowhere)
Lago di Como...
inserito il 01/09/2007  da domrnico61 - visualizzazioni: 3039
Jazz Session [Varios Artistas]
Jazz Session [Nicola Arigliano - Franco Cerri - Gianni Basso - Bruno De Filippi Video (Sanremo 4 Marzo 2005)]...
inserito il 31/01/2007  da Recoaro - visualizzazioni: 2831


Inserisci un commento


© 2000 - 2017 Tutto il materiale pubblicato su Jazzitalia è di esclusiva proprietà dell'autore ed è coperto da Copyright internazionale, pertanto non è consentito alcun utilizzo che non sia preventivamente concordato con chi ne detiene i diritti.


Questa pagina è stata visitata 7.105 volte
Data pubblicazione: 15/11/2009

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti