Jazzitalia: la musica jazz a portata di mouse...
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Jazz Trio Savona:
tre musicisti classe 1928 regalano emozioni a Villa Cambiasi

di
Fulvio La Cognata
fulvioejo@hotmail.com

Domenica 9 Giugno 2002 alle ore 21 in anteprima per la nostra città, il "Jazz Trio Savona" è salito in cattedra a Villa Cambiaso nella sua stupenda cornice settecentesca. Il concerto ha visto impegnati tre artisti d'eccezione noti al pubblico degli appassionati. Gino Bocchino alla batteria, Lello Poggi al Pianoforte e Beppe Orsi al contrabbasso; tutti e tre accomunati dall'anno di nascita con la stessa data, il 1928… Che annata!

Il pittore Pio Vintera è stato il magnifico regista della serata. Il professore Sergio Tortarolo ha premiato con una targa ricordo il pittore savonese Carlo Giusto per i suoi cinquant'anni di attività ininterrotta, guarda caso anch'egli nato in quell'anno.

Emozioni? Sì, tante a partire dalla presentazione dei tre musicisti che lo scrittore esperto di Jazz Marco Melloni ha magistralmente descritto nella sua relazione. Quando è toccato agli artisti: "
Stella by Starlight" di Young è stato il pezzo d'apertura dove Gino Bocchino ci ha dato una dimostrazione sull'uso dell'arte delle spazzole applicate al tamburo rullante con molteplici, perfetti, veri e propri "frulli d'ali" in sintonia con un'accurata ricerca della sonorità sui piatti del charleston canonicamente usati in levare.

Nella famosa "
Song of the Tree", meglio conosciuta come "Poinciana", ci ha stupiti l'uso delle mani sui tamburi nel passaggio dalla Bossa nova a beguine del brano. Vero e proprio cantabile timpanistico, dato che i tamburi eseguivano dei veri e propri suoni.

Nella seconda parte del concerto con l'uso delle bacchette, abbiamo ascoltato "
Lady be Good", "Night and Day" e "Blue Monk", ma il grande assolo è stato durante l'esecuzione di "I'll Remember April" (Autore: Don Raye Gene de Paul) con assoli di batteria di altissimo livello tanto da udire persino il "Bass Drum" - la cassa - che rullava sotto le frequenze trasmesse dalla punta del pedale.

La magìa del tocco pianistico di Lello Poggi, ci è sembrata appartenere, derivare, dagli studi di Bach per clavicembalo ben temperato. L'improvvisazione con cui Lello Poggi - ancora una volta - ha saputo trasmetterci un fremito, trova ispirazione anche nella tecnica del grande Errol Garner con accordi ritmici ben distribuiti, dosati, impostati sull'acciaccatura armonica. Non sono mancati riferimenti agli stili dei grandi Count Basie e Bill Evans.

Le sue dita, non molto affusolate, corrono sulla tastiera con una ritmica ed accenti che fanno la grande gioia dei batteristi, dei cantanti, dei sassofonisti e di tutti quegli strumentisti che dal jazz, cercano oltrechè improvvisazione il tocco pianistico jazzistico ed il contrappunto, vero e proprio dono di natura, che Lello Poggi possiede nel suo DNA.

Scende la mano affusolata dalle dita lunghissime in tutte le posizioni fino al ponticello. L'anulare ed il medio nervosamente chiusi tra loro per ottenere la massima sonorità dal suo contrabbasso. L'impostazione della mano sinistra a forma di parentesi con un pollice nervoso, scivoloso, sul retro del manico alla ricerca della esatta posizione che farà vibrare il suo strumento-datato 1940, sulle note più gravi.

L'applauso è fragoroso, da intenditori, non appena Beppe Orsi termina il suo "solo" sul brano "
O.P. Meets L.T": cioè Oscar Pettiford incontra Lucky Thompson. Villa Cambiaso ridondante di applausi per questi tre musicisti che hanno portato il nome di Savona nei libri e nella storia della musica afro-americana, nella storia della musica scritta dai negri del profondo Sud e del Nord in cerca di Libertà.

Grazie, cari amici del "Jazz Trio – Savona", siamo orgogliosi di voi.

Una "Standing Ovation" davvero meritata. A quando la prossima performance?
Fulvio La Cognata
 


Invia un commento

© 2000 - 2002 Jazzitalia.net - Fulvio La Cognata - Tutti i diritti riservati

© 2000 - 2017 Tutto il materiale pubblicato su Jazzitalia è di esclusiva proprietà dell'autore ed è coperto da Copyright internazionale, pertanto non è consentito alcun utilizzo che non sia preventivamente concordato con chi ne detiene i diritti.

Questa pagina è stata visitata 106.887 volte
Data pubblicazione: 09/07/2002





Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti